User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 47

Discussione: Sartori su Cancun

  1. #1
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    17 Mar 2003
    Messaggi
    26
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sartori su Cancun

    Uno dei pochi politologi "nostrani" che si discosta dall'ovvio e dalle banalità mortifere dei vari Galli della Loggia, Ostellino, Biagi ecc.. ecc..

    Corriere.it

    Il fallimento di Cancun e i sussidi agricoli


    IL NEMICO NON E’ IL CONTADINO RICCO

    di GIOVANNI SARTORI


    Il vertice di Cancun della Wto ( World Trade Organization ) è clamorosamente fallito. I new global e altri contestatori hanno gridato «vittoria», mentre la Wto grida al disastro. Non capisco la vittoria, ma nemmeno il disastro.


    O meglio, il disastro non è tanto nel nulla di fatto di Cancun, quanto nelle teste disastrosamente arretrate dei signori che «signoreggiano» i vertici sui destini del mondo. Prendo il caso cruciale, quello dell’agricoltura e specialmente del grano. Sull’agricoltura il punto dolente è che Stati Uniti ed Europa la sussidiano robustamente.



    Questi sussidi hanno sinora portato a una sovraproduzione che viene poi smaltita nel Terzo mondo a prezzi stracciati ( dumping ). Ma se l’accusa è che così affamiamo i loro poveri, allora questa accusa è inesatta. In realtà, a questo modo i poveri ricevono cibo sottocosto. In realtà, i contribuenti dei Paesi ricchi pagano una tassa (complessivamente di circa 300 miliardi di euro) che aiuta gli affamati del Terzo mondo a sfamarsi.



    L’accusa corretta è che il nostro dumping strangola i contadini (i contadini, non i consumatori) dei Paesi poveri. Questo è vero. Pertanto il dumping deve essere impedito (e ci sono almeno due modi di impedirlo). Ma se la richiesta dei Paesi poveri è di eliminare i sussidi, allora questa richiesta è non solo improponibile ma anche stupida. È improponibile perché l’Occidente è governato da democrazie che hanno il difetto di dover sottostare ai voti degli interessi agricoli. Ma soprattutto è stupida, è una richiesta da incoscienti.



    Dove vivono i signori di Cancun? Non sanno che esiste un effetto serra che riscalda il nostro pianeta, e che ne sta estremizzando il clima con effetti disastrosi anche e proprio sull’agricoltura? In Italia si prevede che la siccità di questa estate diminuirà i raccolti del 25%, e in Ucraina addirittura del 75%. Tutta l’Europa è, dove più dove meno, in queste condizioni.


    E si tratta di un trend negativo costante. Sono già tre-quattro anni che la produzione mondiale di cereali è in calo. Peggio ancora, all’India e alla Cina mancherà presto l’acqua per irrigare. Altro che esportare! Dovranno disperatamente cercare prodotti alimentari che rischiano di non trovare.



    In nuce il problema è questo. Eliminare i sussidi significa, in Occidente, uccidere la propria agricoltura. Pertanto per aiutare l’agricoltura dei poveri, Europa e Usa dovrebbero affossare la loro. Perché? Un suicidio è sempre difficile da giustificare. E non può essere giustificato se si tratta di un suicidio esiziale per tutti. Perché l’agricoltura sussidiata dell’Occidente è la sola riserva alimentare (per tutti) in grado di resistere, forse, alle devastazioni climatiche.


    Ringraziamo che ci sia.È bene che a Cancun non si sia concluso nulla? Sì, date le premesse di cui sopra. Però sarebbe male precipitare in un globalismo selvaggio e senza regole di scambio. E dunque dobbiamo tornare a negoziare. Ma su premesse nuove e abbandonando la autoflagellazione colpevolista nei confronti del Terzo mondo che oggi inebria il colto e l’inclita.



    I Paesi ricchi sono tali per virtù e merito proprio, non perché hanno rapinato i Paesi poveri. Questi ultimi sono poveri perché malgovernati e perché sovrappopolati.



    In secondo luogo, è sbagliato e ingiusto sputacchiare sulle cosiddette lobby degli agricoltori e su un protezionismo agricolo dichiarato addirittura una «vergogna planetaria». I contadini non sono una lobby esattamente come non lo sono gli operai. Infine, eliminare i nostri contadini è abbandonare la campagna al dissesto idrologico. Il contadino «salva la terra».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mirabile sintesi di false informazioni, pregiudizi economici, plateale ignoranza del dibattito scientifico in merito, tra le altre cose, al cosiddetto riscaldamento globale.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  3. #3
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Sartori su Cancun

    In origine postato da Blissett
    Uno dei pochi politologi "nostrani" che si discosta dall'ovvio e dalle banalità mortifere dei vari Galli della Loggia, Ostellino, Biagi ecc.. ecc..

    Corriere.it

    Il fallimento di Cancun e i sussidi agricoli


    IL NEMICO NON E’ IL CONTADINO RICCO

    di GIOVANNI SARTORI


    Il vertice di Cancun della Wto ( World Trade Organization ) è clamorosamente fallito. I new global e altri contestatori hanno gridato «vittoria», mentre la Wto grida al disastro. Non capisco la vittoria, ma nemmeno il disastro.


    O meglio, il disastro non è tanto nel nulla di fatto di Cancun, quanto nelle teste disastrosamente arretrate dei signori che «signoreggiano» i vertici sui destini del mondo. Prendo il caso cruciale, quello dell’agricoltura e specialmente del grano. Sull’agricoltura il punto dolente è che Stati Uniti ed Europa la sussidiano robustamente.



    Questi sussidi hanno sinora portato a una sovraproduzione che viene poi smaltita nel Terzo mondo a prezzi stracciati ( dumping ). Ma se l’accusa è che così affamiamo i loro poveri, allora questa accusa è inesatta. In realtà, a questo modo i poveri ricevono cibo sottocosto. In realtà, i contribuenti dei Paesi ricchi pagano una tassa (complessivamente di circa 300 miliardi di euro) che aiuta gli affamati del Terzo mondo a sfamarsi.



    L’accusa corretta è che il nostro dumping strangola i contadini (i contadini, non i consumatori) dei Paesi poveri. Questo è vero. Pertanto il dumping deve essere impedito (e ci sono almeno due modi di impedirlo). Ma se la richiesta dei Paesi poveri è di eliminare i sussidi, allora questa richiesta è non solo improponibile ma anche stupida. È improponibile perché l’Occidente è governato da democrazie che hanno il difetto di dover sottostare ai voti degli interessi agricoli. Ma soprattutto è stupida, è una richiesta da incoscienti.



    Dove vivono i signori di Cancun? Non sanno che esiste un effetto serra che riscalda il nostro pianeta, e che ne sta estremizzando il clima con effetti disastrosi anche e proprio sull’agricoltura? In Italia si prevede che la siccità di questa estate diminuirà i raccolti del 25%, e in Ucraina addirittura del 75%. Tutta l’Europa è, dove più dove meno, in queste condizioni.


    E si tratta di un trend negativo costante. Sono già tre-quattro anni che la produzione mondiale di cereali è in calo. Peggio ancora, all’India e alla Cina mancherà presto l’acqua per irrigare. Altro che esportare! Dovranno disperatamente cercare prodotti alimentari che rischiano di non trovare.



    In nuce il problema è questo. Eliminare i sussidi significa, in Occidente, uccidere la propria agricoltura. Pertanto per aiutare l’agricoltura dei poveri, Europa e Usa dovrebbero affossare la loro. Perché? Un suicidio è sempre difficile da giustificare. E non può essere giustificato se si tratta di un suicidio esiziale per tutti. Perché l’agricoltura sussidiata dell’Occidente è la sola riserva alimentare (per tutti) in grado di resistere, forse, alle devastazioni climatiche.


    Ringraziamo che ci sia.È bene che a Cancun non si sia concluso nulla? Sì, date le premesse di cui sopra. Però sarebbe male precipitare in un globalismo selvaggio e senza regole di scambio. E dunque dobbiamo tornare a negoziare. Ma su premesse nuove e abbandonando la autoflagellazione colpevolista nei confronti del Terzo mondo che oggi inebria il colto e l’inclita.



    I Paesi ricchi sono tali per virtù e merito proprio, non perché hanno rapinato i Paesi poveri. Questi ultimi sono poveri perché malgovernati e perché sovrappopolati.



    In secondo luogo, è sbagliato e ingiusto sputacchiare sulle cosiddette lobby degli agricoltori e su un protezionismo agricolo dichiarato addirittura una «vergogna planetaria». I contadini non sono una lobby esattamente come non lo sono gli operai. Infine, eliminare i nostri contadini è abbandonare la campagna al dissesto idrologico. Il contadino «salva la terra».
    La trovo un'analisi ampiamente condivisibile e, aggiungerei, è quantomeno ridicolo che proprio la lobby della grande industria (che parla attraverso i suoi dipendenti dalle pagine dei giornali e dagli schermi dei televisori) accusi la "lobby" degli agricoltori di impoverire i Paesi del Terzo Mondo quando questi sono stati economicamente messi in ginocchio proprio dalla colonizzazione e dallo sfruttamento imposto dalle multinazionali. Ma no, sta a vedere che era tutta colpa dell' "agricoltore fancazzista" della Val Padana"!
    Cmq ne ho parlato anche qua:
    http://www.politicaonline.net/forum/...threadid=67593

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    17 Mar 2002
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come sempre Sartori dimostra una capacità di analisi sconosciuta ai più . Di sicuro ai paleo - qualcosa .

    b.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Aug 2009
    Messaggi
    809
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ottimo Sartori

    Prima di entrare nel merito, una considerazione.Sartori, giuste o sbagliate che siano le sue tesi, ha il coraggio di prendere una posizione netta, a differenza dei soporifero e dorotei Galli della Loggia, Ostellino e di tutti gli opinionisti italiani.Che poi queste tesi siano oltrettuto scomode (sappiamo chi comanda davvero nella teocrazia catto-talebana chiamata italia)è una nota di merito.Per quanto riguarda invece il contenuto, faccio mie le considerazioni di Asburgico sulla condivisibilità del giudizio sartoriano su agricoltura, sovrappopolazione e africa.Io direi poi, lasciando per un attimo da parte i dati, i numeri e le statistiche (che possono essere troppo facilmente manipolabili), è indubbio che il clima mondiale sia cambiato (e in peggio).E' anche indubbio che gli effetti di dette mutazioni siano stremamente negative e che siano collegabili all'azione umana.Solo che a questo punto bisognerebbe non farsi contagiare dagli imbecilli degli opposti ideologismi.I primi sostengono che per fermare il delirio ambientale occorrerebbe tornare all'età della pietra, alla sana vita dei boscimani, senza tecnologia, progresso etc arrivando perfino ad augurarsi la scomparsa della razza umana come nemesi catartica per le sue presunte malefatte.I secondi negano che sia cambiato alcunchè, sostengono che la terra può reggere altri 10 miliardi di persone (all'infinito), affermano che i cambiamenti in corso sono allucinazioni collettive create ad arte dai cattivi comunisti pagani statalisti anticristiani etc etc.Pur nella loro radicale differenze, queste due fazioni di matti sono più simili di quanto sembrerebbe.Il fatto è che nessuno dei due adotta( ma non potrebbe essere altrimenti-l'ideologia, di qualunque natura- giudica la realtà dei fatti come il proprio peggior nemico) un criterio semplice semplice che si chiama "principio di realtà".La realtà è che il clima è impazzito, la realtà è che siamo troppi sul pianeta,la realtà è che SEMPRE dove c'è sovraffollamento c'è povertà e miseria, la realtà è che il territorio fisico ha dei limiti fisici ben precisi (a meno di colinizzare altri pianeti, al momento ipotesi inverosimile), la realtà è che non si può fare 20 figli quando non si ha nemmeno da mangiare e poi pretendere che siano gli altri a mantenerli( molto statalista questa idea), la realtà è che una parte del mondo è responsabile( occidente) mentre un'altra saccheggia e distrugge tutto quello che la prima crea( terzo mondo).Per finire quindi credo ci sia bisogno di molto buon senso e di poca e nessuna ideologia quando si affrontano questi problemi e penso che Sartori nel suo pezzo abbia proprio voluto fare questo: esprimere nè più nè meno di un sano buonsenso.

    Quanto a quel terrone di poetus che insulta i contadini padani chiamandoli "fancazzisti assistiti e terroni ", credo sia opportuno ricorrere in modo più energico al "sola lettura", perchè che il primo pirla terrone venga qui a dirmi che i miei nonni e la mia gente che si sono x generazioni spaccati la schiena nei campi sono dei "fancazzisti", non mi sta affatto bene.

    Saluti.

  6. #6
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Caro Aran,
    Bentornato sul forum.
    Mi glorio di appartenere a una delle due "bande di imbecilli". Nello specifico, a quella che ritiene che le questioni scientifiche, come il presunto mutamento climatico, vadano affrontate col metodo scientifico (sì: proprio "i dati, i numeri e le statistiche"), e non con gli "indubbiamente". Che al massimo vanno bene per parlar di calcio al bar dello sport.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    17 Mar 2002
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ottimo Sartori

    In origine postato da aran banjo
    Skip

    Condivido .

    Saluti

    b.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Aug 2009
    Messaggi
    809
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Stonewall
    Caro Aran,
    Bentornato sul forum.
    Mi glorio di appartenere a una delle due "bande di imbecilli". Nello specifico, a quella che ritiene che le questioni scientifiche, come il presunto mutamento climatico, vadano affrontate col metodo scientifico (sì: proprio "i dati, i numeri e le statistiche"), e non con gli "indubbiamente". Che al massimo vanno bene per parlar di calcio al bar dello sport.
    Caro Stone, grazie.
    Subito una premessa:dubito che tu appartenga ad alcunchè di "imbecille", anzi, direi il contrario.Se però insisti nell'aderire ad una delle due categorie che ho sopra sommarimanete descritto, beh non sarò certo io a fermarti.Tuttavia vorrei che riflettessimo su una cosa."L'indubbiamente" che uso non deriva da una mia certezza delle cose ("io la penso così, quindi ho ragione")ma è la logica conseguenza di un metodo chiamato "empirico"-che è poi l'altra faccia del metodo scientifico con dati e tabelle.Significa in altre parole osservare cosa accade intorno a noi e poi descriverlo, che ci piaccia o meno.Accade intorno a noi che io, e molti milioni di individui come me, non ho mai visto simili repentini cambiamenti climatici e disastrosi pure.Vabbè sono giovane, quindi la mia memoria è tarata su di un lasso di tempo di 20 anni, quindi la mia impressione è ancora aneddottica.Allora ho chiesto ai miei nonni, la cui memoria è tarata sui 70 anni(avendone 90 e passa).Beh, anche loro non hanno mai visto nulla di simile.Però poi ho pensato che 70 anni sono ancora pochi, allora ho consultato almanacchi, descrizioni meteo etc fino ai primi dell'800.Anche così, c'è qualcosa di anomalo, molto anomalo.Poi siccome mi dicono che nulla di simile è MAI accaduto nella storia umana conosciuta, piano piano mi convinco che forse l'impazzimento del clima è una conseguenza dell'azione umana.Ora, siccome io nutro grande fiducia nel genere umano, penso che così come gli effetti del progresso abbiano squilibrato il pianeta, grazie allo stesso progresso forse noi riusciremo a correggere le storture, a patto però che le ricosciamo come tali in tempo.Se invece noi diciamo che va tutto bene, anzi andrà pure meglio, penso che di mazzate tra capo e collo ne riceveremo altre.Non mi sembra di fare un discorso apocalittico o da cassandra, ma di buonsenso.Con altrettanto spirito empirico, confermo che il sovraffollamento produce miseria e povertà e che più di 5 miliardi di persone il pianeta non riesce a reggere.Così come vivere in miseria e fare 20 figli pretendendo che siano gli altri a mantenerli, penso sia una concezione della vita semplicemente criminale.Per concludere, se i tropici si trasferiscono nelle zone temperate o artiche, se la siccità da sahara si trasferisce in pochissimi anni nelle fertili pianure europee, se le superficie urbanizzate aumentano a dismisura etc etc..penso che sia solo buonsenso preoccuparsene e magari dire "diamoci una regolata e facciamo qualcosa".Che poi magari sul COME quel qualcosa vada fatto io sia più vicino alle tue posizioni che a quelle di Sartori, è un altro discorso.Ma di certo la testa sotto la sabbia non la voglio mettere.

  9. #9
    Cacciatore di leoni
    Data Registrazione
    06 May 2003
    Località
    Savana brianzola
    Messaggi
    2,805
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Stonewall
    Caro Aran,
    Bentornato sul forum.
    Mi glorio di appartenere a una delle due "bande di imbecilli". Nello specifico, a quella che ritiene che le questioni scientifiche, come il presunto mutamento climatico, vadano affrontate col metodo scientifico (sì: proprio "i dati, i numeri e le statistiche"), e non con gli "indubbiamente". Che al massimo vanno bene per parlar di calcio al bar dello sport.
    Che ci sia un trend di aumento delle temperature medie annuali in diversi posti al mondo è un fatto.

    Le ipotesi per spiegare questo fatto possono essere sostanzialmente due: cause naturali o effetto serra causato dalle emissioni di CO2 delle attività industriali.

    la comunità scientifica non mostra un parere concorde in merito e risulta spaccata in due, con leggera prevalenza di coloro che sostengono la seconda tesi.

    Non mi risulta invece che vi sia alcuno che sostiene che non vi sono cambiamenti climatici in atto.

  10. #10
    INSubrian SOCialism
    Data Registrazione
    11 Apr 2003
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non entro in merito della questione perchè meriterebbe un'analisi molto approfondita... e non ne ho il tempo... volevo solo salutare Aran che è da un po' che non sentivo!

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Cancun!
    Di ScimmioneNudo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 20-09-03, 01:50
  2. WTO, Globalizzazione e Cancun
    Di Amati75 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 13-09-03, 07:51
  3. Il Wto di Cancun
    Di Gino Cerutti nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-09-03, 15:15
  4. Il Wto di Cancun
    Di Gino Cerutti nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-09-03, 12:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226