E ha ragione a ricordare che è ancora li',tutto intatto,qualora qualcuno sene fosse scordato.
Siamo ancora sul 110% di Debito/PIL e va ridotto per forza.
Solo che...capite bene...che se il PIL cresce poco e le spese rimangono costanti ( o peggio aumentano) il debito sale.
Francia,Spagna(!),Germania e tutti gli altri Paesi europei in periodi di vacche magre,avendo debiti pubblici "accettabili",possono permettersi di spingere un po' l'economia aumentando il debito pubblico.Ma l'Itaglia non può.