IN PRIMO PIANO

IL PAPA ALL'ANGELUS: IL 21 OTTOBRE NOMINERO' 31 NUOVI CARDINALI
Di: Redazione Papaboys.it

CITTA' DEL VATICANO - (29 settembre, h.08.20) - Cari amici di Papaboys.it riprendiamo le pubblicazioni in tempo reale dopo il black out che non solo ha paralizzato l'Italia per una buona parte della giornata di ieri, ma ha creato anche un problema al nostro server. Grazie ai nostri tecnici che in poche ore sono riusciti a sistemare il problema e renderci nuovamente possibili le pubbliazioni. Nell'Angelus in San Pietro di ieri mattina, il Santo Padre ha annunciato il concistoro per il 21 ottobre, con la nomina di 31 nuovi cardinali. Dei 31 nuovi Cardinali sette sono stretti collaboratori del Vaticano, 19 pastori delle chiese locali, dalla Croazia all'America Latina, dagli Stati Uniti al Vietnam. Sei gli italiani, tra i quali il Patriarca di Venezia e il Vescovo di Genova.
C'è tuttavia un cardinale "in pectore" - un trentunesimo porporato - il cui nome papa Giovanni Paolo II non ha per il momento rivelato. Il Papa ha dato l'annuncio con la voce emozionata. I nuovi porporati modificano profondamente la composizione del Sacro collegio che sarà chiamato a eleggere il successore di Giovanni Paolo II. L'Angelus si è svolto regolarmente nonostante il blackout che ha provocato disagi anche in Vaticano. La basilica di San Pietro è aperta anche se semibuia, chiusi invece i musei vaticani. Ecco le parole del Papa on l'elenco dei Cardinali nominati:

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. E' ormai prossimo l’inizio del mese di ottobre, il mese del Santo Rosario. Alla Madonna affido in modo particolare il Concistoro che intendo tenere il prossimo 21 ottobre, in occasione del mio XXV di Pontificato. In esso, derogando ancora una volta al limite numerico stabilito, creerò alcuni nuovi Cardinali.

2. Vi sono tra loro innanzitutto alcuni miei Collaboratori della Curia Romana. Eccone i nomi:

- Mons. Jean-Louis Tauran;
- Mons. Renato Raffaele Martino;
- Mons. Francesco Marchisano;
- Mons. Julián Herranz;
- Mons. Javier Lozano Barragán;
- Mons. Stephen Fumio Hamao;
- Mons. Attilio Nicora.
Vi sono poi 19 Pastori di altrettante Chiese locali. I loro nomi sono:

- Mons. Angelo Scola, Patriarca di Venezia (Italia);
- Mons. Anthony Olubunmi Okogie, Arcivescovo di Lagos (Nigeria);
- Mons. Bernard Panafieu, Arcivescovo di Marsiglia (Francia);
- Mons. Gabriel Zubeir Wako, Arcivescovo di Khartoum (Sudan);
- Mons. Carlos Amigo Vallejo, Arcivescovo di Siviglia (Spagna);
- Mons. Justin Francis Rigali, Arcivescovo di Filadelfia (Stati Uniti d’America);
- Mons. Keith Michael Patrick O’Brien, Arcivescovo di Saint Andrews and Edinburgh (Scozia);
- Mons. Eusébio Oscar Scheid, S.C.I., Arcivescovo di São Sebastião do Rio de Janeiro, (Brasile);
- Mons. Ennio Antonelli, Arcivescovo di Firenze (Italia);
- Mons. Tarcisio Bertone, Arcivescovo di Genova (Italia);
- Mons. Peter Kodwo Appiah Turkson, Arcivescovo di Cape Coast (Ghana);
- Mons. Telesphore Placidus Toppo, Arcivescovo di Ranchi (India);
- Mons. George Pell, Arcivescovo di Sydney (Australia);
- Mons. Josip Bozanić, Arcivescovo di Zagabria (Croazia);
- Mons. Jean-Baptiste Pham Minh Mân, Arcivescovo di Hôchimin Ville (Viet Nam);
- Mons. Rodolfo Quezada Toruño, Arcivescovo di Guatemala (Guatemala);
- Mons. Philippe Barbarin, Arcivescovo di Lione (Francia);
- Mons. Péter Erdö, Arcivescovo di Esztergom-Budapest (Ungheria);
- Mons. Marc Ouellet, P.S.S., Arcivescovo di Québec (Canada);


Tra i nuovi Porporati vi sono inoltre quattro ecclesiastici particolarmente meritevoli per il loro impegno al servizio della Chiesa. Essi sono:

P. George Marie Martin Cottier, O.P., Teologo della Casa Pontificia (Svizzera)
- Mons. Can. Gustaaf Joos, della Diocesi di Gand (Belgio)
- P. Tomas Spidlik, S.I. (Rep. Ceca)
- P. Stanislas Nagy, dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesj (Dehoniani), (Polonia)
In fine, vi comunico che ho nominato Cardinale un altro benemerito Presule, riservandomene il nome "in pectore".

3. I candidati alla dignità cardinalizia provengono da varie parti del mondo e svolgono mansioni diverse a servizio del Popolo di Dio. Nella loro schiera ben si rispecchia l’universalità della Chiesa con la molteplicità dei suoi ministeri.

Affidiamo i nuovi eletti alla Vergine Santa invocandone la materna protezione su di loro e sui rispettivi compiti nella vigna del Signore.