Il nostro Paese si sta trasformando in una clinica di benessere. Se è giusto favorire e sponsorizzare stili di vita più sani, non è tollerabile che questi obiettivi siano perseguiti con un martellamento ossessivo e inquietante a livello mediatico. Spot, trasmissioni televisive, articoli di giornale, ovunque si trovano messaggi allarmistici: guerra al fumo, guerra al grasso, guerra all’alcol, guerra al caffè, guerra alle merendine… ormai non sanno più quale altro prodotto criminalizzare.

E’ questo, a nostro avviso, un accanimento senza precedenti volto a mettere in discussioni le libertà personali. Il fumo attivo, un piatto di patatine, un caffè dovrebbero rientrare fra i diritti costituzionali di ciascun individuo. Saranno anche desideri frutto di nevrosi, carenze d’affetto o altro, saranno un pericolo per la propria salute, ma costituiscono prima di tutto un PIACERE: e i piaceri non dovrebbero essere PROIBITI o regolamentati dallo Stato, né trasformati in colpe in espiabili o in drammi senza redenzione, per di più con tanto di bollino fiscale.
Se anche tu condividi questa preoccupazione, sostienici iscrivendoti a Forces Campania o vieni a leggere i nostri aggiornamenti settimanali sui siti www.legnostorto.com e http://www.forcesitaly.org/italy/campania/index.htm.




Per contattarci: forcescampania@libero.it;
tommasorea@forcesitaly.org


Forces Campania è il distaccamento regionale di Forces Italiana Il gruppo internazionale FORCES, un'organizzazione antiproibizionista, si occupa d'integrità scientifica e politica, di libertà individuali, e di libera economia. FORCES e i suoi affiliati non hanno affiliazioni politiche, e sono sostenute da quote associative, donazioni e volontariato.