User Tag List

Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 71
  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Cari amici conservatori

    in qualità di moderatore del nostro amato forum non posso non sottolineare come spesso la nostra riflessione difetti di contenuti politici, limitandosi al mero tifo contro l'avversario di turno. Ciò accade per le faccende di casa come per quelle estere, senza che magari ce ne rendiamo conto. Sembra quasi che il nostro conservatorismo si identifichi ormai soltanto in un generico quanto aggressivo anticomunismo e antisocialismo. Se ci limitiamo a questo la nostra identità politica rimarrà sempre debole e saremo sempre terreno di conquista di quei demagoghi che basano la loro azione sullo scontro e non sulla proposizione.
    In questo, devo ammetterlo, i leghisti ci sono avanti. Per loro Berlusconi è un mezzo, non un fine. Un mezzo per raggiungere il federalismo, per limitare l'immigrazione, per allontanare l'islamismo. Per questo sono alleati del Cavaliere, non perchè hanno stima di lui o hanno terrore della minaccia rossa. Noi invece sembra che non abbiamo ben chiare le ragioni per cui stiamo nel centrodestra e nello specifico con Berlusconi, al di là, come già detto, di un anticomunismo di bandiera.

    E' arrivato dunque il momento di versare del buon vino conservatore nella nostra botte, per darci la consapevolezza che le nostre azioni, i nostri pensieri vanno oltre la lealtà politica pura e semplice. A questo punto propongo di aprire un dibattito tra noi che mi auguro si avvalga della partecipazione di tutti.

    Le domande che dobbiamo porci sono le seguenti: cosa chiediamo, da conservatori, ad un governo che ci rappresenti? Qual'è la nostra visione riguardo la politica economica e quella internazionale?

    Non è necessario giungere tutti alle stesse conclusioni, l'importante però è provare tutti a dare il proprio contributo affinchè si possa dire alla fine: i conservatori di POL stanno con Berlusconi per questo, questo, e quest'altro ancora. Oppure non ci stanno per gli stessi motivi. Oppure sono divisi tra loro, perchè diversa è la consapevolezza di quella che dovrebbe essere un'azione conservatrice.

    Mi auguro che questo dibattito possa appassionarci e che non venga preso sotto gamba. Deve essere, per tutti, l'occasione di fare un salto di qualità. Da oggi in poi non basterà più dare per scontato il nostro sostegno agli alfieri del centrodestra sparsi per il mondo. E nemmeno l'idiosincrasia per la parte opposta. Le nostre scelte dovremo affrontarle caso per caso e motivarle nello specifico. Solo così dirci conservatori non equivarrà semplicemente ad occupare una curva da stadio.

    Buon dibattito!



    Florian
    Ultima modifica di Florian; 09-10-09 alle 12:43
    SADNESS IS REBELLION

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    E' passata una giornata intera senza che nessuno abbia preso la parola. Ma i conservatori esistono? Hanno a cuore questo forum? Chissà.
    Ultima modifica di Florian; 09-10-09 alle 09:17
    SADNESS IS REBELLION

  3. #3
    Vi tengo d'occhio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Mi permetto di esprimere un parere sul fatto che i conservatori non seguono le proposte di dibattito da te proposte. Lungi da me il voler polemizzare, devo comunque dire ciò che per me e per molti altri forumisti, conservatori,pseudo cons, lib cons e altro ancora, probabilmente non stimola al dibattito. Fermo restando che le capacità di scrittura,la conoscenza degli argomenti e una predisposizione naturale al dialogo non ti fanno difetto, devo comunque riscontrare,da parte tua, la tendenza a fare delle premesse e degli articoli,oltrechè lunghi, troppo impregnati di politichese.Ciò può essere un "pregio" se si è politici di mestiere o giornalisti che devono riempire gli spazi di un quotidiano,ma su un forum diventa noioso. I dibattiti sono pochi e quando ci sono non sono collegati alla realtà politica attuale ma sono sempre orientati su un argomento solo,il conservatorismo. Tu potrai replicare dicendomi che "trattasi di forum conservatore" ed io ti risponderei che, appunto per questo motivo, non vi è alcuna necessità di indottrinamento. Un'ultima nota sta nel fatto che le tue "cotte" politiche, oggi per questo e domani per l'altro, disorientano chi ti vorrebbe più ancorato al tuo ideale primario. Il tutto, ribadisco, senza polemiche nei tuoi confronti.
    NON VOTO NEL REALE,NON VOTO NEL VIRTUALE....GRAZIE!

  4. #4
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Citazione Originariamente Scritto da SMB Visualizza Messaggio
    Mi permetto di esprimere un parere sul fatto che i conservatori non seguono le proposte di dibattito da te proposte. Lungi da me il voler polemizzare, devo comunque dire ciò che per me e per molti altri forumisti, conservatori,pseudo cons, lib cons e altro ancora, probabilmente non stimola al dibattito. Fermo restando che le capacità di scrittura,la conoscenza degli argomenti e una predisposizione naturale al dialogo non ti fanno difetto, devo comunque riscontrare,da parte tua, la tendenza a fare delle premesse e degli articoli,oltrechè lunghi, troppo impregnati di politichese.Ciò può essere un "pregio" se si è politici di mestiere o giornalisti che devono riempire gli spazi di un quotidiano,ma su un forum diventa noioso. I dibattiti sono pochi e quando ci sono non sono collegati alla realtà politica attuale ma sono sempre orientati su un argomento solo,il conservatorismo. Tu potrai replicare dicendomi che "trattasi di forum conservatore" ed io ti risponderei che, appunto per questo motivo, non vi è alcuna necessità di indottrinamento. Un'ultima nota sta nel fatto che le tue "cotte" politiche, oggi per questo e domani per l'altro, disorientano chi ti vorrebbe più ancorato al tuo ideale primario. Il tutto, ribadisco, senza polemiche nei tuoi confronti.
    Ti ringrazio della sincerità. Il moderatore vuoi farlo tu? Ne sarei felice, come sarei felicissimo se lo facesse Berghem oppure Old Right.

    Hai ragione, a me il conservatorismo interessa molto più della realtà politica in corso. E le mie "cotte" politiche, compresi anche i miei "abbagli", sono la conseguenza del fatto che in Italia non c'è un partito conservatore nè una tendenza naturale al conservatorismo, che non a caso assume una connotazione negativa in tutti i partiti, anche in quelli destra.

    Adesso io non so perchè, su POL, esista un forum "conservatore". Dico solo che appena l'ho visto mi è sembrata una buona idea parteciparvi per conoscere innanzitutto altri conservatori. Gente che, come me, avesse qualcosa da conservare. Alcuni li ho trovati, altri no. Alcuni sono andati via, altri son rimasti. Mi hanno scelto come moderatore, la prima volta ho rifiutato, la seconda no. Come moderatore ho cercato di porre all'attenzione la "questione" conservatrice da un punto di vista storico e persino antropologico, prima ancora che politico. Ho cercato di stimolare il dubbio. Questo disturba? Annoia? Non interessa? Benissimo. Anche io mi sono stancato di andare avanti così da aprile ad oggi. Non è mia intenzione monopolizzare il forum. Chi ha volontà e idee diverse si faccia avanti. Parli con Templares e buona fortuna.
    Ultima modifica di Florian; 09-10-09 alle 13:16

  5. #5
    Vi tengo d'occhio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio della sincerità. Il moderatore vuoi farlo tu? Ne sarei felice, come sarei felicissimo se lo facesse Berghem oppure Old Right.

    Hai ragione, a me il conservatorismo interessa molto più della realtà politica in corso. E le mie "cotte" politiche, compresi anche i miei "abbagli", sono la conseguenza del fatto che in Italia non c'è un partito conservatore nè una tendenza naturale al conservatorismo, che non a caso assume una connotazione negativa in tutti i partiti, anche in quelli destra.

    Adesso io non so perchè, su POL, esista un forum "conservatore". Dico solo che appena l'ho visto mi è sembrata una buona idea parteciparvi per conoscere innanzitutto altri conservatori. Gente che, come me, avesse qualcosa da conservare. Alcuni li ho trovati, altri no. Alcuni sono andati via, altri son rimasti. Mi hanno scelto come moderatore, la prima volta ho rifiutato, la seconda no. Come moderatore ho cercato di porre all'attenzione la "questione" conservatrice da un punto di vista storico e persino antropologico, prima ancora che politico. Ho cercato di stimolare il dubbio. Questo disturba? Annoia? Non interessa? Benissimo. Anche io mi sono stancato di andare avanti così da aprile ad oggi. Non è mia intenzione monopolizzare il forum. Chi ha volontà e idee diverse si faccia avanti. Parli con Templares e buona fortuna.
    Il ruolo di moderatore non mi è mai interessato e oggi, ancora più di ieri, lo ribadisco. Il sunto del mio ragionamento sta nel fatto che l'impronta data al forum conservatore sa più di scuola politica che di arena di dibattito.
    NON VOTO NEL REALE,NON VOTO NEL VIRTUALE....GRAZIE!

  6. #6
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Citazione Originariamente Scritto da SMB Visualizza Messaggio
    Il ruolo di moderatore non mi è mai interessato e oggi, ancora più di ieri, lo ribadisco. Il sunto del mio ragionamento sta nel fatto che l'impronta data al forum conservatore sa più di scuola politica che di arena di dibattito.
    Caro SMB tu appartieni a quella lunga schiera di persone che buttano il sassolino e nascondono la mano. Tutti sono bravi a criticare, ma nessuno vuole prendersi responsabilità. Gente che sta fuori per mesi, poi spunta fuori improvvisamente per dire che è tutto sbagliato. Gente che lurka da mattina a sera senza sentirsi in dovere di esprimere una propria opinione. Conservatori che invece di contribuire in prima persona allo sviluppo di questo forum se ne vanno in cerca di altri e non si fanno più vedere. Nonostante tutto, grazie praticamente ai soli moderatori, questo forum ha raggiunto un discreto numero di visite e commenti. E anche di apprezzamenti esterni, che bilanciano paadossalmente i bastiancontrari interni.

    Invece di tante chiacchiere poco costruttive... fate!
    Ultima modifica di Florian; 09-10-09 alle 13:53

  7. #7
    Vi tengo d'occhio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Caro SMB tu appartieni a quella lunga schiera di persone che buttano il sassolino e nascondono la mano. Tutti sono bravi a criticare, ma nessuno vuole prendersi responsabilità. Gente che sta fuori per mesi, poi spunta fuori improvvisamente per dire che è tutto sbagliato. Gente che lurka da mattina a sera senza sentirsi in dovere di esprimere una propria opinione. Conservatori che invece di contribuire in prima persona allo sviluppo di questo forum se ne vanno in cerca di altri e non si fanno più vedere. Nonostante tutto, grazie praticamente ai soli moderatori, questo forum ha raggiunto un discreto numero di visite e commenti. E anche di apprezzamenti esterni, che bilanciano paadossalmente i bastiancontrari interni.

    Invece di tante chiacchiere poco costruttive... fate!
    Non mi sembra proprio che il sottoscritto appartenga alla "schiera di persone che buttano il sassolino.........." dal momento che, unico nel TUO forum, ho espresso il mio parere senza troppo spirito reverenziale e in modo schietto. Evidentemente quando uno sta fuori forum per qualche tempo è perchè ha da fare dell'altro; inoltre, quando ci torna e si trova il maestrino che tenta di indottrinare gli allievi-quelli che glielo consentono-, ribaltando per l'ennesima volta i propri ideali ed i propri punti di riferimento politici(sei passato nel volgere di pochi mesi da Storace a Casini guardando ai conservatori di ogni latitudine,in modo a dir poco sconcertante, qualche domanda sulla coerenza del signor florian se la farà pure. Per quanto concerne il "fate", ti ricordo che a Milano, come in buona parte delle altre città italiane, c'è il brutto vizio di lavorare, quindi il tempo da passare davanti ad un pc. si riduce di molto.Beato te, che di tempo per scrivere le tue filippiche e raccontarci delle tue ennesime capovolte, ne hai.Per concludere,in riferimento al fatto che "solo grazie ai moderatori questo forum bla bla bla............" ti ricordo che,proprio su questo 3d, elemosinavi l'intervento di qualcuno.........e alla fine solo il sottoscritto,ovvero colui che secondo te lancia il sasso ma nasconde la mano, si è fatto vivo.Dimmi almeno grazie per aver contribuito al successo di visite sul TUO forum.
    NON VOTO NEL REALE,NON VOTO NEL VIRTUALE....GRAZIE!

  8. #8
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,352
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Cari amici conservatori

    in qualità di moderatore del nostro amato forum non posso non sottolineare come spesso la nostra riflessione difetti di contenuti politici, limitandosi al mero tifo contro l'avversario di turno. Ciò accade per le faccende di casa come per quelle estere, senza che magari ce ne rendiamo conto. Sembra quasi che il nostro conservatorismo si identifichi ormai soltanto in un generico quanto aggressivo anticomunismo e antisocialismo. Se ci limitiamo a questo la nostra identità politica rimarrà sempre debole e saremo sempre terreno di conquista di quei demagoghi che basano la loro azione sullo scontro e non sulla proposizione.
    In questo, devo ammetterlo, i leghisti ci sono avanti. Per loro Berlusconi è un mezzo, non un fine. Un mezzo per raggiungere il federalismo, per limitare l'immigrazione, per allontanare l'islamismo. Per questo sono alleati del Cavaliere, non perchè hanno stima di lui o hanno terrore della minaccia rossa. Noi invece sembra che non abbiamo ben chiare le ragioni per cui stiamo nel centrodestra e nello specifico con Berlusconi, al di là, come già detto, di un anticomunismo di bandiera.

    E' arrivato dunque il momento di versare del buon vino conservatore nella nostra botte, per darci la consapevolezza che le nostre azioni, i nostri pensieri vanno oltre la lealtà politica pura e semplice. A questo punto propongo di aprire un dibattito tra noi che mi auguro si avvalga della partecipazione di tutti.

    Le domande che dobbiamo porci sono le seguenti: cosa chiediamo, da conservatori, ad un governo che ci rappresenti? Qual'è la nostra visione riguardo la politica economica e quella internazionale?

    Non è necessario giungere tutti alle stesse conclusioni, l'importante però è provare tutti a dare il proprio contributo affinchè si possa dire alla fine: i conservatori di POL stanno con Berlusconi per questo, questo, e quest'altro ancora. Oppure non ci stanno per gli stessi motivi. Oppure sono divisi tra loro, perchè diversa è la consapevolezza di quella che dovrebbe essere un'azione conservatrice.

    Mi auguro che questo dibattito possa appassionarci e che non venga preso sotto gamba. Deve essere, per tutti, l'occasione di fare un salto di qualità. Da oggi in poi non basterà più dare per scontato il nostro sostegno agli alfieri del centrodestra sparsi per il mondo. E nemmeno l'idiosincrasia per la parte opposta. Le nostre scelte dovremo affrontarle caso per caso e motivarle nello specifico. Solo così dirci conservatori non equivarrà semplicemente ad occupare una curva da stadio.

    Buon dibattito!



    Florian
    Con la premessa che una sana "tifoseria" non guasta mai, specialmente per chi ne ha piene le tasche di sentirsi ripetere, in sostanza, di essere antiquato, becero, indietro coi tempi, noioso passatista, fuori dalla realtà, o di essere trattato come un povero imbecille impazzito per aver preso posizione, tanto per citare alcuni esempi, contro il riconoscimento delle coppie di fatto, la legalizzazione dei matrimoni fra omosessuali, il libero ricorso all'eutanasia, e in favore della guerra al terrorismo di George W. Bush, devo dire che questo messaggio stimola la riflessione al di là delle posizioni arbitrarie spesso condite da invettive poco o per nulla ragionate. Il generico anti-progressismo non ce lo può togliere nessuno, in fondo l'identità conservatrice, volenti o dolenti, si basa, fra le altre cose, sulla contrapposizione ad ideologie altre, diverse e separate, che rappresentano l'antitesi del nostro modo di vivere e di pensare. Ma in fondo, come giustamente affermi, è giunto il tempo di trascendere le tradizionali e fin troppo scontate lealtà politiche, per arrivare al cuore delle questioni che si pongono dinnanzi a noi tutti. Con estrema franchezza, fatte salve le ormai note obiezioni all'attuale, logora leadership berlusconiana, eterna e soffocante sul lungo periodo per il centrodestra nel suo insieme, e ben distante dai canoni del più puro e ideale conservatorismo, devo sottolineare come, al momento, al di là delle ottime e positive proposte rivolte all'interesse comune dell'Italia da parte di gruppi d'opinione e formazioni politiche certo non molto vicine al Cavaliere e al berlusconismo, non esistono concrete e reali alternative al modello politico e governativo che oggi si occupa dell'amministrazione della nazione. Ben comprendo, e fino ad un certo punto accolgo, il tentativo di individuare nuove vie e differenti schemi rispetto ad un berlusconismo fossilizzato e sulla strada del tramonto, ma con tutta onestà non posso accettare soluzioni rischiose che possano condurre alla immediata disintegrazione del centrodestra, e quindi ad una affermazione dell'avversario progressista. Con ciò non intendo affermare che Berlusconi e il suo governo vanno difesi aprioristicamente e senza cognizione di causa, solo perchè l'alternativa costituisce un male assoluto da evitare e respingere con ogni mezzo, anche poco lecito o per nulla degno. In linea generale, questo governo deve continuare il suo lavoro per una forma di rispetto della volontà popolare espressa con voto di un anno fa, e per l'assolvimento integrale ed esaustivo delle promesse rivolte agli elettori che hanno dato la propria fiducia. A un governo che ci rappresenta, chiedo innanzitutto di rispettare gli impegni presi, attraverso l'approvazione di leggi e di grandi riforme capaci di annullare le incrostazioni ideologiche progressiste accumulate nel corso di vari decenni. Le battaglie dei Ministri Gelmini e Brunetta, tanto per citare alcune "punte di diamante" di questo esecutivo, vanno nella direzione sperata. E' altresì vero che un Governo che si rispetti non può cedere al populismo demagogico, e deve restare attento ai cambiamenti della situazione in corso d'opera. Se vi è la possibilità di un dialogo proficuo con le opposizioni, con la parte consistente del paese non rappresenata in ambito governativo, un esecutivo serio e responsabile non può tirarsi indietro. Al governo chiedo quindi di mettere da una parte le polemiche più estremiste, alla fine sterili ed infruttuose, in modo tale da favorire - per quanto possibile - l'approvazione di provvedimenti sensati. Se ci riferiamo ad episodi di stretta attualità, è anche vero però che certe accuse provenienti da settori dell'opposizione sviliscono e anzi chiudono ogni possibilità di confronto civile. Non possiamo addebitare a Berlusconi ogni male, se poi tutti i giorni si vuole delegittimare il suo ruolo derivante direttamente dalla volontà popolare legittimamente espressa. Comunque sia, per arrivare al punto, desidereri dal governo e da questa maggioranza un atteggiamento più coerente sulla politica estera. E' inutile, oserei dire fastidiosissimo e incompresibile festeggiare e applaudire Obama all'esterno, e poi chiedere sostegno a quel popolo conservatore che nulla vuole avere a che fare con certi personaggi. Lo stesso dicasi per Gheddafi, tanto per citare un altro, clamoroso caso di schizofrenia. Per quanto riguarda la politica economica, a quando il taglio della pressione fiscale, l'alleggerimento degli studi di settore, la riforma degli apparati burocratici dello Stato? E' solo la crisi che frena i tentativi di cambiamento, o c'è anche un freno politico, una incapacità a decidere per il meglio dell'Italia? Il tempo passa, inutilmente.
    Ma arrivo velocemente alla conclusione del mio piccolo ragionamento. Oggi scelgo Berlusconi perchè tutto sommato non mi sento di bocciare o disprezzare ciò che di concreto è stato compiuto fino a questo momento. Semmai, mi attendo ulteriori e rapide decisioni, in tempi brevi. Ma scelgo Berlusconi perchè manca una reale e credibile alternativa. Apprezzo la moderazione e il buon senso di Casini, ma non ritengo che il Partito della Nazione da lui ideato avrà il successo sperato, in quanto legato ancora ad un substrato post-democristiano di dubbia qualità, e soprattutto incapace di richiamare oltre certi limiti l'elettorato, nonostante le buone proposte e le idee accattivanti. Fini, da politico di razza, sorprende e incoraggia al dibattito, ma manca di una vero ancoraggio ideali in grado di attrarre consensi conservatori. Non c'è nulla da fare: per motivi anagrafici e per alcune sue gravi manchevolezze sul piano morale Berlusconi è in un certo senso "finito" (senza dubbio nel 2013 non sarà ricandidato, ergo la sua stagione è a termine); ma adesso egli è ancora in grado di far sue le masse, di tornare a vincere, se non di trionfare. Lo ripeto ormai da tempo: il Cavaliere ha il diritto e la forza oggettiva per continuare a governare, anche in nome dei conservatori - fino ad un certo punto, e fintantochè il suo governo fa strame della fannullaggine, del parassitismo, del lassismo e del buonismo, e non permette un cedimento alle proposte etiche e sociali progressiste - , ma porta il centrodestra al suicidio nella misura in cui non accenna a trovare un meccanismo condiviso per la sua successione. E' chiaro che il centrodestra deve poter sopravvivere al berlusconismo; purtroppo l'inerzia e la pervicace ostinazione di Berlusconi non constentono sviluppi felici. In cuor mio, però, non mi sento di abbandonare Berlusconi in questo momento, perchè il lavoro del governo può e deve prseguire fino al 2013. Serve una rigenerazione controllata, non una scossa traumatica e letale. I margini si stanno restringendo moltissimo, ma non è ancora troppo tardi per rimediare.

  9. #9
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,352
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    E' senz'altro vero che non esistono obblighi di partecipazione alle attività e alle discussioni, ma mi piacerebbe vedere una comunità più viva e vivace. Lo ammetto, io sono il primo a mancare spesso al mio dovere, per via dei tanti impegni quotidiani, e per le gravi carenze che mi impediscono di seguire tutte le encomiabili proposte di elavato spessore culturale di Florian. Comprendo che non tutti hanno tempo, voglia e capacità per seguire il dibattiti presenti in un Forum virtuale, ma si potrebbe fare qualcosa di più.

  10. #10
    Individuo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    770
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: DIBATTITO / Dove vanno i conservatori?

    Secondo me il problema di questo forum è il fatto che si tende a considerare il conservatorismo come un monolite ideologico,non siamo a Botteghe Oscure:sofico:,il conservatorismo ha dentro di sè molteplici tendenze anche contrastanti tra loro e tutte con la stessa importanza. Però è da dire che senza l'incessante attività di Florian,nonostante la sua irrequietezza politica,cosa di cui soffro pure io, questo spazio sarebbe pressochè morto.

 

 
Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-09-10, 19:03
  2. DIBATTITO - Andreotti garante dei conservatori
    Di albertsturm nel forum Conservatorismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-12-08, 20:09
  3. DIBATTITO - I Conservatori e la politica italiana
    Di FalcoConservatore nel forum Conservatorismo
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 15-12-08, 00:03
  4. Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 15-02-07, 13:24
  5. Dibattito nei Conservatori stroncato sul nascere-
    Di Gilbert nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 79
    Ultimo Messaggio: 30-12-06, 16:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226