User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Crocifisso: da "La Provincia"

    http://www.laprovinciadicomo.it/onli...Notizia=839146

    La provocazione
    Le discussioni delle due parti rischiano di svuotare il significato del simbolo
    La soluzione? solo istituti privati, con e senza croce

    Un’ordinanza del tribunale dell’aquila ha imposto alla scuola materna ed elementare antonio silveri di ofena di rimuovere i crocifissi dalle aule. questo in seguito a un ricorso presentato da adel smith, presidente dell’unione musulmani d’italia, i cui figli frequentano appunto l’istituto in questione. il primo aspetto che balza agli occhi, così, è la viscida strumentalizzazione dei marmocchi. un gesto che senz’altro rende poco onore a smith. il secondo aspetto è il testo della sentenza: «nell’ambito scolastico la presenza del simbolo della croce induce nell’alunno ad una comprensione profondamente scorretta della dimensione culturale della espressione di fede”. quindi, secondo il giudice montanaro, il principio di pluralità deve “intendersi quale salvaguardia del pluralismo religioso e culturale, che può realizzarsi solo se l’istituzione scolastica rimane imparziale di fronte al fenomeno religioso». queste parole sono ineccepibili: una volta accettata l’idea di “laicità” dello stato, ne segue l’obbligo, per tutte le strutture pubbliche, d’esprimere la propria “neutralità” rispetto alle diverse confessioni religiose, e perfino di fronte alla domanda se dio esista. alla questione più importante della vita, un bimbo non può trovar risposta a scuola. le reazioni alla decisione del tribunale dell’aquila non si sono fatte attendere. il cardinale ersilio tonini si è detto “stupefatto”, in quanto “non si può eliminare un simbolo dei valori religiosi e culturali di un popolo, solo perché ciò può dar fastidio a qualcuno”. luisa santolini, presidente del forum delle associazioni familiari, ha sottolineato che “le radici cristiane dell’europa e dell’italia sono una realtà che non si può negare”. maria burani, presidente della consulta per i problemi etici e religiosi di forza italia, ha annunciato una protesta contro chi “vuole cancellare dalla storia dell’europa, e quindi dell’italia, un simbolo che anche i più laici riconoscono e che è alla base della cultura cristiana”. e’ (quasi) tutto vero e (quasi) tutto giusto. però, si sa, l’errore è tanto più pericoloso quanto maggiore è la verità a cui s’appiglia. ebbene, queste posizioni rischiano di essere più pericolose della stessa rimozione del crocifisso. esse fanno perno su uno svuotamento del simbolo della croce: non più segno del sacrificio di gesù, ma feticcio posto a tutela delle nostre “radici culturali”. se però le cose stanno così, se quello appeso ai muri non è il figlio di dio, allora ha ragione adel smith: si tratta d’un cadaverino indigesto. la laicizzazione della croce è assai peggio della sua rimozione; è un suo tradimento. la burani si spinge oltre quando aggiunge che “io non mi sognerei mai in un paese islamico di contestare in aula i versetti del corano. il crocifisso, poi, al di là di come si pensa, è il più alto simbolo della pace e della concordia fra popoli”. spiace dirlo, ma questo significa che lei non è una buona cattolica. una delle virtù teologali è la fede: ciò significa che un credente deve pensare che quella narrata dai vangeli sia la verità, e dunque non può neppure passargli per la testa che le altre religioni siano in qualche maniera paragonabili al cristianesimo: questo è vero, le altre sono false. paradossalmente, chi s’è maggiormente avvicinato (sia pure involontariamente) a una corretta lettura degli eventi è titti de simone, capogruppo di rifondazione comunista alla commissione cultura della camera: «la scuola, che è il primo presidio della società è oggi chiamata a corrispondere i valori della cittadinanza multiculturale». in effetti, fino a quando le scuole saranno pubbliche (fino a quando, cioè, saranno gestite monopolisticamente dal governo), la conflittualità nelle aule sarà inevitabile. culture diverse non s’incontrano mai in questo modo; se costrette a convivere, si scontrano. l’unica via d’uscita è l’abolizione della scuola pubblica e la creazione d’una rete scolastica plurale: in grado di rispondere alle diverse domande educative ch’emergono dalla società. solo allora sarà possibile dirimere il problema del crocifisso: le scuole cattoliche lo esporranno, quelle frequentate dai figli di adel smith no. per giunta, le prime potranno impartire insegnamenti coerenti, e non confliggenti, con la dottrina cristiana. oggi le scuole “laiche” non sono “laiche”: sono strumento dell’anticristo, come anche quest’ultima vicenda dimostra. il laicismo è l’oppio dei popoli.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Concordo al 100%.

  3. #3
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Concordo al 100%.
    Chissà perchè, ma me l'aspettavo...
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  4. #4
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Stonewall
    Chissà perchè, ma me l'aspettavo...

    Piuttosto, parliamo di soluzioni più realistiche (che non presuppongano cioè l'abolizione della scuola pubblica).
    Come ti sembra la proposta di far decidere a maggioranza le varie classi?
    L'ho sentita da Guerri l'altra sera a "Porta a Porta" e solo la scomposta reazione di Diliberto ("ma non diciamo fesserie: chi deve decidere è lo STATO!") me l'ha fatta piacere...

  5. #5
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi pare che, in attesa di una privatizzazione della scuola, la soluzione di decentralizzare la decisione sul Crocifisso (e ogni altra decisione!) sia la miglior cosa che possiamo fare.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Messaggi
    337
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ARI6

    Piuttosto, parliamo di soluzioni più realistiche (che non presuppongano cioè l'abolizione della scuola pubblica).
    Come ti sembra la proposta di far decidere a maggioranza le varie classi?
    L'ho sentita da Guerri l'altra sera a "Porta a Porta" e solo la scomposta reazione di Diliberto ("ma non diciamo fesserie: chi deve decidere è lo STATO!") me l'ha fatta piacere...
    Prima o poi l'anima stalinista viene fuori. Non ce la fanno a trattenerla...

    Saluti

  7. #7
    Iscritto
    Data Registrazione
    30 Oct 2003
    Località
    provincia di Verona
    Messaggi
    88
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito SOS laicità & Italia in croce. Firmiamo l'appello, fermiamo l'oscurantismo

    SOS laicità & Italia in croce. Firmiamo l'appello, fermiamo l'oscurantismo

    SOS laicità

    copio e incollo una importante iniziative..firmate e fatela conoscere in giro

    --------------------------------------------------------------------------------



    Appello all'adesione alla raccolta forme contro la crocifissione dell'Italia e la "Santa Inquisizione" del Ministro Castelli

    Il Regime clericale: da destra a sinistra, tutti in difesa del crocifisso, tutti contro la Costituzione
    La ritorsione del Potere contro un Giudice onesto: Castelli affida il caso agli ispettori. I Radicali di sinistra promuovono la lettera - appello in sostegno del Giudice Montanaro. Per leggere e firmare:
    www.radicalidisinistra.it

    . lettera aperta
    Da destra a sinistra, tutti uniti per il crocifisso, uniti nella negazione di una scuola laica, pluralista, di tutti e quindi priva di crocifissi o altri simboli di parte. Ma c'è chi va ben oltre: "Darò incarico
    all'ispettorato di verificare se tale sentenza sia stata estesa nel rispetto dell'ordinamento o se siano state ignorate leggi vigenti", minaccia Castelli, promettendo risvolti "disciplinari".
    Sabato scorso, il tribunale civile dell'Aquila ha accolto un ricorso presentato da Adel Smith, presidente dell'Unione musulmani in Italia.
    L'uomo, padre di due bambini, si era rivolto al tribunale perché venisse rimosso il crocifisso dalle pareti delle classi della scuola statale materna-elementare di Ofena (AQ) frequentata dai figli.
    Non è il primo ricorso, moltissimi cittadini italiani, non musulmani, si sono appellati ai Tribunali per le stesse ragioni di Adel Smith, ottenendo -peraltro- le medesime sentenze. Certamente, il caso del Presidente dell'Unione islamici, rappresenta per il Regime unico dei partiti, tutti filo-Vaticano, un'occasione per agitare lo spettro dell'integralismo islamico e paventare inesistenti "imposizioni" da parte della Comunità islamica che risiede nel nostro Paese.
    Identità nazionale, civiltà italiana, popolo: tutto il repertorio della retorica littoria è stato rispolverato. I mass media hanno vergognosamente dato un'informazione a senso unico: nessuno spazio è stato dato al contraddittorio, nessuno spazio è stato dato ai movimenti e alle
    associazioni laiche, compresi i Radicali di sinistra, che, ovviamente, condividono lo spirito democratico della sentenza del Giudice Mario Montanaro.
    Gli stessi ladri che l'identità nazionale l'hanno spazzata via, sfigurando le nostre città, permettendo che tesori artistici e naturalistici fossero rovinati, saccheggiati, quelli che ci stanno togliendo anche il diritto a una pensione, a un'istruzione e un'assistenza sanitaria, oggi vengono a
    spiegarci cos'è la civiltà italiana, chiedendoci di diventare più intolleranti e incivili.
    La presenza del crocifisso nelle aule scolastiche è prevista da due leggi del 1924 e del 1928: quando l'Italia era una monarchia e il fascismo era al potere. Con il Concordato fra lo Stato italiano e la chiesa cattolica, nel 1984, la religione cattolica non è più religione di stato: nel 1989 la Corte di Cassazione, in ottemperanza all'art.8 ("Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge") della Costituzione Democratica ha ordinato la rimozione del crocifisso (così come di tutti i simboli religiosi) da tutti gli uffici e luoghi pubblici.

    Dobbiamo essere governati in base alla Costituzione, o in base alle leggi illiberali di Mussolini?

    I princìpi costituzionali e la sentenza della Corte di Cassazione hanno ispirato la sentenza del Giudice Montanaro, che oggi rischia di diventare vittima della ritorsione del potere, colpevole di aver fatto il proprio dovere.
    Il Ministro di Grazia e Giustizia, Roberto Castelli (Lega Nord) ha già inviato a L'Aquila gli ispettori ministeriali per verificare la sentenza del Giudice "in cerca di notorietà" come lo stesso Ministro ha dichiarato e per verificare "la possibilità di sanzionare dal punto di vista disciplinare chi
    emette sentenze abnormi". Che significa rovinare la carriera e la vita di una persona onesta.

    Siamo tornati ai tempi di Giordano Bruno e dell'Inquisizione?

    . iniziativa
    Contro questa incredibile caccia alle streghe, i Radicali di sinistra hanno promosso una lettera - appello indirizzata al Ministro della Giustizia Castelli. Vi invitiamo a firmare numerosi, clickando su
    www.radicalidisinistra.it
    non è in gioco solo la vita e il futuro di un giudice onesto, ma la libertà di noi tutti





  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    36,452
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito nessuna censura

    cari repubblicani, non vedo più il mio post.. non è che, niente niente, vi siete scoperti un po' fasci e lo avete censurato?

    ... ci mancherebbe altro ... solo che c'e da mesi un thread aperto sullo stesso argomento ed il tuo messaggio e' stato accodato a questa discussione ... ti e' stato mandato anche un messaggio in privayo (Pvt) per avvisarti ... ma forse non lo hai ancora visto ... magari dato che e' poco che sei sul Forum ancora non sei pratico del Pvt ... comunque per sicurezza vengo a cercare un tuo post in giro per i Forum e ti ripeto questo stesso avviso.
    ... mai essere affrettati nel dare giudizi avventati ... che spesso sono solo indotti dalla propria imperizia.

    ... per raggiungere il tuo post ... clicca sotto ...

    http://www.politicaonline.net/forum/...695#post724695

  9. #9
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: nessuna censura

    Originally posted by nuvolarossa
    ...c'e da mesi un thread aperto sullo stesso argomento ed il tuo messaggio e' stato accodato a questa discussione ...
    Idem, con l'aggravante che qui il thread sull'argomento non è vecchio di mesi, bensì tra gli ultimi aperti. Un po' di lurking non fa male.

  10. #10
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Inutile far notare, poi, come la difesa dello Stato Laico e della Costituzione (tutte con la maiuscola) sia fuori luogo su questo forum

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-11-09, 13:35
  2. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-05-07, 10:33
  3. Risposte: 66
    Ultimo Messaggio: 18-01-07, 09:29
  4. Massimo Fini: "Chi vuole il crocifisso spesso ne ignora i valori"
    Di Tomás de Torquemada nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-09-02, 02:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226