User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito una bella puttanata di formicone....

    Traffico, in strada la protesta dei
    non catalizzati


    Scatta in Lombardia, per quattro mesi, il blocco delle non catalizzate. Gli automobilisti protestano: per i proprietari di vecchie auto è incostituzionale


    Il bambino lo si porta all’asilo in tram, poi lo si va a prendere in auto, ma solo se non ha lezione anche al pomeriggio. Altrimenti si esce con la vicina e la figlia, che vanno al lavoro e cercano un “terzo” a bordo per evitare il divieto di circolazione, e si torna per forza entro le quattro. Se no, in palestra, o si va in bici o si salta, e ci si va sabato mattina, quando si può usare il vecchio Vespone di quando si era ragazzi. Anche perché l’unica auto buona della famiglia l’ha presa il padre, che va al lavoro alle otto e trenta e ne esce prima delle 19. Altrimenti, per partire, dovrebbe aspettare il via libera dei vigili urbani. Da oggi, in Lombardia, chi non ha un’auto o una moto catalizzata, compri almeno un orologio. Sì, perché per circa un milione e mezzo di autoveicoli, e chissà quanti motoveicoli (nessuno, finora, li ha contati seriamente), scatta il blocco a singhiozzo, il divieto a disco orario, lo stop and go più laborioso della storia dei decreti anti-inquinamento. Quando circa tre settimane fa il “governatore” della Lombardia Roberto Formigoni l’aveva preannunciato, erano stati in molti a credere che, alla fine, proprio sul serio sul serio non si sarebbe fatto.

    Certo la Lombardia in genere, e la zona che circonda Milano (la cosiddetta zona del Sempione) di problemi legati allo smog ne ha ormai da anni. E parecchi. Solo l’ultima stagione invernale, quella che vede impazzire le colonnine di rilevazione dello smog dopo l’accensione dei riscaldamenti domestici, aveva garantito blocchi della circolazione “ad aquila selvaggia” da ottobre fino a marzo. Senza contare quelli domenicali, che, soprattutto nel periodo dello shopping natalizio, aveva mandato in bestia l’intera categoria dei commercianti. Personaggi che a Milano, e in genere in Lombardia, sono iscritti di diritto alla categoria dei “grandi elettori”.

    La legge, peraltro, parla chiaro: tre giorni di seguito di superameno delle soglie consentite di smog e polveri sottili, e scatta automatico il blocco della circolazione. Che vuol dire “tolleranza zero”, e quindi tutti a piedi, anche chi porta merci, viaggia per lavoro, ha parenti malati e soli da andare a visitare. E allora? Allora la Lombardia prova ad aggirare il problema, e mette a piedi, per ben quattro mesi (l’ordinanza parte oggi e prosegue fino a fine febbraio con l’unica eccezione del periodo vicino al Santo Natale e all’altrettanto “santificato” shopping natalizio), una sola categoria di “motorizzati”, quelli che ancora non sono passati alla marmitta catalitica. Per alcune associazioni lombarde un passo discriminante: visto e considerato, soprattutto, che chi possiede ancora una macchina non a norma, ovvero messa in strada prima del ’93, in genere è un anziano, un soggetto economicamente debole, un ragazzino che giuda la vecchia utilitaria della madre perchè ancora l’ammacca ad ogni parcheggio.

    Insomma, non certo una persona che viaggia così tanto da contribuire in maniera determinante all’inquinamento collettivo. Furgoni delle consegne, auto degli agenti di commercio, taxi e quant’altro, circoleranno comunque. A questo, si aggiunge il complicato sistema orario del blocco, che non fa che rendere il provvedimento ancora più ostico per gli utenti della strada: le auto e le moto non a norma si fermeranno dalle 8 alle 10 del mattino e dalle 16 alle 19 del pomeriggio, cinque giorni alla settimana, per quattro mesi. Chi ha un auto non catalizzata ha un ultima speranza di cavarsela, per circolare negli orari proibiti: caricare almeno altre due persone. Si potrà circolare infatti, se a bordo si è in tre. Ma attenzione: solo in via sperimentale. Se il provvedimento dovesse fare acqua, infatti, le auto resteranno in garage e basta.

    Per i proprietari di vecchie vetture, il provvedimento sarebbe addirittura incostituzionale. E ieri a Milano molti di loro sono scesi in piazza. A bordo di semi cimeli storici, ma anche di molte utilitarie che si vedono normalmente circolare per le nostre città, e che mai si sospetterebbe che da un giorno all’altro debbano finire in soffitta. Ieri, a sposare la protesta dei ciclo-auto-vetero-motorizzati c’era anche l’Automobil Club Padano, imitazione leghista del ben più noto “italiano”. Claudio Lipodio, il presidente, accusa: ”E’ un provvedimento discriminante verso chi non ha la possibilità di cambiare l’auto”. Non è il solo a pensarla così. Pur se sia Lega, che Alleanza Nazionale, fanno parte della maggioranza in Regione che ha di fatto sancito il blocco, Flavio Nucci, consigliere provinciale di An, ieri era in piazza, seppur “a titolo personale” per spiegare che in ogni caso, il decreto non serve a niente. E che la percentuale di vecchie auto è così bassa rispetto alle altre, che non cambierà molto. Formigoni, “presidentissimo” lombardo, saldamente in sella ala giunta regionale da
    quasi tre legislazioni, ha però fortissimamente voluto il decreto. Resterà come banco di prova. E se dovesse funzionare, anche i non lombardi proprietari di auto non catalizzate potrebbero dover smettere di sorridere. Le regioni italiane che l’ultimo inverno non hanno fatto registrare superamenti delle soglie limite di smog, infatti, sono davvero poche.

    (2 novembre 2003, ore 17,07)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bisogna dire che almeno Milano ha un sistema di trasporti pubblici tra i più efficienti; un provvedimento del genere i una città come Padova, che è si e no un quinto di Milano, sarebbe davvero disastroso.

 

 

Discussioni Simili

  1. La lecca putiniana(o puttanata?)
    Di Nazionalistaeuropeo nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-04-12, 22:02
  2. Car pooling : geniale trovata del Formicone
    Di furbo nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-09-09, 11:01
  3. Ennesima puttanata di History Channel
    Di Bastiacciu vivu nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-06-07, 22:33
  4. Che puttanata!
    Di Sant'Eusebio nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-03-05, 21:10
  5. Miss Padania: napalmizzate questa puttanata!
    Di Nanths nel forum Padania!
    Risposte: 114
    Ultimo Messaggio: 25-02-05, 23:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226