User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Jul 2002
    Messaggi
    10,196
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Le twin towers del maggio 1915



    Alle 14.10 di venerdì 7 maggio 1915, la turbonave Lusitania della Cunard Line, in viaggio da New York a Liverpool, fu silurata dal sommergibile tedesco U-20, circa quindici miglia a sud dell’Old Head di Kinsale, un promontorio dell’Irlanda meridionale, e colò a picco in diciotto minuti.
    Era la nave più grande e più veloce del mondo, uguagliata, forse, solo dalla consorella Mauretania. Era arredata come un albergo di lusso, aveva conquistato il nastro azzurro, era l’orgoglio dei suoi tempi. Alla partenza del viaggio inaugurale, nel 1907, avevano assistito duecentomila persone plaudenti. Ora stava portando a termine la 202° traversata dell’Atlantico (101° viaggio di andata e ritorno), con 1.965 persone a bordo: 574 componenti l’equipaggio, 3 detenuti e, nonostante lo stato di guerra, 1.388 passeggeri, la cifra più alta registrata su qualsiasi nave quell’anno. Le vittime furono 1.201, fra cui più di cento cittadini americani.
    L’Europa era in guerra, da nove mesi. Ma non gli Stati Uniti. All’inizio delle ostilità, il 4 agosto 1914, il presidente Woodrow Wilson aveva proclamato la neutralità del suo paese e alcuni giorni dopo, con un appello personale, aveva invitato i cittadini a mostrarsi imparziali. Alla notizia dell’affondamento del Lusitania gli Stati Uniti furono spazzati, da un capo all’altro, da un’ondata di indignazione.

    Il 23 maggio anche l'Italia entrava in guerra.
    "Il R. Governo, tenuto conto di quanto è sopra esposto, confortate da voti del Parlamento e dalle solenni manifestazioni del Paese, ha deliberato di rompere gli indugi; ed ha dichiarato oggi stesso in nome del Re all'ambasciatore austro-ungarico a Roma di considerarsi, da domani, 24 maggio, in stato di guerra con l'Austria-Ungheria.
    Ordini analoghi sono stati telegrafati ieri al R. Ambasciatore a Vienna. Prego V. S. di render noto quanto precede a codesto Governo".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    334 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito

    non so quanto il paragone regga, i mandanti dell'11 settembre sono in fondo ignoti, mentre si sa chi affondò il lusitania o attaccò pearl harbour...

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Pasquin0
    non so quanto il paragone regga, i mandanti dell'11 settembre sono in fondo ignoti, mentre si sa chi affondò il lusitania o attaccò pearl harbour...
    Il Lusitania fu affondato " di fatto dai tedeschi e furono i Giapponesi ad attaccare di fatto a Pearl Hrbours ma entrambi caddero in una diabolica trappo tesa dagli anglo-americani nel primo caso e dagli americani nel secondo.

    Sempre lo stesso canovaccio.Fort Sunter, Corazzata Maine, Lusitania, Pearl Harbour. Incidente del Tonchino.

    Sul Lusitania leggete il libro " definitivo " di Colins Simpson:
    IL LUSITANIA:

    Insisto poi su Pearl Harbour.:Pearl Harbour il giorno dell'inganno di Robert Stinnett.

    L'opinione opubblica americana e' una opinione pubblica molto isterica e viene condizionata dai poteri forti con azioni che le fanno prendere quesgli atteggiamenti che ai poteri forti tornano comodo.

    Nel 15 l'opinione poubblica americana era fortemente contraria a
    partecipare alla guerra in Europa ed invece....poi...........

    Idem nei 1941.----UN UOPMO UN UOMO SOLO UN AUTENTICO DEMROCRATICO DESPOTA ...............CONM UNA INFINITA SERIE DI PROVOCAZIONI INGANNANDO IL SUO STESSO POPOLO L'HA PROVOCATA GIORNOI PER GIORNO CON DIABOLICA PERTINACIA.....


    11 Settembre ? : con tali precedenti e' certo che i dubbi vengono eccome.Le certezze vacillano.

    Intanto L'America e' a Bagdad ed In Afaganistan.Il resto si vedra'.
    L'IMPERO COLPISCE ANCORA prima di tutto psocologicamente.Il resto segue.

    Un saluto

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    18 Jul 2009
    Messaggi
    8,907
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Pasquin0
    non so quanto il paragone regga, i mandanti dell'11 settembre sono in fondo ignoti, mentre si sa chi affondò il lusitania o attaccò pearl harbour...
    Non è un paragone: è semplicemente la linea di condotta che gli americani hanno seguito dalla propria indipendenza ad oggi... Prima con il genocidio dei Nativi Americani(perchè non si trattò certo di una guerra), che fu realizzato lentamente durante tutto l'800 con la politica del "tira e molla"(mando le giubbe blu, ti massacro un pochino, poi mi fo da parte e tra un paio d'anni ti stendo un altra volta). Poi con la guerra contro il Messico del 1948; l’episodio di Fort Sumter del 1861, quando i Confederati furono indotti a sparare alcune cannonate che furono colte al balzo dal presidente Lincoln per iniziare la Guerra Civile; l'affondamento del Maine per iniziare la guerra contro la Spagna(in questo caso la nave da guerra americana Maine entrò nelle acque territoriali di Cuba in mano agli spagnoli i quali, non ottenendo il suo spostamento, non poterono fare altro che affondarla..). Abbiamo poi, appunto, l’episodio del Lusitania del 1915, il piroscafo fatto partire da New York con le stive platealmente piene di armi per la Gran Bretagna sperando che fosse affondato dai sottomarini tedeschi, come accadde raggiungendo lo scopo di aumentare l’interventismo antitedesco. Abbiamo l’episodio di Pearl Harbor del 1943, quando i giapponesi furono indotti all’attacco preventivo da una serie di provocazioni congegnate da Roosevelt(che, così come tutta la "stanza dei bottoni" U$A, sapeva da settimane dell'imminente attacco). L’episodio del Golfo del Tonchino del 1964, quando grandi navi americane minacciarono apposta ( ordini del gen. Westmoreland ) delle piccole navi vietnamite, i cui colpi di rimando furono la scusa per iniziare i grandi bombardamenti aerei. L’episodio del Kuwait del 1990, quando gli americani - nascosti dietro i kuwaitiani - cominciarono a spillare petrolio iracheno attraverso il confine per indurre quella reazione che ci fu e che permise l’intervento della coalizione occidentale del 1991. Così come l'autoattentato alle torri gemelle e al pentagono ha portato alla guerra contro l'Afghanistan, ai bombardamenti nelle Filippine,... e come le inesistenti armi di distruzione di massa di Saddam hanno portato alla II Guerra del Golfo...



    Iron

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bene Iron.Devo solo correggerti nell'episodio della corazzata MAINE a Cuba.

    La corazzata fu fatta saltare in aria dagli stessi americani.I morti furoino oltre 250 e di cio' furono accusatu gli spagnoli tramite una ben orchestrata campagna stgampa da parte dei giornali della catena Hearst.Ricordate quandoi un rampolla guerrigliera Hearst una trentina di anni fa circa anche meno fu graziata in USA dopo che aveva commesso mancanze gravissime ? Era il ringraziamento per i servigi resi dalla famiglia all'America a mio avviso !

    C'e' poi anche la guerra al Messico nel 1911 grazie alla quale il Messico divenne una colonia finanziaria USA.

    Poi bisognerebbe parlare delle Repubbliche del Centro America.
    Qui successe e succede di tutto ma nessuno ne parla.C'e' come una cortina di ferro dell'informazione.

    Un saluto

  6. #6
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    334 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Iron81
    Non è un paragone: è semplicemente la linea di condotta che gli americani hanno seguito dalla propria indipendenza ad oggi... Prima con il genocidio dei Nativi Americani(perchè non si trattò certo di una guerra), che fu realizzato lentamente durante tutto l'800 con la politica del "tira e molla"(mando le giubbe blu, ti massacro un pochino, poi mi fo da parte e tra un paio d'anni ti stendo un altra volta). Poi con la guerra contro il Messico del 1948; l’episodio di Fort Sumter del 1861, quando i Confederati furono indotti a sparare alcune cannonate che furono colte al balzo dal presidente Lincoln per iniziare la Guerra Civile; l'affondamento del Maine per iniziare la guerra contro la Spagna(in questo caso la nave da guerra americana Maine entrò nelle acque territoriali di Cuba in mano agli spagnoli i quali, non ottenendo il suo spostamento, non poterono fare altro che affondarla..). Abbiamo poi, appunto, l’episodio del Lusitania del 1915, il piroscafo fatto partire da New York con le stive platealmente piene di armi per la Gran Bretagna sperando che fosse affondato dai sottomarini tedeschi, come accadde raggiungendo lo scopo di aumentare l’interventismo antitedesco. Abbiamo l’episodio di Pearl Harbor del 1943, quando i giapponesi furono indotti all’attacco preventivo da una serie di provocazioni congegnate da Roosevelt(che, così come tutta la "stanza dei bottoni" U$A, sapeva da settimane dell'imminente attacco). L’episodio del Golfo del Tonchino del 1964, quando grandi navi americane minacciarono apposta ( ordini del gen. Westmoreland ) delle piccole navi vietnamite, i cui colpi di rimando furono la scusa per iniziare i grandi bombardamenti aerei. L’episodio del Kuwait del 1990, quando gli americani - nascosti dietro i kuwaitiani - cominciarono a spillare petrolio iracheno attraverso il confine per indurre quella reazione che ci fu e che permise l’intervento della coalizione occidentale del 1991. Così come l'autoattentato alle torri gemelle e al pentagono ha portato alla guerra contro l'Afghanistan, ai bombardamenti nelle Filippine,... e come le inesistenti armi di distruzione di massa di Saddam hanno portato alla II Guerra del Golfo...

    Iron
    ebbene, forse solo l'11 settembre può essere inteso in quel senso, il fatto è che le altre provocazioni avevano bisogno di un'intervento esterno, tedeschi e giapponesi hanno solo da biasimare se stessi, e gli usa non entrarono in guerrs dopo l'affondamento del lusitania, ma dopo la guerra sottomarina dichiarata dalla germania 2 anni dopo, solo poco prima della rivoluzione di febbraio in russia.

    L'unico modo certo di far andare a buon fine le provocazioni è organizzarsi le risposte da soli, e gli usa non avevano bisogno di rubare il petrolio iraqeno, Saddam era ai loro ordini.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Pasquin0
    ebbene, forse solo l'11 settembre può essere inteso in quel senso, il fatto è che le altre provocazioni avevano bisogno di un'intervento esterno, tedeschi e giapponesi hanno solo da biasimare se stessi, e gli usa non entrarono in guerrs dopo l'affondamento del lusitania, ma dopo la guerra sottomarina dichiarata dalla germania 2 anni dopo, solo poco prima della rivoluzione di febbraio in russia.

    L'unico modo certo di far andare a buon fine le provocazioni è organizzarsi le risposte da soli, e gli usa non avevano bisogno di rubare il petrolio iraqeno, Saddam era ai loro ordini.
    L'affondamento dfel Lusitania fu invece fondamentale per far mutare in senso interventista l'opinione pubblica amnericana
    che era contrarissima a che gli USA intervenissero in Europa.

    Senza quel fatto e quel cambiamento nell'opinione pubblica
    la guerra sottomarina non sarebbe bastata.,Diciamo che
    l'affondamento del Lusitania fu pietra base di quell'operazione psicologica.L'azione fu condotta anche da Londra che voleva accellerare l'intervento americano.

    Vidi anni fa presso un rigattiere di Boston un manifesto di
    propagana americano dove si vedeve il Lusitania che affondava
    e in grande un marine che si rimboccava le maniche e la scritta:

    DAGLI ADDOSSO A QUEI MALEDETTI BOCHES !!Proprio con questo termine francese spregiativo dei tedeschi.

    Peccato che non lo comprai ma volevano ben $ 400.

    gLi inglesi arrivarono al punto di coniare delle medaglie tedesche celebrative dell'affoindamento del Lusitania e gli stessi inglesi dissero di averle catturate su di un mercantile tedesco che
    cabotava la costa francese.Fu un colossale affare perche' tutti le volevano e pagavano profumatamente per averle.Fu un grande affare e nello stesso tempo con quella medaglia si dimostrava la
    cattiveria dei tedeschi che facevano una medaglia commemorativa dopo avere fatto annegare1.800 persone.Che
    cattivoni ! Non vi ricoda qualcoaltro ? Dimenticavo: dissero che le medaglie trovate erano 30.000 ma ne vendettero 300.000 !

    Comunque la medaglia e' esposta presso il Musee de l'Arme'
    nel complesso di fabbricati degli INVALIDES.Sta in una bacheca-armadio.

    Comunque ngli amerficani sono ormai specialisti da almeno 150 anni nel condurre la guerra psicologica che rende loro sempre moltissimo anche ai nostri giorni.


    Un saluto

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    18 Jul 2009
    Messaggi
    8,907
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Ferruccio
    Bene Iron.Devo solo correggerti nell'episodio della corazzata MAINE a Cuba.
    Hai ragione! Devo essermi sbagliato con un altro episodio...

    Iron

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Iron81
    Hai ragione! Devo essermi sbagliato con un altro episodio...

    Iron
    Molto facile sbagliarsi perche' la loro e' una casistica cosi' numerosa che e' gia' difficile esprimerla al completo o quasi.

    Nel 1814 tentarono financo di portare via l'isola di Lampedusa ai Borboni e fu solo grazie agli inglesi che non gli riusci'.Sembra impossibile ma e' cosi' !

    Un saluto

 

 

Discussioni Simili

  1. Dalle Twin Towers «nube piroclastica»
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-09-06, 03:05
  2. OTTO Twin Towers al giorno!!
    Di Dario nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 17-10-03, 19:50
  3. Foto Twin Towers
    Di DD nel forum Fondoscala
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 07-10-02, 02:16
  4. 7 Twin Towers al giorno
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 01-10-02, 00:58
  5. la bastiglia e le twin towers: due miti a confronto
    Di Felix (POL) nel forum Storia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-07-02, 04:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226