di red

L'Assemblea regionale siciliana ha approvato all'unanimità i due articoli del disegno di legge che riconosce il diritto di voto attivo e passivo per le elezioni amministrative agli immigrati residenti in Sicilia da almeno sei anni. Il testo, approvato la scorsa notte, interessa circa ottantamila persone.

Primo firmatario è il presidente dell'Assemblea regionale siciliana Guido Lo Porto di An, ma l'iniziativa è stata subito fatta propria da entrambi gli schieramenti politici. Il provvedimento che modifica lo statuto siciliano, regione a statuto speciale, configurandosi quale legge costituzionale, e dovrà ora passare al vaglio delle due Camere con la formula della doppia lettura.