Dall'Arena di Verona:

Colpo nella notte alle «Lenotti»

Avevano rubato alle elementari, ladri sorpresi

Difficile passare inosservati alle cinque di mattina, mentre si cerca di trasportare un frigorifero sulle spalle. Se poi alla vista di una volante ci si dà alla fuga, è certo che qualcosa da nascondere si ha. È finito in manette per furto, dopo un breve inseguimento stoppato dagli agenti delle volanti, Marian Zetu, nato in Romania, 19 anni, di fatto in Italia senza fissa dimora, sedicente, pregiudicato, non in regola con le norme sul territorio nazionale. Alle cinque di domenica mattina, il personale del commissariato di Borgo Roma, a seguito di un servizio di prevenzione e controllo del territorio, ha notato all’angolo tra via Po e via Carisio, due giovani intenti a trasportare un frigorifero. I due alla vista degli agenti hanno tentato di scappare travolgendo i poliziotti. Dopo un breve inseguimento a piedi, uno dei due è stato bloccato. Recuperato l’elettrodomestico, gli agenti hanno notato una targhetta di appartenenza al Comune di Verona; da un controllo nelle zone limitrofe si è poi appurato che la recinzione della scuola elementare Lenotti di via Bacchiglione era stata recisa e che il vetro della porta esterna della palestra era stato infranto. Inoltre, da un controllo interno, i locali della scuola risultavano a soqquadro, due distributori per alimenti apparivano divelti mentre vari monitor per computer da tavolo erano stati asportati.
Zetu, che era già noto alle forze di polizia, è stato arrestato per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Dovrà essere giudicato per direttissima.