da rainews 24

Nord Irlanda. Voto senza incidenti. Favoriti il Partito Unionista e lo Sinn Fein


I seggi si sono chiusi ieri sera alle 22


Belfast, 27 novembre 2003



Senza incidenti le operazioni di voto nell'Irlanda del Nord: i seggi, apertisi alle 8 di ieri mattina ora italiana, si sono chiusi alle 22. I risultati definitivi per il rinnovo dei 108 seggi dell'Assemblea Legislativa si avranno solo venerdi', a causa del complicato sistema proporzionale.



Nei collegi protestanti non piu' del 55% degli elettori e' andata a votare. Mentre in quelli cattolici si sono raggiunte punte del 70%.



I due dati sembrano favorire le ali estreme dello schieramento politico nordirlanadese: cioe' il partito unionista democratico di Paisley che vuole rimettere completamente in discussione gli accordi del venerdi' santo e lo Sinn Fein, il partito cattolico vicino all'Ira.



L'elettorato protestante sarebbero in parte deluso dal blocco del processo di pace, in parte oltraggiato da quelle che considera concessioni eccessive ai cattolici. Dunque Paisley, che vuole rimettere tutto in discussione, potrebbe essere premiato.



Dall'altro lato lo Sinn Fein e' in continua crescita non solo nelle sei contee del Nord, ma anche nella Repubblica d'Irlanda, ed il partito di Gerry Adams potrebbe diventare la seconda forza politica.



Ma se a vincere fossero effettivamente le ali estreme il percorso delineato nel '98 potrebbe essere definitivamente affossato per l'impossibilita' di creare un nuovo governo di coalizione tra protestanti e cattolici.