User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    15 May 2003
    Messaggi
    1,335
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Scandaloso Pansa: «Amo ravanare nella storia»

    L'autore de «Il sangue dei vinti» ricorda l'eccidio di Urgnano e altri episodi bergamaschi

    «Tenetevelo caro, il vostro Italo Pilenga, un hombre vertical , direbbero gli spagnoli. Una persona speciale che, nonostante la sua storia, continua ad avere voglia di far qualcosa per gli altri, di guardarli negli occhi e confrontarsi, a prescindere anche dalla differenza di idee. Mi sembra un angelo, anche se Renato Farina, che se ne intende più di me, direbbe, "un angelo che respira"». Giampaolo Pansa chiama al tavolo dei relatori il suo amico bergamasco, Italo Pilenga, figlio e nipote dei fratelli Giuseppe e Cipriano di Urgnano, fatti prigionieri e poi uccisi, il 29 aprile del '45, dai partigiani al cimitero di Bergamo, insieme ad altri sette fascisti.
    L'episodio è uno dei tanti crudi e raccapriccianti «fatti» che Pansa descrive ne Il sangue dei vinti , il libro «scandaloso» che lo stesso autore ha presentato ieri alla Borsa Merci (stipata), invitato dall'associazione «Alle radici della comunità» guidata da Enzo De Canio. Scandaloso, dicevamo, questo ultimo corposo lavoro di ricostruzione storica che, uscito a metà ottobre, è già un successo editoriale con un venduto di 190 mila copie. Scandaloso e aizzatore di polemiche furiose perché tocca un nervo scoperto, nonostante decenni di rimozione, della storia e della memoria del Paese. Perché racconta una verità cancellata dagli antifascisti, volontariamente dimenticata: la verità su alcune (quasi un migliaio) delle ventimila vittime della resa dei conti, delle soppressioni senza processo, delle torture, delle botte, delle cattiverie subite da tanti in odor di fascismo o di sostegno al regime. «Ma l'unico scandalo - sbeffeggia i denigratori, il condirettore de L'Espresso - è l'altissimo numero di lettori, un pubblico molto diverso, non solo gente di destra. Un pubblico che dimostra di essere indifferente a queste piccole battaglie politiche a questa volontà di contrapposizione continua, ma invece vuole conoscere quello che è accaduto davvero nella propria storia, quella storia che i manuali di scuola non raccontano mai».
    E sapete, sottolinea, «ricevo dalle venti alle trenta lettere al giorno, soprattutto di donne, perché sono le donne che custodiscono la memoria della famiglia e che perciò vogliono sapere cosa è successo davvero qualche decennio fa, nella loro storia recente». Lettere tante, telefonate tantissime. Tra queste una del suo avvocato di Roma («quello che segue le mie numerose querele e cura le mie cause. Ma - ridacchia Pansa col suo fare un po' monello - ne ho appena vinta una contro Bertinotti»). L'avvocato aveva appena letto il libro, con angoscia: c'è un episodio che racconta di due della "Tagliamento", un vicebrigadiere e un legionario, ricoverati all'ospedale di Lovere perché feriti in uno scontro contro i partigiani. Ebbene l'8 giugno, a guerra finita da un mese e mezzo, una squadra irruppe nella casa di cura, prelevò i due feriti li trascinò sulle rive del lago d'Iseo, li seviziò e li lasciò annegare in acqua. «Il più giovane dei due era mio fratello» gli ha detto l'avvocato.
    Storie che fanno la Storia, o meglio, come ha sottolineato il vicedirettore di Libero , Renato Farina: «Pansa mette tra parentesi la Storia universale, preferendo mostrare le persone, con il loro sangue. E non è sangue buttato via. Perché fa andare avanti la Storia».
    Sì, il sangue fa andare avanti la Storia, eppure sembra che in Italia non si voglia fare questo passo avanti: «Negli altri Paesi, tutti si sono riappacificati qualche anno dopo la guerra o le guerre civili, l'Italia non lo ha ancora fatto dopo 58 anni», interviene Carlo Borsani, assessore regionale alla sanità e figlio di Carlo, cieco di guerra e dirigente della Repubblica sociale che venne fucilato dai partigiani il 29 aprile 1945. La dimostrazione sono proprio gli attacchi che Giampaolo Pansa ha registrato ancora prima che il libro uscisse. «Falsario», «vergognati» gli hanno urlato giornalisti, storici, politici vicini alla sinistra. Ed è il collega Paolo Pisanò che tenta allora di rimettere sui giusti binari la querelle: «Questo è un libro importante che ci coinvolge tutti fino al collo. È un libro denso di fatti, e allora l'unica domanda da porci è: "Sono veri questi fatti?" Sono veri, nessuno ha potuto smentirli e chi ha tentato deve ricredersi. Perciò diciamolo: qui c'è la bellezza, la bellezza del coraggio della verità».
    Proprio per questo, in tanti da destra, senza disconoscere le posizioni politiche diverse di Giampaolo Pansa, chiedono al giornalista-scrittore di andare avanti su questa strada di verità. «Questo libro deve essere l'inizio vero della pacificazione»: è l'appello accorato del ministro Mirko Tremaglia che si descrive come combattente della Repubblica sociale che rivendica la propria storia e insieme in prima fila per superare le divisioni antiche. «L'ho dimostrato qualche anno fa facendo mie le parole di un uomo di sinistra come Luciano Violante».
    Ma è certo che Pansa andrà avanti: «Non mi sono mai preoccupato di scrivere cose opportune o meno: da quarant'anni "ravano" in questa storia e continuerò, è sicuro. Sono un revisionista? Ma la storia va continuamente rivisitata e aggiornata secondo i documenti che si scoprono. Io mi definisco un "completista"». E, a proposito di voglia di completezza, Raffaello Brunasso ha annunciato che a marzo uscirà per Mursia una sua ricostruzione dell'eccidio di Urgnano, quello in cui morirono il papà e lo zio di Italo Pilenga. Quest'ultimo ha chiuso l'intensa serata invitando con semplicità e calore a una riconciliazione.

    L'Eco di Bergamo
    Rosella del Castello
    7 12 03

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Pansa racconta quello che per esempio Giorgio Pisano' raccontava gia' quaranta anni fa e anche prima.

    Ho qualche dubbio sulla sincerita' di Pansa.Un tipo come Lui non molti anni fa Leo Longanesi lo avrebbe definito: uno che ha fatto i soldi parlando male del Duce.

    Ora Pansa fa i soldi affrontando da revisionista quanto accadde
    nel 45.Perche' non lo ha fatto prima ?

    Oggi come oggi la storia revisionista " vende ".L'altra non vende piu' o quasi.

    Buona fede oppure una operazione di marketing ?

    Francamente ho qualche dubbio.

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    15 May 2003
    Messaggi
    1,335
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Ferruccio
    Pansa racconta quello che per esempio Giorgio Pisano' raccontava gia' quaranta anni fa e anche prima.

    Ho qualche dubbio sulla sincerita' di Pansa.Un tipo come Lui non molti anni fa Leo Longanesi lo avrebbe definito: uno che ha fatto i soldi parlando male del Duce.

    Ora Pansa fa i soldi affrontando da revisionista quanto accadde
    nel 45.Perche' non lo ha fatto prima ?

    Oggi come oggi la storia revisionista " vende ".L'altra non vende piu' o quasi.

    Buona fede oppure una operazione di marketing ?

    Francamente ho qualche dubbio.
    Concordo con quello che dici. Il libro di Pansa non l'ho letto ma prima poi lo farò. Immagino che abbia saccheggiato la monumentale opera in tre volumi di Pisanò.

    Il quesito che poni sul Pansa revisionista (perchè solo ora ?) non è di facile risposta. Buona fede o solo cinico calcolo "politico" ? Non saprei davvero cosa rispondere. Ovviamente un libro del genere se pubblicato solo una decina d'anni fa avrebbe comportato al suo autore alcuni problemi...

    Ciao Davide

    Ciao

  4. #4
    I amar prestar aen
    Data Registrazione
    09 Sep 2002
    Località
    Brescia
    Messaggi
    8,891
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Meglio tardi che mai, inoltre il libro di Pansa servirà a sdoganare altri argomenti non ufficialmente trattabili e altri autori potranno farlo. E per farlo non potranno non basarsi sul lavoro dei vari Pisanò. Se poi ci ha anche guadagnato dei bei soldini (e mi pare che non vivesse male neanche prima) la cosa non mi tocca.

    Cordiali Saluti
    E voi tutti, o Celesti, ah! concedete,
    Che di me degno un dì questo mio figlio
    Sia spendor della patria, e de Troiani
    Forte e possente regnator. Deh! fate
    Che il veggendo tornar dalla battaglia
    Dell'armi onusto de' nemici uccisi,
    Dica talun: NON FU SI' FORTE IL PADRE:
    E il cor materno nell'udirlo esulti.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io il libro non lo comprero'.Dopo cinquantanni di letture sull'argomento non credo mi aggiuna nulla.Alla fine e' un libro per gente come me molto, troppo tardivo.Va bene per chi fino ad ora
    non aveva mai dato retta ed anzi magari snobbava un Pisano'
    e tanti altri.Ora vedono chi diceva la verita' e chi "sgonfiava".

    Alla fine comunque meglio tardi che mai !

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Davide
    Concordo con quello che dici. Il libro di Pansa non l'ho letto ma prima poi lo farò. Immagino che abbia saccheggiato la monumentale opera in tre volumi di Pisanò.

    Il quesito che poni sul Pansa revisionista (perchè solo ora ?) non è di facile risposta. Buona fede o solo cinico calcolo "politico" ? Non saprei davvero cosa rispondere. Ovviamente un libro del genere se pubblicato solo una decina d'anni fa avrebbe comportato al suo autore alcuni problemi...

    Ciao Davide

    Ciao
    Il sospetto di opportunismo e' parecchio.Guarda caso fino ad cora il libro ha venduto oltre 200.000 copie.Mica 2.000 che allora tuttao bsarebbe piu' credibile.

    Altrf figura dello stesso genere e' Gianni Oliva autore di due libri uno sulle Foibe el'altro La Resa dei Conti.Questo Gianni Oliva
    in una conferenza l'ho sentito dire che in pratica il suo e' l'unico libro sulle foibe !!! Prima niente ! Guardate che ci vuole del coraggio per dire cosi'.Diceva anche che i fatti del Triangolo della Morte erano iniziative di criminali isolati senza nessun retroterra politico.Degli estremisti sfuggiti alla disciplina del PCI.Ora sfruttano financo il revisionismo a loro comodo e
    vantaggio.Riciclano la Storia come si riciclano le lattine di Coca tot al kg di guadagno.

    Questa gente doveva scrivere dieci ,venti, anni fa.Ora e' troppo facile e troppo comodo.Tutto serve per rifarsi il trucco ed essere
    accettati.C'e' chi si prostra a Gerusalemme e chi si reinventa
    tanto perbenino perbenino , un cocchetto di mamma buono buono.

    Ma chi credono di prendere per i fondelli ?

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    18 Jul 2009
    Messaggi
    8,907
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Ferruccio
    Pansa racconta quello che per esempio Giorgio Pisano' raccontava gia' quaranta anni fa e anche prima.

    Ho qualche dubbio sulla sincerita' di Pansa.Un tipo come Lui non molti anni fa Leo Longanesi lo avrebbe definito: uno che ha fatto i soldi parlando male del Duce.

    Ora Pansa fa i soldi affrontando da revisionista quanto accadde
    nel 45.Perche' non lo ha fatto prima ?

    Oggi come oggi la storia revisionista " vende ".L'altra non vende piu' o quasi.

    Buona fede oppure una operazione di marketing ?

    Francamente ho qualche dubbio.
    Lo fa sicuramente per vendere, e non certo per interesse personale alla Verità Storica: comunque sia contribuisce in qualche modo ad essa e pertanto per me va bene. Il libro però non lo leggerò: se devo scegliere meglio Pisanò. Pansa era rosso e tale rimane.

    Iron

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Dec 2002
    Località
    Bielorussia
    Messaggi
    3,343
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ho letto il libro di Pansa e l'ho trovato ben fatto, anche se come già dite giustamente voi, non vi è nulla che Pisano' non avesse già detto. Approfittando comunque del colore politico di Pansa ne ho approfittato per regalare il suo libro ad alcuni miei amici "rossi", che di certo Pisano' non lo leggerebbero mai per pregiudizio, e che sono caduti dalle nuvole...

  9. #9
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Ferruccio
    Pansa racconta quello che per esempio Giorgio Pisano' raccontava gia' quaranta anni fa e anche prima.

    Ho qualche dubbio sulla sincerita' di Pansa.Un tipo come Lui non molti anni fa Leo Longanesi lo avrebbe definito: uno che ha fatto i soldi parlando male del Duce.

    Ora Pansa fa i soldi affrontando da revisionista quanto accadde
    nel 45.Perche' non lo ha fatto prima ?

    Oggi come oggi la storia revisionista " vende ".L'altra non vende piu' o quasi.

    Buona fede oppure una operazione di marketing ?

    Francamente ho qualche dubbio.
    L'unico revisionismo che rende è quello sul fascismo.
    Quello sul risorgimento invece, no...Eppure ci sarebbe tanto da dire...

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Totila
    L'unico revisionismo che rende è quello sul fascismo.
    Quello sul risorgimento invece, no...Eppure ci sarebbe tanto da dire...
    e fatelo, 'sto revisionismo, nessuno ve lo impedisce...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I castrati nella storia
    Di Airbus nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-11-09, 15:48
  2. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 11-10-06, 02:37
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-09-06, 17:40
  4. La Roma è nella storia
    Di LuciaP nel forum AS Roma
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 28-02-06, 00:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226