User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 19 di 19
  1. #11
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Già in altra occasione, in questo stesso Forum, ho avuto modo di esplicitare la posizione della Chiesa cattolica sul punto dell'evoluzione. Mi sembra, quindi, riportarlo, affinché sia chiarito una volta per tutte questo aspetto ed affinché i cattolici (o chi si professa tale) comprenda che si tratta di verità di fede.
    Innanzitutto viene in rilievo il Concilio Vaticano I:
    “La santa Chiesa cattolica apostolica romana crede e confessa che vi è un solo Dio vero e vivo, Creatore e Signore del cielo e della terra, onnipotente, eterno, immenso, incomprendibile, infinito nel suo intelletto, nella sua volontà ed in ogni perfezione. Essendo egli un’unica e singolare sostanza spirituale, del tutto semplice ed immutabile, deve essere concepito nella sua realtà e nella sua essenza come distinto dal mondo, in sé e per sé beatissimo e ineffabilmente al di sopra di tutto ciò che esiste o può essere concepito al di fuori di lui.
    Questro solo vero Dio, per la sua bontà e onnipotente virtù, non per accrescere la propria beatitudine, né per acquistare la sua perfezione, ma per manifestarla mediante i beni che impartisce alle creature, con liberissimo decisione (liberrimo consilio), dal principio del tempo, fece insieme dal nulla l’una e l’altra creatura, la spirituale e la corporale, cioè l’angelica e la mondana, e poi l’umana quasi comune, costituita di spirito e di corpo …” (DS 3002. Cfr. Concilio Lateranense IV).
    Questo Concilio ha proclamato solennemente quindi la Creazione. Non dice come questa sia avvenuta. Ma è dogma di fede credere nella Creazione da parte di Dio. Né più né meno.
    Paolo VI inizia poi così la sua professione di fede, pronunciata solennemente in piazza S. Pietro il 29 giugno 1968:
    “Noi crediamo in un solo Dio, Padre e Figlio e Spirito Santo, creatore delle cose visibili, come questo mondo dove trascorriamo la nostra vita fuggevole, e delle cose invisibili quali sono i puri spiriti, chiamati altresì angeli, e creatore in ciascun uomo dell’anima spirituale ed immortale”.
    Per l’ateo o il non credente questo è un assurdo ed un qualcosa di inaccettabile. Ma sono solo loro opinioni. I cristiani ed i cattolici in particolare credono in Altro.
    E veniamo all’evoluzionismo. La storia dell’evoluzionismo, almeno a partire da Darwin, è stata una storia assai travagliata di colossali truffe. Basti ricordare il celebre caso dell’uomo di Piltdown. Tanto più che essa si presenta carente, dal momento che mancano i c.d. “anelli mancanti”: insomma, si procede nel mondo dell’evoluzione per approssimazioni e ricostruzioni, a volte assai fantasiose, disponendo di materiali fossili assai esigui (come nel caso dei c.d. ramapiteci i cui frammenti disponibili sono solo parti di una mandibola superiore ed inferiore ed una raccolta di denti). Non solo. L’evoluzionismo si basa sulle mutazioni genetiche che sono, per ogni vita, secondo le più recenti acquisizioni genetiche, dannose per gli organismi. E’ difficile pensare che un incidente (qual è una mutazione genetica), un cambiamento casuale, in un meccanismo delicato, quale un organismo vivente, lo migliori. Più che un processo costruttivo, le mutazioni sembrano essere dei processi distruttivi. Del resto, sarebbe come pensare di far funzionare meglio una radio inflilando in essa una bacchetta! Ma c’è di più. Le mutazioni non producono qualcosa di nuovo, ma una semplice variazione di una caratteristica già esistente. Produce cioè una varietà, ma mai qualcosa di nuovo. Insomma, le mutazioni possono cambiare il colore o la struttura, ad es., dei capelli di una persona. Ma i capelli rimangono sempre capelli. Non si trasformeranno mai in penne. Nulla di nuovo viene all’esistenza, né mai potrà. I fringuelli che Darwin osservò alle Galapagos rimangono sempre fringuelli: ciò che osservò era quindi un esempio di varietà, non di evoluzione.
    Ciò chiarito ed evidenziato che la teoria darwiniana è solo una teoria, non è la verità scientifica in senso assoluto, ci si potrebbe interrogare, dando per acquisito che sia vera nonostante le perplessità sopra descritte, anzi, sorvolando su quelle, ci si potrebbe interrogare dunque se essa sia eventualmente compatibile con la creazione.
    Diciamo subito che la Chiesa non ha mai accettato l’evoluzionismo, nè ha sostituito questa teoria al dogma della Creazione; non poteva mai farlo. La Chiesa ha accettato l’evoluzione per quella che è: cioè una teoria meramente scientifica, ma soltanto una delle spiegazioni scientifiche, che, in ogni caso, non intacca la Verità di fede. Questo è il punto centrale della questione.
    Nel discorso agli scienziati di Colonia del 15 novembre 1980, il Papa così si esprimeva: “Fede e scienza appartengono a due ordini di conoscenza diversi, che non sono sovrapponibili … La ragione può cogliere l’unità che lega il mondo e la verità alla loro origine solo all’interno di modi parziali di conoscenza”. Il passo ulteriore è la fede, fondata sulla verità religiosa.
    L’evoluzione, infatti, ammesso che sia vera, suppone sempre la creazione, cioè un rapporto di radicale dipendenza da Dio non solo agli inizi delle cose, ma anche nella loro conservazione. Tutta la realtà, dunque, viene da un unico Dio trascendente e personale.
    Io potrei pure credere ad una evoluzione, ma all’inizio della catena deve esservi una Causa Incausata, come direbbe S. Tommaso, cioè Dio. Così come potrei pure credere alle mutazioni che avrebbero determinato le varie specie, ma anche qui non si potrebbe negare che esse sarebbero volute sempre da Qualcuno, che le avrebbe volute e determinate. Non si può pensare ad eventuali mutazioni rimesse al caso. Sarebbe un assurdo ed un pugno alla logica.
    Sempre il Papa il 27 aprile 1985 ha chiarito: “Una fede rettamente compresa nella creazione ed un insegnamento rettamente inteso dell’evoluzione non creano ostacoli … La creazione si pone nella luce dell’evoluzione come un avvenimento che si estende nel tempo – come una creatio continua –, in cui Dio diventa visibile agli occhi del credente come il creatore del cielo e della terra”.
    Anche accettandosi da parte di alcuni l’idea di un’evoluzione, essa, per chi crede, deve svilupparsi secondo un disegno superiore, voluto da Dio.
    Ed i non credenti credano pure al caos o che si possa sviluppare una casa partendo da un semplice mattone, senza null’altro aggiungere. Non ha senso discutere e continuare a parlare vanamente con loro.
    Siano pure ciechi e dimentichi di quanto ammonisce la Scrittura (“Ogni casa infatti viene costruita da qualcuno; ma colui che ha costruito tutto è Dio”: Eb 3, 4). Lasciando l’idea di Dio personale e trascendente, sono disposti ad andar dietro alle chimere ed ai pugni negli occhi della logica e dell’esperienza vissuta, preferiscono andar dietro ai loro vani ragionamenti: “Dice in cuor suo lo stolto: Dio non esiste”, recita un Salmo (Sal 13, 1).
    Cordiali saluti

    Augustinus

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sì ma qui l'evoluzionismo mostra proprio delle falle scientifiche.
    Io non dico di insegnare nelle scuole il creazionismo, ma almeno di non presentare l'evoluzionismo al pari di un dogma di fede.

  3. #13
    Affus
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by ARI6
    Sì ma qui l'evoluzionismo mostra proprio delle falle scientifiche.
    Io non dico di insegnare nelle scuole il creazionismo, ma almeno di non presentare l'evoluzionismo al pari di un dogma di fede.
    E ' il minimo che dovrebbero fare .

  4. #14
    Affus
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Augustinus
    Già in altra occasione, in questo stesso Forum, ho avuto modo di esplicitare la posizione della Chiesa cattolica sul punto dell'evoluzione. Mi sembra, quindi, riportarlo, affinché sia chiarito una volta per tutte questo aspetto ed affinché i cattolici (o chi si professa tale) comprenda che si tratta di verità di fede.
    Innanzitutto viene in rilievo il Concilio Vaticano I:
    “La santa Chiesa cattolica apostolica romana crede e confessa che vi è un solo Dio vero e vivo, Creatore e Signore del cielo e della terra, onnipotente, eterno, immenso, incomprendibile, infinito nel suo intelletto, nella sua volontà ed in ogni perfezione. Essendo egli un’unica e singolare sostanza spirituale, del tutto semplice ed immutabile, deve essere concepito nella sua realtà e nella sua essenza come distinto dal mondo, in sé e per sé beatissimo e ineffabilmente al di sopra di tutto ciò che esiste o può essere concepito al di fuori di lui.
    Questro solo vero Dio, per la sua bontà e onnipotente virtù, non per accrescere la propria beatitudine, né per acquistare la sua perfezione, ma per manifestarla mediante i beni che impartisce alle creature, con liberissimo decisione (liberrimo consilio), dal principio del tempo, fece insieme dal nulla l’una e l’altra creatura, la spirituale e la corporale, cioè l’angelica e la mondana, e poi l’umana quasi comune, costituita di spirito e di corpo …” (DS 3002. Cfr. Concilio Lateranense IV).
    Questo Concilio ha proclamato solennemente quindi la Creazione. Non dice come questa sia avvenuta. Ma è dogma di fede credere nella Creazione da parte di Dio. Né più né meno.
    Paolo VI inizia poi così la sua professione di fede, pronunciata solennemente in piazza S. Pietro il 29 giugno 1968:
    “Noi crediamo in un solo Dio, Padre e Figlio e Spirito Santo, creatore delle cose visibili, come questo mondo dove trascorriamo la nostra vita fuggevole, e delle cose invisibili quali sono i puri spiriti, chiamati altresì angeli, e creatore in ciascun uomo dell’anima spirituale ed immortale”.
    Per l’ateo o il non credente questo è un assurdo ed un qualcosa di inaccettabile. Ma sono solo loro opinioni. I cristiani ed i cattolici in particolare credono in Altro.
    E veniamo all’evoluzionismo. La storia dell’evoluzionismo, almeno a partire da Darwin, è stata una storia assai travagliata di colossali truffe. Basti ricordare il celebre caso dell’uomo di Piltdown. Tanto più che essa si presenta carente, dal momento che mancano i c.d. “anelli mancanti”: insomma, si procede nel mondo dell’evoluzione per approssimazioni e ricostruzioni, a volte assai fantasiose, disponendo di materiali fossili assai esigui (come nel caso dei c.d. ramapiteci i cui frammenti disponibili sono solo parti di una mandibola superiore ed inferiore ed una raccolta di denti). Non solo. L’evoluzionismo si basa sulle mutazioni genetiche che sono, per ogni vita, secondo le più recenti acquisizioni genetiche, dannose per gli organismi. E’ difficile pensare che un incidente (qual è una mutazione genetica), un cambiamento casuale, in un meccanismo delicato, quale un organismo vivente, lo migliori. Più che un processo costruttivo, le mutazioni sembrano essere dei processi distruttivi. Del resto, sarebbe come pensare di far funzionare meglio una radio inflilando in essa una bacchetta! Ma c’è di più. Le mutazioni non producono qualcosa di nuovo, ma una semplice variazione di una caratteristica già esistente. Produce cioè una varietà, ma mai qualcosa di nuovo. Insomma, le mutazioni possono cambiare il colore o la struttura, ad es., dei capelli di una persona. Ma i capelli rimangono sempre capelli. Non si trasformeranno mai in penne. Nulla di nuovo viene all’esistenza, né mai potrà. I fringuelli che Darwin osservò alle Galapagos rimangono sempre fringuelli: ciò che osservò era quindi un esempio di varietà, non di evoluzione.
    Ciò chiarito ed evidenziato che la teoria darwiniana è solo una teoria, non è la verità scientifica in senso assoluto, ci si potrebbe interrogare, dando per acquisito che sia vera nonostante le perplessità sopra descritte, anzi, sorvolando su quelle, ci si potrebbe interrogare dunque se essa sia eventualmente compatibile con la creazione.
    Diciamo subito che la Chiesa non ha mai accettato l’evoluzionismo, nè ha sostituito questa teoria al dogma della Creazione; non poteva mai farlo. La Chiesa ha accettato l’evoluzione per quella che è: cioè una teoria meramente scientifica, ma soltanto una delle spiegazioni scientifiche, che, in ogni caso, non intacca la Verità di fede. Questo è il punto centrale della questione.
    Nel discorso agli scienziati di Colonia del 15 novembre 1980, il Papa così si esprimeva: “Fede e scienza appartengono a due ordini di conoscenza diversi, che non sono sovrapponibili … La ragione può cogliere l’unità che lega il mondo e la verità alla loro origine solo all’interno di modi parziali di conoscenza”. Il passo ulteriore è la fede, fondata sulla verità religiosa.
    L’evoluzione, infatti, ammesso che sia vera, suppone sempre la creazione, cioè un rapporto di radicale dipendenza da Dio non solo agli inizi delle cose, ma anche nella loro conservazione. Tutta la realtà, dunque, viene da un unico Dio trascendente e personale.
    Io potrei pure credere ad una evoluzione, ma all’inizio della catena deve esservi una Causa Incausata, come direbbe S. Tommaso, cioè Dio. Così come potrei pure credere alle mutazioni che avrebbero determinato le varie specie, ma anche qui non si potrebbe negare che esse sarebbero volute sempre da Qualcuno, che le avrebbe volute e determinate. Non si può pensare ad eventuali mutazioni rimesse al caso. Sarebbe un assurdo ed un pugno alla logica.
    Sempre il Papa il 27 aprile 1985 ha chiarito: “Una fede rettamente compresa nella creazione ed un insegnamento rettamente inteso dell’evoluzione non creano ostacoli … La creazione si pone nella luce dell’evoluzione come un avvenimento che si estende nel tempo – come una creatio continua –, in cui Dio diventa visibile agli occhi del credente come il creatore del cielo e della terra”.
    Anche accettandosi da parte di alcuni l’idea di un’evoluzione, essa, per chi crede, deve svilupparsi secondo un disegno superiore, voluto da Dio.
    Ed i non credenti credano pure al caos o che si possa sviluppare una casa partendo da un semplice mattone, senza null’altro aggiungere. Non ha senso discutere e continuare a parlare vanamente con loro.
    Siano pure ciechi e dimentichi di quanto ammonisce la Scrittura (“Ogni casa infatti viene costruita da qualcuno; ma colui che ha costruito tutto è Dio”: Eb 3, 4). Lasciando l’idea di Dio personale e trascendente, sono disposti ad andar dietro alle chimere ed ai pugni negli occhi della logica e dell’esperienza vissuta, preferiscono andar dietro ai loro vani ragionamenti: “Dice in cuor suo lo stolto: Dio non esiste”, recita un Salmo (Sal 13, 1).
    Cordiali saluti

    Augustinus


    Augustinus , non hai riportato quello che questo papa disse a un congresso scientifico teologico alla Gregoriana :" L'evoluzione è qualcosa di piu di una semplice teoria scietifica ....."

    Testuali parole .
    Pare che a credere alla scietificita dell'evoluzionismo , sia rimasto solo lui .

  5. #15
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Affus
    Augustinus , non hai riportato quello che questo papa disse a un congresso scientifico teologico alla Gregoriana :" L'evoluzione è qualcosa di piu di una semplice teoria scietifica ....."

    Testuali parole .
    Pare che a credere alla scietificita dell'evoluzionismo , sia rimasto solo lui .
    caro Affus,
    tu mi citi delle parole al di fuori del contesto. Potrebbero significare di tutto. Riportami l'esatto contesto e poi ti dirò cosa ne penso.
    Cordialmente

    Augustinus

  6. #16
    Affus
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Augustinus
    caro Affus,
    tu mi citi delle parole al di fuori del contesto. Potrebbero significare di tutto. Riportami l'esatto contesto e poi ti dirò cosa ne penso.
    Cordialmente

    Augustinus

    Caro Augustinus , avevo tutto il testo preciso del discorso del papa tenuto davanti ai teologi a un congresso romano parecchi anni fa e riportato sull'osservatore romano .
    Me lo spedi Don Carlo Molari il quale era presente a quella cerimonia . Un virus mi ha distrutto parecchie di queste perle che avevo conservato nel computer. Comunque il papa sembrava dire :" oramai è chiaro , cari scienziati , l'evoluzionismo non è piu una favola ! "
    Dovrei avere l'indirizzo email di Don Carlo molari col quale mi sono azzuffato a lungo . SE vuoi te lo mando perchè se non è in giro a tenere gli esercizi spirituali alle suore , ti risponde immediatamente .

  7. #17
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Jul 2002
    Messaggi
    16,995
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    affus, ma se ti compri un buon manuale di scienze naturali?
    La famosa artista idolo delle folle :" si figuri che uno ha addirittura scritto che avrei dovuto investire i MIEI soldi comprando un bar! Io!!!! La barista!!!!"

  8. #18
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by shambler
    affus, ma se ti compri un buon manuale di scienze naturali?
    Non gli basterebbe neppure uno di teologia dogmatica e di filosofia del diritto

  9. #19
    Affus
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by shambler
    affus, ma se ti compri un buon manuale di scienze naturali?
    edito da chi ?

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. è ora di finirla!!!!
    Di Zefram_Cochrane nel forum MoVimento 5 Stelle
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 26-09-10, 20:37
  2. é ora di finirla!!!!
    Di O'Regina HistoryX nel forum Fondoscala
    Risposte: 157
    Ultimo Messaggio: 08-08-08, 18:33
  3. E' ora di finirla!
    Di Saul87 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 06-11-07, 16:26
  4. è ora di finirla!
    Di Centro-Laico nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 19-09-07, 08:03
  5. E' ora di finirla
    Di Patriot nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 11-04-06, 18:52

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226