User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Quote latte: AN contro Bossi

    I Cobas decidono di non inasprire lo scontro con il governo
    Bossi "Appoggeremo gli allevatori anche a rischio della crisi"
    Quote latte, rinviato il blocco
    Alemanno: "Devono pagare"


    Il presidio dei Cobas
    ad Arcore

    ROMA - Tensione nella maggioranza sulla vertenza delle quote latte. Mentre Umberto Bossi dichiara a Rai3 regionale che, se il governo deciderà la linea dura contro i Cobas del latte, la Lega Nord è pronta a provocare la crisi, il ministro delle politiche agricole, Gianni Alemanno si dice "assolutamente contrario ad un nuovo rinvio delle scadenze sulle quote latte".

    Ad evitare lo scontro duro, almeno per ora, la decisione degli allevatori, che oggi hanno rinunciato a bloccare l'aeroporto di Milano Linate. La protesta annunciata dai Cobas era stata vietata dalla questura e si temeva uno scontro con la polizia, nel caso gli allevatori avessero impedito il traffico di ingresso all'aeroporto, così come avevano fatto lo scorso 23 dicembre sulla tangenziale Est di Milano.

    Il presidente della Liag, l'organizzazione che rappresenta gli allevatori, nell'annunciare che non ci saranno blocchi stradali, ha detto che sulle quote latte si tenderà, per l'ultima volta "una mano al governo". Roberto Cavaliere ha spiegato che la decisione di "sospendere" l' iniziativa "è emersa già stamani all'interno degli allevatori", ma che sarà "più tardi l'assemblea" degli ex Cobas, che si svolgerà nel presidio di Arcore, a formalizzare ogni decisione.

    "L' intenzione - ha aggiunto il leader dei Cobas - è comunque di non muoversi, di non creare situazioni che possano portare a scontri con le istituzioni". Gli allevatori sollecitano però un incontro a Roma: "Il Governo ci fissi un incontro a Palazzo Chigi entro breve - ha concluso Cavaliere - altrimenti la protesta si allargherà".
    - Pubblicità -


    Gli spazi per le trattative sembrano però ridotti, date le dichiarazioni del ministro Gianni Alemanno che, seppure esclude i rinvii delle scadenze, sollecita "forme di aiuto finanziario per recuperare i crediti che gli allevatori hanno nei confronti della Parmalat, per aiutare a pagare le multe pregresse, e per agevolare l'acquisto di quote nel mercato interno".

    La linea del ministro nei confronti della Lega, che appoggia gli allevatori, è però chiara: "Quando i sindacati scioperano contro la riforma delle pensioni, portando milioni di persone in piazza, la Lega dice che non bisogna cedere alla piazza - rileva Alemanno - Oggi che 1.000 Cobas si agitano, ci viene invece chiesto di smantellare una fondamentale legge di riforma sulle quote latte".

    Alemanno dice di rispettare "la sensibilità di Bossi nei riguardi degli allevatori dei Cobas e della Liag ma - sottolinea - il ministro deve tener presente che nella pianura Padana esistono migliaia di altre aziende allevatoriali, che sono in regola o si stanno sforzano di entrare in regola. Il rapporto - insiste - è tra 50.000 aziende in regola e non più di 2.000 aziende legate alla protesta dei Cobas: non possiamo offendere i primi per accontentare i secondi. Quindi - dice - sono assolutamente contrario ad un ulteriore rinvio delle scadenze previste sulle quote latte, anche perchè queste sono già state rinviate tre volte".

    Il ministro delle Politiche agricole ha anche annunciato di aver ricevuto, insieme ai ministri Buttiglione e Tremonti, un mandato del Consiglio dei ministri per richiedere in Europa aiuti di stato per il settore lattiero-caseario. "Siamo disposti a fare qualsiasi cosa per venire incontro a tutte le imprese allevatoriali ha concluso Gianni Alemanno - ma non a permettere ancora la violazione dei regolamenti comunitari sulle quote latte, perché queste violazioni, nel corso di quasi vent'anni, sono state pagate fin troppo care dall'agricoltura italiana".


    (29 dicembre 2003)
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ''O si cambiano le regole oppure salta tutto''
    Quote latte, Bossi: ''Su allevatori rischio crisi di governo''
    Il leader del Carroccio: ''Bisogna sospendere il decreto Alemanno''. Il ministro per le Politiche agricole: ''Sono assolutamente contrario a un ulteriore rinvio delle scadenze''

    Il ministro per le Riforme, Umberto Bossi
    (foto Infophoto)



    Il ministro per le Politiche agricole, Gianni Alemanno
    (foto Infophoto)







    Milano, 29 dic. (Adnkronos) - ''La questione non puo' essere trasformata in uno scontro di polizia, perche' noi ci schieriamo in questo caso. Se la volonta' politica e' questa rischiamo di far entrare in crisi il governo perche' la Lega si schiera con i Cobas''. Lo ha detto il leader leghista Umberto Bossi in un'intervista al Tg Rai Lombardia.
    Bossi chiede poi la sospensione del decreto Alemanno: ''Non c'e' alternativa, l'ho detto anche al Consiglio dei ministri. Altrimenti questi allevatori devono chiudere le stalle''.
    ''Oggi con il fallimento, o comunque la crisi, della Parmalat gli allevatori non prendono una lira da sei o sette mesi. Secondo il decreto Alemanno -ha aggiunto il ministro per le Riforme Istituzionali- dovrebbero pagare il conferimento del latte, cosa che non e' possibile''.
    Per Bossi ''o il governo trova la via per cambiare le carte in tavola, le regole, quindi facendo l'anagrafe bovina per trovare quote latte all'interno entro maggio, in attesa delle nuove quote dell'Europa, oppure salta tutto''.
    Ma il ministro per le Politiche agricole, Gianni Alemanno, ribadisce il suo no a un rinvio delle scadenze sulle quote latte. ''Quando i sindacati scioperano contro la riforma delle pensioni portando milioni di persone in piazza, la Lega dice che non bisogna cedere alla 'piazza', oggi che 1000 Cobas si agitano ci viene invece chiesto di smantellare una fondamentale legge di riforma sulle quote latte'', dice Alemanno.
    ''Rispetto la sensibilita' di Bossi nei riguardi degli allevatori dei Cobas e della Liag -ha proseguito Alemanno- ma il ministro deve tener presente che nella pianura padana esistono migliaia di altre aziende allevatoriali che sono in regola o si stanno sforzando di entrare in regola. Il rapporto e' tra 50.000 aziende in regola e non piu' di 2000 aziende legate alla protesta dei Cobas; non possiamo offendere i primi per accontentare i secondi, quindi, per quanto mi riguarda -ha spiegato Alemanno- sono assolutamente contrario a un ulteriore rinvio delle scadenze previste sulle quote latte, anche perche' queste sono gia' state rinviate tre volte''.
    Alemanno ha pero' chiarito: ''Sono invece disponibile, come gia' piu' volte ripetuto, a forme di aiuto finanziario per recuperare i crediti che gli allevatori hanno nei confronti della Parmalat, per aiutare a pagare le multe pregresse e anche per agevolare l'acquisto di quote nel mercato interno. Abbiamo persino previsto una sorta di 'borsa' delle quote, gestita dall'Agea, per venire incontro alle aziende economicamente meno forti, mentre il Consiglio dei ministri ha dato mandato a me, Buttiglione e Tremonti, di richiedere in Europa aiuti di Stato per il settore lattiero-caseario''.
    Il ministro conclude: ''Insomma, siamo disposti a fare qualsiasi cosa per venire incontro a tutte le imprese allevatoriali, ma non a permettere ancora la violazione dei regolamente comunitari sulle quote latte, perche' queste violazioni, nel corso di quasi venti anni, sono state pagate fin troppo care dall'agricoltura italiana''.
    Intanto il senatore dell'Udc Maurizio Ronconi ha tenuto a sottolineare che ''non c'e' nessun nesso tra il pagamento delle multe delle quote latte e la vicenda Parmalat''. ''Il governo ha il dovere di difendere la stragrande maggioranza di allevatori che si sono comportati secondo la legalita' -dice Ronconi- e anche di farsi garante dei pagamenti ai fornitori della Parmalat a patto che gli stessi si impegnino a mantenere le forniture''.
    Per il senantore dell'Udc ''tutto il resto e' strumentalizzazione politica ancora piu' grave perche' si utilizza una vicenda delicatissima per tutto il sistema agro alimentare italiano per rappresentare le inadempienze e anche le furbizie di pochissimi allevatori. Solo in una repubblica delle banane la legge viene interpretata e applicata secondo le convenienze e siccome la Padania non e' una repubblica e tanto meno delle banane, anche li' saranno applicate le leggi dello Stato liberamente votate dal Parlamento''.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-08-10, 13:28
  2. Risposte: 66
    Ultimo Messaggio: 13-07-10, 19:36
  3. Quote latte, Bossi minaccia la crisi
    Di Conte Jean nel forum Padania!
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 06-01-04, 15:28
  4. Quote latte, Bossi: ''La Lega sta con i Cobas''
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 30-12-03, 15:08
  5. Siete contro le quote latte?
    Di asburgico nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 19-12-03, 00:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226