User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L’uomo deriva davvero dalla scimmia?

    di Francesco Sabato


    Può una teoria scientifica divenuta ormai un assioma della civiltà essere soltanto una menzogna ingigantita?
    Questo è quello che sostiene ormai parte degli scienziati americani che insiste nel mettere in discussione la teoria di “una delle più grandi menti della storia”. A sostenere la loro tesi, la scoperta ad Atapuerca in Spagna, del fossile di un uomo dotato a tutti gli effetti delle caratteristiche dell’uomo sapiens sapiens (quello che in questo istante sta leggendo l’articolo), risalente a “soli” 780 mila anni fa, quindi predecessore del meno evoluto uomo di Neanderthal estinto solo da 25 mila anni. E’ curioso il fatto che, gli arditi sostenitori dell’evoluzionismo Darwiniano, abbiano inventato un categoria appositamente per lui chiamata Homo Antecessor (vedi foto in basso).


    Certo non era una bellezza,ma il suo organismo era identico al nostro.
    Riproduzione in cera nel museo di Atapuerca in Spagna.

    E’ nota inoltre, la presenza, nell’ organismo degli esseri viventi, di enzimi cosiddetti “riparatori” che impediscono mutamenti nella struttura del DNA. Quando questi ultimi non riescono ad effettuare il loro lavoro danno vita a organismi che hanno, sempre e comunque, minori attitudini alla vita. L’evoluzionismo dunque, sostenendo che nell’acido desossiribonucleico avvengano continue mutazioni accidentali, altro non fa se non attaccare l’operato di questa “povera classe lavoratrice senza sindacato”.
    Molte specie viventi infine non avrebbero mai potuto sopravvivere a delle evoluzioni, come nel caso del Picchio, la cui lingua ruota attorno al cranio per poi tornare nel becco. Un’ evoluzione di questa per gradi, non avrebbe mai potuto permettere al suo bisnonno di ingoiare il cibo.
    Non sarebbe saggio giungere a conclusioni affrettate, dando con leggerezza un giudizio sulla veridicità o meno dell’evoluzionismo è tuttavia facile comprendere perché la teoria in questione abbia riscosso così tanto successo: basta porre l’attenzione sul contesto storico in cui essa è nata. Guarda caso, essa prende piede proprio durante gli anni che accompagnano i moti rivoluzionari del ’48, che abbatterono la monarchia orléanista e instaurarono un governo repubblicano. In questo periodo, ai grandi manovratori delle masse, che avevano solo da guadagnare dalla caduta del regime monarchico, poteva dimostrarsi utilissimo attaccare la Chiesa minando le sue basi con teorie in grado di mettere in discussione la stessa “parola del Signore”. Ricordiamo che l’investitura del sovrano avveniva per mano del Pontefice, massimo rappresentante di Dio sulla terra.
    Esistono comunque documenti, “attualmente” considerati un falso storico, che accennano al successo artificiale delle teorie di Darwin ed al loro impatto devastante sulla società.
    Una cosa è certa l’informazione veniva, viene e verrà sempre manipolata, che ci si trovi in un regime totalitario o democratico, sta ad ogni individuo andare oltre la bellezza dei colori di un televisore o alla maestosità delle parole dei giornali, mobilitandosi per la ricerca della verità.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Jun 2003
    Località
    Firenze
    Messaggi
    135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non conosco Franceso Sabato,

    Ma è evidente che tutto sia meno che un esperto di genetica o di scienza in genere.

    Nessuno oggi sostiene che l'homo sapiens discenda dall'uomo di Neanderthal, dire una cosa del genere oggi è un'eresia scientifica.
    C'è chi recentemente ha ipotizzato una promiscuità tra le due specie alla luce di recenti ritrovamenti fossili che sembrerebbero appartenere ad un ibrido (in barba alla purezza etnica).

    Ciò che oggi si pensa è che l'uomo di Neanderthal e l'homo sapiens abbiano progenitori comuni.

    Il discorso sul DNA è veramente esilarante oltre che smentito dalla vita di tutti i giorni. Se il DNA non subisse cambiamenti casuali tutti i figli degli stessi genitori sarebbero identici, le zanzare non si "adatterebbero" agli insetticidi, il virus dell'AIDS non muterebbe (ed avremmo già il vaccino) etc etc.....

    Riguardo all'homo Antecessor, la verità èben altra:

    L'homoantecessor non è uguale all'homo sapiens (capacità del cranio meno della metà), inoltre presenta caratteristiche morfologiche arcaiche (frontale sfuggente e altro) e caratteristiche più "moderne" (evoluzionisticamente parlando) come la faccia depressa (che non vuol dire triste ).

    L'homo Antecessor è probabilmente il nostro progenitore ed è l'ennesima pedina che conferma ancora una volta la teoria dell'evoluzione.

    Franceso Sabato mente spudoratamente quando dice che l'homo antecessor "è dotato a tutti gli effetti delle caratteristiche dell’uomo sapiens sapiens". Non può averlo letto su nessun documento scientifico che parli di quei reperti.

    Nel documentarsi è di fondamentale importanza la SCELTA DELLA FONTE. Se voglio capire quanto sia fondata la teoria dell'evoluzione non leggo il testo di uno che non ci crede, ne leggo quello di uno che la difende a spada tratta; ma indago su cosa ha portato alla formulazione di questa teoria e cosa viene contestato da chi invece non ci crede ho fa finta (generalmente fanno finta per poter scrivere libri che si vendono meglio di qualli seri).

    Ci sono un mare di testi pseudoscientifici che dimostrano un sacco di cose, dalla levitazione alla chiaroveggenza, dall'area 51 ai cerchi nel grano etc etc....
    Per districarsi basta essere sciettici su tutto ciò che si legge e verificare che effettivamente ciò che è scritto sia dimostrato da qualcosa a supporto.

    Se per dimostrare l'inconsistenza della teoria dell'evoluzione si tira fuori dal cilindro l'homo antecessor, allora per me è una dimostrazione di attendibilità dell'evoluzionismo (se questo è il meglio che hanno per confutare la teoria, non c'è veramente niente a cui potvano attaccarsi).

    Inoltre è tipico in questi pseudo-testi di pseudo-scienza, notare come gli autori siano sempre poco aggiornati sulle tesi della cienza "ufficiale", a sostenere che si discendesse dai Neanderthaliani credo ci sia stato solo Darwin. Questo signor sabato sembra tanto interessato a misconoscere la scienza ufficiale e tanto poco informato in merito a ciò che questa ealmente dice......

    arrivederci

  3. #3
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    337 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito

    aggiungerei che homo antecessor è l'evoluzione dell'homo ergaster/erectus, apparso 2 milioni di anni fa, è cioè il più antico rappresentante,1.300.000 anni dopo, di homo con caretteristiche un poco più evolute dell'erectus "classico"

    La capacità cranica di circa 1.100 cc è circa uguale a quella di erectus ma notevolmente inferiore a quella del Neanderthal(1500cc) sfatando la pretesa che fosse più evoluto di esso.
    l'industria litica associata all'antecessor è l'acheulana, la stessa di erectus, meno evoluta di quella mousteriana associata a nenderthal e ai primi sapiens.

    Moderne sono invece alcune caratteristiche del cranio, il che porterebbe a supporre che proprio ad antecessor risalirebbe la divisione fra sapiens e neanderthal,
    in poche parole antecessor si sarebbe evoluto gradualmente in sapiens,di cui sono stati recentemente trovati i più antichi scheletri risalenti a 160.000 anni fa, 600.000 anni dopo quindi.

    Neanderthal si sarebbe invece evoluto a partire dal normale erectus, con notevolissimo incremento del volume cerebrale, ma ,a causa del freddo e della risultante massiccia ossatura,con il permanere e l'accentuarsi di altre caratteristiche ercaiche

 

 

Discussioni Simili

  1. Cosa separa l'uomo dalla scimmia?
    Di Folco nel forum Fondoscala
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 03-02-13, 11:26
  2. Il 'salto' epigenetico dalla scimmia all’uomo
    Di Darwin nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-12-12, 19:00
  3. L’uomo e la scimmia
    Di Ringhio nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 189
    Ultimo Messaggio: 18-10-12, 18:45
  4. Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 14-03-12, 11:00
  5. Ma perchè l'uomo deve discendere dalla scimmia?
    Di Caterina63 nel forum Cattolici
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-06-05, 12:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226