User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Antisemitismo: Eurispes, In Italia 'virus In Incubazione'

    ROMA - In Italia esistono aree di possibile incubazione del pregiudizio nei confronti del popolo ebraico, anche se l'atteggiamento propriamente antisemita e' per fortuna molto marginale: e' la conclusione alla quale giunge l'Eurispes, che ha effettuato un vasto sondaggio su un campione di 1.500 cittadini italiani.
    L'indagine, dal titolo ''L'opinione degli italiani sul conflitto israelo-palestinese e sulla questione mediorientale'', e' stata effettuata telefonicamente nel periodo che va dal 19 dicembre 2003 al 2 gennaio 2004. Lo studio e' contenuto in una delle 60 schede che compongono il 'Rapporto Italia 2004', che sara' presentato il 30 gennaio prossimo.
    Come ha spiegato il presidente dell'istituto, Gian Maria Fara, la presenza di sentimenti o atteggiamenti antisemiti si rileva, soprattutto, nell'11,1% degli intervistati che si dichiara molto o abbastanza d'accordo con la tesi secondo la quale il genocidio degli ebrei e' avvenuto realmente, ma non ha prodotto cosi' tante vittime come si afferma di solito, e nel 34,1% che ritiene che gli ebrei controllino ''in modo occulto'' il potere economico e finanziario nonche' i mezzi d'informazione. Piu' rassicurante, invece, il fatto che soltanto il 2,7% si dice d'accordo con la tesi secondo la quale ''l'Olocausto non e' mai accaduto''.
    Gli italiani, quindi - e' stato sottolineato durante la presentazione dell'indagine - non negano la shoah, e per di piu' la quasi totalita' (91,4%) non mette in discussione il diritto all'esistenza dello Stato di Israele. D'altro canto, pero', sono fortemente critici (53,7%) nei confronti della politica del governo israeliano sulla questione palestinese e si dicono contrari (77,8%) alla costruzione di un muro di separazione tra israeliani e palestinesi. Un dato di rilievo e' costituito dal fatto che ben il 35,9% si dice d'accordo con l'affermazione che ''il governo di Sharon sta compiendo un vero e proprio genocidio e si comporta con i palestinesi come i nazisti si comportarono con gli ebrei''.
    In conclusione, il quadro - secondo Fara - ''ispira sostanzialmente tranquillita', il Paese e' maturo''. Gli italiani ''sanno separare il giudizio sulla politica dell'attuale governo di Tel Aviv dal giudizio sul popolo ebraico'', ma occorre comunque ''tenere alti i dispositivi di vigilanza e di prevenzione di qualsiasi episodio di razzismo o di forte pregiudizio razziale''. D'altronde, come ha sottolineato l'opinionista Mario Pirani, ''l'antisemitismo e' un fenomeno negativo che ci portiamo dietro da secoli''.
    15/01/2004 15:16

    © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    COMUNICATI STAMPA




    Conferenza Stampa - Sondaggio antisemitismo

    Giovedì 15 gennaio 2004, alle ore 12,00 presso la sede dell’Eurispes, Roma, Largo Arenula 34, Mario Pirani, editorialista del quotidiano la Repubblica e Gian Maria Fara, presidente dell’Eurispes, commenteranno i risultati dell’indagine campionaria su:



    “La presenza di sentimenti o atteggiamenti

    di pregiudizio nei confronti del popolo ebraico”



    Con questa azione di ricerca sociale l’Eurispes ha inteso verificare, attraverso un’indagine campionaria condotta su un campione di 1.500 cittadini italiani, la presenza di sentimenti antiebraici in Italia e di raccogliere le opinioni dei cittadini italiani sulla politica governativa israeliana e il conflitto mediorientale.

    L’indagine, che l’Eurispes ha appena realizzato è la seconda delle tre anticipazioni, previste e annunciate, del Rapporto Italia, che giunto alla sua 15^ Edizione, verrà ufficialmente presentato a Roma, venerdì 30 gennaio 2004, nell’Aula Magna della Pontificia Università “San Tommaso D’Aquino” – Largo Angelicum 1, ore 11,00.





    Roma 13 Gennaio 2004

    http://www.eurispes.it/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    COMUNICATI STAMPA




    Antisemitismo: virus in incubazione
    2a anticipazione del Rapporto Italia 2004


    In Italia esistono aree, più o meno estese, di possibile incubazione del pregiudizio nei confronti del popolo ebraico. Nello specifico, è possibile rilevare la presenza di sentimenti e atteggiamenti di pregiudizio, quando: l’11,1% degli intervistati si dichiara molto (4,1%) o abbastanza d’accordo (7%) con l’affermazione: “L’Olocausto degli ebrei è avvenuto realmente, ma non ha prodotto così tante vittime come si afferma di solito”; e, in particolare, quando: il 34,1% degli intervistati si dichiara abbastanza (24,9%) o molto d’accordo (9,2%) con l’affermazione: “Gli ebrei controllano in modo occulto il potere economico e finanziario, nonché i mezzi di informazione”, mentre il 47,9% del campione è poco (25%) o per niente d’accordo (22,9%) con questa tesi;

    inoltre il 17,9% ha preferito o non ha voluto esprimere una posizione al riguardo. L’area in cui si afferma in modo più marcato un atteggiamento antisemita è molto ristretta: il 2,7% è molto (1,4%) o abbastanza d’accordo (1,3%) con l’espressione “L’Olocausto degli ebrei non è mai accaduto”.

    Lo rileva un’indagine campionaria dal titolo “L’opinione degli italiani sul conflitto israelo-palestinese e sulla questione mediorientale” appena conclusa, che l’Eurispes ha condotto su 1.500 cittadini italiani, stratificati per sesso, classe di età e area geografica, al fine di verificare la presenza di sentimenti antiebraici in Italia e di raccogliere le opinioni dei cittadini italiani sulla politica governativa israeliana e il conflitto mediorientale. Lo studio dell’Eurispes è contenuto in una delle 60 schede che compongono il Rapporto Italia 2004, che sarà presentato il 30 gennaio 2004 presso l’Aula Magna della Pontificia Università San Tommaso D’Aquino, Largo Angelicum, 1, Roma, alle ore 11,00.

    Con questa azione di ricerca sociale l’Eurispes ha inteso verificare le opinioni degli italiani circa: a) l’attuale politica del governo di Sharon in relazione al conflitto israelo-palestinese; b) l’eventuale presenza di pregiudizi o atteggiamenti antisemiti nei confronti del popolo ebraico; c) i principali fattori di destabilizzazione dell’area mediorientale; d) il ruolo del contingente italiano nel conflitto iracheno.

    Ma gli italiani non negano l’Olocausto. Il 92,3% degli intervistati ha dichiarato di essere poco (8,8%) o per niente d’accordo (83,5%) con l’affermazione: “L’Olocausto degli ebrei non è mai accaduto”; una ristrettissima percentuale di negazionisti, il 2,7% del campione dichiara, altresì, di essere molto (1,4%) o abbastanza d’accordo (1,3%) con la tesi che nega l’Olocausto; il 5% del campione non sa o non ha risposto.

    Inoltre gli italiani non hanno posizioni revisioniste in merito alla tragedia dell’Olocausto. Infatti: l’80,7% degli intervistati affermano di essere poco (16,6%) o per niente d’accordo (64,1%) con l’affermazione: “L’Olocausto degli ebrei è avvenuto realmente, ma non ha prodotto così tante vittime come si afferma di solito”, l’11,1% si dichiara invece molto o abbastanza d’accordo con la precedente affermazione, l’8,2% non sa o non vuole esprimere una posizione.

    Al contempo si evidenzia il profondo iato presente tra l’espressione di posizioni critiche nei confronti della politica governativa israeliana, sensibilmente e significativamente molto più elevate, e la presenza di un’area di possibile incubazione di pregiudizi e di sospetti nei confronti del popolo ebraico.

    La quasi totalità degli intervistati, il 91,4%, non mette in discussione il diritto all’esistenza dello Stato di Israele. Più specificamente: soltanto il 2,8% del campione ritiene che lo Stato d’Israele non abbia diritto di esistere, mentre il 91,4 degli intervistati si esprime a favore dell’esistenza dello Stato di Israele (il 26% del campione però condiziona l’esistenza dello Stato di Israele al riconoscimento di uno Stato palestinese). Il 5,8% degli intervistati non esprime (o non sa esprimere) un’opinione a riguardo.

    In ordine alla condotta di Sharon sulla questione palestinese, quasi 3 italiani su 4 (il 74,5%), condividono l’affermazione secondo cui “Il Governo di Sharon sbaglia, ma sbagliano anche i kamikaze palestinesi”.

    In particolare, il 74,5% si dichiara molto o abbastanza d’accordo con l’affermazione secondo cui “Il Governo di Sharon sbaglia, ma sbagliano anche i kamikaze palestinesi”, mentre il 14,4% del campione è poco o per niente d’accordo con questa tesi. L’11,1% degli intervistati preferisce non esprimere (o non sa esprimere) un’opinione a riguardo.

    Gli italiani inoltre sono fortemente critici in ordine all’atteggiamento del Governo Sharon sulla questione palestinese. Tant’è che l’area del dissenso in ordine alla politica di Sharon è più estesa quando: il 53,7% dei rispondenti si dichiara per niente o poco d’accordo con l’affermazione: “Il Governo di Sharon fa le scelte giuste, perché deve difendersi dagli attacchi dei kamikaze palestinesi” (in ordine a questa affermazione, solo il 30,9% si dichiara molto o abbastanza d’accordo). È opportuno sottolineare come oltre il 15% del campione non ha espresso o saputo esprimere un’opinione sull’item proposto.

    Il 53,8% afferma di essere poco o per niente d’accordo con l’affermazione secondo cui “Il Governo di Sharon, nei confronti dei palestinesi, sta seguendo l’unica linea politica possibile, poiché è in gioco la sopravvivenza stessa dello Stato d’Israele” (soltanto il 26,7 degli intervistati è molto o abbastanza d’accordo con la precedente affermazione).

    Quasi un italiano su cinque (il 19,5%) non ha voluto/saputo esprimere il proprio accordo o disaccordo riguardo l’item proposto.

    Il 77,8% esprime parere contrario alla costruzione del Muro di separazione tra israeliani e palestinesi; solo il 10,8% è favorevole al progetto, mentre l’11,4% degli intervistati non hanno voluto o saputo esprimere un giudizio a riguardo.

    L’area del dissenso risulta meno estesa, ma comunque segnala valutazioni di particolare criticità quando: il 35,9% si dichiara abbastanza o molto d’accordo con l’affermazione: “Il Governo di Sharon sta compiendo un vero e proprio genocidio e si comporta con i palestinesi come i nazisti si comportarono con gli ebrei” (in questo caso, la maggior parte degli intervistati, il 48,2% non condivide la precedente affermazione, mentre il 15,9% degli intervistati non sa o non vuole esprimere una valutazione a riguardo).

    Il 36,9% (più di un cittadino su tre) si dichiara abbastanza o molto d’accordo con l’affermazione “la colpa degli attacchi dei Kamikaze è da attribuire alla politica imperialista e aggressiva di Sharon (il 45,9% esprime però il proprio disaccordo con questa tesi, mentre il restante 17,3% non sa o non desidera esprimere un giudizio)”.

    In conclusione, a fronte dei risultati della rilevazione campionaria, l’Eurispes evidenzia la necessità di elevare e tenere sempre alti i dispositivi di vigilanza e di prevenzione di qualsiasi episodio di razzismo o di forte pregiudizio razziale, sviluppando ogni tipo di iniziativa culturale in grado di alimentare la reciproca fiducia tra i popoli e le religioni ed infine qualificando le competenze e le responsabilità della funzione giornalistica e della ricerca sociale in relazione a temi così complessi e di particolare valore storico e culturale.





    Roma 15 Gennaio 2004


    http://www.eurispes.it/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusate..qualcuno ha visto passare Himmler ?




    Che [email protected]@e con questa storia dell'antisemitismo!!!!
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  5. #5
    scemo del villaggio
    Data Registrazione
    01 Jul 2002
    Località
    Villafranca Padovana
    Messaggi
    2,222
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A proposito di domande tendenziose: chissà che cosa pensano che significhi che "l'Olocausto non è mai avvenuto". Vogliono far credere alla gente che chi la pensa così sia al livello di coloro che negano la realtà storica di Napoleone o di Carlo Magno.
    Invece bisogna controdomandare: "Scusa, che intendi per Olocausto"? Infatti, se non si definisce l'oggetto della discussione, non ha senso discutere.

  6. #6
    Ospite

    Predefinito

    ma quale virus , l'antisemitismo è un anticorpo!e chi non ce l'ha fa una brutta fine , vedi gli USA dove gli ebrei sono diventati i padroni!

 

 

Discussioni Simili

  1. Eurispes: l'Italia non riesce a trasformare la sua potenza in energia
    Di Conner Macleod nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-01-06, 20:28
  2. Eurispes: «Italia, Paese senza un progetto»
    Di brunik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 29-01-05, 15:47
  3. Antisemitismo: Eurispes, In Italia 'virus In Incubazione'
    Di Der Wehrwolf nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-01-04, 18:32
  4. Antisemitismo: Eurispes, In Italia 'virus In Incubazione'
    Di Der Wehrwolf nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-01-04, 17:24
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-06-02, 14:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226