User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 2004 : Ebrei e Chiesa Cattolica

    da www.avvenire.it

    " IL FATTO
    Giornata memorabile nella storia del dialogo ebraico-cristiano In occasione della «Giornata» che si celebra oggi in tutta Italia, le due massime autorità religiose d’Israele sono state ricevute in Vaticano da Giovanni Paolo II: franco e cordiale il colloquio

    «Ebrei e cristiani,
    insieme per la pace»


    Da Roma Mimmo Muolo


    Nel segno del dialogo e dell’amicizia. Un segno «di grande speranza», come ha sottolineato ieri il Papa. Per mettere definitivamente al bando l’antisemitismo e dire basta al terrorismo. E per incrementare la reciproca conoscenza.
    Il 2004 è nato sotto i migliori auspici per il rapporto tra il mondo ebraico e la Chiesa cattolica. E potrebbe continuare anche meglio. Perché questo potrebbe essere l’anno del ritorno di Giovanni Paolo II alla sinagoga di Roma, diciotto anni dopo la storica visita del 1986 (l’invito è stato già formulato da tempo e potrebbe coincidere con i festeggiamenti per gli 800 anni dalla morte di Maimonide, il grande studioso talmudista sefardita, nato in Spagna e morto nel 1204 in Egitto). Intanto, è un fatto sicuramente importante l’udienza concessa ieri dal Papa ai due rabbini capo di Israele, l’askenazita Jona Metzgher e il sefardita Slomo Amar, che sono rimasti per 35 minuti a colloquio con il Pontefice, accompagnati dal direttore generale del Gran Rabbinato, Oded Wiener. Un’udienza svoltasi, a detta degli stessi rabbini, in un clima molto cordiale e amichevole, dalla quale «siamo usciti incoraggiati e rinforzati – ha sottolineato Amar – perché fa crescere la speranza, la riconciliazione e la fratellanza fra le due religioni».
    Il buon momento delle relazioni ebraico-cattoliche è testimoniato anche dalle parole del breve discorso Papa. «Il dialogo tra la Chiesa cattolica e il rabbinato di Israele – ha affermato Giovanni Paolo II – è un segno di grande speranza. Non dobbiamo risparmiare nessuno sforzo nel lavorare insieme per costruire un mondo di giustizia, di pace e di riconciliazione tra tutti i popoli».
    È stata questa, del resto, una delle grandi rotte seguite durante tutto il suo ministero di successore di Pietro. E Papa Wojtyla, infatti, lo ha sottolineato apertamente davanti ai due rabbini. «Nei venticinque anni del mio pontificato – ha proseguito – ho compiuto ogni sforzo per promuovere il dialogo e per far avanzare sempre maggior com prensione, rispetto e cooperazione tra noi». Anzi, ha aggiunto, «il mio pellegrinaggio giubilare in Terra Santa rimane uno dei momenti forti del mio pontificato». Per questo Giovanni Paolo II ha concluso con un auspicio: «Possa la Divina Provvidenza benedire il nostro impegno e coronarlo con il successo».
    L’udienza papale è stata poi al centro anche della successiva conferenza stampa che i due rabbini hanno tenuto al secondo piano della Sinagoga di Roma, presente anche il rabbino capo, Riccardo Di Segni. Metzger, che indossava il classico pastrano della tradizione askenazita e un cappello scuro, e Amar (turbante e tunica nera con fregi d’oro, come nella tradizione sefardita) hanno riferito di aver ringraziato il Pontefice per i suoi ripetuti interventi «contro l’antisemitismo e contro il terrorismo» e gli hanno chiesto di «esercitare il suo peso morale» per la liberazione dei soldati israeliani detenuti dagli Hezbollah libanesi.
    Papa Wojtyla, hanno sottolineato, «è stato molto caloroso con noi e profondamente interessato ai temi del colloquio». Tra i quali, naturalmente, la lotta all’antisemitismo e l’impegno contro il terrorismo «che tiene in ostaggio la pace» hanno fatto la parte del leone, come ha riconosciuto anche l’ambasciatore di Israele presso la Santa Sede, Oded Ben Hur.
    Quanto all’antisemitismo, i due rabbini israeliani hanno citato le parole del Papa che più volte, in passato, ha detto: «Dobbiamo insegnare alle coscienze a considerare l’antisemitismo e ogni forma di razzismo come peccati contro Dio e l’umanità». «Il fatto stesso che l’incontro odierno sia avvenuto – ha spiegato Amar – ci dà speranza che si intensifichino sempre di più i rapporti fra noi, perché riteniamo che una delle più grandi sciagure del mondo sia la mancanza di dialogo e di comunicazione. Ognuno vive dentro i propri pensieri e così si creano montagne d’odio».
    Di qui, dunque l’invito al dialogo, anche in funzione della lotta al terrorismo. Un invito che l’altro rabbino capo, Metz ger, ha rivolto anche ai leader religiosi dell’islam. «Tante volte abbiamo chiesto loro di non approfittare della religione per alimentare il terrorismo – ha sostenuto –. Siamo tutti figli dello stesso padre Abramo. E come può un padre gioire quando vede un figlio che ammazza l’altro?».
    A questo punto del discorso, poi, il rabbino askenazita si è riferito al recentissimo attentato kamikaze al valico di Erez compiuto da una mamma palestinese di 21 anni, «il cui mandante – ha accusato – si ritiene sia il leader spirituale di Hamas, lo sceicco Ahmed Yassin». «Come può questo sceicco rivolgersi a Dio dicendo: facciamo questo per te?», si è chiesto Metzger. «Basta col sangue – ha concluso – i leader islamici prendano piuttosto esempio dal Papa e dalle sue parole di pace».
    Infine lo scambio di doni. I rabbini hanno portato al Papa un candelabro, ma gli hanno anche chiesto di prestare alcuni manoscritti, o altri oggetti ebraici attualmente custoditi in Vaticano, per una mostra che si terrà in Israele, in occasione degli 800 anni dalla morte di Maimonide. Un prestito che sperano «possa diventare permanente, in segno di amicizia». Nessun cenno, invece, alla famosa menorah del Tempio di Gerusalemme, trafugata da Tito nel 70 d.C. e che, secondo una leggenda, si troverebbe a Roma. «Si è aperta un’occasione di dialogo – ha concluso Amar –. Non vogliamo sprecarla a parlare di questi argomenti».
    "


    Shalom!!!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ospite

    Predefinito

    Il 2004 è nato sotto i miglior auspici per quanto rigurda il dialogo tra il catolicesimo e l'ebraismo, bisogna propio dirlo, grazie Pieffebi per il bell'articolo che hai postato

  3. #3
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Manuel
    Il 2004 è nato sotto i miglior auspici per quanto rigurda il dialogo tra il catolicesimo e l'ebraismo, bisogna propio dirlo, grazie Pieffebi per il bell'articolo che hai postato
    Il dialogo tra Cattolici ed Ebrei avrà il suo pieno compimento quando, secondo i disegni di Dio, questi ultimi esclameranno "Benedetto colui che viene nel nome del Signore", rifendolo a Cristo, riconoscendo che il messia è venuto storicamente nel Signore Gesù e che al di fuori di Lui non v'è salvezza.
    Questa è la promessa di Dio, vaticinata da S. Paolo nella Lettera ai Romani.
    Preghiamo che il Signore, nei suoi disegni, voglia affrettare questo riconoscimento da parte degli Ebrei.

    Augustinus

  4. #4
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sei così impaziente di vedere la fine del mondo?

  5. #5
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by krentak
    Sei così impaziente di vedere la fine del mondo?
    Non è detto che alla conversione degli ebrei segua immediatamente la fine del mondo. Soltanto si legge in S. Paolo che essa non può avvenire prima di ciò. Ma solo dopo. Non si sa però quando: se cioè immediatamente o a distanza di tempo ... .
    E poi la fine del mondo cosa sarebbe se non l'incontro definitivo e perfetto con Dio? Ecco perchè i cristiani da sempre esclamano "Maranatha". E questa non può non essere anche la nostra invocazione.

    Augustinus

  6. #6
    Ospite

    Predefinito

    Cattolici ed ebrei possono convivere senza problemi, basta che ci sia semprle il reciproco rispetto. proporre invece l'antigiudaismo perchè nel'ebreo viene visto un pericolo per la fede è sinonimo di stupidità, un cattolico non cambia idea su Gesu Cristo e la dottrina della Chiesa perchè ha rapporti di lavoro, amicizia od altro con gli ebrei, in più con l'ebraismo ci sono tantissimi punti comune su tutti il testo sacro del vecchio testamento e non mi pare poco.

  7. #7
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by doddy
    te lo dico a te , ma non dirlo anessuno .

    Gli ebrei non si convertiranno in prossimita della fine del mondo , no !
    Gli ebrei si convertiranno in prossimita del "regno dei mille anni" , come diceva San Giustino martire (2°secolo ) e San Bernardino da Siena . Si, perchè pare che ci sara prima un regno universale buono, dove Dio dimostrera ai malvagi che il Regno di Dio non era solo una chimera impossibile in questo mondo .
    Il regno di Dio è fatto solo per questo mondo ,perchè nel regno dei cieli non c'è traccia del male .
    Doddy/affus è ritornato tra noi. Si è operata nuovamente la trasformazione, anche se noi preferiamo affus.
    Comunque, vorrei far rilevare come quella da te proposta (il chiliasmo o millenarismo) non è altro che un'ìdea, sempre stata presente nella Chiesa, ma che è stata condannata da Pio XII e che oggi è sostenuta da alcuni gruppi protestanti, come quello dei Testimoni di Geova.
    Sei forse tra loro?

    Augustinus

  8. #8
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Manuel
    Cattolici ed ebrei possono convivere senza problemi, basta che ci sia semprle il reciproco rispetto. proporre invece l'antigiudaismo perchè nel'ebreo viene visto un pericolo per la fede è sinonimo di stupidità, un cattolico non cambia idea su Gesu Cristo e la dottrina della Chiesa perchè ha rapporti di lavoro, amicizia od altro con gli ebrei, in più con l'ebraismo ci sono tantissimi punti comune su tutti il testo sacro del vecchio testamento e non mi pare poco.
    Caro Manuel,
    qui devi distinguere l'antigiudaismo dall'antisemitismo, che sono due cose diverse. L'antigiudaismo, seppur in misura ridotta, fa ancora parte della teologia cattolica. Ma esso non nasce da un odio o da diffidenza della Chiesa cattolica. In altre parole non è la Chiesa che ha fatto il primo passo, bensì lo stesso ebraismo, il quale nel Talmud esprime chiaramente un'idea di forte odio nei riguardi dei cristiani, tanto da invitare - laddove è possibile - a sopprimerli fisicamente. Anzi, da parte di qualche illustre rabbino ebreo si sostiene addirittura che l´eredità storica dello stesso Stato d'Israele comprenda anche la Halacha (regole religiose ebraiche), che tra l´altro afferma: "Solo voi (gli ebrei) siete chiamati esseri umani; le nazioni del mondo non sono degli esseri umani"; "Non siete tenuti ad aiutare un goy (non Ebreo) poiché è detto "i pagani (cioè i non ebrei, tra i quali in primis i cristiani) non contano".
    Questo devi considerare. Non è una diffidenza cattolica, ma ... ebrea stessa.
    La Chiesa, nonostante tutto e nonostante le riserve ebraiche sui goym (non ebrei, tra i quali sono i cristiani), dialoga con gli Ebrei, ma al contempo auspica e prega perchè giungano alla piena redenzione. Ecco, ad es., le parole della preghiera n. 8 contenute nell'orazione colletta della Preghiera Universale del Venerdì Santo:

    O Dio onnipotente ed eterno, che hai fatto le tue promesse ad Abramo e alla sua discendenza, ascolta la preghiera della tua Chiesa, perchè il popolo primogenito della tua alleanza possa giungere alla pienezza della redenzione. Per Cristo nostro Signore. Amen.

    Cordialmente

    Augustinus

  9. #9
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    333 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito

    Affuse?

  10. #10
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Pasquin0
    Affuse?
    Sì caro Pasquino. Doddy altri non è che l'alter ego di affus. Le voci più accreditate dicono che sia la stessa persona e che lui subisca, a cicli lunari, uno sdoppiamento di personalità, emergendo, di tanto in tanto, doddy. Una sorta di dott. Jekill e Mr. Hyde per intenderci.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-04-10, 02:39
  2. Dentro la Chiesa Cattolica, la Chiesa Cattolica.
    Di merello nel forum Cattolici
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 08-09-08, 10:07
  3. Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 02-03-08, 13:20
  4. Basta finanziamenti alla Chiesa cattolica, la Chiesa deve essere povera...
    Di Ichthys nel forum La Filosofia e il Pensiero Occidentale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-01-04, 23:58
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-11-02, 01:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226