''Massimo impegno del governo per far crescere dialogo e rispetto''
Il messaggio del premier per il 'Giorno della Memoria': ''Per un monitoraggio sui pericoli di regressione verso intolleranza, razzismo e xenofobia''

Il premier Silvio Berlusconi
(foto Infophoto)





Pera: ''Capire e impegnarsi per non dimenticare''
Ciampi: ''Ricordiamo affinche' l'orrore non possa ripetersi''





Roma, 27 gen. (Adnkronos) - ''Il nostro governo agira' con il massimo impegno per far crescere il dialogo, il rispetto e l'accettazione tra culture e religioni diverse, in modo che ciascuno riconosca in ogni 'altro' un suo fratello''. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in occasione del Giorno della memoria, annunciando l'istituzione di un comitato interministeriale contro la discriminazione e l'antisemitismo.
''Coerentemente con la mozione sull'antisemitismo approvata dal Senato il 20 gennaio scorso -ha sottolineato il premier in un messaggio diffuso dall'ufficio stampa della Presidenza del Consiglio- ho invitato il ministro dell'Interno a promuovere l'istituzione di un comitato interministeriale contro la discriminazione e l'antisemitismo''. Da parte sua il ministro dell'Interno, Giuseppe Pisanu, ha confermato di aver avviato la costituzione del comitato interministeriale. Questo organismo, ha assicurato il presidente del Consiglio, ''sara' chiamato a esercitare un monitoraggio costante sui pericoli di regressione verso forme di intolleranza, razzismo e xenofobia e ad individuare gli strumenti educativi e sanzionatori per contrastare efficacemente ogni comportamento ispirato da odio religioso o razziale''.
''E' con questo spirito -ha avvertito Berlusconi- che abbiamo portato all'approvazione dell'ultimo Consiglio europeo, quello con cui si e' concluso il nostro semestre di presidenza, l'impegno di tutta l'Unione europea ad opporsi ad ogni di estremismo, di intolleranza e di xenofobia''. I ''mali che ancora pregiudicano la convivenza pacifica e democratica. Per questo, abbiamo sempre sottolineato la profonda preoccupazione per l'aumento di episodi di intolleranza antisemita, sia contro i luoghi di culto, sia contro singole persone''.
''L'antisemitismo -ha scritto ancora il premier- come ogni forma di razzismo, e' una piaga che deve essere curata con l'impegno di tutti, perche' colpisce non solo le proprie vittime, ma anche la societa' nella sua interezza. In questa giornata che ci unisce nel doloroso ricordo nel sacrificio di milioni di nostri fratelli, sento il bisogno di rivolgermi in particolare ai giovani. Sono loro che devono vigilare perche' in futuro la violenza e l'arroganza non spengano la speranza di tutti noi in un mondo piu' libero e giusto, in cui tutti possano vivere con pari dignita' e rispetto reciproco''.
Il Giorno della memoria, ha affermato Berlusconi, ''assume quest'anno per il nostro Paese un significato speciale''. ''Il prossimo marzo, infatti, l'Italia avra' l'onore di presiedere la task force internazionale per la Shoah, l'organismo internazionale di cui fanno parte 16 Paesi, che persegue il fine, attraverso l'insegnamento, la formazione dei docenti e la promozione di ricerche e studi, di mantenere viva la memoria collettiva dello sterminio di milioni di ebrei''. La task force, ha aggiunto il Cavaliere, ''opera per trasmettere alle nuove generazioni il ricordo delle atrocita' commesse dai nazisti, affinche' non si debba mai piu' assistere all'annichilimento e all'annientamento dell'essere umano, l'aberrazione a cui conduce ogni totalitarismo''.
Vittorio Amato