User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Non vogliamo tornare in caserma.....

    Così parlano Comencini & Beggiato......

    Domenica, 1 Febbraio 2004




    I due ex leghisti hanno sbattuto la porta a Bossi e avviato il dialogo col fronte un tempo nemico. «Portiamo in dote il vero federalismo»
    «Prove di alleanza con il centrosinistra»
    Beggiato e Comencini: non vogliamo tornare nella "caserma" dove si obbedisce agli ordini di Milano

    Mestre
    C'erano anche Ettore Beggiato e Fabrizio Comencini, rispettivamente segretario nazionale (nel senso regionale) e vicesegretario della Liga Fronte Veneto, al congresso veneto della Margherita. Proprio loro, due esponenti di quel mondo autonomista e federalista «che ha ripudiato il populismo della Lega», per usare le parole del coordinatore regionale Diego Bottacin. E dunque a questo mondo che il partito di Rutelli, almeno in Veneto, guarda come un potenziale alleato nell'operazione di allargare la coalizione di centrosinistra. Già, spiegaBeggiato, che è stato anche assessore regionale del Carroccio, «stiamo valutando questo possibile percorso che, alle regionali del 2005, può sfociare in una lista con il centrosinistra a cui noi possiamo dare forte connotazione di federalismo. È avvenuto in Friuli Venezia Giulia e in Catalogna...».

    Ma cosa ci stanno a fare due ex leghisti con quelli che un tempo erano nemici politici? Beggiato e Comencini (era segretario veneto) nel 1998, sanzionarono la loro uscita dalla Lega guardando in faccia Umberto Bossi, durante un appuntamento che il Carroccio aveva organizzato a Ponte di Legno ,"patria" del Senatùr.

    E allora, Comencini, che ci azzeccano gli ex leghista con il centrosinistra?

    «Valutiamo la possibilità di un'alleanza a tutto campo. Ricordo che già a Verona, al ballottaggio, appoggiamo l'attuale sindaco Paolo Zanotto contribuendo alla sconfitta del centrodestra».

    L'avvicinamento risale a qualche tempo fa, attraverso Massimo Cacciari?

    «È così, e ora c'è una prospettiva su cui ragionare in vista delle elezioni provinciali e, più in là, per le regionali del 2005 e le politiche del 2006».

    E per le europee?

    «Siamo già impegnati in una compagine composta dagli altri movimenti autonomisti e federalisti europei, con i quali aderiamo all'Alleanza Libera Europa presente all'Europarlamento. Faremo lista unica con la Lega Autonomia Lombarda con il Partito Sardo d'Azione, con gli autonomisti sloveni...».

    Coerenti federalisti, ma liberi da alleanze organiche?

    «Certamente, piuttosto puntiamo ad alleanze tattiche».

    E perché non ritentare con il centrodestra?

    «Ma andiamo, è lo stesso Bossi che continua a dire che in due anni di governo di centrodestra non è stato fatto nulla: il nazionalismo della destra è un vincolo enorme. E poi, oltre alle pacche sulle spalle, ne abbiamo ricevute tante, nel centrodestra non abbiamo mai avuto l'occasione di un dialogo serio. Nonostante lo strappo di cinque anni fa, ho rispetto e simpatia per alcuni della Casa delle Libertà, anche leghisti. Ma la politica si fa con i programmi, con le persone e con patti che poi si rispettano».

    Il centrosinistra rispetta i patti?

    «In più di un anno di dialogo, spesso anche spigoloso, abbiamo riscontrato un vero interesse per le reali istanze autonomiste e federaliste... Bossi ha la sua strategia, cioé di rimanere l'unico interlocutore della cosiddetta area federalista ma per annientare qualunque realtà che gli fa ombra. Vede, noi siamo sempre disponibili, loro no. Nessun rancore, ma noi non vogliamo andare in caserma dove si obbedisce agli ordini che vengono da Milano...».

    Gi. Ga.



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    336 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: no a pensiero (mai nick name fu piu' errato)

    In origine postato da pensiero
    per favore sto essere immondo levatelo di torno
    ekko, ki non è d'accordo con te è immondo...buono a sapersi.

 

 

Discussioni Simili

  1. Maroni: "ci dicono che vogliamo le ronde? ebbene sì, le vogliamo!"
    Di Rossodisera nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 05-12-09, 14:41
  2. La caserma...
    Di wally nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-11-09, 15:58
  3. Socialismo Da Caserma
    Di Myrddin-Merlino nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 11-05-07, 18:16
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-04-05, 08:29
  5. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-10-04, 20:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226