SCHIO - L'onorevole Umberto Bossi sarà a Schio, sabato 14 Febbraio, in Piazza Statuto alle ore 20 con fiaccolata per il centro e comizio, per inaugurare la campagna referendaria contro il voto agli "extracomunitari".
La settimana scorsa l'ufficio elettorale del Comune ha presentato alla prima commissione il risultato del controllo sulle firme raccolte in piazza lo scorso mese di gennaio. Lo scarto delle stesse di circa 250 firme a causa di errori di scrittura, doppioni e mancata cittadinanza Scledense, non ha compromesso il lavoro, poiché le firme necessarie dovevano essere 1900 circa e ne sono state consegnate 2380. Ieri il Sindaco di Schio ha confermato con la giunta la data del Referendum consultivo cittadino che si terrà il prossimo 4 aprile.
La sezione della Lega di Schio, con l'appoggio di tutta la circoscrizione e la provincia, ha deciso di far diventare la battaglia locale contro il voto agli stranieri, esempio per tutti quei comuni nazionale che vogliono fare la stessa proposta. È stata immediata e positiva, quindi, la disponibilità da parte del nostro segretario Nazionale, Umberto Bossi, ad essere presente a Schio la prossima settimana per lanciare alla grande la campagna "referendaria" e con l'occasione aprire ufficialmente anche la campagna elettorale del Carroccio Scledense.
Il giorno di San Valentino occuperemo la Piazza Statuto dalle ore 15 (subito dopo il mercato) monteremo una grandissima "tenso-struttura" e organizzeremo una grandiosa "polentada" con la farina di Marano e soppressa nostrana fin dal pomeriggio.
Alle 20 si partirà da Piazza Rossi per una fiaccolata che si snoderà per le vie cittadine, e per finire in Piazza Statuto dove i parlamentari locali ed il ministro Umberto Bossi terranno il comizio.
Finita la manifestazione, su prenotazione, militanti e simpatizzanti Scledensi potranno cenare con l'onorevole Umberto Bossi presso il Ristorante "Due Mori" a San Vito di Leguzzano.


[Data pubblicazione: 04/02/2004]