User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Alcuni testi sulla "questione giudaica"



    ORO
    di Hugo Wast
    1999, pp. 264, euro 15,49
    Nella prima edizione italiana del 1936 (Oro era stato pubblicato in Argentina l'anno precedente) il traduttore presentava il libro come "un formidabile romanzo sociale, impastato d'attualissima realtà..." L'attualissima realtà era - ed è - il dominio dell'oro, l'impero planetario delle oligarchie finanziarie. "L'immensa lotta che Wast descrive, con respiro di poema epico, ha l'eternità e il patos del cozzo della materia contro lo spirito, della città di Satana contro la città di Dio, di Mosca, Londra, Ginevra contro Roma, di Wall Street contro piazza san Pietro."È l'epopea che viviamo.L'introduzione italiana non nasconde una diversa e più chiara definizione di quel mondo della "materia" che muove guerra alla "civitas Dei":....lo scoppio furibondo dell'odio ebraico, massonico, bolscevico, capitalista".Era lo stile fascista della comunicazione sociale: slogan politici con aggettivazioni "composte". Stile rozzo, ma istruttivo. È chiaro che il primo aggettivo, "ebraico", crea problemi gravi per il lettore dei nostri giorni: l'argomento resta innavicinabile.
    Dunque è innegabile che questa riedizione, a oltre sessant'anni dalla prima pubblicazione in lingua italiana, proceda su un campo minato. Del resto una tale materia, la dittatura invisibile della finanza sulla vita dei popoli, deve pur essere restituita alla verità della storia. Hugo Wast è lo pseudonimo di Gustavo Martinez Zuvirià. Nasce nel 1883 in Argentina, a Cordoba. Fu tra i pochissimi scrittori argentini capaci di vivere della loro penna (aveva abbandonato anche la professione forense) e alla fine del suo cammino di letterato, tradotto ai quattro angoli del mondo e adottato in molti collegi e università degli Stati Uniti per lo studio della lingua spagnola, Wast era diventato uno dei più grandi scrittori tra le due guerre, con un posto d'onore nella letteratura argentina.Nel 1934 fu nominato ministro della giustizia e della pubblica istruzione. Nel 1954, in clima di persecuzione ai danni della Chiesa, il libero muratore Pèron destituì Martinez dalla carica di direttore della biblioteca nazionale e abolì la legge sull'insegnamento religioso di cui era stato artefice. Nel 1962 muore a Buenos Aires.

    http://www.effedieffe.com/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito




    I SEGRETI DELLA DOTTRINA RABBINICA CRISTO E I CRISTIANI NEL TALMUD
    di I.B. Pranaitis
    1999, pp. 199, euro 10,33
    Monsignor Pranaitis, russo originario del Turkestan, sacerdote cattolico, dottore in teologia, professore di ebraico nell'università di Pietroburgo, stilò una preziosa antologia dei testi del Talmùd riguardanti Gesù e i cristiani, intitolata Christianus in Talmude Judeorum, che fu pubblicata nel 1892 a Pietroburgo con l'imprimatur dell'arcivescovo metropolita Kozlowski e che fu poi riprodotta in traduzione italiana (con a fianco il testo ebraico e latino) dalla casa editrice Tumminelli nel 1939.Il libro è diviso in due parti: la prima riporta le bestemmie del Talmùd contro i cristiani, Gesù e la Madonna. Nella seconda parte ritroviamo i precetti che il Talmùd impone all'ebreo contro i cristiani, comandando loro di disprezzarli, di danneggiarli nei beni, di mentire e giurare il falso contro di loro in giudizio e di sterminarli senza pietà. Il Talmùd è "il grande educatore del popolo ebraico" (L'univers israèlite, 22 novembre 1935, p. 137). Il professor De Vries ha scritto "si crede che l'antico testamento costituisca il libro base dell'insegnamento religioso per la gioventù israelitica; è un errore; (...) il libro le cui idee e dottrine impregnano l'inteligenza del giovane israelita e formano i costumi della sua famiglia è il Talmùd". (H. De Vries, Juifs et catoliques, Grasset, Paris, 1939, p. 176).Leggendo l'antologia raccolta dal Pranaitis ci si accorge che l'anima del Talmùd consiste nel disprezzo per il non ebreo, soprattutto per il cristiano, poiché "gli ebrei sono chiamati uomini, i popoli del mondo non sono chiamati uomini, ma bestie" (Baba mezia 114 bis).Riportiamo, a titolo d'esempio, due passi significativi citati nel libro, il cui studio consente di comprendere la natura dell'ebraismo talmùdico e il piano di dominio mondiale che ne deriva: "il migliore dei cristiani deve essere ammazzato.Spegnendo la vita ed uccidendo il cristiano riuscirai gradito alla Maestà Divina come colui che fa un'offerta d'incenso".

    http://www.effedieffe.com/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    CHI COMANDA IN AMERICA
    di Maurizio Blondet
    2002, pp. 180, euro 13,00
    "Chi comanda in America" è il logico sviluppo di "11 Settembre colpo di stato in U.S.A.", in cui si ipotizza lo scenario non di un attentato, ma di un putsch. In "Chi comanda in America" si analizza chi sono i componenti principali dell'establishment U.S.A.; in questo paese, per esempio, viene istituita una festa nazionale per celebrare il compleanno del rabbino capo della potentissima setta Lubavitcher e il ministro della Difesa, Donald Rumsfeld, ha inaugurato un'inquietante "privatizzazione" del Pentagono (mercenari privati, a contratto, formano ormai il 10 per cento della forza armata spiegata sui teatri di guerra, dall'Afghanistan all'Irak); la strategia militare è appaltata a istituti di ricerca privati, come il Defence Policy Board dell'israelita Richard Perle. Ora, Richard Perle (già dirigente della Soltam, fabbrica d'armi israeliana) siede con il numero due del Pentagono Paul Wolfowitz e col numero tre, Douglas Feith, in an'altra "fondazione culturale" privata: il Jewish Institute for National Security Affairs (JINSA). Qui, con i "consiglieri strategici" privati e filo-israeliani, compaiono generali e ammiragli che presiedono i consigli d'amministrazione delle grandi fabbriche di armamento a contratto per il Pentagono, il cosiddetto complesso militare-industriale. Nel JINSA si annodano le volontà politiche convergenti, l'abitudine alla segretezza, l'ideologia guerrafondaia, la disponibilità di mercenari tecnologicamente all'avanguardia e - soprattutto - tecnologie militari top secret che possono trasformare un Boeing di linea in un proiettile volante teleguidato, solo modificando il software del pilota automatico. Insomma, le competenze necessarie per attuare gli eventi dell'11 settembre e realizzare, dietro la maschera dell'attentato "arabo", un colpo di Stato.


    http://www.effedieffe.com/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    IL MISTERO DELLA SINAGOGA BENDATA
    di Enrico Maria Radaelli, introduzione di monsignor Antonio Livi
    2002, pp. 439, euro 30,00
    Il testo, che si avvale dell'introduzione di monsignor Livi, docente ordinario all'Università Lateranense, affronta, in termini metafisici, storici, gnoseologici, logici, estetici ed esegetici il tema della relazione tra Gesù (e quindi la Chiesa) e gli ebrei e sostiene l'assurdità logica e la pericolosità teologica di promuovere incontri fra le tre religioni monoteiste (ebraismo, cristianesimo e islam); ciò, sempre sostiene l'autore, per la ragione che il Dio dei cristiani o è il Dio - Trinità o non è per cui non è possibile dialogare con ebrei e islamici che negano appunto la Trinità, dialogo che rischia oltretutto di ingenerare nell'opinione pubblica cattolica il relativismo dogmatico assuefacendola all'errore o addirittura contribuendo a diffonderlo.
    Contrastando il Concilio Vaticano II che, nonostante si sia presentato come concilio pastorale, ha tolto fondamento teologico all'accusa generalizzata di deicidio contro gli ebrei, Radaelli sostiene invece che sia il Nuovo Testamento, che tutta la tradizione cattolica hanno e giustamente sostenuto tale accusa per 1962 anni e che dunque bisogna continuare a sostenerla; inoltre è da rivendicare e ribadire la tesi - contrastata da innovatori postconciliari - della sostituzione: cioè la Chiesa ha sostituito, nel piano della salvezza, Israele, la sinagoga bendata, appunto perché Israele ha deliberatamente respinto la missione di Cristo chiudendo gli occhi di fronte alla verità. L'unico Israele che oggi ha senso nel piano della salvezza è quello degli ebrei come Pietro e Paolo che hanno creduto in Gesù ed hanno annunciato la salvezza in nome suo, quello che per secoli ha poi fatto la Chiesa cattolica guidata dal magistero dei Papi.
    Tutta la Chiesa prima del Concilio (duemila anni di vita caritativa) è messa sotto accusa da una Chiesa post conciliare (pochi decenni di inutile ecumenismo); non a caso solo oggi si trovano, per la prima volta nella storia di tutta la Chiesa, dottrine da eliminare, sacre Scritture da correggere, atti di cui chiedere perdono; la Chiesa di ieri è giudicata, irrisa, perseguitata da una Chiesa di oggi.
    A questo proposito Radaelli pone un dilemma: O pentirsi dell’insegnamento di quarant’anni (post - Vaticano II) o di quello di duemila.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    G. Batault, Aspetti della questione giudaica. Euro 7,25.
    Le cause remote e permanenti della critica antigiudaica.


    E. Malynski, La guerra occulta. Euro 15,50
    I segni distintivi - non riscontrabili ad un’indagine superficiale - degli eventi che costituiscono la "storia moderna".


    Gian Pio Mattogno, L’antigiudaismo nell’Antichità classica, pp. 230. Collezione “Paganitas”, VIII, 2002, Euro 21,00.
    L’opera curata da Gian Pio Mattogno costituisce la prima raccolta organica sinora apparsa in Italia di testi antigiudaici relativi all’antichità classica nonché l’unica, in assoluto, dopo le opere di Th. Reinach e di M. Stern. In essa, inoltre -ed è questa una caratteristica che la differenzia da tutte le altre ricerche affini-, i testi sono preceduti da uno studio che li inserisce sistematicamente nel contesto delle origini della questione ebraica nel mondo ellenico-romano.

    La questione ebraica. Euro 10,40
    Rassegna di studi sulla morfologia dell’ebraismo. N. 1
    "Storia ebraica e giudaismo secondo Israel Shahak; I fondamenti teologici della Tôrâh; I fondamenti teologici dello Zohar; L’atteggiamento del Talmud di fronte al non ebreo; La questione ebraica e il diritto ecclesiastico."

    http://www.libreriaar.it/
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    MISTERI E SEGRETI DEL B'NAI B'RITH
    --------------------------------------------------------------------------------


    Emmanuel Ratier ci presenta uno studio molto interessante sul "B'nai B'rith". Su questo argomento non era stato scritto ancora nulla di cosi completo, dettagliato e nello stesso tempo ben documentato



    http://www.sodalitium.it/SinglePage...;page=librimain
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Storia ebraica e giudaismo.
    --------------------------------------------------------------------------------


    Israel Shahak, un ebreo israeliano nato in Polonia, deportato a Belsen, intraprende uno studio avvincente per dimostrare fino a che punto lo Stato laico di Israele è stato dotato dall'ortodossia religiosa di una natura odiosa e potenzialmente funesta


    http://www.sodalitium.it/SinglePage...;page=librimain
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I Guerrieri d'Israele
    --------------------------------------------------------------------------------


    € 20,70 (400 pag.) Emmanuel Ratier. Per la prima volta al mondo, questo libro fa il punto su un soggetto assolutamente tabù: le milizie sioniste e l’autodifesa ebraica.


    http://www.sodalitium.it/SinglePage...;page=librimain
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'antisemitismo. Storia e cause
    --------------------------------------------------------------------------------


    € 15,50, (320 pag). Bernard Lazare
    "L’antisémitisme, son histoire et ses causes" di Bernard Lazare è un classico della letteratura sul/contro il giudaismo ma, per quanto ne sappiamo, non ha ancora avuto una traduzione italiana. Questo libro completa così idealmente il libro di Israel Shahak. Scrivendo nel 1894 l’opera che lo rese celebre, L’antisémitisme, appunto, Bernard Lazare, un ebreo secolarizzato,attratto dai movimenti anarchici e socialisti, sosteneva che la causa dell’antisemitismo non doveva essere ricercata tanto negli antisemiti, quanto piuttosto nella mentalità stessa degli ebrei, mentalità consistente appunto nei “tre millenni” di giudaismo di cui parla Israel Shahak. Sarebbe stata dunque la religione rabbinica a plasmare quel popolo ebraico, così diverso da tutti gli altri, con delle caratteristiche tali da provocare come reazione - ingiusta ma ineluttabile - l’antisemitismo.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    "L'ESOTERISMO"
    di Don Curzio Nitoglia
    Euro 14

    Richiedibile presso CENTRO LIBRARIO SODALITIUM
    TEL.0161.83.93.35.
    EMAIL: [email protected]
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 1 Gennaio 2005 - 1 Gennaio 2007: CRISTIAN, PRESENTE!
    Di Daniele (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-01-07, 14:01
  2. Roma, 30 gennaio 2005 : Nasce Legittima Difesa
    Di Skarm nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 30-01-05, 20:49
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-01-05, 22:17
  4. Conferenza di Don Nitoglia a Roma contro il nichilismo 15.01.2005
    Di Guelfo Nero nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-01-05, 22:14
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-01-03, 17:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226