User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Jun 2002
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,297
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La funzione sacrificale della Lega al Governo

    Sono convinto che non sia Bossi a tenere in pugno Berlusconi – ma il contrario.

    La situazione è plasticamente riprodotta dal bravissimo Giannelli – che sul Corriere raffigura il cagnaccio Bossi sempre al guinzaglio del “dandy” Berlusconi

    Traggo qs convinzione da due ordini di riflessione :

    A) la costruzione di un soggetto politico territoriale chiamato Padania è ora più che mai dall’inizio dell’attività politica del movimento – in alto mare

    B) per converso i leghisti al Governo e al Parlamento si sono più di tutti distinti x la loro attività di killeraggio politico x conto terzi (leggi : Berlusconi) – in altri termini : ciò che i forzisti non potevano decentemente fare (per l’ovvio motivo di dover conservare un minimo di “immagine”) , e ciò che persino agli alleati AN e UDC ripugnava fare ... ebbene , veniva delegato alla Lega

    Tanto x fare un paio di esempi : Castelli che sposta d’ufficio il giudice Brambilla x “ammazzare” il processo SME (tentativo peraltro non riuscito) , ancora lo stesso Castelli che blocca una richiesta di rogatoria negli USA - salvo poi fare penosa marcia indietro in seguito alla sollevazione del suo sottosegretario , Vietti , e alla indignazione di mezzo Paese

    Ultimo esempio , fresco fresco : La Lega mandata avanti a chiedere le dimissioni di Prodi , colpevole di interventismo politico negli affari italiiani

    Insomma un ruolo , quello della Lega , che rimanda a una ben definita funzione sociale : INFATTI IN OGNI ORGANISMO ASSOCIATIVO PIU’ O MENO COMPLESSO , DESTINATO A INTERAGIRE CON L’OPINIONE PUBBLICA , OCCORRE IL MEMBRO CHE SI ASSUME IL CARICO DEL “LAVORO SPORCO” – AL FINE DI CATALIZZARE SOPRA DI SE’ L’INEVITABILE RIPROVAZIONE SOCIALE E SALVAGUARDARE , PER QUANTO E’ POSSIBILE , LA “PUREZZA” (SI FA PER DIRE...) DEGLI ALTRI ASSOCIATI

    Questo è il compito della Lega al Governo : fare il lavoro sporco nell’interesse di Berlusconi e salvaguardare così l’immagine del partito di Berlusconi – Forza Italia .

    Per quanto riguarda le minacce di spaccare la coalizione , rompere il governo , e ci metto dentro anche gli insulti agli altri partners della coalizione – ebbene , si tratta dell’esca che quotidianamente RPL (Radio Padania Libera) lancia ai suoi fidelizzati ascoltatori per mostrare quanto è bravo il Grande Capo a non farsi mettere i piedi in testa dai quei poltronari di Roma ladrona !

    Un teatrino insomma , peraltro sempre più difficile , ogni giorno che passa , da reiterare... anche perchè , per quanto siano varie e fantasiose le invenzioni di Bossi , il copione è irrimediabilmente sempre lo stesso , e già qualche ascoltatore comincia , timidamente , a avanzare qualche dubbio e labile protesta per il terrificante vuoto di risultati concreti portati a casa

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    AUTODIFESA ETNICA TOTALE!
    Data Registrazione
    20 Oct 2003
    Località
    "Noi vogliamo solo essere liberi e continuare a vivere come sempre, conservando ciò ch'è nostro senza dover obbedire a signori stranieri" Il Signore degli Anelli, pg. 530
    Messaggi
    1,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La tua analisi, caro Delaware, e' lucida quando impietosa, in effetti anch'io avrei preferito che la Lega uscisse dal governo molto tempo fa.
    Del resto dobbiamo anche guardarci intorno, quale altro soggetto politico esiste che possa catalizzare le stesse finalita' (quelle vere) della Lega

  3. #3
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    26 Jan 2004
    Messaggi
    7
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Se non riuscite ora ...

    che c'è un milanese/padano alla presidenza del consiglio, mi chiedo quando mai ce la farete a costituire questo fantomatico soggetto politico territoriale chiamato Padania.
    Toglietemi una curiosità, ma dal punto di vista territoriale, questa Padania fino a dove arriverebbe? Sarebbe inclusa anche l'Emilia Romagna, che di padano ha poco e niente?
    Ve lo chiedo perché ho letto in passato assurdità del tipo che anche la Toscana e l'Umbria sono regioni padane. A parte il fatto che una tale ipotesi farebbe drizzare i capelli a un fiorentino o a un perugino, cosa mi potete dire a riguardo?

  4. #4
    FRONTE LEGHISTA
    Data Registrazione
    08 Sep 2003
    Messaggi
    346
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La funzione sacrificale della Lega al Governo

    In origine postato da Delaware
    Sono convinto che non sia Bossi a tenere in pugno Berlusconi – ma il contrario.

    La situazione è plasticamente riprodotta dal bravissimo Giannelli – che sul Corriere raffigura il cagnaccio Bossi sempre al guinzaglio del “dandy” Berlusconi

    Traggo qs convinzione da due ordini di riflessione :

    A) la costruzione di un soggetto politico territoriale chiamato Padania è ora più che mai dall’inizio dell’attività politica del movimento – in alto mare

    B) per converso i leghisti al Governo e al Parlamento si sono più di tutti distinti x la loro attività di killeraggio politico x conto terzi (leggi : Berlusconi) – in altri termini : ciò che i forzisti non potevano decentemente fare (per l’ovvio motivo di dover conservare un minimo di “immagine”) , e ciò che persino agli alleati AN e UDC ripugnava fare ... ebbene , veniva delegato alla Lega

    Tanto x fare un paio di esempi : Castelli che sposta d’ufficio il giudice Brambilla x “ammazzare” il processo SME (tentativo peraltro non riuscito) , ancora lo stesso Castelli che blocca una richiesta di rogatoria negli USA - salvo poi fare penosa marcia indietro in seguito alla sollevazione del suo sottosegretario , Vietti , e alla indignazione di mezzo Paese

    Ultimo esempio , fresco fresco : La Lega mandata avanti a chiedere le dimissioni di Prodi , colpevole di interventismo politico negli affari italiiani

    Insomma un ruolo , quello della Lega , che rimanda a una ben definita funzione sociale : INFATTI IN OGNI ORGANISMO ASSOCIATIVO PIU’ O MENO COMPLESSO , DESTINATO A INTERAGIRE CON L’OPINIONE PUBBLICA , OCCORRE IL MEMBRO CHE SI ASSUME IL CARICO DEL “LAVORO SPORCO” – AL FINE DI CATALIZZARE SOPRA DI SE’ L’INEVITABILE RIPROVAZIONE SOCIALE E SALVAGUARDARE , PER QUANTO E’ POSSIBILE , LA “PUREZZA” (SI FA PER DIRE...) DEGLI ALTRI ASSOCIATI

    Questo è il compito della Lega al Governo : fare il lavoro sporco nell’interesse di Berlusconi e salvaguardare così l’immagine del partito di Berlusconi – Forza Italia .

    Per quanto riguarda le minacce di spaccare la coalizione , rompere il governo , e ci metto dentro anche gli insulti agli altri partners della coalizione – ebbene , si tratta dell’esca che quotidianamente RPL (Radio Padania Libera) lancia ai suoi fidelizzati ascoltatori per mostrare quanto è bravo il Grande Capo a non farsi mettere i piedi in testa dai quei poltronari di Roma ladrona !

    Un teatrino insomma , peraltro sempre più difficile , ogni giorno che passa , da reiterare... anche perchè , per quanto siano varie e fantasiose le invenzioni di Bossi , il copione è irrimediabilmente sempre lo stesso , e già qualche ascoltatore comincia , timidamente , a avanzare qualche dubbio e labile protesta per il terrificante vuoto di risultati concreti portati a casa
    Non penso che Berlusca tenga sotto scacco Bossi, penso invece ci sia un patto segreto tra i 2 Mr B.

    Sono d'accordo con le tue osservazioni riguardanti l'allontanamento della Secessione dai programmi della Lega.
    Prima o poi anche la Lega avrà un suo "congresso di Fiuggi" dove ripudierà le frasi di Bossi sui terroni, roma ladrona ecc.

    è vero che a volte la Lega ha perso la faccia difendendo a spada tratta gli interessi del premier, ma nel caso delle dimissioni di Prodi la Lega ha ragione.

    Le minacce di crisi ormai hanno stancato l'opinione pubblica, che giustamente vedono Bossi come un cane che abbaia e non morde, proprio come nelle vignette umoristiche...

  5. #5
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Se non riuscite ora ...

    In origine postato da mithrandir
    questa Padania fino a dove arriverebbe? Sarebbe inclusa anche l'Emilia Romagna, che di padano ha poco e niente?...........


    .........cosa mi potete dire a riguardo?
    che sei un demente.

  6. #6
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    15 Feb 2004
    Località
    prov Alessandria
    Messaggi
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Se non riuscite ora ...

    In origine postato da mithrandir
    che c'è un milanese/padano alla presidenza del consiglio, mi chiedo quando mai ce la farete a costituire questo fantomatico soggetto politico territoriale chiamato Padania.
    Toglietemi una curiosità, ma dal punto di vista territoriale, questa Padania fino a dove arriverebbe? Sarebbe inclusa anche l'Emilia Romagna, che di padano ha poco e niente?
    Ve lo chiedo perché ho letto in passato assurdità del tipo che anche la Toscana e l'Umbria sono regioni padane. A parte il fatto che una tale ipotesi farebbe drizzare i capelli a un fiorentino o a un perugino, cosa mi potete dire a riguardo?
    Carissimo Italiano sappi che commenti come questi lasciano solo presagire un tuo stato di paura al pensiero che gente che ha sempre prodotto ricchezza e benessere ed ha sempre mantenuto mezza italia che non faceva nulla possa crearsi una nazione autonoma dove la mafia romana e terrona e il pensiero borbonico non passerebbe mai.
    Mi chiedo tu di dove sei?o per lo meno se sei del nord se ti senti forse un patriota italiano.E se si allora perchè quando nascerà la padania non vai a metterti su casa a porta portese?
    La gente del nord ha sempre più a cuore le sue origini,e ricorda bene che la padania nazione è una cosa talmente tanto urgente,quanto prioritaria per il popolo padano.

    Non prendertela per questa risposta,daltronde non puoi pretendere di venire in un forum di padani e lanciare frecce e poi pretendere di non essere contraddetto.

    Buona Padania anche a te comunque

  7. #7
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    26 Jan 2004
    Messaggi
    7
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Complimenti ...

    per lo stile delle risposte.
    Io, sinceramente, non mi sono proposto con arroganza e prese in giro. Ho fatto solo una domanda, determinata da una precisa curiosità. Tempo fa il direttore della Padania aveva detto in Rai che questa entità territoriale arrivava fino in Umbria, Toscana e Marche. In altri casi avevo sentito che sarebbe esclusa anche l'Emilia-Romagna. Volevo semplicemente un po' di chiarezza.
    Evidentemente l'insulto fa parte di un certo modo di fare politica.
    Lei mi chiede di dove sono:
    senza alcuna titubanza Le dico che sono romano, che poco mi sento italiano, nel senso che non considero italiani coloro che si trovano oltre il Rubicone. Questo lo dico senza polemica e senza offendere la Vostra gente (senza sparare idiozie tipo mafia romana, che non esiste, o tipo nord ladrone per tangentopoli e tanzi, che non sarebbe corretto per quella buona parte di padani che lavora e produce ricchezza).
    Io sarei felice non del federalismo, che sta danneggiando l'efficienza del paese (e favorendo, da nord a sud, certi localismi "mafiosi"), ma di una secessione. Le sembrerà stano, ma qui a Roma siamo in molti a pensarla così.
    Se si trovasse a fare un salto da queste parti, magari per solo turismo o per lavoro, sentirebbe molti romani parlare favorevolmente di secessione, perché in effetti siamo stanchi anche noi di questo paese.
    Bossi ha detto che bisogna proteggere anche i romani da "Roma ladrona" e ha ragione.
    Forse lei no lo sa ma, per farLe un esempio, i romani sono, insieme ai milanesi, quelli che pagano più tasse di tutti (non è inventato, sono dati effettivi e provati).
    In conclusione, mettendo da parte l'insulto, che non serve a niente, e Le assicuro, vista l'indole molto pratica del romano, poco lo può colpire, proprio da queste parti trovereste i favori per l'obiettivo ultimo della Lega: la secessione.
    Qui a Roma sa come si dice? "Io Italiano? No, Romano"

  8. #8
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    26 Jan 2004
    Messaggi
    7
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Diversità di vedute

    Capisco che possa dubitare, ma si fidi, a Roma la pensiamo così.
    Infatti, per farle un esempio, a Roma non parliamo mai di lombardi o piemontesi o veneti. Usiamo due termini soltanto: padani e, talvolta, sabaudi. Questa concezione non è radicata da poco ma da secoli. Già nell'antica Roma il territorio "sacro", non valicabile, era delimitato dal Rubicone (ricorda il famoso gesto di Cesare?) Tutto ciò che era a nord del Rubicone era Gallia (Cisalpina, per distinguerla dalla Transalpina/oggi Francia). Questa concezione è rimasta radicata a Roma (le confermerebbero tutto i nonni di qualunque romano/laziale), tanto che da sempre per i romani tutto ciò che è oltre l'Emilia-Romagna è terra straniera (così come tutto ciò che è al di sotto del Lazio). Lei può non credermi, ma questo Le direbbe qualunque romano se entrasse, seriamente, nel merito del tema.
    Sul fatto dell'equazione romano = italiano, Le assicuro che non esiste proprio da queste parti.
    Si ricordi che l'italianità è stata imposta dai piemontesi anche ai romani. Si vada a rileggere i libri di storia e vedrà il malcontento diffuso che venne suscitato a Roma con la breccia di Porta Pia, con l'introduzione della "burocrazia", inesistente a Roma come in altre parti d'Italia, tipica dei Savoia.
    Massimo D'Azeglio disse: "fatta l'Italia, bisogna fare gli italiani". D'Azeglio non era certo un romano!
    Se in passato a Roma ci sono stati moti stile "lega", sono sempre stati indipendentisti e mai con l'obiettivo di creare l'Italia. Due esempi?
    Cola di Rienzo e, in parte, la Repubblica Romana.

    Sul tema della forma mentis concordo con Lei.
    Anzi, mi preoccuperei se vi fosse un modo simile di vedere tra romani e padani. Nessuna offesa, ma non sarebbe conforme al nostro modo di pensare e di agire, che è, per nostra fortuna e penso anche per vostra, opposto al vostro.

    Per concludere:
    padani e romani sono popolazioni nettamente differenti. A mio avviso non abbiamo nulla in comune. Basta sentire parlare un veneto, ché di romano non ha nulla (e viceversa, per fortuna nostra e vostra).
    Fate caso di una cosa: chi si oppone alla secessione? Avete mai visto i romani irarsi per una cosa del genere? Ricordate mai un romano controbattere e dire che la secessione è dannosa? E' curioso, ma chi si oppone è Berlusconi (milanese), Fini (bolognese), Fassino (non ricordo di dove sia ma di certo non è romano). Ci saranno anche politici romani contro la secessione, ma stia sicuro, questo glielo garantisco, nessun cittadino romano alzerà mai un dito contro la secessione. Anzi, potreste trovare una valida spinta dai vostri nemici storici, ossia noi romani.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Diversità di vedute

    In origine postato da mithrandir
    Capisco che possa dubitare, ma si fidi, a Roma la pensiamo così.
    Infatti, per farle un esempio, a Roma non parliamo mai di lombardi o piemontesi o veneti. Usiamo due termini soltanto: padani e, talvolta, sabaudi. Questa concezione non è radicata da poco ma da secoli. Già nell'antica Roma il territorio "sacro", non valicabile, era delimitato dal Rubicone (ricorda il famoso gesto di Cesare?) Tutto ciò che era a nord del Rubicone era Gallia (Cisalpina, per distinguerla dalla Transalpina/oggi Francia). Questa concezione è rimasta radicata a Roma (le confermerebbero tutto i nonni di qualunque romano/laziale), tanto che da sempre per i romani tutto ciò che è oltre l'Emilia-Romagna è terra straniera (così come tutto ciò che è al di sotto del Lazio). Lei può non credermi, ma questo Le direbbe qualunque romano se entrasse, seriamente, nel merito del tema.
    Sul fatto dell'equazione romano = italiano, Le assicuro che non esiste proprio da queste parti.
    Si ricordi che l'italianità è stata imposta dai piemontesi anche ai romani. Si vada a rileggere i libri di storia e vedrà il malcontento diffuso che venne suscitato a Roma con la breccia di Porta Pia, con l'introduzione della "burocrazia", inesistente a Roma come in altre parti d'Italia, tipica dei Savoia.
    Massimo D'Azeglio disse: "fatta l'Italia, bisogna fare gli italiani". D'Azeglio non era certo un romano!
    Se in passato a Roma ci sono stati moti stile "lega", sono sempre stati indipendentisti e mai con l'obiettivo di creare l'Italia. Due esempi?
    Cola di Rienzo e, in parte, la Repubblica Romana.

    Sul tema della forma mentis concordo con Lei.
    Anzi, mi preoccuperei se vi fosse un modo simile di vedere tra romani e padani. Nessuna offesa, ma non sarebbe conforme al nostro modo di pensare e di agire, che è, per nostra fortuna e penso anche per vostra, opposto al vostro.

    Per concludere:
    padani e romani sono popolazioni nettamente differenti. A mio avviso non abbiamo nulla in comune. Basta sentire parlare un veneto, ché di romano non ha nulla (e viceversa, per fortuna nostra e vostra).
    Fate caso di una cosa: chi si oppone alla secessione? Avete mai visto i romani irarsi per una cosa del genere? Ricordate mai un romano controbattere e dire che la secessione è dannosa? E' curioso, ma chi si oppone è Berlusconi (milanese), Fini (bolognese), Fassino (non ricordo di dove sia ma di certo non è romano). Ci saranno anche politici romani contro la secessione, ma stia sicuro, questo glielo garantisco, nessun cittadino romano alzerà mai un dito contro la secessione. Anzi, potreste trovare una valida spinta dai vostri nemici storici, ossia noi romani.
    Dobbiamo continuare ancora molto con queste baggianate?
    ci manca anche il "roman pride" quando sappiamo che questa città di parassiti campa solo grazie al drenaggio dalle tasche della Padania...

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: X Nanths: Baggianata l'averti generato

    In origine postato da mithrandir
    E non commento altro, visto che qui si parlava in maniera civile. Evidentemente non sei capace di avviare una discussione. Fammi la cortesia: evita di sporcare con la tua ignoranza la città di Roma, visto che magari sei uno di quei tanti turisti che vengono a insozzare le nostre strade.

    Mi accorgo che con il solo Beli Mawyr è possibile un accenno di discussione.
    Dagli altri solo insulti.
    E' la chiara conferma di quello che noi romani pensiamo: grazie di essere diversi da noi, ci spareremmo in massa se avessimo esponenti di spicco come Craxi, Tanzi, stallieri mafiosi nella padana Arcore, il pluricondannato De Benedetti e quella grande azienda parassita che è la FIAT.
    Fateci la cortesia: fatela questa benedetta secessione e levatevi di torno (mi raccomando, non venite a Roma neanche da turisti, non siete gente gradita)
    va bene adesso hai fatto la tua sceneggiata puoianche chiudere il sipario. Qui la gente non ama essere presa per il culo, vedi di tenerlo a mente, altro che roman pride e cazzate del genere. Voi di questa roma dovete solo vergognarvi.

    SPROFONDI ROMA

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 26-09-11, 10:40
  2. i risultati della lega nei 7 anni di governo
    Di diego10 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 21-08-08, 23:22
  3. Il cruciale ruolo della Lega al Governo
    Di Delaware nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-02-04, 16:45
  4. Il ruolo della lega al governo.........
    Di pensiero nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-03-03, 11:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226