User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    15 May 2003
    Messaggi
    1,335
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Milano 1943: una città ferita racconta

    Il dramma e le distruzioni del bombardamento nelle fotografie di Franco Rizzi
    Milano 1943: una città ferita racconta


    Franco Rizzi (1905-1945) era un eccellente tecnico, dotato di grande manualità. Nel ’32 si era costruito da solo un motoscafo e lo aveva varato nel Po (il motorino d’avviamento lo assemblò con i meccanismi di un orologio a pendolo di casa); poi fece giocattoli, quindi una radio, che funziona ancora. Non faremo l’elenco delle sue capacità, diremo soltanto che lavorava alla fabbrica di aerei Savoia-Marchetti di Sesto Calende - era ispettore dell’ufficio acquisti - e che tra le altre cose fu anche un ottimo fotografo. Già, fotografo. Con una piccola Leica girò per Milano nell’agosto del ’43, dopo i pesanti bombardamenti. Fece numerosi scatti. Ora il figlio Sandro ha ritrovato queste foto e nel sessantesimo anniversario di quei tragici eventi ha deciso di pubblicarne venti, unite a una pagina di Giorgio Pressburger, a due poesie di Franco Loi e a una sua testimonianza. L’obiettivo ha fissato luoghi noti - la Scala, la Galleria, piazza Duomo - ma anche angoli non identificabili. La città, come scrisse Quasimodo, «è morta»: dietro le mura colpite, macerie e vuoto raccontano la sua storia più triste.
    Quello che stupisce delle istantanee è la sensibilità di questo tecnico. Le scene non sono mai truculente, la vigliaccheria delle bombe si vede, si tocca; le case sventrate sono il vero atto d’accusa alla violenza inutile di quei giorni. Milano è «insudiciata dalla morte» (Alberto Savinio), ma chi è riuscito a sopravvivere parla tra le macerie, o cammina cercando un po’ di vita, o osserva uno spettacolo che reca dolore. I 199 aerei Lancaster nella notte tra il 15 e il 16 agosto 1943, quelli della quarta ondata di quei giorni, usarono bombe incendiarie. Lo fecero probabilmente apposta perché c’era vento. Bruciarono 55 mila volumi all’Ambrosiana, furono colpiti il Duomo, la Rinascente, il Cenacolo e, tra i troppi altri simboli, la Scala. Rizzi la fotografa. Dalle finestre annerite si vedono le macerie. Il tetto non c’è più. Resta in piedi soltanto la facciata del Piermarini. Un simbolo che si perde nel nulla che l’avvolge.
    È una foto straziante questa della Scala. Quel muro orgoglioso non si è piegato ma la musica si è spenta; anzi ci si rende conto di un fatto: le note custodite in quelle travi, in quei palchi, su quella volta, tra quelle poltrone, che si rifugiarono nelle decorazioni per sfuggire al tempo, che ancora ricordavano le urla per Verdi, le lacrime per Puccini, i sospiri per Bellini, gli ammiccanti crescendo di Rossini, che avevano memoria di tutto, proprio di tutto, erano state violentate. Eppure è soltanto una foto. La Scala, come i miti, saprà risorgere. Ma le finestre scheletriche chiudono ancora la gola di chi le osserva.
    Rizzi ha girato per Milano, svelto, abile, sensibile. Ci ha raccontato una storia con queste istantanee in cui il dolore e la denuncia si abbracciano. Nelle antiche ferite della città c’è ancora qualcosa che ci riguarda, sotto quelle macerie oltre i morti c’erano anche le emozioni di un mondo. Le foto ci dicono che è svanito. E quei personaggi che si aggirano, anche se non hanno un nome, li conosciamo. In questi scatti si direbbe che cercano anch’essi un perché. Non l’hanno trovato. Come noi.


    Il libro e la mostra: «Desmentegass. Molti non ricordano. Milano agosto 1943», fotografie di Franco Rizzi, L’Ippocampo (tel 010 8606922), 19,95. Alcune delle foto saranno esposte da venerdì 20 febbraio a Milano, alla Rotonda di via Besana, nella mostra «Bombe sulla città - Milano in guerra 1942-1944» (fino al 9 maggio)


    Armando Torno
    Corriere della Sera 18 02 04

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito MUSEO DELLA SCALA:FOTO ELIMINATE

    Fino al 1973 nel Museo della Scala prima sala vicino agli stipiti del passaggio alla seconda sala si potevano vedere due foto dela Scala distrutta dai bombardamenti alleati.Una foto mostrava la sala del Piermarini vista dall'alto e l'altra invece dal basso.

    Un giorno tali foto scomparvero.Io chiesi in giro il perche' di questa sparizione ma faticai parecchio a ottenere informazioni.

    Le foto erano state tolte per via di influenti pressioni a livello
    diplomatico in quanto i visitatori inglesi ed americani erano " seccati " di vedere ricordata tale loro " impresa " .

    Lo so perche' in quegli anni avevo l'abbonamento ad un palco
    per motivi di relazioni pubbliche aziendali.A quel tempo al Teatro della Scala sovrintendeva quel Grassi creatore del Piccolo Teatro assieme a Streler.

    Provai comunque una grande amarezza ed umiliazione.

 

 

Discussioni Simili

  1. Racconta la tua giornata a milano con samba
    Di Morfeo nel forum Fondoscala
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 14-12-13, 15:25
  2. Milano città martire
    Di ugolupo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-08-13, 00:37
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-02-07, 16:01
  4. 25 luglio 1943 - 8 settembre 1943;1 febbraio 2007 - ………?…………..
    Di Veneto Governo nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-02-07, 23:27
  5. Milano 1943 Quelle bombe da non dimenticare
    Di Davide (POL) nel forum Storia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-12-03, 20:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226