Afflitto da tempo da gravi problemi di circolazione, il 'gigante
gentile', che aveva 72 anni, si è spento nella sua casa di Leeds
Calcio, è morto John Charles
l'ex centravanti della Juventus



John Charles

LONDRA - John Charles, ex centravantivi della Juventus, è morto oggi nella sua casa di Leeds. L'ex calciatore gallese aveva 72 anni e da tempo lottava con gravi problemi di circolazione del sangue che lo avevano costretto a due interventi chirurgici, nel giro di poche settimane, cui si era sottoposto in Italia all'ospedale San Carlo di Milano. Charles aveva subito un primo intervento lo scorso 6 gennaio, un aneurisma lo aveva colpito poco prima di entrare come ospite negli studi della Domenica Sportiva. Qualche giorno fa Charles aveva subito l'amputazione delle dita del piede destro sempre per i problemi di circolazione che lo tormentavano. Il 14 febbraio era tornato a casa in compagnia di due medici della Juventus che si erano imbracti con lui sul volo che ha riportato il gallese a Leeds. La carriera di Charles è legata soprattutto ai 5 campionati giocati con la Juventus, con cui segnò 93 reti in 155 gare.

Nato a Swansea il 24 dicembre 1931, Charles ha mosso i primi passi nel calcio professionistico ad appena 17 anni, quando ha esordito con la maglia nel Leeds. Pochi mesi più tardi, invece, è arrivato il debutto con la nazionale gallese. In 8 stagioni con il Leeds, Charles ha realizzato più di 150 goal, 42 dei quali nel solo campionato 1953/1954. Nel 1957 è stato acquistato dalla Juventus, che lo ha prelevato per la cifra record di 65mila sterline. Charles è sbarcato a Torino diventando il primo giocatore del Regno Unito a firmare per un club straniero.

Con la maglia bianconera si è guadagnato il soprannome di 'gigante gentile': mai un'espulsione o un'ammonizione in campo. In coppia con Omar Sivori ha trascinato la Juve al successo in tre campionati (1957/58, 1959/60, 1960/61) e alla conquista di due edizioni della Coppa Italia. Nella prima annata con i bianconeri si è aggiudicato anche il titolo di capocannoniere con 28 reti. Tra coppe e campionato, ha giocato 178 gare con la Juventus e ha realizzato 105 reti. Dopo un'annata al Leeds (1962/1963) è tornato in Italia per una breve parentesi nella Roma, con 10 presenze e 4 goal nel 1964.


(21 febbraio 2004)

Addio Gigante