User Tag List

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 26
  1. #11
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Eomer
    Zena, immagino che la maggior parte dei governi locali liguri responsabili di tali scempi siano di una certa matrice politica, non è così ?
    Si, esatto...

  2. #12
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Credo che le porcherie le abbiano fatte le amministrazioni centriste e di sinistra. Certo che le periferie in stile "sovietico" erano quelle che andavano per la maggiore....

  3. #13
    Ospite

    Predefinito Re: Paesaggio urbano e paesaggio extraurbano...

    Originally posted by Totila
    Non so voi, ma se potessi, raderei al suolo le periferie delle nostre città. Quegli orribili casermoni o alveari che hanno stravolto il paesaggio urbano delle nostre città.
    Dovrebbe essere tutto ripensato.
    Lo stesso dicasi delle concentrazioni di capannoni commerciali ed industriali che costeggiano le nostre strade.
    Com'è che se io vado in Austria e prendo l'autostrada per Vienna ai lati ci sono solo, eccetto brevi tratti, paesaggi da fiaba e boschi. mentre se vado a Milano solo capannoni, centri commerciali ed altre brutture?
    Ancora una volta sono perfettamente d'accordo con quanto dici , ho notato anch'io quando viaggio fuori , che , specie nei paesi di lingua germanica (e un pò anche in Francia)l'urbanistica , il paesaggio e le infrastrutture sono di solite concepite meglio e armonizzate meglio ; per quanto riguarda le nostre città , penso , ma non sono uno storico in materia che , come ha detto Halexandra la gran parte del danno il nostro paesaggio lo abbia subito in concomitanza della grande immigrazione meridionale , ma anche nell'immediato dopoguerra , si è pensato solo a guadagnare edificando (e rubando) fregandosene delle opere di urbanizzazione utili alla collettività ma i costruttori e gli amministratori d'allora furono vittime anche d'una brutta miopia non riuscendo a prevedere l'espansione del mercato automobilistico , sinceramente ritengo un miracolo che abbiano fatto la metropolitana a Milano!
    Un elenco personale delle "robe urbane" che impoverisono l'immagine del nord e stressano il cittadino:
    1)Mancanza di parcheggi , solo adesso se ne stanno costruendo sottoterra (da me...)
    2)Strade strette , da cui l'odioso ma necessario fenomeno del posteggio in doppia fila
    3)Assenza di veri giardini e parchi urbani , a differenza di tutte le altre città , anche est-europee!!
    4)Assenza di uno skyline fatto di grattacieli che nelle grandi città industriali come Torino , Padova , Bologna e Milano potrebbe diventare l'immagine moderna di esse e svecchiarle
    5)Assenza di seri progetti di design e rinnovamento urbano da almeno 20 anni , e quando ci si prova ...figure barbine!
    6)Urbanizzazione selvaggia , tramite non-luoghi di scarsa qualità , condomini anonimi ...
    7)Mancato sviluppo dell'edificazione sotterranea (eccetto in un paesino , mi sembra brianzolo , di cui ora mi sfugge il nome)di magazzini , centri commerciali , laboratori e fabbriche...
    8)Scarso sviluppo dei mezi di trasporto poco inquinanti tipo , metro , tram , filobus , monorotaie etc etc

    In genere direi che il nord (e a mano a mano che ci spostiamo a sud questi difetti aumentano) soffre di due grosse malattie:
    Il poco spazio ; costa tanto è vero , ma quando si costruisce non si edifica mai usando la terza dimensione , cioè in altezze e/o sottoterra!cosi si risparmierebbe spazio in futuro per ipotetici altri usi (posteggi , marciapiedi , verde pubblico...)
    Schizofrenia:la classe politica ha magnato con la fiat e ha lasciato diventare un diritto per gli italiani (si anche noi padani) tutti , pure i barboni , avere un'auto a testa , ma le amministrazioni comunali non hanno usato i proventi delle tasse per potenziare il sistema che ruota attorno al mezzo auto , vie , posteggi , strade larghe etc etc , di contro a partire dagli anni 80 strangolamento dell'automobilista tramite il caroauto ma nessuno sviluppo dei mezzi pubblici alternativi!


    Originally posted by Eomer
    Io per la Padania rinata a nuova vita sogno una re-ruralizzazione del territorio e la contrazione demografica dei centri urbani.
    Se porti tutti i cittadini in campagna per me fai urbanizzare pure le foreste appenniniche!
    Secondo me sarebbe meglio invece "ammassare" la gente in quartieri semiperiferici ricchi di verde , dove le necessità quotidiane siano entro un raggio di 1km , usando cosi l'auto solo quando ce n'è veramente bisogno , concentrando cosi la popolazione in questi nuovi quartieri vivibili (villini mono/bi/tri/quadrifamiliari a 1/2/3 piani al massimo) si libererebbe una gran quantità si spazio per nuove infrastrutture nazionali (tipo ferrovie ad altissima velocità)e aree selvagge , boschi , foreste , delle quali solo alcune aperte a turisti/viaggiatori fuoriporta , questi sarebbero i polmoni verdi di cui sentiamo la necessità impellente adesso!

    Non sono d'accordo con Zena sul "Matitone" di Genova , a me i grattacieli piacciono , sono il simbolo del rinnovamento urbano e testimoni della potenza economica di una nazione , d'altronde ce ne sono in Germania e Austria , paesi con una solida coscienza ambientale , le 2 cose non sono in contraddizione , il fatto è che in Italia non abbiamo nè i grattacieli (quelli veri da 20/30 piani...)nè i verdi sobborghi stile USA , abbiamo solo una via di mezzo squallida , nè carne nè pesce , casermoni , casermette , condominiotti , il peggio del peggio , il piattume urbanistico delle nostre città mi fa vergognare a volte d'esser nato qui


  4. #14
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Paesaggio urbano e paesaggio extraurbano...

    Originally posted by Western


    Non sono d'accordo con Zena sul "Matitone" di Genova , a me i grattacieli piacciono , sono il simbolo del rinnovamento urbano e testimoni della potenza economica di una nazione , d'altronde ce ne sono in Germania e Austria , paesi con una solida coscienza ambientale , le 2 cose non sono in contraddizione , il fatto è che in Italia non abbiamo nè i grattacieli (quelli veri da 20/30 piani...)nè i verdi sobborghi stile USA , abbiamo solo una via di mezzo squallida , nè carne nè pesce , casermoni , casermette , condominiotti , il peggio del peggio , il piattume urbanistico delle nostre città mi fa vergognare a volte d'esser nato qui

    Quello non è un grattacielo, è un abominio senza pari che lascia di sasso visitatori già indispettiti "esteticamente" dalla sopraelevata, che almeno è un male necessario. Comunque io sono per l'abitato tradizionale, con un certo gusto per l'orpello, la decorazione, il vecchio stile genovese che riesce a conciliare gradevolezza senza dimenticare la terza dimensione che, in Liguria, per ovvie ragioni di "spazio" è una necessità. Non amo altresì le metropoli, e credo che non bastino parchi e razionalizzazione urbanistica per ricostituire una sufficiente qualità di vita, che vedo meglio rappresentato dalla piccola e media dimensione e dall'uso di materiali "tradizionali".

  5. #15
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Dec 2002
    Località
    Bielorussia
    Messaggi
    3,343
     Likes dati
    0
     Like avuti
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Concordo con Zena, abitando in Liguria ho sotto gli occhi ogni giorno lo scempio della mia terra.
    Tuttavia vorrei porre all'attenzione un problema spinoso: infatti i casermoni in stile sovietico che sorgono nelle periferie delle nostre città, un tempo riempiti di meridionali, ora con il crollo demografico...si stanno riempiendo di nuovi inquilini extracomunitari! E questo è il doppio danno: oltre che essere un'abominio alla vista e per l'ambiente, questi alveari ora hanno anche lo spregevole scopo di dare un tetto (spesso e volentieri regalato dalle amministrazioni di sinistra) agli invasori allogeni.
    <p><center>Europa Dei Popoli!
    http://www.slowplayers.org/SBSP/images/Animated_Scots_Flag.gif<p><center>

  6. #16
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Paesaggio urbano e paesaggio extraurbano...

    Originally posted by Western
    Ancora una volta sono perfettamente d'accordo con quanto dici , ho notato anch'io quando viaggio fuori , che , specie nei paesi di lingua germanica (e un pò anche in Francia)l'urbanistica , il paesaggio e le infrastrutture sono di solite concepite meglio e armonizzate meglio ; per quanto riguarda le nostre città , penso , ma non sono uno storico in materia che , come ha detto Halexandra la gran parte del danno il nostro paesaggio lo abbia subito in concomitanza della grande immigrazione meridionale , ma anche nell'immediato dopoguerra , si è pensato solo a guadagnare edificando (e rubando) fregandosene delle opere di urbanizzazione utili alla collettività ma i costruttori e gli amministratori d'allora furono vittime anche d'una brutta miopia non riuscendo a prevedere l'espansione del mercato automobilistico , sinceramente ritengo un miracolo che abbiano fatto la metropolitana a Milano!
    Un elenco personale delle "robe urbane" che impoverisono l'immagine del nord e stressano il cittadino:
    1)Mancanza di parcheggi , solo adesso se ne stanno costruendo sottoterra (da me...)
    2)Strade strette , da cui l'odioso ma necessario fenomeno del posteggio in doppia fila
    3)Assenza di veri giardini e parchi urbani , a differenza di tutte le altre città , anche est-europee!!
    4)Assenza di uno skyline fatto di grattacieli che nelle grandi città industriali come Torino , Padova , Bologna e Milano potrebbe diventare l'immagine moderna di esse e svecchiarle
    5)Assenza di seri progetti di design e rinnovamento urbano da almeno 20 anni , e quando ci si prova ...figure barbine!
    6)Urbanizzazione selvaggia , tramite non-luoghi di scarsa qualità , condomini anonimi ...
    7)Mancato sviluppo dell'edificazione sotterranea (eccetto in un paesino , mi sembra brianzolo , di cui ora mi sfugge il nome)di magazzini , centri commerciali , laboratori e fabbriche...
    8)Scarso sviluppo dei mezi di trasporto poco inquinanti tipo , metro , tram , filobus , monorotaie etc etc

    In genere direi che il nord (e a mano a mano che ci spostiamo a sud questi difetti aumentano) soffre di due grosse malattie:
    Il poco spazio ; costa tanto è vero , ma quando si costruisce non si edifica mai usando la terza dimensione , cioè in altezze e/o sottoterra!cosi si risparmierebbe spazio in futuro per ipotetici altri usi (posteggi , marciapiedi , verde pubblico...)
    Schizofrenia:la classe politica ha magnato con la fiat e ha lasciato diventare un diritto per gli italiani (si anche noi padani) tutti , pure i barboni , avere un'auto a testa , ma le amministrazioni comunali non hanno usato i proventi delle tasse per potenziare il sistema che ruota attorno al mezzo auto , vie , posteggi , strade larghe etc etc , di contro a partire dagli anni 80 strangolamento dell'automobilista tramite il caroauto ma nessuno sviluppo dei mezzi pubblici alternativi!




    Se porti tutti i cittadini in campagna per me fai urbanizzare pure le foreste appenniniche!
    Secondo me sarebbe meglio invece "ammassare" la gente in quartieri semiperiferici ricchi di verde , dove le necessità quotidiane siano entro un raggio di 1km , usando cosi l'auto solo quando ce n'è veramente bisogno , concentrando cosi la popolazione in questi nuovi quartieri vivibili (villini mono/bi/tri/quadrifamiliari a 1/2/3 piani al massimo) si libererebbe una gran quantità si spazio per nuove infrastrutture nazionali (tipo ferrovie ad altissima velocità)e aree selvagge , boschi , foreste , delle quali solo alcune aperte a turisti/viaggiatori fuoriporta , questi sarebbero i polmoni verdi di cui sentiamo la necessità impellente adesso!

    Non sono d'accordo con Zena sul "Matitone" di Genova , a me i grattacieli piacciono , sono il simbolo del rinnovamento urbano e testimoni della potenza economica di una nazione , d'altronde ce ne sono in Germania e Austria , paesi con una solida coscienza ambientale , le 2 cose non sono in contraddizione , il fatto è che in Italia non abbiamo nè i grattacieli (quelli veri da 20/30 piani...)nè i verdi sobborghi stile USA , abbiamo solo una via di mezzo squallida , nè carne nè pesce , casermoni , casermette , condominiotti , il peggio del peggio , il piattume urbanistico delle nostre città mi fa vergognare a volte d'esser nato qui

    Allievo di Renzo Piano?

  7. #17
    Ospite

    Predefinito Una mattina a Padova

    Originally posted by ZENA
    Allievo di Renzo Piano?
    ah ah , quasi!
    seriamente vediamo se si riesce a resuscitare questo thread e farne un luogo di denuncia contro le brutture estetiche odierne ;stamattina ero a padova ( e ci devo tornare fra qualche giorno) , città carina OK , abbastanza verde , ma per goethe 2 secoli fa ce n'era molto di più .... una cosa che mi ha stupito è che in alcuni posti ci sono dei cazzi di edifici moderni (nel senso brutto) circondati da altri antichi , sembra che qualcuno si sia divertito a sventrare alcuni angoli della città senza un disegno preciso che schifo!
    putroppo non avevo con me la macchina fotografica
    ho trovato però 2 foto che testimoniano 2 stramberie di piazza delle insurrezioni:
    A)questo minigrattacielo anonimo piazzato li' senza alcun senso...

    B)e questo sgorbio 3d che buca un edificio della stessa piazza

    ma che cacchio è??
    comunque i portici di Padova sono il meglio e ricordano Bologna , un'altra cosa in comune che hanno le 2 città è l'estrema antichità dell'università.

  8. #18
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    A proposito di periferie: sono stato nel Sud. Ho visto cose da manicomio.
    Un esempio: Lucera. Città imperiale con uno splendido castello svevo federiciano. L'entrata della cittadina è costellata da abitazioni in stile sovietico-albanese. Finestre e balconi con parabole e panni stesi. Stili varii ed improbabili, facciate piastrellate, piani rialzati abusivi, alluminio anodizzato, insomma un pugno nello stomaco.

  9. #19
    Ospite

    Predefinito

    ah mi immagino che squallore , bisogna dire che anche nel paesaggio urbanizzato il sud sta peggio del nord ...

  10. #20
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A mio avviso la politica edilizia passata e attuale è figlia dell'assenza di coscienza etnica, assenza indotta dall'ideologizzazione dello scontro politico che, dibattendo su grandi visioni del mondo ha dimenticato gli interessi reali, vitali e concreti delle nostre terre, e dell'attuale sistema democratico, rappresentativo e indiretto anche ai livelli politici primigeni ed elementari. Coscienza bioregionale e democrazia diretta-sussidiaria: questi, a mio avviso, i perni su cui ricostruire e ricondurre l'abitare nel seno della tradizione.

 

 
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Tutela del paesaggio
    Di marcus75 nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 56
    Ultimo Messaggio: 06-05-08, 23:02
  2. paesaggio iraniano
    Di rockenrolle nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-09-06, 01:48
  3. Veneto: terra, identità, paesaggio.
    Di Maxadhego nel forum Padania!
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 10-07-05, 12:20
  4. Veneto: terra, identità, paesaggio.
    Di Maxadhego nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 09-07-05, 13:45

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •