User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Banda Müntzer-Epifanio
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    7,806
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio

    Con una email il gruppo ha annunciato la fine dell'armistizio
    Il principale gruppo ribelle che opera nel Delta del Niger, il Mend capeggiato da Henry Okah, ha annunciato oggi la sospensione dell'armistizio.
    In una email inviata alla stampa, il gruppo ha scritto che riprenderà "le ostilità contro l'industria petrolifera, l'esercito nigeriano e i suoi collaboratori". "In questa fase - prosegue il comunicato - distruggeremo completamente tutti gli impianti che avevamo già attaccato e non metteremo più limiti ai nostri attentati e alla distruzione degli oleodotti".
    Già la settimana scorsa il Movimento per l'emanciapazione del Delta del Niger, che a giugno aveva nominato una delegazione, comprendente anche il Premio Nobel per la letteratura Wole Soyinka, per aprire una trattativa con il governo, aveva minacciato di riprendere gli attacchi, dopo aver definito l'amnistia offerta dal governo "una farsa" che non tocca i veri problemi della regione.
    Il 4 ottobre scorso è scaduto il termine per il "perdono incondizionato" concesso dal governo del presidente Umaru Yar'Adua. In quell'occasione 15 mila guerriglieri avrebbero deposto le armi, secondo i dati ufficiali, fra i quali anche molti gruppi appartenenti al Mend, decapitando, secondo alcuni, le reali capacità militari del movimento.

    PeaceReporter - Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    In memoriam F. Spadafora
    Data Registrazione
    24 Jun 2009
    Messaggi
    883
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio

    Citazione Originariamente Scritto da Sandinista Visualizza Messaggio
    Con una email il gruppo ha annunciato la fine dell'armistizio
    Il principale gruppo ribelle che opera nel Delta del Niger, il Mend capeggiato da Henry Okah, ha annunciato oggi la sospensione dell'armistizio.
    In una email inviata alla stampa, il gruppo ha scritto che riprenderà "le ostilità contro l'industria petrolifera, l'esercito nigeriano e i suoi collaboratori". "In questa fase - prosegue il comunicato - distruggeremo completamente tutti gli impianti che avevamo già attaccato e non metteremo più limiti ai nostri attentati e alla distruzione degli oleodotti".
    Già la settimana scorsa il Movimento per l'emanciapazione del Delta del Niger, che a giugno aveva nominato una delegazione, comprendente anche il Premio Nobel per la letteratura Wole Soyinka, per aprire una trattativa con il governo, aveva minacciato di riprendere gli attacchi, dopo aver definito l'amnistia offerta dal governo "una farsa" che non tocca i veri problemi della regione.
    Il 4 ottobre scorso è scaduto il termine per il "perdono incondizionato" concesso dal governo del presidente Umaru Yar'Adua. In quell'occasione 15 mila guerriglieri avrebbero deposto le armi, secondo i dati ufficiali, fra i quali anche molti gruppi appartenenti al Mend, decapitando, secondo alcuni, le reali capacità militari del movimento.

    PeaceReporter - Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio
    sono coinvolte aziende italiane?

  3. #3
    Banda Müntzer-Epifanio
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    7,806
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Visualizza Messaggio
    sono coinvolte aziende italiane?
    L'Agip ha diversi interessi diretti nel delta del Niger, e non ha caso ha avuto diversi attacchi alle piattaforme da parte del Mend.

  4. #4
    Banda Müntzer-Epifanio
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    7,806
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio

    Nigeria, fra amnistia e ritorno alla violenza

    condividi


    Alla mezzanotte del 16 ottobre scade il cessate il fuoco proclamato dai guerriglieri del Mend che, il 4 ottobre, non hanno accettato l'amnistia offerta dal governo, definendola una "farsa".
    Scritto per noi da
    Chiara Pracchi



    E' un attimo. Il boato e poi l'esplosione. Una buca nelle dissestate strade del sud della Nigeria e l'autocisterna che trasporta il greggio estratto in questa zona, si ribalta e prende fuoco, coinvolgendo nell'esplosione anche sei autobus di linea. Settanta i morti. E' venerdì sera, 9 ottobre, nello stato di Anambra.
    Questa volta non sono stati i guerriglieri, ma di petrolio si continua a morire e a soffrire nel Delta del Niger nonostante l'amnistia, siglata domenica 3 ottobre, fra il governo e alcuni gruppi di militanti armati. E l'incidente diventa emblematico di una situazione di sfruttamento, incuria e povertà in cui giace la regione più ricca del Paese.

    Per risolvere il problema degli attacchi agli impianti petroliferi, il governo nigeriano aveva deciso di offrire il suo "perdono" a quanti erano disposti ad uscire dalla clandestinità, insieme a un corso di formazione professionale e a un impiego. A distanza di quindici giorni dalla scadenza dell'amnistia, Abuja inneggia al successo dell'iniziativa e rende noti i dati ufficiali: 15 mila militanti avrebbero deposto le armi, tra questi gli uomini Farah Dagogo e di Ekpemupolo, meglio noto come Tompolo, rispettivamente a capo di due diverse fazioni del Mend, ma anche quelli del Niger Delta Vigilante di Ateke Tom, un gruppo paramilitare, armato da politici locali e utilizzato come mezzo per esercitare il potere e manovrare le elezioni. Non quelli del Mend capeggiati da Henry Okah, che attraverso il loro portavoce, Jomo Gbomo, hanno accusato il governo di aver messo in atto una farsa, pagando delle comparse "nella speranza che ciò convincesse i militanti veri a dichiararsi". "Continueremo a combattere per la nostra terra fino all'ultima goccia di sangue, indipendentemente dal numero di persone che il governo della Nigeria e le compagnie petrolifere riescono a comprare" - aveva avvisato Jomo Gbomo - che oggi ha annunciato la ripresa delle ostilità "contro l'industria petrolifera, l'esercito nigeriano e i suoi collaboratori". "Distruggeremo completamente tutti gli impianti che avevamo già attaccato - scrivono oggi in un'email i ribelli- e non metteremo più limiti ai nostri attentati e alla distruzione degli oleodotti".

    Difficile valutare il reale peso delle forze in campo, fra i guerriglieri del Mend, che sostengono di aver già rimpiazzato tutti i comandanti, ed ex capi come Soboma Jackrich e il generale Boyloaf, che invitano la stampa ad ignorare le email di Gbomo, come quelle di un pazzo visionario senza più un seguito. Di certo il cessate il fuoco può durare solo fino a quando il governo sarà in grado di mantenere le promesse fatte e di pagare gli ex guerriglieri, che nei giorni scorsi sono già scesi per le strade di Port Harcourt a reclamare il proprio salario. Il rischio, in caso contrario, è che le elezioni del 2011 finiscano per costituire un'ottima possibilità di reimpiego per uomini che spesso sono cresciuti combattendo, senza saper fare molto altro nella vita.
    La violenza non è l'unico problema del Delta e la soluzione prospettata dal governo non affronta nessuno dei problemi politici del luogo, che sono quelli di una regione depredata e dimenticata nella propria povertà e arretratezza. In giugno Amnesty International aveva denunciato in uno dei suoi rapporti "il ciclo perverso delle risorse" che spoglia il territorio delle sue ricchezze per lasciare solo le cicatrici. E le cicatrici nel Delta del Niger sono livelli di inquinamento altissimi che comprometto la sussistenza delle popolazioni, fino ad arrivare a costituire una violazione dei diritti umani.

    Per aprire un dialogo con il governo che vada al di là del perdono concesso, il 29 settembre il Mend aveva istituito una commissione formata , tra gli altri, dal premio Nobel per la letteratura Wole Soyinka, come osservatore indipendente. Il gruppo chiede il ritiro della Joint Task Force, formata da reparti speciali dell'esercito, della marina e dell'aviazione, che si è resa responsabile di massacri ed uccisioni extragiudiziarie nell'area di Gbaramatu; l'apertura di un dialogo sull'autodeterminazione e sul controllo delle risorse; e la liberazione di 54 prigionieri che ancora vengono tenuti in carcere.

    In un'intervista concessa al quotidiano nigeriano The Guardian prima della scadenza dell'amnistia governativa, il professor Soyinka aveva spiegato la propria soluzione al problema del Delta: una versione miniaturizzata della Commissione per la verità e la riconciliazione di stampo sudafricano, adattata alle esigenze nigeriane e per questo ribattezzata "Commissione per la verità e la restituzione". "La crisi del Delta del Niger - sostiene Soyinka - può solo essere risolta olisticamente perché la ragione fondamentale per cui combatte il Mend corrisponde esattamente a ciò per cui ha combattuto per anni la maggior parte della popolazione: la ristrutturazione di questa nazione su basi più eque. Parliamo di federalismo fiscale, per esempio. Parliamo della distribuzione delle entrate fiscali derivanti dal petrolio. Parliamo della distorsione che ha avuto luogo sin dall'indipendenza della nazione...".
    Contattato da PeaceReporter il professor Soyinka non ha voluto commentare la minaccia di nuovi attentati da parte dei guerriglieri e l'andamento dei colloqui con il governo, dal momento che - ci ha scritto - ogni sua affermazione in questo momento risulterebbe prematura o già superata dagli eventi.

    PeaceReporter - Nigeria, fra amnistia e ritorno alla violenza

  5. #5
    Banda Müntzer-Epifanio
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    7,806
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nigeria, i ribelli del Mend annunciano la ripresa della guerra del petrolio

    Nigeria, il governo accetta di rivedere la distribuzione dei proventi del petrolio

    condividi


    "Fruttuoso" l'incontro che si è svolto oggi ad Abuja fra il presidente nigeriano e il leader del Mend
    Il presidente nigeriano Umaru Yar'Adua ha incontrato oggi il leader del Mend, il Movimento di emanciapazione del Delta del Niger. Il colloquio tra i due è stato definito "fruttuoso" dopo che il governo ha accettato di stanziare dei fondi per realizzare opere pubbliche e infrastrutture nella regione del Delta.
    Secondo quanto riportato dal quotidiano nigeriano This Day, il presidente Umaru Yar'Adua avrebbe offerto due miliardi di dollari da investire nelle infrastrutture del Delta, durante il colloquio, che si è tenuto ad Abuja, con Henry Okah, leader della fazione del Mend che non ha accettato l'amnistia offerta dal governo il 4 ottobre scorso. Nei prossimi giorni il parlamento nigeriano dovrà anche rivedere la ripartizione dei proventi derivati dal petrolio, con la possibilità di aumentare fino al 10 percento la quota destinata alle comunità locali. Il Financial Times, che per primo ha dato la notizia della proposta parlamentare, scrive che il meccanismo usato per ripartire i fondi dovrebbe essere quello delle fondazioni pubbliche, che si occuperanno di finanziare i progetti per lo sviluppo della regione o prestare soldi ai privati attraverso il sistema del microcredito.

    PeaceReporter - Nigeria, il governo accetta di rivedere la distribuzione dei proventi del petrolio

 

 

Discussioni Simili

  1. Nigeria, attentato del Mend alla conferenza sull'amnistia ai ribelli
    Di Sandinista nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-03-10, 18:53
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-03-10, 18:53
  3. Nigeria, Mend minaccia attacchi
    Di Sandinista nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-02-10, 14:25
  4. [Nigeria] Nuove azioni del Mend
    Di 22Ottobre nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 26-05-08, 17:26
  5. [Nigeria] Il Mend libera Dieghi
    Di 22Ottobre nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-01-07, 15:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226