User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    ********** ***** Radicali
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    http://www.radicali.it/
    Messaggi
    5,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Exclamation Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Pannella

    Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Marco Pannella
    :: Radicali.it ::
    Roma, 16 ottobre 2009

    Il Partito Radicale Nonviolento transnazionale e transpartito, e Radicali Italiani aderiscono alla mobilitazione in programma a Roma nei prossimi tre giorni, per chiedere modifiche sostanziali alle nuove disposizioni in materia di immigrazione. E’ previsto l’arrivo a Roma di migliaia di cittadini extra-comunitari. Tra questi, il “Coordinamento dei migranti e delle associazioni laiche e cattoliche del casertano”, che rimarranno nella capitale anche nei giorni seguenti.

    Questo coordinamento chiede:
    - un ripensamento sulle politiche dei respingimenti;
    - la revisione delle misure restrittive, irragionevoli e inapplicabili, della legge 94;
    - l’introduzione di misure per l’ingresso regolare in Italia;
    - la regolarizzazione “ad personam” dei casi che richiedono l’adozione di provvedimenti speciali;
    - la garanzia per la concessione del diritto di asilo e di accoglienza;
    - l’introduzione del diritto di voto, nei tempi e nelle modalità da definire;
    - il rafforzamento dell’istituto del ricongiungimento familiare;
    - la riforma del diritto di cittadinanza.

    I Radicali condividono questi principi e obiettivi e sono impegnati, attraverso l’iniziativa legislativa dei loro parlamentari, per il raggiungimento di queste finalità.

    Le iniziative in programma prevedono:
    - nel pomeriggio di sabato 17, una manifestazione che partirà dalle 14.30 da piazza della Repubblica, per terminare alle 20 a piazza Bocca della Verità. Sarà presente Marco Pannella;
    - presidio e sit-in in piazza Bocca della Verità nell’intera giornata di domenica 18, dalle 10 alle 20;
    - conferenza stampa e maratona oratoria dei Radicali e del “Coordinamento dei migranti e delle associazioni laiche e cattoliche del casertano” lunedì 19, dalle 11 alle 15, in piazza Santi Apostoli, per chiedere incontri urgenti con i rappresentanti delle forze politiche e parlamentari.

    Per incontrarci domani in piazza con Marco Pannella:

    Appuntamento al partito in via di Torre Argentina, 76 alle 14 per partire insieme.

    Oppure in Piazza della Repubblica potete contattarci telefonando a Demetrio Bacaro o Piero Bonano

    Per le informazioni sulla conferenza stampa e maratona oratoria di lunedì:

    Simone Sapienza 3460725108

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    12 May 2009
    Messaggi
    7,952
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    seguirò con molto interesse

  3. #3
    ********** ***** Radicali
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    http://www.radicali.it/
    Messaggi
    5,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    RAZZISMO: RADICALI ADERISCONO A MANIFESTAZIONE DI OGGI A ROMA, IN PIAZZA ANCHE PANNELLA
    Stampa l' articolo Testo piccolo Testo medio Testo grande

    Roma, 17 ott. (Adnkronos) - Il Partito Radicale Nonviolento transnazionale e transpartito, e Radicali Italiani aderiscono alla manifestazione antirazzista di oggi, da piazza della Repubblica a piazza Bocca della verita', per la revisione dei provvedimenti recentemente approvati dal Parlamento in materia di immigrazione, annunciando la presenza di Marco Pannella.

    "E' previsto l'arrivo a Roma di migliaia di cittadini extra-comunitari. Tra questi -sottolineano i radicali- il 'Coordinamento dei migranti e delle associazioni laiche e cattoliche del casertano', che rimarranno nella capitale anche nei giorni seguenti. Questo coordinamento chiede: un ripensamento sulle politiche dei respingimenti; la revisione delle misure restrittive, irragionevoli e inapplicabili, della legge 94; l'introduzione di misure per l'ingresso regolare in Italia; la regolarizzazione 'ad personam' dei casi che richiedono l'adozione di provvedimenti speciali; la garanzia per la concessione del diritto di asilo e di accoglienza; l'introduzione del diritto di voto, nei tempi e nelle modalita' da definire; il rafforzamento dell'istituto del ricongiungimento familiare; la riforma del diritto di cittadinanza".

    I Radicali "condividono questi principi e obiettivi e sono impegnati, attraverso l'iniziativa legislativa dei loro parlamentari, per il raggiungimento di queste finalita'. Le iniziative in programma prevedono: nel pomeriggio di oggi, sabato 17, una manifestazione che partira' dalle 14.30 da piazza della Repubblica, per terminare alle 20 a piazza Bocca della Verita'; presidio e sit-in in piazza Bocca della Verita' nell'intera giornata di domani, domenica 18, dalle 10 alle 20; conferenza stampa e manifestazione lunedi' 19, dalle 11 alle 15, in piazza Santi Apostoli, per chiedere incontri urgenti con i rappresentanti delle forze politiche e parlamentari".

    Libero News - RAZZISMO: RADICALI ADERISCONO A MANIFESTAZIONE DI OGGI A ROMA, IN PIAZZA ANCHE PANNELLA

  4. #4
    ********** ***** Radicali
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    http://www.radicali.it/
    Messaggi
    5,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    Manifestanti da tutta Italia in corteo a Roma per dire no a razzismo, omofobia, xenofobia e a tutte le forme di discriminazione. La manifestazione e' stata organizzata da un comitato di sindacati e associazioni. In piazza anche i Radicali che chiedono 'modifiche sostanziali alle nuove disposizioni in materia di immigrazione'.

    In piazza a Roma contro il razzismo e l'omofobia - Photostory Primopiano - ANSA.it

  5. #5
    ********** ***** Radicali
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    http://www.radicali.it/
    Messaggi
    5,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    Corteo a Roma contro il razzismo
    Gli organizzatori: «Siamo in 200mila»

    Da tutta Italia per protestare contro la xenofobia
    e le politiche del governo sulla sicurezza e sul lavoro
    [Aumenta la dimensione del testo] [Diminuisci la dimensione del testo] [Commenti]
    FotoGallery
    Roma, corteo contro il razzismo
    Un momento della manifestazione contro il razzismo (foto Guido Montani - Ansa) Un gruppo di immigrati manifesta contro il pacchetto sicurezza del Governo (foto Guido Montani - Ansa) Un particolare del corteo di Roma (foto Claudio Peri - Ansa) San Papier,

    ROMA (17 ottobre) - Erano 200mila secondo gli organizzatori i partecipanti alla manifestazione di Roma contro il razzismo, l'omofobia, la xenofobia e tutte le forme di discriminazione, nonché contro le politiche del governo in materia di sicurezza e immigrazione, manifestazione indetta per il ventesimo anniversario dal primo corteo antirazzista organizzato per l'uccisione dell'immigrato senegalese Gerry Masslo.

    Il corteo, composto da immigrati, studenti e persone comuni provenienti da tutta Italia, è partito alle 14,30 da piazza della Repubblica per arrivare a Bocca della Verità, dove è stato allestito un palco. Tra gli interventi, quello del presidente dell'Arcigay, Aurelio Mancuso, della direttrice de L'Unità Concita De Gregorio e di Moni Ovadia («A Roma molti gruppi di estrema destra - dice il regista e attore - per il fatto che la destra governi, si sentono legittimati in comportamenti che altri governi della città non avrebbero consentito. Con questo non dico che l'amministrazione solleciti la violenza. Da Alemanno è arrivata solidarietà per i recenti episodi di violenza, ma lui è in una formazione politica che ha componenti intolleranti e xenofobe. Uno dei pochi a prendere autentiche distanze è Fini»).

    Presenti diversi esponenti delle forze politiche di sinistra, tra cui il segretario del Pd Dario Franceschini, il segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero e quello di Sinistra e Libertà Nichi Vendola, oltre al segretario della Cgil Gugliemo Epifani e al leader radicale Marco Pannella che ha chiesto «modifiche sostanziali alle nuove disposizioni in materia di immigrazione». In merito ai recenti episodi di aggressioni a omosessuali a Roma, Franceschini ha detto: «Sono segnali molto preoccupanti. È preoccupante che la destra dopo essersi riempita la bocca di tante parole, blocchi una legge, come quella sull'omofobia, all'inizio del suo percorso». «C'è troppo razzismo - ha sottolineato il segretario nazionale della Cgil, Guglielmo Epifani - nei sotterranei della società e non c'è consapevolezza dei rischi che corre una società che ha paura e fobia del diverso». «Il capo della destra in questa città, Gianni Alemanno - ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola - in esprime solidarietà alle vittime dell'intolleranza ma i fantasmi del razzismo e dell'omofobia si sono liberati».

    La manifestazione, cui hanno aderito oltre 500 organizzazioni tra cui Arci, Emergency e Amnesty International, è stata organizzata da un comitato che comprende sindacati, comunità di stranieri in Italia, Ong, artisti e intellettuali, ed è giunta alla ventesima edizione dopo il primo corteo antirazzista del 1989, organizzato per l'uccisione dell'immigrato senegalese Gerry Masslo.

    Molti gli striscioni contro le politiche del governo in materia di sicurezza e di immigrazione: ad aprire il corteo piccoli canotti gonfiabili con scritte come "Maroni sui gommoni" e "No ai respingimenti" e l'immagine di una grande onda affiancata dalla scritta "Respingiamo il razzismo". Sul tetto all'entrata della Sapienza, alcune studentesse hanno anche esposto striscioni con la scritta "Antirazziste, antisessiste, antifasciste" assieme alla bandiera della pace. Al corteo anche le immagini del santino di "San Papier, protettore degli imigrati" e striscioni contro la camorra. Tra le frasi più caratteristiche "L'arte non ha confini di Stato né nazioni, è verbo dell'umanità e non avrà padroni", "Nessuna persona è illegale" e una frase tratta dal Vangelo di Matteo che recita «Ero straniero e mi avete accolto», affiancata da un altro striscione con su scritto "Cristo è qui, quando ci sarà tutta la Chiesa?".

    Più della metà dei partecipanti erano immigrati con il problema anche del lavoro: «Sono in mobilità da un anno - ha spiegato Zie della Costa d'Avorio con una bandiera della Fiom Cgil di Como - sono un metalmeccanico. Ho paura che quando finirà la mobilità sarò licenziato e quindi non avrò più il permesso di soggiorno. Ho moglie e 4 figli e non so veramente che fare». C'è anche chi il lavoro lo ha cercato ma non lo ha trovato. «Sono un saldatore ma non riesco a trovare un impiego - ha detto Abdullah del Senegal abitante a Venezia - non ho neppure il permesso di soggiorno ed anche per questo vengo discriminato». Aisi Fidel del Ghana vive a Napoli da 2 anni e non ha né famiglia né lavoro. «In compenso ho ricevuto diverse minacce razziste» - dice.

    Lo spezzone del corteo degli africani di Caserta è uno dei più grandi. «Siamo più tranquilli rispetto all'anno scorso quando ci fu la strage dei nostri fratelli - ha detto Wassan, della Liberia - a Caserta con più polizia che controlla la camorra si è calmata. Ma il lavoro è sempre difficile. Ci alziamo alle 4 di mattino per fare i muratori, abitiamo in casa dove paghiamo 350 euro per letto, siamo 4 per ogni stanza». Harid è un marocchino e vive a Modena. «Sono un metalmeccanico, ho 2 bambini e una moglie - dice - vivo in Italia dal 1992, mi sento quasi italiano perciò quando sento certi discorsi nell'ufficio della mia fabbrica dove parlano di maggiori diritti per gli italiani e minori per gli stranieri mi si stringe il cuore».

    Ai lati del corteo molti i passanti e curiosi. «Sono troppi questi immigrati - dice un gruppo di anziani a piazza Vittorio - chi non ha lavoro se ne deve tornare a casa». «Ormai negri siamo diventati noi» - aggiunge un altro. A via Merulana un gruppo di persone osserva la sfilata. «Fanno bene a manifestare però tutti non possiamo accoglierli - dice un uomo. Con lui una donna di Santo Domingo. »è vero, in Italia c'è un certo razzismo - dice - ma io condivido il pacchetto sicurezza perché la sera quando torno a casa ho paura anch'io». «Rubano, stuprano, la maggior parte di loro sono delinquenti», taglia corto un'anziana all'angolo di via Labicana. Diverso il parere di una turista bolognese al Colosseo: «L'intolleranza che stiamo vivendo sembra la stessa degli anni 50 tra nord e sud - dice - penso che tra 20 anni questa generazione di immigrati si sarà integrata. Anche se ogni tanto scoppiano tensioni la storia alla fine prende sempre il suo corso».

    Corteo a Roma contro il razzismo Gli organizzatori: «Siamo in 200mila» - Il Messaggero

  6. #6
    ********** ***** Radicali
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    http://www.radicali.it/
    Messaggi
    5,427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    17-10-09
    IMMIGRATI: IN MIGLIAIA A ROMA PER CORTEO ANTI RAZZISTA


    (ASCA) - Roma, 17 ott - Sono in migliaia a Roma per il corteo antirazzista che sta per percorrere le vie del centro cittadino, da piazza della Repubblica dove e' in corso il concentramento per concludersi a Piazza Bocca della Verita'.

    Molti i migranti giunti da tutta Italia che stanno sfilando per le vie della capitale. Tra le personalita' politiche e sindacali presenti il leader della Cgil Guglielmo Epifani, dietro lo striscione del suo sindacato. Tra le sigle presenti anche l'Arci, Emergency e gruppi cattolici come Pax Christi e Beati i costruttori di pace. Ad aderire al corteo, per quanto riguarda le forze politiche, invece, Sinistra e liberta', e Comunisti italiani, il Partito radicale e parlamentari del Pd.

    gc/cam/ss

    IMMIGRATI IN MIGLIAIA A ROMA PER CORTEO ANTI RAZZISTA - Agenzia di stampa Asca

  7. #7
    100% Radicale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    Il corteo di sabato non finisce: migranti ancora in piazza a Roma

    • da Liberazione del 20 ottobre 2009

    di Daniele Nalbone, Stefano Galieni


    "We wont freedoom", l’urlo più ricorrente in una P.zza S.S. Apostoli piena di uomini e donne rimasti a Roma dopo la splendida e imponente manifestazione di sabato scorso. Oltre duemila migranti, in parte provenienti dalla provincia di Caserta, lavoratori e lavoratrici dell’agricoltura e dell’edilizia condannati dalle leggi dello Stato e da quelle dell’economia a restare prive di permesso di soggiorno. Sono arrivati anni fa dal Ghana, dalla Nigeria, dal Gambia, da quei paesi dell’Africa occidentale sub sahariana con la speranza di trovare libertà e democrazia, non certo sfruttamento e precarietà. Fanno parte di quel movimento di rifugiati e immigrati che ormai ha una lunga tradizione, sostenuto dal centro sociale "Ex canapificio" dai Padri Comboniani di Castel Volturno. Dopo due notti passate nei centri sociali e in alcune chiese della città hanno preso possesso della piazza e ottenuto incontri con rappresentanti del governo per chiedere l’estensione della regolarizzazione prevista attualmente solo per colf e badanti anche alle altre categorie di lavoratori, oltre ai soliti punti fissi: stop ai respingimenti, tutela dei diritti umani, chiusura dei Cie e velocizzazione dei tempi per il riconoscimento dello status di rifugiato. E mentre in piazza si è svolto un vera e propria assemblea pubblica, al Viminale si riuniva una delegazione degli immigrati con il prefetto Morcone, responsabile del dipartimento libertà civili e immigrazione del ministero dell’Interno. Dal palco si sono alternati parlamentari radicali come Marco Pannella, Emma Borino e Rita Bernardini e del Pd (Stefano Ceccanti, Jean Leonard Touadì). Ma gli in- terventi più applauditi sono stati quelli di coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione di sabato, quelli che non raccoglievano all’ultimo momento le richieste di puro buon senso portate avanti dai migranti ma che avevano fatto dell’antirazzismo e dell’alleanza fra immigrati e nativi un punto fondante della propria battaglia politica. Compagni di movimento, delle occupazioni di case in cui insieme si va costruendo una nuova società, ma anche come il segretario del Prc ed ex ministro Paolo Ferrero. Il segretario ha rivendicato la necessità di proseguire la mobilitazione iniziata sabato radicandola nei territori, facendola vivere in quei contesti dove si rischia perennemente la guerra fra poveri, combattendo insieme lo sfruttamento ed ha anche ringraziato i centri sociali che, pur essendo sotto minaccia di sgombero hanno mostrato il volto accogliente della città, quell’accoglienza che le istituzioni preposte negano. Intanto in piazza arrivavano consiglieri comunali, provinciali e regionali che contemporaneamente, nell’adiacente piazza Venezia, hanno manifestato la loro opposizione all’annunciata ordinanze del sindaco Alemanno contro i lavavetri e i venditori ambulanti ai semafori. Spazzole in mano, i consiglieri regionali Peduzzi (Prc), Pizzo (Sl), Mariani (Lista Civica), Carapella (Pd), il consigliere provinciale Peciola (Sl) e comunale Alzetta (Roma in Action) e gli assessori Smeriglio (Lavoro-Provincia) e Nieri (bilancio-Regione) hanno lavato i parabrezza agli automobilisti fermi al semaforo all’angolo con piazza San Marco. Un messaggio chiaro verso una maggioranza, quella comunale, che anziché lavorare per risolvere i problemi della città «continua imperterrita» spiegano i consiglieri «attraverso ordinanze intimidatorie, ad alimentare un clima di intolleranza, di diffidenza e di sospetto tipiche di una città dell’apartheid e non di una città aperta». Domani è annunciata la firma sull’ordinanza "antilavavetri" che il sindaco Alemanno farà rientrare nei poteri di cui dispone in qualità di commissario per l’emergenza traffico. In risposta mercoledì, in Consiglio regionale, verrà presentata una mozione a firma di tutti i consiglieri di centrosinistra presenti ieri in piazza per contrastare «un atto» spiega Ivano Peduzzi, «ancor più grave in quanto contemporaneo alla meravigliosa manifestazione antirazzista di sabato che, per una giornata, ha fatto respirare nuovamente aria pulita e libera a una città ormai invivibile». Dopo il "Semaforo Day", quindi, i consiglieri hanno portato la loro solidarietà ai migranti africani in presidio a poche decine di metri di distanza. Ma la giornata di lotta "migrante" e di solidarietà "autoctona" non si è chiusa qui perché le azioni e le proteste della mattina hanno portato il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ad accettare la richiesta di incontro, ancora in corso mentre Liberazione va in stampa, proveniente da Piazza S.S. Apostoli. «Siamo rimasti a Roma, e siamo disposti a restarci a oltranza» ha spiegato Mimma D’Amico a nome degli immigrati del casertano «perché la sanatoria che si è chiusa il 30 settembre ha "dimenticato" i 750 mila migranti che ogni giorno lavorano senza alcun riconoscimento giuridico». Dalla prossima settimana, sulla tavole italiane, pioveranno mandarini e arance raccolte dagli immigrati che da Roma dovranno spostarsi alla volta di Rosarno per la raccolta. Perché, come ricorda Mimma, «sono loro che reggono il sistema dell’agricoltura».

  8. #8
    100% Radicale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Manifestazione nazionale degli immigrati, sabato 17 ottobre: sarà presente Panne

    Sit-in antirazzista a Roma "regolarizzate chi lavora"

    • da Gli Altri del 20 ottobre 2009

    di Simone Sapienza







    Le immagini di un anno fa avevano colpito tutta Italia. Migliaia di cittadini immigrati in piazza a Castelvolturno contro la camorra per la loro legalità e quella delle istituzioni. Secondo Saviano la camorra stava edificando in quei territori e non avrebbe garantito la presenza degli africani. Hanno resistito. A luglio sono stati ancora loro i promotori della manifestazione nazionale antirazzista che si svolta sabato a Roma. Riuniti come Coordinamento associazioni laiche e cattoliche e movimenti di Caserta hanno deciso di rimanere a Roma perché la manifestazione nazionale non rischiasse di finire come una passerella di buone intenzioni. In poco meno di tre mila hanno dormito tre giorni alla meno peggio, nei centri sociali e nelle chiese (quelle che non chiudono i portoni quando fuori piove), hanno deciso di rinunciare ad una settimana di stipendio in nero rischiando il posto. Un movimento nato un anno fa con poche decine di militanti ma con ]’intento da subito di farne un comitato più ampio possibile senza preconcetti politici. Sarà per questo che in assenza degli interlocutori più consueti si sono rivolti ai Radicali cioè alla forza politica che in questa legislatura ha combattuto in maniera più intransigente prima il trattato tra Italia e Libia poi la legge Maroni, raccogliendo intorno al testo firmato Bonino una lunga lista di sottoscrizioni dell’opposizione ma anche della maggioranza. Del resto le proposte del movimento casertano era contenute proprio in quella proposta di legge e in un ordine del giorno presentato pochi mesi fa: la possibilità di estendere la regolarizzazione e l’emersione a tutte le categorie di lavoratori o almeno ad altre categorie per le quali maggiormente viene utilizzata manodopera straniera in sostituzione di quella autoctona; una proroga fino a Pasqua della regolarizzazione in corso per dare la, possibilità a tutte le famiglie di "legalizzare" davvero tutti i regolarizzabili. Proposte ragionevoli che Emma Bonino nell’ambito della conferenza stampa organizzata ieri al centro del presidio in piazza santi Apostoli ripresenterà in un nuovo testo aggiornato. Rita Bernardini, deputata radicale eletta nel Pd in- vece ha annunciato che il 6, 7, 8 dicembre prossimi sarà organizzata una visita ispettiva di massa dei parlamentari di tutti gli schieramenti nei Cie italiani, come quella effettuata questa estate in tutte le carceri del paese. Alla conferenza stampa è seguita una maratona oratoria, perché al di là dei punti l’obiettivo della comune mobilitazione era quello di cominciare a spiegare, in maniera ragionevole e documentata, il fallimento della regolarizzazione di colf e badanti e le gravi conseguenze dell’esclusione dal provvedimento delle altre categorie di lavoratori stranieri. Da un piccolo palco circondato da migliaia di occhi attenti sono state messe in fila ad una ad una le motivazioni e fatti concreti, interventi di parlamentari e di immigrati. Un dossier orale che darà forza a chi ora dovrà impegnarsi nelle sedi istituzionali. Sicuramente ha dato forza a Marco Pannella che ha raccontato alla folla attenta, le migrazioni degli italiani, le campagne contro lo sterminio per fame nel mondo e il valore della battaglie nonviolente. Alla manifestazione hanno preso parte anche diversi esponenti di altri schieramenti. Hanno confermato il loro impegno militante a favore dell’integrazione Paolo Ferrero per Rifondazione Comunista, Fausto Bertinotti e Sinistra e Libertà. L’identità. della. sinistra si riscopre sempre riconoscendo i comuni amici. La presenza davanti alle istituzioni romane degli immigrati casertani ha già prodotto qualche effetto. Una delegazione è stata ricevuta nel corso del pomeriggio da Mario Morcone, capo del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno. Tra i diversi impegni presi dal Prefetto il più concreto è stato quello di sbloccare le pratiche casertane dell’ufficio territoriale per quanto riguarda le pratiche dei richiedenti asilo. Quello di Caserta infatti è l’ufficio con più dinieghi d’Italia. Per tutto il resto è ragionevole pensare che non si siano molte possibilità con l’attuale maggioranza di toccare la legge. Ma queste sono persone che hanno attraversato il mediterraneo su un gommone e sono scampati alle oasi di Gheddafi. Sanno dunque cosa. vuol dire fare l’impossibile. Il loro proposito era di farsi ascoltare. Ci sono riusciti.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 01-10-09, 11:51
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-10-08, 00:18
  3. FN - MANIFESTAZIONE SABATO 11 Ottobre
    Di -RAS- nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-10-08, 11:20
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-11-06, 23:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226