User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Call of duty

  1. #1
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Call of duty

    Nell'introduzione abbiamo ricordato i morti delle grandi battaglie della II Guerra Mondiale ed abbiamo paragonato le emozioni di Call of Duty con ciò che è accaduto all'incirca sessant'anni fa. Con un videogioco certamente non saremo mai in grado di comprendere cosa sia una guerra, ma con questo titolo ci andiamo abbastanza vicini, almeno per quanto riguarda l'eroismo e la “spettacolarità” degli eventi. Atteso a lungo, Call of Duty (CoD), fin dalle sue prime apparizioni alle più importanti fiere dedicate ai videogiochi, è stato presentato come un capolavoro, alla luce delle promesse fatte dagli sviluppatori della Infinity Ward, che hanno sempre dichiarato che ci saremmo trovati di fronte ad un concentrato di spettacolarità, ad una intelligenza artificiale particolarmente raffinata e ad un gioco di squadra dal realismo totale. Prima di intraprendere l'analisi vi presentiamo meglio gli sviluppatori della Infinity Ward: si tratta nientemeno che di una buona parte dei 2015, gli stessi che sotto mamma Electronic Arts avevano dato alla luce quel capolavoro di Medal of Honor. Dopo un ammutinamento di massa, questi genietti della programmazione hanno voluto, per così dire, dare un seguito, o meglio ampliare le operazioni e le vicende di quei terribili anni, smussando e migliorando quelle che erano state le mancanze di Medal of Honor, ovvero un'intelligenza artificiale poco sviluppata, una propensione all'arcade puro e dei piccoli difetti di giocabilità che alteravano l'immersione nella scena ed il coinvolgimento. E' nato così, frutto delle esperienze passate Call of Duty...nelle prossime righe il resoconto delle nostre emozionanti sessioni di gioco.

    Il gioco è completamente tradotto nella nostra lingua ed il doppiaggio, pur non riproducendo perfettamente le emozioni che ci dona la lingua inglese, fa egregiamente il suo lavoro e si presta comunque a garantire una totale immersione. Saremo impegnati in tre distinte ed epiche avventure in single player nei panni dell'americano Martin, dell'inglese Evans e del russo Alexei. Con il soldato semplice Martin, appartenente alla famosissima Centounesima Aviotrasportata, verremo paracadutati all'interno delle coste della Normandia a poche ore dallo sbarco via mare e così, come visto nella bellissima serie televisiva Band of Brothers di cui questa compagnia è protagonista, saremo impegnati a St.Mare Eglise, nell'assalto di batterie contraeree tedesche ed in altri obiettivi che però vi teniamo nascosti. Terminata la campagna americana si passa ad indossare le vesti del sergente Evans della Sesta Divisione Aviotrasportata inglese, che vedrà il culmine delle sue operazioni nella presa e tenuta del famosissimo Pegasus Bridge, episodio storico ricordato nel film ';Il Giorno Più Lungo' oltre ad incursioni atte a colpire bersagli vitali dell'esercito tedesco. La terza ed ultima parte del gioco ci porta in Russia, più precisamente a Stalingrado e...forse è meglio tenervi all'oscuro di quanto accadrà in questa ultima sezione di gioco, decisamente una delle più entusiasmanti e meglio ricostruite battaglie mai viste in un fps. Bene, questa è la trama di Call of Duty, attinta anche dai grandi capolavori cinematografici e soprattutto fedele, in molte delle sue parti, ad episodi e luoghi realmente esistiti.
    Se poi parliamo della giocabilità, l'approccio ai combattimenti sarà sempre molto spettacolare. Le missioni americane, un po' troppo simili nell'ambientazione a Medal of Honor, almeno nei primi livelli, e quelle inglesi saranno frenetiche e soprattutto piene di eroismo, mentre nella campagna di Russia avremo il pieno coinvolgimento grazie alla trasposizione, almeno nella parte iniziale, di quel capolavoro che è stato ';Il Nemico Alle Porte'. Fare parte dell'esercito russo e non avere la possibilità di fare un passo indietro (capirete nel gioco perché...) ci ha letteralmente fatto accapponare la pelle. In tutte e tre le le parti ciò che rende CoD migliore rispetto ai giochi visti fino ad ora, è il comportamento dei nostri compagni. Infatti, non dovremo dar loro ordini in continuazione, ma potremo per mezzo delle nostre azioni influire sulle loro scelte e sul loro comportamento. Decidere di aiutare uno di loro con fuoco di copertura evitandogli morte sicura sarà gratificante e ci garantirà un'arma in più puntata contro il nemico. Potremo affrontare in questo modo ogni livello nel perseguimento di tutti gli obiettivi compiendo, ogni volta scelte diverse. Da precisare che più elevato sarà il grado di difficoltà che sceglieremo e migliori saranno sia il coinvolgimento che il realismo delle azioni. Anche il comportamento del nemico è molto reale e quasi mai vedremo agire soldati per conto proprio, anzi, cercheranno riparo in attesa di una nostra distrazione. Ad esempio, durante l'assalto ad un edificio potremo stanarli lanciando granate ed aspettando che i nostri compagni se ne occupino accerchiando l'edificio, oppure li potremo mitragliare cercando di evitare il loro fuoco, ma in entrambi i casi dovremo aspettarci mosse di contrattacco, come il loro nascondersi ed il loro continuo fuoco verso di noi ed i nostri compagni. All'interno di una costruzione, oppure quando ci sono ripari naturali, si nasconderanno ed avranno la capacità di sporgersi quel tanto per riuscire a spararci. Niente da dire, la giocabilità grazie alle ambientazioni, alla buona intelligenza artificiale e ad un ottimo uso di scripting (cioè al seguito di una nostra azione ne parte una da parte dell'intelligenza artificiale del gioco) raggiunge livelli mai visti in uno sparatutto. Il gioco riesce anche a divertire, pur implicando l'utilizzo di una certa dose di astuzia restando non lontanissimo da una forma di gioco arcade senza obbligarci ad estenuanti scelte tattiche. Prestate però molta attenzione alla scelta dell'arma giusta da utilizzare in ogni situazione...
    Non appena iniziato a giocarci per scrivere questa recensione ci siamo dati un'unica meta: sopravvivere e portare a termine gli obiettivi. Non stiamo esagerando, farsi trasportare e coinvolgere da Call of Duty diventa naturale.
    Ricordiamo poi che i controlli sono totalmente configurabili rispecchiando i classici canoni degli fps.

    Se fino ad ora con l'analisi della trama, della giocabilità e dell'intelligenza artificiale abbiamo rivolto solo elogi a Call of Duty, passando ad una analisi prettamente sensoriale, e quindi della grafica e del sonoro, non possiamo che continuare sulla stessa linea. Supportato dall'ormai storico motore grafico di Quake III Arena, questo titolo non lascia ombra di dubbio: graficamente è spettacolare soprattutto grazie al lavoro dei programmatori della Infinity Ward che hanno fatto dell'engine di Quake un tale aggiornamento che probabilmente faremmo fatica a ritrovare qualche traccia del codice originale. Ma perché è tanto spettacolare? In primis per l'elevatissimo numero di poligoni utilizzati, sia negli enormi spazi aperti sia negli angusti scantinati ma anche per l'utilizzo dell'illuminazione in tempo reale, per l'implementazione delle esplosioni praticamente vere, ed infine per la cura prestata a tutti i particolari: luoghi degli scontri, armi, soldati ed mezzi. Non si poteva chiedere di più, se altri giochi da poco usciti che hanno utilizzato l'engine di Quake III ci avevano fatto storcere un po' il naso (chi ha detto Elite Force II?), per alcune lacune tecniche, Call of Duty ridà smalto ad un motore grafico datato millenovecentonovantanove. Sorprendenti anche le texture utilizzate, il fotorealismo è praticamente assicurato. Di notevole importanza anche la possibilità di essere giocato su pc non proprio di ultimissima generazione grazie all'ottima fluidità riscontrata in qualsiasi situazione e grazie alla scalabilità di questo gioco alle più disparate configurazioni hardware. Una piccola nota da fare è un problema di compatibilità con le ultime versioni dei driver ATI Catalyst che sono già stati comunque sistemati: se siete tra coloro che nel pieno della battaglia vengono rimandati a Windows correte ad aggiornare i driver, non rovinatevi la guerra!!! Dalla grafica al sonoro il passo è breve e si incontra in quei momenti dove lo scoppio di una granata vicino a noi ci scaraventa a terra e ci stordisce temporaneamente. In questo caso l'unione della grafica con il suono è sublime: le texture visualizzate, distorte e con colori alterati, ci daranno idea dello stordimento, con una sordità temporanea che scomparirà gradualmente con il ritorno del sibilo delle armi intorno a noi. Per darvi un'idea cercate di ricordare le prime scene del film Salvate il Soldato Ryan, dove Tom Hanks sulla spiaggia veniva estraniato dalla battaglia dopo l'esplosione di una bomba vicino a lui. Fortunati i possessori di un sistema multicanale visto il pieno supporto alle librerie audio EAX 4.0 di ultimissima generazione perché la sensazione di essere al centro della battaglia sarà totale: il frastuono dei colpi delle armi, delle esplosioni, le urla dei compagni ed i rumori dei mezzi sono tutti reali e decisamente coinvolgenti, addirittura il rumore dei passi nostri, dei compagni e del nemico sono i migliori mai sentiti fino ad ora in un videogioco. Come per la giocabilità, anche grafica e sonoro sono stati studiati per garantire la più alta spettacolarità possibile e dobbiamo dire che i programmatori ci sono pienamente riusciti.
    A questo punto vi starete chiedendo se Call of Duty abbia dei problemi. Certo, non è esente da piccoli errori ma vi assicuriamo che se tutti i giochi fossero sviluppati in questo modo saremmo meno incavolati con certi produttori. Un primo appunto lo facciamo alla longevità, vi raccomandiamo di giocarlo al livello di difficoltà più elevato, altrimenti rischierete di portarlo a termine in meno di dieci ore che, pur non essendo pochissime, meritano di essere assaporate intensamente. Un livello di difficoltà molto basso non vi permetterebbe di cogliere tutto ciò che Call Of Duty offre. Nei livelli iniziali poi la somiglianza con Medal of Honor è eccessiva, fortunatamente dura solo per pochi minuti. Altra sensazione negativa che dobbiamo riconoscere è l'estrema linearità nel raggiungimento degli obiettivi: se una porta si apre, è perché dobbiamo passare proprio da lì, pochissime sono le fasi di esplorazione. Alcune lacune poi le abbiamo riscontrate nella stupenda intelligenza artificiale, soprattutto per quanto riguarda il nemico. Si nasconde, attacca in squadra, ma non riesce a diversificare l'azione: se spariamo verso i tedeschi uccidendoli, i soldati che rimpiazzeranno i morti si posizioneranno esattamente negli stessi identici posti senza cercare di affrontarci da altre posizioni e questo rende più facile la loro completa eliminazione. Sono problemi di secondo ordine ma proprio per questo ci saremmo aspettati la loro eliminazione in fase di sviluppo.

    Prima di passare alle considerazioni finali vi presentiamo anche il comparto multiplayer, infatti Call of Duty supporta il gioco via rete Lan oppure via Internet. Sotto questo punto di vista, sebbene sia uscito da pochi giorni, vi informiamo che la comunità di fans è già molto vasta, quindi buttatevi pure nel gioco in multiplayer. Sono state implementate le classiche modalità Deathmatch e Team Deathmach ma ne sono state introdotte alcune del tutto nuove. Serch and Destroy e Retrieval sono studiate per il gioco a squadre: nella prima dovremo raggiungere obiettivi da fare esplodere successivamente, e nella seconda dovremo recuperare documenti da riportare in territorio amico. Vi è infine Behind Enemy Lines che ci terrà impegnati in uno scontro tra Alleati e Forze dell'Asse, sempre superiori in quantità, nella quale il vincitore sarà quello tra gli alleati che sopravviverà più a lungo. Niente di clamoroso, ma le mappe ed il bilanciamento delle difficoltà, così come la parte in singolo, assicurano tantissimo divertimento.

    Bene, siamo giunti al momento dei saluti, cosa possiamo aggiungere? Call of Duty è indubbiamente la nuova pietra di paragone per i futuri fps ambientati in epoca di guerra e considerato il fatto che sono già state date notizie ufficiose a riguardo di sue possibili espansioni non possiamo fare altro che consigliarlo a qualsiasi amante di giochi per pc. Un titolo da non perdere assolutamente per quanti hanno apprezzato Medal of Honor e per gli appassionati di giochi di guerra in genere. Ora vi salutiamo e vi rimandiamo alle prossime recensioni, il dovere ci chiama!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sono già in fase di download

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se è come Medal Of Honor Allied Assault che non riuscivo a fare neanche 10 mt che ero morto lascio pedere
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  4. #4
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da Shaytan
    Se è come Medal Of Honor Allied Assault che non riuscivo a fare neanche 10 mt che ero morto lascio pedere
    non te ne va bene uno

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dunque ho finito Medal Of Honor Allied Assault, ora ho installato l'aggiornamento Breakthrought ed è infinitivamente + incasinato del precedente.

    Ho anche finito di scaricare Call of Duty e devo dire che è molto bello sia graficamente che come giocabilità.

    Ho preso l'home theather qualche giorno fa ora vedo se riesco a prendermi una scheda audio decente
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'ho finito, eccezzionale il finale anche se in sigle player è abbastanza facile in generale salvo alcuni punti.
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  7. #7
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    me lo doveva portare un mio amico e ancora non l'ha fatto....

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    10 Oct 2009
    Messaggi
    32,649
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sto cercando questo gioco per playstano 2, allora vale la pena?

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-08-13, 12:08
  2. Call of Duty New Edition
    Di Segesto II nel forum Ludoteca
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-11-12, 10:26
  3. Call of Duty 2
    Di Supermario nel forum Ludoteca
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 22-12-09, 00:45
  4. Call of duty 5, world at war
    Di Il_Grigio nel forum Ludoteca
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 31-01-09, 16:28
  5. Call of duty 3
    Di Lelepertini nel forum Ludoteca
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 17-01-07, 07:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226