User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    01 May 2002
    Messaggi
    567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Manifestare insieme alla cdl??????????

    La sinistra italiana, come al solito, fa confusione. In Spagna hanno manifestato giustamente tutti uniti contro il terrorismo senza però perdere di vista le responsabilità politiche. E si è vitsto con la grande manifestazione spontanea del giorno dopo contro il governo BUGIARDO..Il ns. csx. o meglio gli uniti nell'ulivo, vista la già ambigua posizione sul voto in parlamento, non sa prendere una posizione netta e, ancora una volta tende la mano a berlusconi che però senza smentirsi, lania i suoi diktat sulle modalità delle 2 manifestazioni previste. E continuiamo a farci del male. NO AL TERRORISMO!! NO ALLA GUERRA E A CHI IN QUESTA GUERRA CI HA TRASCINATO!!!!!! Ripeto spero che l'elettorato di sinistra colga l'occasione delle europee per dare un segnale forte e capire un po di piu il peso delle varie posizioni.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    "SI PUO' FARE"
    Data Registrazione
    06 Dec 2003
    Messaggi
    8,606
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mah, la cosa sembra talmente chiara ........ anche perchè manifestare contro il terrorismo, pure insieme alla CdL, non significa confondere le responsabilità politiche.

    Non a caso la lista unitaria parteciperà anche alla marcia della pace, la CdL no.


    Il signor berlusconi i diktat può darli ai suoi maggiordomi, dato che la proposta di manifestare uniti non è certo venuta da lui, dato che vorrei vedere quanti forzisti saranno in piazza e, soprattutto, non può avere la pretesa assurda che gli altri non partecipino alla marcia della pace ................... ma lui vive in un mondo tutto suo.



    ===VIOLANTE: ACCORDI? SIAMO TUTTI CONTRO I TERRORISTI

    (ANSA) - ROMA, 15 MAR - ''La nostra risposta a Berlusconi?
    Siamo tutti contro il terrorismo. Ma non c'e' nessuna
    contraddizione tra il marciare per la pace e contro la guerra e
    il marciare contro il terrorismo. Forse il presidente del
    Consiglio vorrebbe fare una sorta di "esame del sangue" ai suoi
    avversari politici, cosa che non e' accettabile. Se si vuole
    davvero unita' contro il terrorismo, basta lavorare insieme per
    questo obiettivo nella vita politica e parlamentare. Ma sapendo
    che c'e' una grande maggioranza dei cittadini del nostro paese
    che e' contro la guerra in Iraq e contro il terrorismo''.
    Luciano Violante, presidente dei deputati Ds - intervistato
    dalla STAMPA - replica cosi' alla dichiarazione del premier.
    ''Chi e' per la pace - spiega Violante - e' anche contro il
    terrorismo. Noi siamo contrari alla missione italiana in Iraq,
    perche' quella guerra e' nata contro l'Onu e sulla base di una
    menzogna, l'esistenza delle armi di distruzione di massa. Come
    dice John Kerry, la guerra ha certamente fatto fuori un
    pericoloso dittatore, ma ha accentuato i rischi di terrorismo
    per tutto l'occidente. E' un errore, inoltre, usare la
    coercizione militare come unico strumento contro il terrorismo.
    L'uso regolato della forza e' necessario ma non sufficiente.
    Occorre anche la cooperazione internazionale, il sostegno alla
    salute, la formazione, lo sviluppo per i paesi piu' poveri, dove
    il terrorismo islamico ha consenso e recluta nuovi militanti.
    Essere uniti contro il terrorismo non puo' essere uno slogan per
    coprire l'errore della partecipazione alla missione in Iraq.
    Significa fare politiche concrete. Si puo' anche essere divisi
    nel giudizio sulla guerra, ma essere uniti contro il terrorismo.
    Non c'e' antitesi''.(ANSA).
    "La guerra è la vicenda in cui innumerevoli persone, che non si conoscono affatto, si massacrano per la gloria e per il profitto di alcune persone che si conoscono e non si massacrano affatto." (Paul Valèry, poeta francese).

  3. #3
    Socialismo e Nazione
    Data Registrazione
    06 Nov 2003
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,399
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Speriamo che non ci succeda niente, ma se malauguratamente dovvesse accadere qualcosa, la responsabilità ricade direttamente su questa classe politica infingarda, che per fare un piacere a Bush ha gettato tutto un Popolo nell'insicurezza e lo ha reso bersaglio di gente che non ci ha mai cercato e per i quali ora siamo "nemici".

  4. #4
    "SI PUO' FARE"
    Data Registrazione
    06 Dec 2003
    Messaggi
    8,606
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da frontista
    Speriamo che non ci succeda niente, ma se malauguratamente dovvesse accadere qualcosa, la responsabilità ricade direttamente su questa classe politica infingarda, che per fare un piacere a Bush ha gettato tutto un Popolo nell'insicurezza e lo ha reso bersaglio di gente che non ci ha mai cercato e per i quali ora siamo "nemici".
    beh, nella classe politica bisogna fare distinzioni tra chi la guerra l' ha appoggiata INCONDIZINATAMENTE ( nonostante gli italiani fossero contrari al 75%) e chi ha manifestato per mesi contro di essa.. e che aveva in programma una nuova manifestazioni per il 20 marzo, indetta ben prima degli attentati a Madrid.

    Per cui se siamo nel mirino ciò è dovuto alla voglia di questo governo di accodarsi alla politica di Bush e, quindi, a ciascuno il suo.

    Bye
    "La guerra è la vicenda in cui innumerevoli persone, che non si conoscono affatto, si massacrano per la gloria e per il profitto di alcune persone che si conoscono e non si massacrano affatto." (Paul Valèry, poeta francese).

  5. #5
    Socialismo e Nazione
    Data Registrazione
    06 Nov 2003
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,399
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da ossoduro
    beh, nella classe politica bisogna fare distinzioni tra chi la guerra l' ha appoggiata INCONDIZINATAMENTE ( nonostante gli italiani fossero contrari al 75%) e chi ha manifestato per mesi contro di essa.. e che aveva in programma una nuova manifestazioni per il 20 marzo, indetta ben prima degli attentati a Madrid.

    Per cui se siamo nel mirino ciò è dovuto alla voglia di questo governo di accodarsi alla politica di Bush e, quindi, a ciascuno il suo.

    Bye
    Che la responsabilità principale sia del governo è poco ma sicuro.
    Però sono corresponsabili anche coloro che si nascondono dietro i "se" e i "ma" (tipo i ds ed altri) e non dicono chiaro e tondo "via dall'inferno Irak"!
    Ci hanno messo tutti in pericolo e non hanno il coraggio di prendere l'unica decisione necessaria per evitare nuovi lutti: lasciamo l'Irak e pensiamo all'Italia!

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    01 May 2002
    Messaggi
    567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'articolo di Violante

    Sì. sì tutto bene. Ho letto abbastanza suaal questione e, pur non condividendo, credo di aver capito le varie istanze. Il problema non è questo. Quello che voglio dire è che a mio parere la sinistra riformista, come al solito, spinta diei da un'ossessiva smania di distinguersi dall'altra sinistra, per paura di non apparire abbastanza "RIformista" appunto cade nel bel tranello tesogli da quei volponi della cdl. Non credo si debba essere degli osservatori particolarmente fini per capire che il messaggio alle masse che in questi giorni i media, controllati direttamente e indirettamente da berlusconi, hanno trasmesso e : che .. loro... "i buoni" sono compatti nel protestare contro il terrorismo... invece gli altri... i cattivi sinistri non riescono a trovare unità neppure in caso di frangenti così gravi. Penso che dovremmo essere noi ad avanzare petese. Ad esempio chiedendo che il governo s'impegni a ritirare le truppe se a giugno non fosse ancora intervenuto l'onu. Ho sentito il frattino dire però che di una simile ipotesi neanche si discute. La propaganda giornalistica di oggi è dedita ad assimilare la vittoria socialista in Spagna alla vittoria di bin laden. Veramente possiamo marciare con chi, neanche tanto velatamente continua ad accusarci di simpatizzare con i terroristi??? Dovremmo aver capito che con questi si fa come ha fatto Di Pietro.... ci si alza.. e via per la propria strada!!! Ricominceremo a parlare di politica bipartisan quando avremo di fronte una destra " purificata" dalle colossali anomalie che drogano questa legislatura.

  7. #7
    moderatore di bachelite
    Data Registrazione
    12 Aug 2002
    Località
    Germania
    Messaggi
    44,146
    Mentioned
    82 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Manifestare insieme alla cdl??????????

    In Origine Postato da lucia
    La sinistra italiana, come al solito, fa confusione. In Spagna hanno manifestato giustamente tutti uniti contro il terrorismo senza però perdere di vista le responsabilità politiche. E si è vitsto con la grande manifestazione spontanea del giorno dopo contro il governo BUGIARDO..Il ns. csx. o meglio gli uniti nell'ulivo, vista la già ambigua posizione sul voto in parlamento, non sa prendere una posizione netta e, ancora una volta tende la mano a berlusconi che però senza smentirsi, lania i suoi diktat sulle modalità delle 2 manifestazioni previste. E continuiamo a farci del male. NO AL TERRORISMO!! NO ALLA GUERRA E A CHI IN QUESTA GUERRA CI HA TRASCINATO!!!!!! Ripeto spero che l'elettorato di sinistra colga l'occasione delle europee per dare un segnale forte e capire un po di piu il peso delle varie posizioni.
    Purtroppo l'operato dell'attuale opposizione italiana è insufficiente e neghittoso. L'Ulivo sta alla CdL come lo Judenrat sta al Reich hitleriano.

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    15,872
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


    15 Marzo 2004

    Noi non ci saremo
    a cura di: Giorgio Mele

    Le basi politiche della battaglia contro il terrorismo, da parte del centrodestra, si fondano su una logica di guerra che in questi anni ha insanguinato il mondo, lo ha reso più pericoloso, accrescendo al contempo le fila dei terroristi. E quindi è una logica sbagliata e perdente che non può essere condivisa. Per questo motivo non esistono le basi politiche per una manifestazione comune con il Polo, che servirebbe soltanto a coprire le responsabilità del centrodestra

  9. #9
    "SI PUO' FARE"
    Data Registrazione
    06 Dec 2003
    Messaggi
    8,606
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'articolo di Violante

    In Origine Postato da lucia
    Penso che dovremmo essere noi ad avanzare petese. Ad esempio chiedendo che il governo s'impegni a ritirare le truppe se a giugno non fosse ancora intervenuto l'onu.


    Questa è sempre stata la posizione della sinistra riformista.

    non a caso tutto il casino sul rifinanziamento dei nostri contingenti si è verificato per questo.

    Dato che la CdL per creare problemi al CSX non ha voluto scindere la missione in Iraq si è scelta la posizione di non votare.

    Precedentemente, inoltre, era stato chiesto un impegno del governo per intraprendere tutte le iniziative per riportare il tutto in sede ONU.

    Logicamente loro, che sono stati sempre solidali con Bush non lo hanno neanche preso in considerazione.

    Le responsabilità politiche, però, sono ben diverse.

    Il CSX, TUTTO, fin dall' inizio è stato compatto contro l'intervento militare .................. la sinistra alternativa è logico che abbia più margini di manovra e di intransigenza.

    In ogni caso all' opinione pubblica una cosa è chiara: che se siamo in quel ginepraio, con tutte le ripercussioni che potrebbe procurare ................. nella malagurata ipotesi di attentati in ITALIA ................. la causa è ben determinata.

    Il CDX, poi, ora è ad un bivio. Mancando al Silvio l' appoggio di Aznar ........... dimostrerà ancora di più la sua debolezza, sarà distante dalla posizione maggioritaria in Europa, dovrà accollarsi tutte le responsabilità di quella scelta.

    Non a caso, ieri, Prodi ha tuonato contro Bush e si è fatto promotore di un' iniziativa in sede UE in merito alla situazione dell' Iraq. Ciò, oltre a corrispondere ad una linea ben precisa, finirà per creare ulteriori problemi al CDX italiano in quanto a quell' iniziativa si presenterà come l' unico Paese che sostiene certe posizioni.



    ===D'ALEMA, SENZA SVOLTA VIA LE TRUPPE ITALIANE DALL'IRAQ

    (ANSA) - ROMA, 16 MAR - ''Continuo a non credere che
    venirsene via subito dall'Iraq, isolando gli americani, risolva
    alcuno dei problemi aperti. Trovo molto piu' forte politicamente
    la richiesta di una svolta radicale... Ma sia chiaro, senza una
    svolta entro giugno bisognerebbe ritirare le nostre truppe come
    annunciato per quelle spagnole''. Il presidente dei Ds, Massimo
    D'Alema, in un'intervista al CORRIERE DELLA SERA chiede
    all'Europa un cambiamento di rotta politico dopo gli attentati
    di Madrid, e osserva che ''la posizione del leader del Psoe
    Zapatero'', che intende ritirare i suoi soldati dall'Iraq, ''e'
    la stessa da noi sostenuta nel recente dibattito parlamentare''.
    ''L'Europa - sostiene - deve farsi carico di una grande
    ripresa di iniziativa su due temi chiave: Medio Oriente e
    Cecenia. Il governo italiano ha una posizione di avallo critico
    nei confronti della politica di Sharon e Putin. Se vogliamo
    battere il terrorismo abbiamo una sola possibilita', costruire
    un fronte che coinvolta una grande parte del mondo islamico.
    Altrimenti Al Qaeda vincera'''. Secondo D'Alema, ''il cosiddetto
    Quartetto, quelli che hanno proposto la road map, dovrebbe
    convocare subito le parti ad un tavolo negoziale. Mettendo anche
    sul tavolo incentivi forti per la pace: un'associazione speciale
    di Israele e dello Stato palestinese all'Unione Europea,
    presidio dei confini con una forza di interposizione protetta da
    adeguati organismi internazionali in grado di garantire la
    sicurezza''. (ANSA).
    "La guerra è la vicenda in cui innumerevoli persone, che non si conoscono affatto, si massacrano per la gloria e per il profitto di alcune persone che si conoscono e non si massacrano affatto." (Paul Valèry, poeta francese).

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Jul 2002
    Località
    Maremma toscana
    Messaggi
    7,272
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da frontista
    Che la responsabilità principale sia del governo è poco ma sicuro.
    Però sono corresponsabili anche coloro che si nascondono dietro i "se" e i "ma" (tipo i ds ed altri) e non dicono chiaro e tondo "via dall'inferno Irak"!
    Ci hanno messo tutti in pericolo e non hanno il coraggio di prendere l'unica decisione necessaria per evitare nuovi lutti: lasciamo l'Irak e pensiamo all'Italia!
    Tu sei convinto che se l'opposizione dicesse, come mi pare sta dicendo, "Via dall'Irak!", i testoni leccaculo che sono al governo ritirerebbero le truppe?

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. PD alla SA: Abbiamo scherzato, torniamo insieme!
    Di Dottor Zoidberg nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 20-05-08, 00:36
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 04-06-07, 16:00
  3. 18 Marzo: Manifestare Tutti, Manifestare Tutto
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-01-06, 10:45
  4. Baghdad: insieme alla democrazia tornano le prostitute
    Di Bryger nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 01-05-03, 18:46

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226