User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cosa ne direste di una linea politica di questo tipo?

    Una delle principali debolezze del progetto della Lega è rappresentata dal fatto che i popoli padani sono suddivisi in sette piccole regioni a cui manca ogni tipo di coordinamento e ogni sentimento d'unità reale. La stessa idea padana, allo stato attuale, rimane idea, ovvero concezione astratta che non trova riscontri istituzionali. Eppure, una strada persino semplice per cambiare diverse carte in tavola, diversi rapporti di forza, per ridare slancio ai nostri valori, c'è: unire le regioni padane in un'unica grande regione, dotata di competenze e risorse, di rappresentanza in sede di Consiglio europeo delle regioni, di incalcolabile peso politico. Non ha senso, oggi, dividersi fra liguri, piemontesi, lombardi, emiliani... Non si tratterebbe nemmeno di istituire un nuovo potere centrale irrispettoso delle periferie: in ordine alle attuali devoluzioni, le province possono sostituirsi senza problemi alle tradizionali regioni, e anzi rispondere con maggior puntualità alla domanda di sanità, istruzione e sicurezza presente sui territori. Ma pensiamo a una regione padana capace di dialogare a pieno titolo con Austria, Francia e Slovenia, capace di elaborare una strategia produttiva fortemente integrata, titolare di proprie strutture mass-mediatiche. Vivremmo probabilmente nella più forte regione europea, una regione che si sa una e che svilupperebbe quindi da sé quell'identità che la Lega da anni va diffondendo. Mi sembra un'occasione troppo grossa e importante per non seguirne la via. Voi che ne pensate?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb Re: Cosa ne direste di una linea politica di questo tipo?

    Originally posted by ZENA
    Ma pensiamo a una regione padana capace di dialogare a pieno titolo con Austria, Francia e Slovenia, capace di elaborare una strategia produttiva fortemente integrata, titolare di proprie strutture mass-mediatiche. Vivremmo probabilmente nella più forte regione europea, una regione che si sa una e che svilupperebbe quindi da sé quell'identità che la Lega da anni va diffondendo. Mi sembra un'occasione troppo grossa e importante per non seguirne la via. Voi che ne pensate?


    Bhè, la Svizzzera ha 5 milioni di Abit. ,sì e no, ed è costituita da 26 cantoni autonomi,grossi come le nostre province, se ne sta fuori dall'€uro e dall'€uropa ....e sta da dio!!!

    G.Miglio aveva scritto una costituzione federale come quella svizzera, ma poi sappiamo com'è andata a finire...

  3. #3
    Il Patriota
    Ospite

    Predefinito Re: Cosa ne direste di una linea politica di questo tipo?

    Originally posted by ZENA
    Una delle principali debolezze del progetto della Lega è rappresentata dal fatto che i popoli padani sono suddivisi in sette piccole regioni a cui manca ogni tipo di coordinamento e ogni sentimento d'unità reale. La stessa idea padana, allo stato attuale, rimane idea, ovvero concezione astratta che non trova riscontri istituzionali. Eppure, una strada persino semplice per cambiare diverse carte in tavola, diversi rapporti di forza, per ridare slancio ai nostri valori, c'è: unire le regioni padane in un'unica grande regione, dotata di competenze e risorse, di rappresentanza in sede di Consiglio europeo delle regioni, di incalcolabile peso politico. Non ha senso, oggi, dividersi fra liguri, piemontesi, lombardi, emiliani... Non si tratterebbe nemmeno di istituire un nuovo potere centrale irrispettoso delle periferie: in ordine alle attuali devoluzioni, le province possono sostituirsi senza problemi alle tradizionali regioni, e anzi rispondere con maggior puntualità alla domanda di sanità, istruzione e sicurezza presente sui territori. Ma pensiamo a una regione padana capace di dialogare a pieno titolo con Austria, Francia e Slovenia, capace di elaborare una strategia produttiva fortemente integrata, titolare di proprie strutture mass-mediatiche. Vivremmo probabilmente nella più forte regione europea, una regione che si sa una e che svilupperebbe quindi da sé quell'identità che la Lega da anni va diffondendo. Mi sembra un'occasione troppo grossa e importante per non seguirne la via. Voi che ne pensate?
    oggi il progetto Padania (cioè nascita di una stato federale indipendente costituito dalle nazioni padano-alpine) non è sentito dai popoli padano-alpini. E' inutile illudersi. Lo stesso termine Padania non è ben compreso da molti leghisti. Figuriamoci gli esterni al Movimento. Questo per diversi motivi, non ultimo il fatto che il Movimento non è stato capace di spiegare bene il progetto stesso: si contiuna a parlare di nord, popolo padano, nazione padana..ecc..ecc tutti termini e atteggiamenti politici che generano nell'elettorato confusione e sensazione di un progetto confuso e senza basi solide (basti pensare all'indeterminatezza dei confini della Padania- stato che arriva a comprendere perfino Umbria e Marche ). O all'idea di avere come inno nazionale una canzonicina filorisorgimentale ed una bandiera (sole della alpi verde) senza nessuna base storica. Si deve pertanto a mio avviso riprendere da quelle che sono le identità etniche "di base" + sentite dai nostri popoli e cioè l'appartenenza alla propria etnonazione (Veneto, Insubria, Piemonte, ecc.....) riscoprendo date, storia, lingua che faccia piazza pulita della omologazione itagliana operata negli ultimi 200 anni e da quella mondialista operata negli ultimi 50. la lega dovrebbe creare date dell'orgolgio veneto, piemontese, ecc..dove si cerchi di risvegliare un forte sentimento etnonazionalista. E' infatti conquistando le nazioni padane che si arriverà alla nascista della FEDERAZIONE PADANA. Puntare prima di risvegliare le identità dei popoli padano-alpini alla nascita per fusione di una macro regione determinerebbe soltanto confusione e per reazione opposta la nascista di nazionalismi in contrasto con il progetto stesso (mi spiego: il Veneto a cui verrebbe proposto di annullare la propria nazione in una macroregione voeterbbe sicuramente contro..idem per gli altri popoli).

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Cosa ne direste di una linea politica di questo tipo?

    Originally posted by Il Patriota
    oggi il progetto Padania (cioè nascita di una stato federale indipendente costituito dalle nazioni padano-alpine) non è sentito dai popoli padano-alpini. E' inutile illudersi. Lo stesso termine Padania non è ben compreso da molti leghisti. Figuriamoci gli esterni al Movimento. Questo per diversi motivi, non ultimo il fatto che il Movimento non è stato capace di spiegare bene il progetto stesso: si contiuna a parlare di nord, popolo padano, nazione padana..ecc..ecc tutti termini e atteggiamenti politici che generano nell'elettorato confusione e sensazione di un progetto confuso e senza basi solide (basti pensare all'indeterminatezza dei confini della Padania- stato che arriva a comprendere perfino Umbria e Marche ). O all'idea di avere come inno nazionale una canzonicina filorisorgimentale ed una bandiera (sole della alpi verde) senza nessuna base storica. Si deve pertanto a mio avviso riprendere da quelle che sono le identità etniche "di base" + sentite dai nostri popoli e cioè l'appartenenza alla propria etnonazione (Veneto, Insubria, Piemonte, ecc.....) riscoprendo date, storia, lingua che faccia piazza pulita della omologazione itagliana operata negli ultimi 200 anni e da quella mondialista operata negli ultimi 50. la lega dovrebbe creare date dell'orgolgio veneto, piemontese, ecc..dove si cerchi di risvegliare un forte sentimento etnonazionalista. E' infatti conquistando le nazioni padane che si arriverà alla nascista della FEDERAZIONE PADANA. Puntare prima di risvegliare le identità dei popoli padano-alpini alla nascita per fusione di una macro regione determinerebbe soltanto confusione e per reazione opposta la nascista di nazionalismi in contrasto con il progetto stesso (mi spiego: il Veneto a cui verrebbe proposto di annullare la propria nazione in una macroregione voeterbbe sicuramente contro..idem per gli altri popoli).
    Se non c'è ancora una nitida coscienza padana, quale migliore strategia per crearla della creazione di una macro-regione? Quale migliore strategia per far chiarezza sui confini? Quale migliore strategia per far si che la parola e la realtà "Padania" abbiano senso istituzionale? Per quanto riguarda le singole identità etno-nazionali, che oggettivamente prese a loro stanti non hanno oggi peso politico per giocare un ruolo incisivo, sarebbero comunque salvaguardate nella loro rilevanza civica, attraverso l'autonomizzazione delle province, veri e propri cantoni sul modello elvetico. Non si può infatti negare che la dimensione provinciale, a Nord, a causa dell'antica tradizione comunale, è oggi più accattivante e rappresentativa di quella regionale. E poi, la Padania è alla fine un'etno-nazione vera e propria, essendo molte lingue padane di identica derivazione, essendo le radici etniche estremamente simili, essendo viva anche la percezione di essere il "Nord". Diamo vita e sostanza a tutto ciò, senza rinunciare ovviamente ai principi federalisti e autonomisti sul piano interno. Se i veneti, o anche i friulani, che da sempre hanno forte percezione della loro diversità, non ci stessero, perderebbero una grande occasione. Ma liguri, piemontesi, lombardi, emiliano-romagnoli... Perchè non seguire l'antico progetto di una regione padana forte e consapevole?

 

 

Discussioni Simili

  1. Cosa direste ad una donna per farla incazzare come una pantera ?
    Di Antonio Banderas nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 109
    Ultimo Messaggio: 17-07-11, 23:44
  2. Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 06-07-09, 14:26
  3. Sottoscrivereste questo tipo di mutuo?
    Di Oli nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-10-05, 15:49
  4. Secondo voi è lecito questo tipo di p2p?
    Di Oli nel forum Fondoscala
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-10-04, 17:19
  5. Se Si Continua Questo Tipo Di Politica Fra Poco
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-03, 17:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226