Lo scalo fiorentino riapre al traffico aereo oggi alle ore 18.00,
con 1 ora di anticipo rispetto ai tempi previsti.

Firenze, 31 marzo 2003 - Con 1 ora di anticipo rispetto ai tempi previsti, alle 18.00 di oggi l’aeroporto di Firenze riaprirà al traffico aereo con la pista di volo completamente ripavimentata. L’aeroporto era stato chiuso alle ore 19.00 di lunedì 29 marzo.

200 uomini e 100 mezzi sono stati impegnati nell’attività di fresatura di 27.000 metri quadrati di superficie e successiva ripavimentazione con 4.000 metri cubi di conglomerato bituminoso.

Nei giorni di chiusura, le compagnie aeree hanno riprogrammato i voli in partenza ed arrivo sugli aeroporti di Bologna e Pisa.

AdF, al fine di ridurre i disagi ai passeggeri, ha organizzato servizi di collegamento tra l’aeroporto di Firenze, lo scalo bolognese e quello pisano, con autobus navetta gratuiti per i passeggeri. Le navette sono state utilizzate da circa 1.400 passeggeri in partenza ed arrivo.

Il numero di voli cancellati, per decisione delle compagnie aeree, è stato contenuto ai soli collegamenti con Francoforte e Monaco e ad un collegamento al giorno con Roma e Milano.

In tali casi, le compagnie aeree hanno comunque riprotetto i passeggeri su voli operati da altri scali aeroportuali.

Con la ripavimentazione della pista di volo, AdF ha ulteriormente migliorato l’efficienza operativa dell’aeroporto di Firenze, a vantaggio delle compagnie aeree e dei passeggeri, anche in funzione delle nuove tipologie di aeromobili impiegati sullo scalo fiorentino.

Il successo dell’operazione, anche in termini di riduzione dei disagi ai passeggeri, è frutto dell’esperienza già acquisita da AdF in un precedente intervento sulla pista di volo condotto alla fine di giugno 2001.