User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    10,854
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Il Pontefice contro l'Europa senza identità delle lobbies



    Il Papa riceve il capo della delegazione della Commissione delle Comunità Europee
    Ue, l'allarme di Benedetto XVI:
    "Radici cristiane sempre più ignorate"

    «L'Europa difenda il matrimonio tra uomo e donna. Gruppi di pressione rischiano di snaturarne l'identità»

    CITTÀ DEL VATICANO - - È «sempre più passata sotto silenzio», nell’Unione europea, una «verità»: la «ispirazione» cristiana dei padri fondatori dell’Ue e le sue radici cristiane tuttora attuali: è l’esortazione rivolta da Benedetto XVI l Papa al capo della delegazione della Commissione delle Comunità Europee, Yves Gazzo, ricevuto in Vaticano per la presentazione delle Lettere Credenziali. Compito dell'Europa di oggi, secondo il Pontefice, è quello di riaffermare la propria eredità umanistica e cristiana in base alle quali deve difendere «la vita umana dal suo concepimento fino alla morte naturale» e «la famiglia fondata sul matrimonio fra uomo e donna». L'ambasciatore Gazzo ha svolto un discorso di saluto al Pontefice definendo la realtà dell'Unione europea come «una zona di pace e di stabilità che riunisce 27 Stati con gli stessi valori fondamentali». Il Papa l'ha definita «una felice presentazione», precisando che «è giusto, tuttavia, rilevare che l'Unione europea non è dotata di questi valori, ma che essi sono piuttosto i valori condivisi che l'hanno fatta nascere e che sono stati una specie di forza di gravità che ha attirato verso il nucleo dei Paesi fondatori le diverse nazioni che vi si sono aggiunte nel corso del tempo. Questi valori - ha detto il Papa - sono il frutto di una lunga e sinuosa storia nella quale, nessuno lo negherà, il Cristianesimo ha giocato un ruolo di primo piano».

    GRUPPI DI PRESSIONE - Per il Pontefice omettere il «principio originale dei suoi valori che ha rivelato all'uomo la sua eminente dignità e la realtà di una vocazione personale» potrebbe portare a fondare l'Unione europea su «un aggregato anarchico o aleatorio», anziché su «un insieme coerente che si ordina e si articola, storicamente, a partire da una visione antropologica precisa». Il rischio è che tali valori siano strumentalizzati da «individui e gruppi di pressione» desiderosi di far avanzare degli interessi particolari a detrimento di un «progetto collettivo ambizioso che gli europei attendono» volto al bene comune del continente e di tutto il mondo. Questo pericolo, ha denunciato, è già ora «percepito e denunciato da numerosi osservatori» di diversa estrazione. È importante allora, è stata la sua esortazione, che l'Europa non abbandoni il suo modello di civilizzazione. Il suo slancio originale, ha aggiunto, non può essere «soffocato dall'individualismo o dall'utilitarismo».

    VITA E FAMIGLIA - «Le immense risorse intellettuali, culturali, economiche del continente - ha poi aggiunto il Santo Padre - continueranno a dare dei frutti se saranno fecondate dalla visione trascendente della persona umana che costituisce il tesoro più prezioso dell'eredità europea». «Questa tradizione umanistica - ha aggiunto il Pontefice - nella quale si riconoscono correnti di pensiero anche molto differenti fra loro, rende l'Europa capace di affrontare le sfide di domani e di rispondere alle attese della popolazione». «Si tratta principalmente -ha detto ancora il Pontefice- della questione del giusto e delicato equilibrio fra l'efficienza economica e le esigenze sociali, della salvaguardia dell'ambiente e soprattutto dell'indispensabile e necessario sostengo alla vita umana dal suo concepimento fino alla morte naturale e alla famiglia fondata sul matrimonio fra uomo e donna».


    19 ottobre 2009
    Ue, l'allarme di Benedetto XVI: "Radici cristiane sempre più ignorate" - Corriere della Sera


    carlomartello
    Ultima modifica di Florian; 19-10-09 alle 17:06

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Ma il primo snaturatore dell'identità europea è lui:

    "Ogni essere umano va accolto". Rivolto poi ai governi che adottano politiche restrittive sull'immigrazione, il Papa pronuncia un duro monito. Confermando una linea spesso ribadita dai cardinali, Benedetto XVI sostiene che "ogni essere umano, senza distinzione di razza e cultura - dice Ratzinger - è nostro fratello e come tale da accogliere e rispettare".


    Immigrati,Papa:"Accoglierli tutti" - politica -Tgcom - pagina 1
    Ultima modifica di Iperboreus; 19-10-09 alle 16:45
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  3. #3
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,352
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Ma il primo snaturatore dell'identità europea è lui:

    "Ogni essere umano va accolto". Rivolto poi ai governi che adottano politiche restrittive sull'immigrazione, il Papa pronuncia un duro monito. Confermando una linea spesso ribadita dai cardinali, Benedetto XVI sostiene che "ogni essere umano, senza distinzione di razza e cultura - dice Ratzinger - è nostro fratello e come tale da accogliere e rispettare".


    Immigrati,Papa:"Accoglierli tutti" - politica -Tgcom - pagina 1
    Forse dobbiamo tutto ad un tratto ripudiare il messaggio evangelico? Se ci troviamo di fronte ad una persona veramente bisognosa, dobbiamo col cuore aiutarla secondo le nostre disponibilità. Non per questo siamo costretti ad accettare la sua cultura, ad ammettere violazioni di leggi e tradizioni. Dammi retta: il Papa non va coinvolto nelle nostre polemiche mondane; il suo indirizzo è chiaro, e si incerisce in un corpus più ampio che smentisce le interpretazioni più larghe e malevoli.

  4. #4
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da FalcoConservatore Visualizza Messaggio
    Forse dobbiamo tutto ad un tratto ripudiare il messaggio evangelico? Se ci troviamo di fronte ad una persona veramente bisognosa, dobbiamo col cuore aiutarla secondo le nostre disponibilità. Non per questo siamo costretti ad accettare la sua cultura, ad ammettere violazioni di leggi e tradizioni. Dammi retta: il Papa non va coinvolto nelle nostre polemiche mondane; il suo indirizzo è chiaro, e si incerisce in un corpus più ampio che smentisce le interpretazioni più larghe e malevoli.

    Indubbiamente, se l'Europa vuole avere qualche possibilità di sopravvivenza, deve scrollarsi la credenza vicino-orientale di cui parli e la sua apologia della fratellanza universale e della eguaglianza delle anime.
    "C'era un Tempo in cui l'uomo viveva accanto agli Dei..poi la predicazione galilea ci porto' il deserto del nulla...e infine caddero le tenebre della modernità"



  5. #5
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Ma il primo snaturatore dell'identità europea è lui:

    "Ogni essere umano va accolto". Rivolto poi ai governi che adottano politiche restrittive sull'immigrazione, il Papa pronuncia un duro monito. Confermando una linea spesso ribadita dai cardinali, Benedetto XVI sostiene che "ogni essere umano, senza distinzione di razza e cultura - dice Ratzinger - è nostro fratello e come tale da accogliere e rispettare".


    Immigrati,Papa:"Accoglierli tutti" - politica -Tgcom - pagina 1

    Premesso che è sempre difficile commentare frasi del papa estrapolate dal loro contesto, io rintengo che la frase in questione non sia in sè sbagliata, ma tronca. "Ogni essere umano, senza distinzione di razza e cultura è nostro fratello e come tale da accogliere e rispettare" ... sempre che questi sia disposto ad accogliere e rispettare chi lo accoglie e lo rispetta. Non può essere la nostra, però, una posizione unilaterale. Comprensivi sì, ma non proni.
    SADNESS IS REBELLION

  6. #6
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Indubbiamente, se l'Europa vuole avere qualche possibilità di sopravvivenza, deve scrollarsi la credenza vicino-orientale di cui parli e la sua apologia della fratellanza universale e della eguaglianza delle anime.
    Per "fratellanza universale" dovrebbe a mio avviso intendersi un reciproco rispetto tra i popoli e non, come spesso purtroppo si sottintende, l'annullamento della diversità dei popoli in un'unica razza di sradicati.
    SADNESS IS REBELLION

  7. #7
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,352
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Premesso che è sempre difficile commentare frasi del papa estrapolate dal loro contesto, io rintengo che la frase in questione non sia in sè sbagliata, ma tronca. "Ogni essere umano, senza distinzione di razza e cultura è nostro fratello e come tale da accogliere e rispettare" ... sempre che questi sia disposto ad accogliere e rispettare chi lo accoglie e lo rispetta. Non può essere la nostra, però, una posizione unilaterale. Comprensivi sì, ma non proni.
    Infatti, bisognerebbe sempre fare riferimento all'intero magistero della Chiesa sull'argomento, senza farsi ingannare da mezze frasi riportate da giornalisti "sbadati", o da dichiarazioni pontifice magari rilasciate in occasioni particolari, che certo non intendono rinnegare l'insegnamento proprio o dei predecessori, che risulta assai chiaro:



    Ma è proprio vera questa vulgata secondo cui i cattolici debbono essere sempre e comunque per l’immigrazione, senza se e senza ma?


    A leggere i documenti ufficiali della Chiesa sembra proprio di no. Innanzitutto la Chiesa parla molto chiaro sui doveri degli immigrati, oltre che su quelli dei cittadini dei paesi ospitanti. Perfino il “papa buono”, Giovanni XXIII, diceva che il migrante “deve accettare dal nuovo paese le caratteristiche particolari, impegnandosi a contribuire con le proprie convinzioni e con il proprio costume di vita allo sviluppo della vita di tutti”. Deve superare il “tentativo di isolamento” – egli diceva – mentre è in atto, come scrive Walter Laqueur, una “auto-ghettizzazione” degli immigrati islamici, con la formazione in Europa di società parallele.

    Sui doveri dei migranti insiste molto la De pastorali migratorum cura di Paolo VI del 22 agosto 1969, secondo cui “chi si reca in un altro paese deve avere molta stima del suo patrimonio, della sua lingua, dei suoi costumi, perciò i migranti si adattino volentieri alla comunità che li accoglie e si affrettino a impararne la lingua sicché possano integrarsi meglio nella nuova società”. Il motivo di fondo è che l’integrazione non dipende tanto dalle politiche amministrative ma dagli atteggiamenti di reciprocità tra cittadini della società e gli immigrati.

    Ma il concetto più interessante è quello di “equilibrio culturale”, proposto da Giovanni Paolo II nel Messaggio per la Giornata mondiale della pace del 2001. Egli segnala il dovere di “garantire ad un determinato territorio un certo equilibrio culturale, in rapporto alla cultura che lo ha prevalentemente segnato” in modo da permettere “la permanenza e lo sviluppo di una determinata fisionomia culturale”. Chi appartiene ad un territorio, in altre parole, ha diritto al permanere della cultura in cui è nato perché possa godere di una crescita equilibrata.

    Secondo la Chiesa, quindi, il diritto ad emigrare e il diritto ad immigrare non sono equivalenti. Il primo non può essere limitato, il secondo sì, quando siano in gioco il bene comune o l’integrità culturale di un popolo, minacciati da una migrazione eccessiva. A chi mette piede sul suolo nazionale non può essere negato l’aiuto che si deve ad ogni essere umano, le coste non possono essere militarizzate, però ciò non significa che non sia lecito regolare i flussi migratori, selezionarli in base alle maggiori possibilità di integrazione, pretendere dagli immigrati l’assunzione di doveri, fornendo loro una cornice ineliminabile dentro cui devono trovare spazio anche i valori dell’immigrazione musulmana.

    Tutti i documenti ufficiali insistono sulla libertà di emigrare, sul diritto al ricongiungimento familiare, sul diritto ad una tutela dell’immigrato, al superamento di pregiudizi e sul divieto di discriminazioni, ma affermano anche che “la solidarietà richiede reciprocità”. Questa frase è della Nota pastorale della Cei del 1990 dal titolo Uomini di culture diverse: dal conflitto all’integrazione, la quale anche aggiunge “Fa parte della stima dell’altro non solo l’offerta di accoglienza e di aiuto, ma anche l’attesa di una risposta analoga”.

    Il magistero, quindi, ha parlato in modo chiaro e, in base al realismo cristiano, cerca di tener conto dei diritti di tutti. L’impressione è che le chiese locali, singoli vescovi e un associazionismo cattolico non sempre attento a leggere per intero le indicazioni dei suoi pastori, tendano ad un buonismo semplificatorio che non aiuta ad affrontare le reali questioni sul tappeto.

    Non è vero che la Chiesa è per un'immigrazione senza se e senza ma | l'Occidentale

  8. #8
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Ma il primo snaturatore dell'identità europea è lui:

    "Ogni essere umano va accolto". Rivolto poi ai governi che adottano politiche restrittive sull'immigrazione, il Papa pronuncia un duro monito. Confermando una linea spesso ribadita dai cardinali, Benedetto XVI sostiene che "ogni essere umano, senza distinzione di razza e cultura - dice Ratzinger - è nostro fratello e come tale da accogliere e rispettare".


    Immigrati,Papa:"Accoglierli tutti" - politica -Tgcom - pagina 1
    ci sono due ordini di errori in ciò che dice Benedetto:

    1 - non è vero che ogni uomo è fratello nostro, i quanto si è fratelli fra di noi perchè siamo tutti figli di Dio, e si diventa figli di Dio in virtù del Battesimo!!!

    2 - non si può confondere quello che è un dovere del singolo con un dovere dello Stato: ovvero è un dovere del singolo fare la carità, aiutare i poveri, accogliere gli emarginati etc etc, ma non può essere un dovere dello Stato!!! Ovvero i poveri e gli emarginati vanno aiutati perchè il singolo deve compiere tale opera "ascetica", per l'arricchimento del proprio spirito e la savezza della propria anima, ma non ha alcun senso che lo faccia lo Stato, che non ha nè spirito nè anima hefico:.

    Giusto invece il richiamo a superare ogni forma di discriminazione su base razziale.
    Ultima modifica di codino; 20-10-09 alle 00:57

  9. #9
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Indubbiamente, se l'Europa vuole avere qualche possibilità di sopravvivenza, deve scrollarsi la credenza vicino-orientale di cui parli e la sua apologia della fratellanza universale e della eguaglianza delle anime.
    di cui parla...

    tu invece "non sai di che parli"...

  10. #10
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Pontefice contro l'europa senza identità delle lobbies

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Per "fratellanza universale" dovrebbe a mio avviso intendersi un reciproco rispetto tra i popoli e non, come spesso purtroppo si sottintende, l'annullamento della diversità dei popoli in un'unica razza di sradicati.
    Ecco la fratellanza universale:



    ostridicolo:

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-11-09, 02:02
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-02-08, 14:26
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-07-05, 16:40
  4. Europa cristiana L’identità contro i falsi imperi
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-06-04, 17:32
  5. Europa dei popoli, o Europa delle lobbies ?
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 12:13

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226