User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Berlusconi o Gheddafi?

  1. #1
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Berlusconi o Gheddafi?



    Due leaders a confronto sulla questione Turchia: Berlusconi v Gheddafi.

    Con quale dei due personaggi vi trovate piu' d'accordo?
    (Scuse ai non anglofoni, non ho tempo di tradurre.)


    1) BERLUSCONI

    dichiarazioni riportate da AL JAZEERA:

    In an event that typified Turkey’s EU vision, Prime Minister Erdogan’s son was married on 11 August, the bride a 17- year-old who wore a traditional Islamic headscarf along with her white wedding gown.

    One of the two official witnesses for the marriage was Italy’s Berlusconi, who flew to Istanbul especially for the ceremony.

    Full of European charm, Berlusconi went as far as to kiss the hand of his Turkish counterpart’s new daughter-in-law.

    [...]

    ...Italian Prime Minister Silvio Berlusconi going so far as to say that Turkey was “an example country in a region where democracy, which is one of the basic pillars of Europe’s defence system, does not exist”.

    -----------------
    AFP:

    Italy will do all it can to help advance Turkey's bid to join the European Union, Italian Prime Minister Silvio Berlusconi pledged here Monday.

    "The support we have been giving to Turkey will continue to increase. I will do my best so that Turkey's EU membership aspirations become more concrete," Berlusconi told reporters through an interpretor following talks with his Turkish counterpart Recep Tayyip Erdogan.

    Berlusconi said his support for Turkey's integration with Europe was aimed at the creation of a "Great Europe," which, he said, should also span Russia, Ukraine and Belarus.

    "We want a Great Europe which will stand before the United States not as its inferior, but talking and expressing its positions on an equal level," said Berlusconi, whose country was among EU nations who backed the US-led war against Iraq.

    He said Turkey, for its part, could make a contribution to EU efforts in the reconstruction of Iraq and in the resolution of the Middle East conflict.

    The two leaders also praised their countries' economic ties and expressed determination to boost bilateral trade further.

    -------------------------
    Un altro articolo sui due compagni di merende (Berlusconi & Erdogan):
    Cliccare qui
    -------------------------

    2) GHEDDAFI

    Una recente "lettera aperta" di Gheddafi all'EU, per avvertirli dei pericoli
    se la Turchia entrasse nell'Unione:
    ---------------------

    Turkey is a tree, which roots are in Asia, and only its branch that touches Europe.

    It is an Islamic state of a Sunni denomination, with orientalist traditions, customs, history, culture, attitude and taste.

    Even its alphabets are not Latin in fact it spoiled the Latin alphabets.

    Turkey is the cradle of the great Hittite historic orientalist Civilization. It was the centre of the vast Ottoman Empire and Islamic Caliphate. Turkey historically did not look into Europe but as an arena for expansion and conquests. Turkey' has for 55 years been trying to be a European state, but this did not materialize for objective reason far stronger than mere wishes and pragmatism. Admitting Turkey into European Union is like an attempt to transplant a human organ into a body of another person with a different blood group, and they never have any biological compatibility. Their only link is that they live in opposite blocks of flats across the street!
    [...]
    What is the interest of Europe if it is joined by a relatively backward (in comparison with Western progress) oriental state, as annual per capita in Turkey is less than 7000 dollars, whereas the lowest per capita in Europe is in Spain, 19,000 dollars, but in Germany 26,000 dollars. Child death rate in Turkey is 45 per one thousand ; whereas the rate in Europe is only 4 per one thousand. Inflation rate in Turkey is 70% and in Europe is 2-3%.
    [...]
    When Turkey becomes a European member, they will not accept a ban on parties with Islamic titles in Turkey, whereas no ban on those with Christian titles in Europe. Then the new Muslim extremists who control power or the street in Turkey will not accept to be part of a Union which constitution does not provide for Islamic sharia and limits (ordained) of Allah. They could constitute a majority in the European parliament, because they will ban all means of contraceptives, for they believe it is not permitted. They believe in polygamy, maids and what the right hand possessed, i.e. European Christian women, thus Turkey will be the most populous state in Europe.
    [...]
    Then plans of Islamist Turks in Europe and obviously behind them the Islamic grass roots is to revive Albania as an Islamic state, as well as Bosnia. Therefore, infidel Europe, as they believe will be for the first time, before the pressure of the new European Islamic front behind which is the entire Muslim world, one which will force Europe into embracing Islam or pay poll tax, this is provided for in the Quran as a duty.

    Furthermore, Turkey will drag with it to Europe a set of problems and indeed explosive ones, such as the Kurds problem, sectarian conflict, and a potential war over the Tigris and Euphrates, membership of the Organization of Islamic Conference, Islamic D8, and Turkey's roots in the Islamic Central Asian states. Seljuk and after them the Turks were a nation founded by conquests, they arrived at Anatolya by conquests and arrived at Constantinople by conquests and arrived even at Austria by conquests.

    It was possible for me not to toll this alarm bell and not to uncover this horrifying map. However, due to my responsibility to the stability of the world [...] [it is] incumbent upon me to speak out to the world about what I see as far as this strategic issue is concerned, which will have serious reflections that will touch my country, its region and then shacks the entire world, before it is to late and before a decision is taken that will have serious consequences.

    Articolo completo qui:
    http://www.algathafi.org/turkey-eng.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    GHEDDAFI, almeno è in libia e non in Padania.
    Cmq niente di nuovo, si è sempre saputo chi è berlusconi, anche se qualcuno ha preferito far finta di niente su certe cose.

  3. #3
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non volevo in realta' criticare Berlusconi a riguardo
    (lo sappiamo gia' cosa pensa della Turchia come dice P.).
    Volevo solo farvi leggere come Gheddafi sia molto piu' razionale a riguardo.
    Traduco il suo appello anti-Turchia per i non anglofoni.


    "La Turchia e' un albero le cui radici stanno in Asia, solo i rami sono in Europa.

    E' uno stato islamico Sunnita, con tradizioni, costumi, storia, cultura,
    gusti e modi di vivere orientali. Anche il suo alfabeto non e' latino, ne e' solo una versione corrotta.

    La Turchia e' la culla della grande civilta' orientale degli Ittiti.
    E' stato il centro del vasto Impero Ottomano e del Califfato Islamico.
    Storicamente, la Turchia ha sempre solo guardato all'Europa
    come ad un'area di espansione e conquista. Per 55 anni ha cercato
    di passare per uno stato europeo, ma cio' non e' mai avvenuto per motivi
    molto piu' forti delle varie dichiarazioni di buona volonta' e realpolitik.
    Far entrare la Turchia nell'EU e' come cercare di trapiantare un organo
    nel corpo di un'altra persona con diverso gruppo sanguigno, senza alcuna
    compatibilita' biologica. L'unico legame e' che vivono in appartamenti opposti
    nella stessa strada!

    [...]

    Che interesse ha l'Europa a ricevere un paese relativamente arretrato
    (in confronto al progredito Occidente), con un reddito pro capite di meno di 7000$/anno,
    mentre il paese europeo con il reddito piu' basso e' la Spagna, $19000/anno,
    e in Germania $26000/anno?
    La mortalita' infantile in Turchia e' di 45/1000, mentre in Europa solo 4/1000.
    L'inflazione in Turchia e' del 70%, in Europa solo 2-3%.

    [...]

    Quando la Turchia diventera' un membro EU, non vorra' accettare
    nessun divieto contro partiti islamici in Turchia, perche' non ci sono
    divieti contro partiti cristiani in Europa. Successivamente, i nuovi estremisti
    musulmani che controllano la piazza in Turchia non accetteranno
    di far parte di un'unione che non prevede la sharia e le altre leggi islamiche.
    Tali estremisti potrebbero addirittura diventare la maggioranza
    nel Parlamento Europeo, perche' proibiranno ogni mezzo di contraccezione in Turchia.
    Sono dediti alla poligamia, concubinato, e arrafferanno subito le donne
    cristiane europee. La Turchia diventera' lo stato piu' popoloso d'Europa.

    [...]

    Inoltre il piano degli islamisti Turchi in Europa e, dietro di loro,
    degli islamisti mondiali in genere, e' di far diventare l'Albania uno stato islamico,
    e anche la Bosnia. Essi credono che per la prima volta, l'Europa infedele
    verra' schiacciata da un nuovo fronte Islamico. L'Europa verra' costretta ad
    abbracciare l'Islam o pagare una tassa, come obbliga il Corano.

    E ancora: la Turchia portera' con se' in Europa una serie di problemi esplosivi,
    come quello dei Kurdi, vari altri conflitti settari, una potenziale guerra in Iraq,
    l'influenza della Conferenza Islamica, i rapporti della Turchia
    con le repubbliche islamiche dell'Asia centrale.

    La Turchia e' una nazione fondata sulla conquista: i Turchi
    sono arrivati in Anatolia da invasori, poi a Costantinopoli da invasori,
    poi fino in Austria da invasori.

    Io potrei anche fregarmene e non mettervi in guardia, non farvi notare
    le orribili conseguenze. Pero', per senso di responsabilita' verso la stabilita'
    politica mondiale, e' mio dovere parlare chiaro a tutto il mondo
    riguardo a questo argomento, che avra' serie ripercussioni
    anche sul mio paese, sull'intera regione e poi su tutto il mondo,
    prima che sia troppo tardi e prima che si prenda una decisione
    [ammettere la Turchia in Europa] che avra' cattive conseguenze."

    Firmato: Colonnello Gheddafi

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow SECESSIONE

    In origine postato da aussiebloke
    Non volevo in realta' criticare Berlusconi a riguardo
    (lo sappiamo gia' cosa pensa della Turchia come dice P.).
    Volevo solo farvi leggere come Gheddafi sia molto piu' razionale a riguardo.
    Traduco il suo appello anti-Turchia per i non anglofoni.


    "La Turchia e' un albero le cui radici stanno in Asia, solo i rami sono in Europa.

    E' uno stato islamico Sunnita, con tradizioni, costumi, storia, cultura,
    gusti e modi di vivere orientali. Anche il suo alfabeto non e' latino, ne e' solo una versione corrotta.

    La Turchia e' la culla della grande civilta' orientale degli Ittiti.
    E' stato il centro del vasto Impero Ottomano e del Califfato Islamico.
    Storicamente, la Turchia ha sempre solo guardato all'Europa
    come ad un'area di espansione e conquista. Per 55 anni ha cercato
    di passare per uno stato europeo, ma cio' non e' mai avvenuto per motivi
    molto piu' forti delle varie dichiarazioni di buona volonta' e realpolitik.
    Far entrare la Turchia nell'EU e' come cercare di trapiantare un organo
    nel corpo di un'altra persona con diverso gruppo sanguigno, senza alcuna
    compatibilita' biologica. L'unico legame e' che vivono in appartamenti opposti
    nella stessa strada!

    [...]

    Che interesse ha l'Europa a ricevere un paese relativamente arretrato
    (in confronto al progredito Occidente), con un reddito pro capite di meno di 7000$/anno,
    mentre il paese europeo con il reddito piu' basso e' la Spagna, $19000/anno,
    e in Germania $26000/anno?
    La mortalita' infantile in Turchia e' di 45/1000, mentre in Europa solo 4/1000.
    L'inflazione in Turchia e' del 70%, in Europa solo 2-3%.

    [...]

    Quando la Turchia diventera' un membro EU, non vorra' accettare
    nessun divieto contro partiti islamici in Turchia, perche' non ci sono
    divieti contro partiti cristiani in Europa. Successivamente, i nuovi estremisti
    musulmani che controllano la piazza in Turchia non accetteranno
    di far parte di un'unione che non prevede la sharia e le altre leggi islamiche.
    Tali estremisti potrebbero addirittura diventare la maggioranza
    nel Parlamento Europeo, perche' proibiranno ogni mezzo di contraccezione in Turchia.
    Sono dediti alla poligamia, concubinato, e arrafferanno subito le donne
    cristiane europee. La Turchia diventera' lo stato piu' popoloso d'Europa.

    [...]

    Inoltre il piano degli islamisti Turchi in Europa e, dietro di loro,
    degli islamisti mondiali in genere, e' di far diventare l'Albania uno stato islamico,
    e anche la Bosnia. Essi credono che per la prima volta, l'Europa infedele
    verra' schiacciata da un nuovo fronte Islamico. L'Europa verra' costretta ad
    abbracciare l'Islam o pagare una tassa, come obbliga il Corano.

    E ancora: la Turchia portera' con se' in Europa una serie di problemi esplosivi,
    come quello dei Kurdi, vari altri conflitti settari, una potenziale guerra in Iraq,
    l'influenza della Conferenza Islamica, i rapporti della Turchia
    con le repubbliche islamiche dell'Asia centrale.

    La Turchia e' una nazione fondata sulla conquista: i Turchi
    sono arrivati in Anatolia da invasori, poi a Costantinopoli da invasori,
    poi fino in Austria da invasori.

    Io potrei anche fregarmene e non mettervi in guardia, non farvi notare
    le orribili conseguenze. Pero', per senso di responsabilita' verso la stabilita'
    politica mondiale, e' mio dovere parlare chiaro a tutto il mondo
    riguardo a questo argomento, che avra' serie ripercussioni
    anche sul mio paese, sull'intera regione e poi su tutto il mondo,
    prima che sia troppo tardi e prima che si prenda una decisione
    [ammettere la Turchia in Europa] che avra' cattive conseguenze."

    Firmato: Colonnello Gheddafi

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226