User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Ambiente e federalismo

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    12 Apr 2002
    Località
    parma
    Messaggi
    3,105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ambiente e federalismo

    IL CIRCOLO GIANFRANCO MIGLIO di Parma.

    Il circolo Gianfranco Miglio,cerca in ambito federalista di salvaguardare anche l’ambiente.
    La realtà parmense (o parmigiana) ,ha necessità di una profonda svolta in ambito federalista poiché essendo un territorio ricco e fortunato,ha sempre avuto un richiamo fortissimo per genti di altri paesi. Ciò ha provocato iniziative territoriali a volte deleterie ed avulse dalla vere anima parmense.
    Il riappropriarsi del proprio territorio è il cuore del federalismo. Da cui ne discende che l’ambiente è in simbiosi strettissima con il federalismo.
    Miglio parlava come ultimo fine delle sue teorie la costituzione di tre macroregioni a sostituire ,con poteri però di gran lunga superiori,le piccole,troppo piccole regioni Italiane.Per giungere a questo risultato,che io qui non voglio né discutere né criticare,occorre che i popoli prendano comunqueda subito coscienza della propria forza nel loro ambito territoriale.
    Solo allora si potrà senza lotte o guerre procedere a nuovi statuti istituzionali con l’accordo di tutti ,a nord e a sud, ad est o ad ovest.
    In senso ambientale-federale appare opportuno valutare progetto per progetto quali siano i territori interessati e prendere le decisioni nell’ambito di pertinenza .
    Anche a Parma ,per esempio il problema della raccolta differenziata, delle discariche lo smaltimento dei rifiuti non è tutto rose e fiori,ad esempio il problema della discarica di “Monteardone”nel comune di Fornovo. In quanto oltre ad avere per decenni nel paese e nei dintorni per decine di chilometri ,si dovrebbe sopportare il fetore di incontrollati rifiuti altrui.
    E peggio ancora questa discarica si troverebbe nel bel mezzo del territorio votato per antonomasia alla stagionatura del prosciutto,salame “felino”,e altre gustose leccornie.
    Alcuni partiti si sono opposti alla apertura di questo obbrobrio,che resta fermo oramai do almeno otto anni ,che voluto da “manelli regionali”,porterebbe in luogo altamente fragile per i problemi anche di immagini che creerebbe alla filiera agro alimentare parmense.Immagino gia la pubblicità comparativa del “prosciutto San Daniele “ relativa al dolce profumo di discarica,
    Questo rafforza viepiù la necessità di sviluppare in tutto il paese ,l’idea federalista dello stato, anche per limitare o sopprimere completamente qualsiasi problemi inerenti allo smaltimento come sta succedendo a Napoli, dove una regione ,un presidente e un sindaco non riescono a ragionare in termini “autonomia gestionale”, e scaricano tanti problemi sulle “spalle altrui”

    Anche il sistema acque,deve essere gestito a livello federale,il controllo dei fiumi ,le golene e gli alvei conducono sempre ad un punto ben preciso”federalismo fiscale”,Con i fondi trattenuti in loco il controllo e la gestione la manutenzione dei fiumi si può realizzare molto tempo prima che sia l’uomo che con estrazioni selvagge e incontrollate di sabbia nel letto dei fiumi (vedasi la condizione nel fiume po di alcuni ponti ,tipo quello di Casalmaggiore,dove i piloni oramai corrosi e quasi completamente scoperti causa il prelievo incontrollato di inerti .
    Quindi, se ogni progetto ambientale ha il proprio bacino decisionale , come affrontare il problema dal punto di vista strettamente politico? Innanzi tutto mediante il cosiddetto “federalismo fiscale”. La produzione eccedente il il fabbisogno personale deve essere versata nelle casse dell’amministratore eletto dal popolo, sia ambito comunale che sovracomunale o addirittura di bacino fluviale.. Il quale , previa trattenuta del fabbisogno nell’ambito di sua competenza devolve ad organismi superiori il restante. E chiaro che se ciò fosse avverato in tempi “decenni or sono “, oggi noi a Parma avremmo ll’anello della tangenziale terminato.E pensare a quale spreco di tempo e di denari siamo stati costretti per file interminabili sulle strettoie di ponti fatti da Maria Luigia e mai più toccati per più di un secolo,mentre il denaro da noi prodotto e diretto a Roma finiva nella cassa del mezzogiorno dopo essere transitato nei portafogli capienti di qualche “onorevole”.......

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Federalismo etnico
    Data Registrazione
    25 Feb 2005
    Località
    Meridione d'Italia
    Messaggi
    377
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up auguri

    Auguri di lunga vita da un etno-federalista meridionale


  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    16,445
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da parmigiano
    IL CIRCOLO GIANFRANCO MIGLIO di Parma.


    E pensare a quale spreco di tempo e di denari siamo stati costretti per file interminabili sulle strettoie di ponti fatti da Maria Luigia e mai più toccati per più di un secolo,mentre il denaro da noi prodotto e diretto a Roma finiva nella cassa del mezzogiorno dopo essere transitato nei portafogli capienti di qualche “onorevole”.......

    sacrosanto quello che dici, ma credo sia importantissimo mettere in rilievo che il federalismo come strumento statuale è incapace di bloccare il meccanismo di distruzione ambientale e territoriale, innescato dal sistema globalizzante e turbocapitalista.

    non può esistere limite alla distruzione degli ecosistemi e al consumo di territorio nella logica della turboeconomia, almeno fino a quando esisterà un solo centimetro di territorio libero da sacrificare al leviatano usocratico.

    terminata la costruzione di una strada, subito ne occorrerà un'altra perchè è insufficiente la precedente; terminata la costruzione di un nuovo quartiere, già si pensa al successivo e così via per ogni infrastruttura, perché al sistema non basta soddisfare i bisogni, ma ha urgenza e necessità di inventarne ex novo........

    pensa solo alla aberrante idea di far arrivare immigrati nel territorio più antropizzato e inquinato del mondo; eppure nella logica del profitto, l'infernale macchina non deve smettere di autoalimentarsi.

    questa follia viene fatta passare come del tutto normale inventandosi colossali menzogne come quella che "abbiamo bisogno di nuova manodopera, non facciamo più figli, i nostri lavoratori non accettano di fare certe professioni".........

    credo che solo l'implosione del sistema metterà la parola fine a questa pazzia collettiva e allora, solo allora, si potrà ragionevolmente pensare a una generale bonifica di quella che un tempo fu, la più verde e incontaminata pianura del mondo.......

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-01-11, 08:12
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04-08-10, 13:34
  3. Ambiente sì, ambiente no, ambiente gnamme...
    Di ScimmioneNudo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 27-05-08, 18:41
  4. Federalismo del Sud, federalismo del Nord
    Di marelibero nel forum Padania!
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 06-03-08, 09:58
  5. Prc & ambiente.
    Di Lo scacchista nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 22-09-05, 16:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226