E' a un km di distanza da quello distrutto 11 giorni fa
Abbattuto traliccio dell'Enel in Valchiavenna
Una telefonata ha avvisato le forze dell'ordine, ma non c' è stata alcuna rivendicazione
CHIAVENNA (SONDRIO) - Un altro traliccio dell' Enel, dopo quello fatto crollare undici giorni fa, è stato abbattuto in Valchiavenna. Poco prima delle 23 di sabato polizia e carabinieri di Chiavenna (Sondrio) hanno ricevuto una telefonata che segnalava il sabotaggio. Nel controllo che ne è seguito le forze dell' ordine hanno scoperto che effettivamente un pilone dell'Enel era stato abbattuto, in aperta campagna, non lontano da una stradina sterrata.
Il traliccio si trova a circa un chilometro di distanza da quello abbattuto undici giorni fa a Gordona (Sondrio), per il cui gesto non è mai stata fatta alcuna rivendicazione. Secondo i primi rilievi compiuti subito dopo la scoperta dell'abbattimento, l'attentato sarebbe avvenuto ieri sera. Le modalità sono le stesse dell' abbattimento del 30 marzo: due cariche esplosive collocate alla base del traliccio. La struttura si trova nel territorio comunale di Samolaco (Sondrio).
Gli investigatori indagano ora a 360 gradi per cercare di risalire agli autori dell'attentato, che potrebbe portare la firma dei seguaci dell'ecoterrorista svizzero Marco Camenisch, da diversi anni in carcere.
11 aprile 2004 - Corriere.it