SECONDA STAZIONE
Gesù, tradito da Giuda, è arrestato



V/. Adoramus te, Christe, et benedicimus tibi.
R/. Quia per sanctam crucem tuam redemisti mundum.

Dal Vangelo secondo Luca. 22, 47-48

Mentre Gesù ancora parlava, ecco una turba di gente;
li precedeva colui che si chiamava Giuda,
uno dei Dodici, e si accostò a Gesù per baciarlo.
Gesù gli disse: "Giuda, con un bacio tradisci il Figlio dell'uomo?".



MEDITAZIONE

Fin dalla prima volta che è nominato,
Giuda è indicato come "quello che poi lo tradì" (Mt 10, 4; Mc 3, 19; Lc 6, 13);
il tragico appellativo di "traditore"
rimarrà legato per sempre al suo ricordo.
Come poté arrivare a tanto uno che Gesù aveva scelto
perché lo seguisse più da vicino?
Si lasciò Giuda trascinare da un amore indispettito per Gesù,
che si volse in sospetto e risentimento?
Lo farebbe credere il bacio,
gesto che dice amore, ma che divenne il gesto che consegnava Gesù alla coorte.
O forse fu colto dalla delusione nei confronti di un Messia
che si sottraeva al ruolo politico di liberatore d'Israele dal dominio straniero?
Giuda non tarderà ad accorgersi che il suo sottile ricatto
si concludeva con un disastro.
Perché, non la morte del Messia aveva desiderato,
ma solo che si riscuotesse e assumesse un atteggiamento deciso.
E allora: vano rimpianto del suo gesto,
rifiuto del salario del tradimento (Mt 27, 4),
resa alla disperazione.
Quando Gesù parlerà di Giuda come "figlio della perdizione",
si limiterà a ricordare che così si adempiva la Scrittura (Gv 17, 12).
Un mistero di iniquità che a noi sfugge,
ma che non può sopraffare il mistero della misericordia.


ORAZIONE

Gesù, amico degli uomini,
tu sei venuto sulla terra e hai rivestito la nostra carne,
per offrire la tua solidarietà ai tuoi fratelli e sorelle di umanità.
Gesù, dolce e umile di cuore,
tu porti sollievo a quanti soffrono sotto il peso dei loro fardelli (Mt 11, 29);
eppure l'offerta del tuo amore è stata spesso rifiutata!
Anche tra coloro che ti avevano accolto
c'è stato chi ti ha rinnegato,
chi ha tradito l'impegno preso.
Ma tu non hai mai cessato di amarli,
al punto da lasciare tutti gli altri per andare in cerca di loro,
nella speranza di riportarli a te,
caricati sulle tue spalle (Lc 15, 5), o appoggiati al tuo petto (Gv 13, 25).
Noi affidiamo alla tua infinita misericordia
i tuoi figli insidiati dallo scoraggiamento o dalla disperazione.
Concedi loro di cercare rifugio presso di te,
e di "non disperare mai della tua misericordia" (Regola di S. Benedetto 3, 74).

Gesù,
tu continui ad amare chi rifiuta il tuo amore
e instancabile ricerchi chi ti tradisce ed abbandona.

R/. A te la lode e la gloria nei secoli.

Tutti:

Pater noster, qui es in cælis:
sanctificetur nomen tuum;
adveniat regnum tuum;
fiat voluntas tua, sicut in cælo, et in terra.
Panem nostrum cotidianum da nobis hodie;
et dimitte nobis debita nostra,
sicut et nos dimittimus debitoribus nostris;
et ne nos inducas in tentationem;
sed libera nos a malo.

Cuius animam gementem,
contristatam et dolentem
pertransivit gladius.





----------------------------


Via Crucis 2004 seconda stazione