User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Ci risiamo, di nuovo. Il Governo ha deciso di costruire il Ponte sullo stretto e di fondare la Banca per il sud. Opera faraonica inutile la prima, (forse solo per i costruttori in odore di mafia), un carrozzone già visto negli anni scorsi la seconda, un altro mezzo per dirottare danaro pubblico a pioggia.
    Tutto questo ci costerà miliardi di euro, senza che nei nostri territori arrivino fondi per le infrastrutture, e quei pochi arrivati sono stati buttati. Dopo aver regalato Alitalia (per patriottismo) ai privati, costo circa 4 miliardi, sempre nostri, e aver elargito all’amico Gheddafi, baluardo della democrazia,un pensierino di 5 miliardi si utilizzano i soldi dei contribuenti per accontentare i pochi e soliti noti. Certo, lo scudo fiscale qualcosa ci riporterà, aiutando i soliti furbi e disonesti, ma il problema non è avere danaro per lo Stato (il debito pubblico sale, chi paga?) ma come vengono spesi. Male. Da noi non ci sono denari per riparare le strade, i tagli alla scuola costringono le famiglie a pagare anche la carta igienica, e i Comuni hanno le casse vuote.Cosa è realmente cambiato da quindici anni a questa parte, è forse migliorata la qualità della vita per noi lombardi, le infrastrutture, i servizi, l’aiuto ai più deboli? Da quando la Lega è al Governo, e amministra moltissime realtà locali, la situazione non mi sembra cambiata di molto. Padroni in casa nostra? Mi pare sinceramente di assomigliare più a un suddito. Roma ladrona? Ma chi stanzia i fondi non è il Governo?

    Stefano Landoni


    Proprio il governo ha litigato, e litigherà ancora, per la questione meridionale. L’annuncio di voler creare la Banca del Mezzogiorno ha provocato, fatto curioso, la reazione contestatrice dei ministri sudisti Prestigiacomo e Fitto. Sembrerebbe strano, ma non lo è. Non lo è perché quest’istituto di credito è di là da venire: se verrà, bisognerà attendere, secondo gli ottimisti, due o tre anni. Continuano invece a non venir fuori dalla borsa di Tremonti i promessi fondi per le aree sottosviluppate. Sono mesi che se ne attende lo sdoganamento, ma il titolare del Tesoro lo rifiuta: e almeno questo bisogna riconoscerglielo. Fino a quando resisterà Tremonti di fronte a richieste che preannunciano nuovi sperperi di denari dopo i tanti praticati nei decenni scorsi nella parte meno avanzata del Paese? Purtroppo per lui - e per noi - le elezioni regionali sono vicine, il successo dipenderà assai dall’andamento del voto in Campania, Puglia e Calabria e il centrodestra ne dovrà (vorrà) tener conto. Costi quel che costi: il Nord se ne faccia una ragione.

    Max Lodi

    Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord? - Cara provincia - La Provincia di Como

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Silvio Berlusconi obbedisce alla Lega Nord, Umberto Bossi decide le candidature regionali. Pronti Roberto Cota e Luca Zaia. Fuori Gianfranco Galan (del Pdl)

    Il silenzio di Umberto Bossi ha un prezzo. Lo sa bene Silvio Berlusconi che per assicurarsi l’alleanza del leader leghista, sempre fedele al Premier a differenza di Gianfranco Fini, è costretto a non dire la sua sulle candidature relative alle prossime elezioni regionali.

    A poche ore dall’ufficializzazione della candidatura di Roberto Cota contro Mercedes Bresso, che rimane senza dubbio una delle poche certezze sul territorio del Partito Democratico, dovrebbe essere resa nota l’investitura di Luca Zaia.

    L’attuale Ministro dell’Agricoltura, stando a quanto pubblicato da affaritaliani.it, avrebbe avuto la meglio sull’attuale Presidente del Veneto Gianfranco Galan che invano cerca di contattare Silvio Berlusconi per sapere se veramente è stato fatto fuori.

    Silvio Berlusconi obbedisce alla Lega Nord, Umberto Bossi decide le candidature regionali. Pronti Roberto Cota e Luca Zaia. Fuori Gianfranco Galan (del Pdl)

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Ma il Nord chiede di tagliare le tasse


    Ieri la Banca del Mezzogiorno. L’altro ieri il ponte sullo Stretto. Il grande assente è la questione fiscale
    di Carlo Stagnaro

    E le tasse? Ieri la Banca del Mezzogiorno. L’altro ieri il ponte sullo Stretto. Il giorno prima, l’abolizione delle province che passa in cavalleria. La liberalizzazione dei servizi pubblici locali che si assottiglia, la riforma delle pensioni che si allontana, i sussidi alla Fiat che s’ingrossano, e via elencando. Il grande assente è la questione fiscale.

    L’incapacità di intervenire sulle imposte non è solo l’equivalente politico dell’omissione di soccorso, visto lo stato precario in cui versa il tessuto produttivo del paese, ma anche e soprattutto un cedimento molto vicino al tradimento.

    Quando, nel 1994, il premier scese in campo, il “nuovo miracolo italiano” era l’aliquota unica, il sogno di tutti i liberisti che solo poche nazioni emergenti hanno messo in pratica (con risultati clamorosi in termini di crescita economica). La rapida parabola del primo governo Berlusconi, la sconfitta del 1996, la lunga marcia nel deserto e infine il ritorno a Palazzo Chigi nel 2001 vaccinarono il centrodestra contro gli entusiasmi ingenui. Ma ancora si parlava di una riforma radicale, quella delle due aliquote al 23 e 33 per cento: Giulio Tremonti, ieri come oggi ministro dell’Economia, se ne andò sbattendo la porta. “Volevo tagliare le tasse e non mi hanno lasciato”. E quando tornò, un anno dopo, si prese almeno un pezzo di rivincita, con una sana potatura alle aliquote. Poi le elezioni, la vittoria per lo zero virgola di Romano Prodi, la controriforma di Tommaso Padoa-Schioppa. Il centrodestra fece le barricate contro l’aumento delle tasse, dichiarò guerra alla politica “tassa e spendi”, e vinse le elezioni nel 2008. Bene bravi bis.

    Poi è arrivata la crisi, la sofferenza delle imprese, specie nel nord, si è fatta più acuta, il giogo tributario più soffocante. Perché dando allo Stato metà di quello che s’incassa non si arriva a fine mese, perché il sistema fiscale è fottutamente complesso, perché spesso l’evasione è necessaria per sopravvivere, altro che disonestà. E il governo che fa? Spende e tassa, tale e quale a prima.

    Nel 2008, gli italiani hanno regalato all’erario settecentroventitremiliardicinquecentoquarantasett emilioni di euro, pari al 46 per cento del prodotto interno lordo, mentre la spesa pubblica si è spinta ancora più in alto, sfiorando il 49 per cento del Pil. La stretta reale del torchio fiscale è molto più feroce per i contribuenti che non possono o non vogliono evadere, visto che circa un quarto dell’economia italiana è sommersa. A questo si aggiunge l’enorme peso di un numero infinito di norme, che complicano la vita dei cittadini, trasformando in un percorso a ostacoli l’esercizio quotidiano delle loro attività. Secondo la Banca mondiale, l’Italia è il centotrentacinquesimo paese al mondo per semplicità del sistema fiscale: non basta rapinarti, vogliono anche che tu affoghi sotto inutili carte in triplice copia.

    Dov’è finito, il Berlusconi che chiamava immorale un prelievo superiore a un terzo della ricchezza prodotta? E che ci sta a fare la Lega, se i suoi parlamentari alzano disciplinati la mano quando si tratta di irrorare il Sud di soldi pubblici, ma sono incapaci di portare a casa quella boccata d’ossigeno di cui la Padania ha dannatamente bisogno? E i manifesti che hanno fatto la fortuna elettorale del Carroccio, il Nord gallina dalle uova d’oro e il Paga e taci somaro lombardo? Il paradosso è che non c’è mai stato, sulla carta, un governo più nordista di questo: Berlusconi, l’uomo del meno tasse per tutti, è leader indiscusso; Umberto Bossi ne è l’alleato più fedele e l’azionista di riferimento della maggioranza; il garante del rapporto tra i due, Tremonti, occupa la poltrona chiave di Via XX Settembre. Pdl e Lega non hanno intercettato il consenso solo per fare ponti o fondare banche: facciano pure, ma non basta e probabilmente non piace. La missione di cui sono stati investiti non è spendere al Sud: è rispondere al Nord. Meno tasse e più semplici. Come Ronald Reagan e Margaret Thatcher. Per questo la gente ha votato Berlusconi. Credevano di comprarsi Kakà: non è che si sono trovati Jankulovski?

    Da Libero, 16 ottobre 2009

  4. #4
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    ROMA (Reuters) - La pressione fiscale in Italia nel 2009 è vista attestarsi al 43%, in leggero aumento dal 42,8% rilevato nel 2008, mentre nel 2010 è vista scendere al 42,5%.
    Lo scrive il ministero dell'Economia e delle Finanze nella sua Relazione Previsionale e Programmatica per il 2010.

    Le previsioni registrano un lieve miglioramento da quelle contenute nel Dpef 2010-2014 del 15 luglio scorso, nelle quali per l'anno in corso la pressione fiscale risultava al 43,4% e per il 2010 al 43%.

    Italia, Tesoro: pressione fiscale 2009 al 43%, in 2010 a 42,5% | Prima Pagina | Reuters

  5. #5
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Cerioli al Governo: le piccole imprese della Brianza lasciate sole a combattere con la crisi

    “Sono soprattutto le piccole e medie imprese, quelle che i Santi li hanno solo in paradiso, che pagano il conto di un sistema poco competitivo, che è la causa della diffidenza mostrata dagli investitori esteri nei nostri confronti”.

    E’ un grido di dolore il “primo discorso” del neo presidente Renato Cerioli all’assemblea annuale di Confindustria Mb. Un momento importante. E’ la prima volta che i nostri imprenditori si riuniscono da quando la Brianza è diventata Provincia. E il premier Berlusconi - che nella nostra terra ha il suo buon ritiro - ha voluto sottolineare questo storico passaggio con la sua presenza. Che ha reso unica l’assemblea 2009 al quale hanno partecipato anche il Ministro Sacconi, il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, il governatore Formigoni, il presidente della Provincia Mb Dario Allevi e il presidente della Camera di commercio Mb Carlo Edoardo Valli.

    Eppure, nonostante il clima di grande cordialità e calore umano e la profonda sintonia tra il premier Berlusconi e il prestigioso parterre di ospiti formato da il fior fiore degli imprenditori della Brianza, sindaci e rappresentanti delle istituzioni locali, l’assemblea 2009 di Confindustria Monza e Brianza ha avuto un carattere ben poco celebrativo. Anzi.

    Nel suo discorso appassionato e di alto profilo, Renato Cerioli non ha fatto sconti al premier Berlusconi. E ha elencato tutta una serie di istanze che gli imprenditori briantei chiedono che il Governo attui con coraggio e determinazione.

    Cerioli al Governo: le piccole imprese della Brianza lasciate sole a combattere con la crisi

  6. #6
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,520
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?
    La Lega al governo.
    Stop.

    Ricordate lo slogan di Bossi per la campagna elettorale delle politiche del 1992?
    "La Lega è una forza di governo, solo transitoriamente all'opposizione".
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?
    La Lega al governo.
    Stop.
    Attraverso la quale non solo sono state assopite ma oserei dire ridicolizzate le istanze indipendentiste.
    salucc

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,017
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    ABBIAMO IL TRICOLORE DA TUTTE LE PARTI !

    QUESTO E' IL FUTURO DELLE AZIENDE DEL NORD


    Ultima modifica di TIGERSUITE; 20-10-09 alle 15:02
    "Non sei uno schiavo perchè qualcuno ti domina,ma qualcuno ti domina perchè sei uno schiavo."



  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Jun 2009
    Messaggi
    453
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Ma ragazzi stiamo scherzando ?
    Questo deve pensare al suo futuro e quello dei suoi figlioli, che
    non hanno manco voglia di studiare, vedi il Renzo che gli ripete
    una classe per tre volte.
    Il militonto visto che un som*aro se lo piglia in quel posto, oppure
    si becca un bel calcio nei..........
    Poi per accomodare tutto basta qualche promessa campata in aria, e
    molte damigiane di vino date in pasto alla base durante feste e riunioni
    di partito, ed il gioco è fatto!!! :gluglu:
    Il volpone li conosce molto bene i suoi som*ari dello zoccolo duro. :sofico::sofico::sofico:

    Ultima modifica di Josef; 20-10-09 alle 16:33

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Oct 2009
    Messaggi
    128
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Cosa abbiamo dopo 15 anni di Lega Nord?

    Citazione Originariamente Scritto da TIGERSUITE Visualizza Messaggio
    ABBIAMO IL TRICOLORE DA TUTTE LE PARTI !

    QUESTO E' IL FUTURO DELLE AZIENDE DEL NORD


    quanto hai ragione purtroppo, la lega purtroppo ha tradito tutti noi.
    Nessuna donna può vivere in eterno tranne colei che possiede il cuore di una stella…

    O GRANDE DEA MADRE, VEGLIA SULLE TUE FIGLIE...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ma quindi la LEGA NORD, ha mentito per anni e anni agli italiani?
    Di TEBELARUS nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 17-01-14, 17:58
  2. Dopo 24 anni abbiamo un colpevole?
    Di Alessandro nel forum Fondoscala
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 27-01-11, 23:08
  3. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 14-09-10, 15:20
  4. Cosa abbiamo di diverso dalla Lega Nord...
    Di brigante65 nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 01-03-08, 15:42
  5. Dopo 3 anni, non abbiamo imparato nulla dal 9/11
    Di Mati777 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 10-09-04, 17:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226