User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Io Conservatore?

  1. #1
    Radicalpignolo
    Data Registrazione
    16 Apr 2004
    Località
    www.radicalweb.it
    Messaggi
    18,344
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Io Conservatore?

    Immaginavo di provocare delle reazioni negative, ma mi aspettavo di trovare dei più fini conoscitori del fenomeno liberale, e non dei liberali da strapazzo. Il mio messaggio era volutamente provocatorio e semplicistico, ma devo dire che ha colto nel segno.
    Innanzitutto mi rimproveri di essere un conservatore liberale, solo perché mi ispiro al liberalismo romantico e patriottico ottocentesco. Ti ricordo che il romanticismo ottocentesco italiano tutto fu tranne che conservatore. Differentemente dal romanticismo tedesco di Schlegel e Novalis, che può essere definito reazionario, medievaleggiante, gotico, quello italiano si scisse in due correnti: quella liberale e quella democratica.
    La prima, assolutamente prevalente, presentò due sensibilità: quella cattolico liberale di Rosmini, Gioberti e Manzoni, e quella laica moderata di Cavour, entrambe liberali, liberiste e patriottiche.
    La corrente democratica fu rappresentata da Mazzini, che di certo non rinnegava i principi del liberalismo, pur facendo leva sulle masse popolari per l’autodeterminazione nazionale .
    Il romanticismo in Italia non ebbe nulla di conservatore e di restauratore, ma fu rivoluzione intellettuale allo stato puro. Evidentemente sei allergico ai testi di filosofia e di storia. Ti consiglio una bella lettura dell’Abbagnano-Fornerno o del Reale-Antiseri.
    - Conservatore sarai tu che affermi che un liberale non è rivoluzionario.
    La mia rivoluzione è quella liberale , il sogno dei liberali di tutto il mondo, celebre motto di Gobetti e attualmente dei radicali italiani. Non mi pare che essi, che pure appartengono a tradizioni politiche diverse dalla mia, siano dei conservatori.
    Io sono un liberale classico , e come me lo sono l’80% dei liberali italiani, anche se in questo forum sembra che la percentuale sia minore, causa eccesso di filosocialismo.
    Tu sarai un liberaldemocratico, o peggio un liberalsocialista. In questo caso c’è un bel forum sul liberalsocialismo che ti aspetta. Questo forum è anche la mia casa, dal momento che rappresento l’anima più attiva e nobile della storia del liberalismo italiano.
    - L’affermazione per cui il liberale è un uomo di destra è innanzitutto un modo di “sgamare” i liberal di sinistra che frequentano il forum.
    In secondo luogo ti faccio notare che l’identificazione liberalismo-destra è logica conseguenza dell’incontestabile binomio socialismo-sinistra. Almeno così la pensano i veri liberali come Antiseri, Von Hayek, Von Mises, Popper . Liberalismo e socialismo sono inconciliabili, antitetici, sono due soluzioni contrapposte per raggiungere l’unico fine del benessere dei popoli. Solo che il socialismo predispone a tal fine mezzi inadeguati, aggressivi, liberticidi.
    Non oso considerare destra le orrende dittature fasciste e nazionalsocialiste del ventesimo secolo per il semplice fatto che la destra vera, quella liberale, è nata molto prima. Essa risale a Socrate, il padre della tolleranza, del non cognitivismo, dell’individualismo, tradito dall’allievo socialista Platone. E’ con questi due filosofi, che per un liberale nasce la distinzione tra destra e sinistra. Il liberalismo si sviluppò a Roma nella nobiltà patrizia che si oppose al totalitarismo cristiano . Hai mai letto le celebri orazioni del 384 dei due prefetti Simmaco e Protestato in riposta al vescovo di Milano Sant’Ambrogio?
    “Ognuno ha il proprio costume, ognuno ha la propria tradizione religiosa… E’ giusto considerare una sola divinità quella che tutti adorano, quale che sia la sua natura. Osserviamo le stesse stelle, comune è il cielo che ci sovrasta, lo stesso è il mondo in cui ci troviamo: cosa importa allora che si cerchi di attingere alla conoscenza della verità attraverso una certa esperienza interiore piuttosto che attraverso un’altra? Non attraverso un solo cammino si può raggiungere un così grande segreto”.
    In queste parole c’è il sunto del pensiero della destra patrizia romana e del pensiero liberale.
    C’è la tolleranza , c’è il rispetto delle idee altrui,c’è l’individualismo, c’è il pluralismo, c’è il relativismo etico, che si può scorgere nella frase “cerchi di attingere alla conoscenza della verità”. Il liberale non pretende di detenere la verità, si impegna profondamente a conoscere, cosciente della propria ignoranza e fallibilità ( Dario Antiseri – Liberi perché fallibili), e accetta lo sforzo di conoscenza di ciascuno, considerando lecito ogni percorso personale.
    Questa è la mia destra, e dovrebbe essere anche la tua . Non lo è quella di Fini, Berlusconi e Casini, che considero illiberale e conservatrice. Anch’io considero destra e sinistra termini vuoti , ma semplicemente perché vuota è la testa dei rispettivi leader.
    - Sul termine patriota ti faccio notare che esso non equivale a Stato. Io considero lo Stato un male necessario, ma sono un patriota.
    Cavour non era uno statalista, né un nazionalista, ma era un grande patriota, e lo erano anche i giovani liberali morti a Solferino e a San Martino impugnando in mano il tricolore, che, ti ricordo, è l’unico simbolo dei liberali, e quindi, a quanto sembra non il tuo.
    Se vuoi sapere che cos’è il liberalismo prova a leggere le loro memorie, prova a guardare le loro uniformi straziate, prova ad ascoltare l’Inno di Mameli.
    Per loro il liberalismo è stato passione, impeto, amor di patria, ragione di vita.
    Perché ti accanisci tanto contro i liberali “sognatori, romantici, ottocenteschi” ? Sentirsi eredi della loro tradizione, del loro patrimonio intellettuale e morale, del loro eroismo, dovrebbe essere anche per te fonte di orgoglio.
    Se poi credi che le loro idee siano oggi improponibili, anacronistiche, conservatrici, è perché troppi liberali, te compreso, hanno colpevolmente smesso di sognare, nascondendosi dietro a un pragmatismo che certo ci connota, ma non deve essere usato come alibi né portato all’esasperazione.
    Ricorda che il liberalismo ( che il filosofo idealista Benedetto Croce, non io, definiva Religione delle Libertà) è prima di tutto un sogno, un’ideale. Il sogno non è utopia, può realizzarsi. Quello liberale, poi, non attende altro che trovare dei romantici, dei rivoluzionari, dei patrioti come me, pronti a morire per trasformarlo in realtà. Tu saresti disposto a fare altrettanto, o sei uno di quei pragmatici che dice “ armiamoci e partite” ?

    Carmelo Impusino, 22 anni, “Liberamente”, patriota liberale, Melicucco (Reggio Calabria).

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    03 Feb 2004
    Località
    Prato
    Messaggi
    31
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Prima di tutto sarebbe bene che rispondessi nel primo post, su cui è iniziata la discussione, invece di aprirne un altro.

    Per il resto, non sono allergico ai libri di storia (dato che tra l'altro sono studente universitario di Storia), e non sono socialista.
    La tua concezione liberale è chiusa per il semplice fatto che non vede alternative all'idea che ti sei fatto te del liberalismo. Sei liberissimo di scegliere la tua interpretazione e il tuo modo di vedere, ma escludere chi la pensa diversamente è esattamente il contrario della tolleranza (e liberalismo) che tanto professi (e per favore smettila di arrogarti il potere di indicare chi può e non può restare su questo forum, grazie).
    Il liberalismo ha mille e più sfaccettature, tra cui quella romantica-risorgimentale, che io non sono tenuto a condividere. I motivi te li ho già spiegati: il liberalismo del libero mercato si arrestò di fronte alle crisi economiche della seconda metà dell'800, e solo per questo accettò la costituzione di Stati-Nazione che avrebbero funzionato da copertura protezionista alle imprese in crisi. Comportamento, questo, assai poco lodevole per i liberali. L'ideale patriottico c'entra poco. Cavour un patriottico? il suo "patriottismo" si fermava all'area del nord italia, allora l'unica progredita della penisola, e solo quella avrebbe dovuto conoscere una unificazione fra economie e per le economie industriali in difficoltà. Questa era la sua idea di Italia.
    La storia dei liberali la conosco ma interessa poco: è una storia di politici che poco ha a che fare con la teoria e filosofia. Come sempre in politica.
    Per quanto mi riguarda, il mio è un liberalismo libertario. Che ti piaccia o no, anche questo è liberalismo.
    Considero l'idea stessa di Stato-Nazione, creato su basi ritenute pre-esistenti (etnia, lingua, etc) alla creazione dello Stato, anti-liberale, poichè assoggetta coercitivamente l'individuo sovrano della sua persona e dei suoi beni ad una comunità imposta (e per nulla data da ragioni oggettive). Non fu questa l'unità d'Italia e le altre unità dei grandi Stati ottocenteschi?
    ma non devi pensarla per forza come me. Sei tu vuoi essere patriottico, non sono io ad impedirtelo. Quanto a me vorrei essere libera(l)mente indipendente da questo Stato, come individuo al di sopra dello Stato, che non vedo affatto come "necessario".

    Queste idee ti possono sconvolgere, ma da liberale quale dici di essere dovresti rispettarle e cercare di capirle.
    Anche se la tua arroganza nel considerarti "rappresentante del più nobile liberalismo" e nel condannare gli altri come falsi liberali mi lascia poco sperare.
    viaggiatore in libertà

  3. #3
    Radicalpignolo
    Data Registrazione
    16 Apr 2004
    Località
    www.radicalweb.it
    Messaggi
    18,344
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se ti ho definito socialista è solo perchè il tuo primo messaggio mi è sembrato poco rispettoso per il liberalismo romantico, che hai bollato ingiustamente conservatore. Quindi anche tu non dimostri una grande apertura alle altre anime del liberalismo, o almeno questa è l'impressione che mi hai dato con la tua prima risposta.
    Io rispetto tutte le anime del liberalismo, compresa la tua, libertaria, che certo non può essere patriota, essendo definita scolasticamente anarco-libertarismo.
    Quando ho parlato di profilo del liberale perfetto mi riferivo al liberale classico, non certo alle altre anime del liberalismo.
    Nei miei messaggi non c'era intolleranza. Se ti sei sentito in qualche modo offeso ti chiedo scusa, e non era mia intenzione, soprattutto perchè sono più le cose che uniscono le varie anime liberali che quelle che le dividono.
    Nota bene che l'invito a cambiare forum era rivolto nel solo caso in cui tu fossi un liberalsocialista, dato che esiste effettivamente sul sito un forum apposito per la corrente Gobettiana.
    In effetti c'è un forum anche per i libertari, per questo mi ha meravigliato una risposta come la tua in questo forum.

    Ciao, Carmelo.

 

 

Discussioni Simili

  1. PD conservatore
    Di Laico nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 31-05-10, 14:28
  2. E tu che Conservatore sei?
    Di carlomartello nel forum Conservatorismo
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 19-11-09, 13:09
  3. IL CONSERVATORE - Creazione "sotto-forum" per Il Conservatore
    Di FalcoConservatore nel forum Conservatorismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 30-10-08, 08:38
  4. Che conservatore sei?
    Di Templares nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 74
    Ultimo Messaggio: 29-01-05, 03:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226