User Tag List

Pagina 6 di 17 PrimaPrima ... 56716 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 167
  1. #51
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Star dash 29-07-2003 22:10
    ---------------------------------------------------------------

    Shelburn, hai letto la lettera pastorale di Fra Poncino?...sarà l'ora di inserire anche Ameliadottir e Eddiesson nelle tue avventure, per dare atto - in positivo o negativo, fai te - della loro ormai non più ignorabile presenza? Mi sembra un atto dovuto da parte di un cronista come te. Sarà poi lo storico a giudicare, con la giusta prospettiva, la valenza di questi personaggi.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #52
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    shelburn 30-07-2003 02:44
    -------------------------------------------------------------

    - ...e quale sarebbe questa lettera pastorale ? - domandò Shelburnsson, lisciandosi la folta barba nera
    - Ma come, hai la barba nera ? -
    - Sono in incognito, mi sono travestito per non dare nell'occhio -
    - Ah, bene. Eccoti qua il testo
    -------------------------------------------------------------
    Quote:
    Lettera pastorale quasi originale scritta da Fra Poncinosson
    Ho ricevuto numerose missive private che sollecitano un mio messaggio ufficiale alla comunità di Lad in cui mi esprima riguardo all'ingresso dei due nuovi fratelli Eddiesson e Ameliadottir , che tanto scalpore ha suscitato.

    Ebbene fratelli ormai mi conoscete e siete consci dell'alta missione pastorale che qui sono stato chiamato a svolgere.

    Se ho potuto accogliere una carrettata di prostitute nella mia comunità monastica, come potete pensare che non possa farlo, per quanto riguarda il mio ruolo di pastore di anime, per due spiriti ribelli e due disadattati che però hanno dimostrato di possedere intelligenza, acume e anche un cuore aperto e generoso, come i nostri nuovi fratelli Ameliadottir e Eddiesson ????

    Se la nostra accoglienza sarà tollerante e senza pregiudizi sono sicuro che essi sapranno inserirsi nella nostra comunità con maggior profitto e decenza ( ed anche pulizia personale) di nostri vecchi fratelli come Maldestrosson o con maggior vivacità e minor opacità di un fedele come Indiksson , o minor pesantezza dei nostri storici soloni e retori , che abbiamo a lungo sopportato in silenzio e cristiana rassegnazione.

    Il mio invito quindi non puo essere che quello di accogliere a braccia aperte questi due nuovi fratelli e di aggiungere un posto alla parca mensa congiunturale estiva dovuta alla carenza per ferie dei nostri fratelli di maggior ingegno e autorità, di cui auspico in contumacia il consenso a questa mia ecumenica iniziativa.

    Un abbraccio , una calda e solenne benedizione estiva e l'ugurio di buone ferie A TUTTI.

    Vi benedico.

    -------------------------------------------------------------
    che ne pensi ? -
    - Mi domandavo chi sarebbero questi storici soloni "pesanti"... - Shelburnsson si guardò in giro... poi notò che Stardashdottir faceva cenno alla... ehm... diciamo "vita"...
    - Ah, è per questa ? Oh dio, un po' pesante lo sono, lo ammetto. - concordò il cronista con un certo imbarazzo
    - Però il buon frate avrebbe potuto risparmiarsi gli attacchi presenti nella sua pastorale. Temo che dovrà fare penitenza per questo anche lui. Ora vedo se questo caso è contemplato nel Penitenziale di Burcardo di Worms... e ti faccio sapere -
    Comunque, Eddiesson è già citato in queste pagine.
    Ameliadottir non è ancora capitata, ma non per un voluto ostracismo.
    - Ostracismo ? - chiese Shelwulf , distraendosi un nomento dalla sua conversazione con Cynthiadottir - ma c'entra qualcosa con le ostriche ? -

  3. #53
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    shelburn 30-07-2003 03:43
    ----------------------------------------------------------------

    - Shelwulf , non ti intromettere nei discorsi degli altri. Dimmi piuttosto di questa tua impresa -
    L'eroe esitò un tantinello, forse per modestia, ma poi, all'incalzare di Cynthiatortir , raccontò
    - ...dunque, visto Sleipnir II ... -
    - Che nome per un cavallo ! -
    - Il cavallo di Odino si chiama Sleipnir, ed io ho voluto dargli questo nome in suo onore -
    - Ma il vescovo sarà d'accordo... con questo nome pagano, intendo dire ? -
    - Ma è solo un nome... e poi quanti hanno "Thor" nel loro nome, e la Chiesa non dice niente ? -
    - Eh già, si tratta solo di nomi -
    -- Appunto. Dunque, ti dicevo che avendo visto il cavallo, pensai che dovesse avere un proprietario, e così pensai di andargli a dare una botta in capa... tanto per amicizia -
    - Shelwulf, Shelwulf , non si fa ! Non è comportamento cristiano, questo ! -
    - Ma io sono o non sono un Vichingo ? -
    - E va bene... e allora che hai fatto ? -
    - Sono andato oltre quella collinetta che vedi nel quadro, per vedere chi fosse questo proprietario -
    - E l'hai trovato ? -
    - Certamente -
    - Non farti tirare le parole con le tenaglie... parla, racconta, facci sapere, rendici edotti... -
    - Vidi, con mio sommo stupore il proprietario del cavallo... era un gigante ! -
    - Un gigante, eh ? Non è che ci stai raccontando una frottola ? -
    - Una frottola ? Al massimo, un "abbellimento" -
    - Ah, è così che si chiamano ? -
    - Del resto le storie vichinghe sono piene di giganti -
    - Questo è vero -
    - E dunque questo che ti racconto non è che il "mio" racconto -
    - Ah, capisco, vai avanti -
    - Serve anche a mantenere l'atmosfera culturale vichinga -
    - Uhm, quindi niente "frottola" ma "atmosfera culturale vichinga"... vai avanti, che ti tengo sotto mira - e intanto con le mani si avvicinava ad una mazza robusta e nodosa, pronta a dargliela in capo, se avesse esagerato.
    - Questo gigante veniva da Iötunheimr, la terra dei giganti, e si chiamava Penzacytù ... -
    - Oh, lo conosco, un noioso, ma un noioso che non ti dico -
    - Lo stesso scaldo Bragi il vecchio non avrebbe potuto mai scaldare i nostri cuori con le sue noiose avventure... per quanto cio abbia provato con questi versi inediti che solo io conosco

    "Shelwulf trasse Sleipnir Secondo
    dalla collina che dietro Gorodishe si trova
    lo afferrò di corsa divertendosi un mondo
    e lo portò via per regalarlo alla Shelwulfova

    di Ladheimer , questo cavallo, arricchimento,
    che pascolava là dove andavano i Variaghi,
    dall'ampio, dell'isola, profondo solco

    tratto, fu, via con grande ardimento
    e virtù e coraggio de' Vichinghi mai paghi,
    lasciando con un palmo di naso il grosso bifolco."


    ... e proprio così si espresse il grande poeta -
    - Ho i miei dubbi che il grande Bragi abbia mai potuto scrivere una poesia così scadente - protestò la donna - e tutta questa storia non sta in piedi... e poi chi sarebbe questa "Shelwulfova " ? ...ma finisci pure il tuo racconto. Come hai trovato questo martello ? -
    - Shelwulfova ? Ho fatto come si usa qui tra i Russi... Gorbaciov... Gorbaciova... Shelwulf ...Shelwulfova . Sarebbe la mia dolce metà -
    - Va be', va be'... e questo martello ? -
    - Dunque, stavo abbeverando Sleipnir II al fiume Lovat'... quando, per bere anch'io un sorso, mi sporsi un po' troppo, e mi cadde il mio martello in acqua... -

  4. #54
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la Contessa 30-07-2003 04:15
    ---------------------------------------------------------------

    Mi permetta di congratularmi con Lei, caro Amministratore, per la Sua estemporaneità e per deliziarmi con i suoi versi.
    Se le sovviene qualche altro poema sarò la prima in leggerlo e mi terrà compagnia.
    Altrimenti, buona notte e non si preoccupi che verso le 6 spengo la luce.

  5. #55
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Star dash 30-07-2003 066
    -------------------------------------------------------------
    Quote:
    Lettera originale scritta da shelburn
    - ...e quale sarebbe questa lettera pastorale ? - domandò Shelburnsson , lisciandosi la folta barba nera
    - Ma come, hai la barba nera ? -
    - Sono in incognito, mi sono travestito per non dare nell'occhio -
    - Ah, bene. Eccoti qua il testo

    che ne pensi ? -
    - Mi domandavo chi sarebbero questi storici soloni "pesanti"... - Shelburnsson si guardò in giro... poi notò che Stardashdottir faceva cenno alla... ehm... diciamo "vita"...
    - Ah, è per questa ? Oh dio, un po' pesante lo sono, lo ammetto. - concordò il cronista con un certo imbarazzo
    - Però il buon frate avrebbe potuto risparmiarsi gli attacchi presenti nella sua pastorale. Temo che dovrà fare penitenza per questo anche lui. Ora vedo se questo caso è contemplato nel Penitenziale di Burcardo di Worms... e ti faccio sapere -
    Comunque, Eddiesson è già citato in queste pagine.
    Ameliadottir non è ancora capitata, ma non per un voluto ostracismo.
    - Ostracismo ? - chiese Shelwulf , distraendosi un nomento dalla sua conversazione con Cynthiadottir - ma c'entra qualcosa con le ostriche ? -

    -------------------------------------------------------------

    Ah, che delizia estemporanea! (ha ragione la Contessa, che saluto, ma penso che ormai sia andata a giacere con l'odiosamato consorte). E che classe, che inventiva, che sottile vena ironica (sulla "pesantezza")..non ti tradisci mai, Shel: sei il più bel personaggio (e il più buono...e forse anche "bono") della storia di Lad).
    Non vedo l'ora che la tua opera storico-letteraria sia riconosciuta anche dalla critica ufficiale e che ne siano tirate milioni di copie, magari con una prefazione di Sergio Romano e una recensione critica di uno storico, chessò, come Ibrahim Alloush.
    E questo è per ora, ringraziandoti, il mio auspicio di una gloria arcimeritata.
    Cordiali saluti

    Dash Star

  6. #56
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    shelburn 31-07-2003 03:44
    ---------------------------------------------------------------

    Mentre Shelburnsson ringraziava la Contessadottir e Stardashdottir per le loro belle parole, Cynthiatortir cercava di farsi raccontare da Shelwulf come fosse entrato in possesso del martello di Thor, Mjöllnir.
    - Così ti sarebbe caduto il martello in acqua, eh ? - ... e bisogna notare che la donna non credeva facilmente alle favole, ma lui cercò lo stesso di propinargliene una
    - Si, mi cadde in acqua, ed io mi portai sulla sponda del fiume, cercando di recuperarlo... ma non ci riuscii. Tentai in ogni modo... -
    - Non mi sembri bagnato, e ti conosco per un buon nuotatore -
    - Infatti l'acqua era troppo fredda per i miei gusti, e provai ogni altro mezzo per riavere il mio adorato martello -
    - Bastava entrare in acqua -
    - T'ho detto che era troppo fredda ! -
    - E allora ? -
    - Non mi restava che piangere, e così feci. Mi misi a singhiozzare come un bambino -
    - Singhiozzare come un bambino, dopo aver vinto un gigante ! Questo mi ricorda qualcosa, una vecchia cantata di Ronsson , che risuonava negli accampamenti degli Unni, mentre giovani donne ballavano al chiarore dei bagliori del fuoco. Un suonatore Unno, un certo Robinssonciuk , faceva vibrare le sue note appassionate trasmettendo emozioni a quegli uomini duri... ma soprattutto intenerendo e scatenando quelle donne selvagge ( le Unne... )

    "IL GIGANTE E IL BAMBINO


    Il gigante e il bambino,
    sotto il sole o contro il vento,
    in un giorno senza tempo
    lungo il fiume azzurrino,
    camminavano tra i sassi,
    si facevan quattro passi.

    Il gigante ha un cavallo,
    e il bambino se lo prende
    stringe forte le sue redini,
    con le tenere manine,
    di vichingo un po' variago,
    "me lo piglio e non ti pago".

    E la mano del gigante
    su quel viso di creatura
    gli ammollerebbe un bel ceffone,
    e gliene darebbe tante e tante,
    ma quello fugge lesto,
    per tornar dai suoi più presto

    Del gigante e il bambino
    si è saputo nel villaggio
    e la rabbia dà il coraggio
    di rincorrerlo sul fiume,
    di salire fino al bosco,
    per seguir quel tipo losco.

    Il gigante a quel bambino
    non l'ha mica più trovato
    ad averlo tra le mani
    a quel piccolo puttino,
    l'avrebbe un po' strozzato,
    e ad un pino impiccato.

    Ma nessuno può trovarlo
    con quel passo tanto lieve,
    il gigante è una montagna,
    il bambino è come neve,
    e cioè il disgraziato,
    senz'indugio s'è squagliato.

    Camminavano fra i sassi
    sotto il sole o contro il vento,
    in un giorno senza tempo,
    il gigante e il bambino,
    il gigante senza cavallino,
    imprecando a quel bambino
    ." -

    - Oh, questa storia mi ricorda qualcosa, non so. -
    - E il martello ? -
    - Dunque, mentre singhiozzavo, mi apparve all'improvviso il dio del fiume... -
    - Il dio de ché ? Ah Shelwulf , ma cosa ti eri bevuto ? -
    - E premuroso mi rivolge queste parole
    "Dimmi, caro amico, perché singhiozzi così forte che non me fai dormì proprio ora che me stavo a fa' una santissima penichella ? "
    io allora, tra i singhiozzi gli spiegai che mi era caduto il martello nel fiume
    "Ah era il tuo ? Quel maledettissimo arnese mi ha ammaccato il mio alluce migliore, te possino !"
    " Vuoi dire che potresti restituirmelo ? " domandai speranzoso
    " Ma certo, in capa, con buona mira. Spetta che ti servo " e si tuffò.
    Poco dopo riapparve con un martello d'argento
    " E' questo il tuo martello ? "
    " Magari. No, il mio era un martello qualsiasi, di poco valore "
    allora lui si rituffò per riapparire poco dopo con un martello tutto lucente d'oro massiccio
    " Allora è forse questo il tuo martello ? "
    " No, no. Te l'ho spiegato... il mio è di poco valore "
    " La tua sincerità merita un premio, amico mio. Eccoti dunque l'autentico martello di Thor, Mjöllnir. Sappine essere degno "
    e mi consegnò questo martello che ho qui con me. -
    Cynthiatortir non era convinta. Guardò Vandadottir per conforto, ma quella era già andata a dormire
    - Boh, sarà come dici, ma questa favoletta mi pare di averla già letta da qualche parte... tipo Tolstoisson ... -
    Shelwulf, colto nel segno, arrossì.
    - Se proprio vuoi saperlo, ho comprato il cavallo per una certa somma di neuro che avevo con me, e quelli mi hanno aggiunto, come regalo, questo vecchio martello, di cui volevano disfarsi -

  7. #57
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cinzia 31-07-2003 04:13
    ------------------------------------------------------------
    Andiamo a dormire amico mio?
    Gli chiese Cinziatortir .
    <Ma prima conviene che tu beva quest'infuso di erbe amare, visto che la tua cena non era delle più leggere!>
    < Fa' bei sogni-intervenne have_a_dreamsonn - con valchirie dalle bionde trecce e navi leggere...>
    Il possente Shelwulf, dopo aver bevuto l'infuso preparato da Maldrestrosson , si stese sul giaciglio di pelli e si addormentò sorridendo come un bimbo. La contessadottir spense la torcia e l'oscurità avvolse Lad



    la Contessa 31-07-2003 04:21
    ------------------------------------------------------------
    Re: Andiamo a dormire amico mio?
    Quote:
    Lettera originale scritta da Cinzia
    Gli chiese Cinziatortir . Ma prima conviene che tu beva quest'infuso di erbe amare, visto che la tua cena non era delle più leggere! Fa' bei sogni,intervenne have_a_dreamsonn con valchirie dalle bionde trecce e navi leggere...Il possente Shelwulf, dopo aver bevuto l'infuso preparato da Maldrestrosson, si stese sul giaciglio di pelli e si addormentò sorridendo come un bimbo. La contessadottir spense la torcia e l'oscurità avvolse Lad

    ------------------------------------------------------------
    Beneamata Cinzia, vedo che l'ora tarda ispira in Lei una vocazione poetica che Le rende merito. Buonanotte ( a dire la verità pensavo si fosse addormentata sulla tastiera) e che i suoi sogni siano popolati di tanti angioletti.
    degusti anche Lei un infuso di erbe altrimenti sogna con schifani e allora addio vocazione poetica



    dodi 31-07-2003 235
    ------------------------------------------------------------
    il martello
    datemi un martello..
    che cosa ne vuoi fare?
    Lo voglio dare in testa
    a chi non mi va..

    basta, non son frasi mie...
    ma siccome qui si va per le lunghe.... un po' di relax va bene..ma stiamo proprio sollazzandoci... sarà perchè è estate?

  8. #58
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    shelburn 01-08-2003 01:25
    ------------------------------------------------------------

    L'alba spuntò serena sull'accampamento addormentato. E mentre il disco rosso saliva nel cielo dietro le colline nebbiose, in un susseguirsi di verdi paesaggi che andavano sempre più sfumando verso l'azzurro, qualcuno scosse Killing Timesson per un braccio
    - Svegliati, KT , presto ! -
    - Che c'è, Ilariadottir ? Perché non mi lasci dormire ? -
    - Svegliati, per carità, siamo in pericolo ! -
    - E perché lo riferisci proprio a me ? -
    - Perché tu sei più a oriente di tutti -
    - Insomma, perché saremmo in pericolo ? -
    - Guarda in quella direzione -
    Lui si stropicciò gli occhi, lasciò andare uno sbadiglio, e a malincuore gettò un occhio nella direzione indicata dalla ragazza... ma il secondo sbadiglio gli si interruppe di colpo
    - Per tutti i capelli di Ymir, vedo una foresta di lance, spade, mazze e bastoni che avanza minacciosa verso di noi -
    - Scusa la domanda sciocca in un momento così grave e denso di angoscioso pericolo... ma che c'entrano i capelli di Ymir ? -
    - Da essi furono creati gli alberi. - spiegò Shangdisson , sollevando la coperta e mettendosi a sedere - Voleva dire che tutte queste punte di armi sono come una vera foresta, che però si muove e ci viene contro. -
    - Mio dio, pensi che siamo perduti ? -
    - E' presto per dirlo, ma è ora di organizzare una difesa -
    - Chiamate Realcombatsson - li scongiurò Manusson , che aveva fiducia nel maestro di tecniche di combattimento, ma...
    - Ahimé - borbottò disperato Indiksson - quello se ne è andato a pescare, e qui molti si sono imboscati, i Variaghi di Lad non sono più quelli di una volta, non c'è nessuno che racconti qualcosa di interessante... nessuno che organizzi una difesa... -
    - Ma perché ci attaccano ? - si domandò Camilladottir, mentre le persone incominciavano a raccogliersi, e qualcuno si armava
    - Sembra che Shelwulf abbia rubato un cavallo ad un gigante... -
    - Ma è ridicolo ! - sbottò Clemente Ugvalsson, irritato - Come si fa a credere ancora a queste baggianate ? Un gigante... ma siete patetici ! -
    - Magari un gigante no, ma era abbastanza alto - si difese Shelwulf, mentre Cynthiatortir lo afferrava per un braccio, scuotendolo
    - Ma parla, dì la verità, che se no questi credono davvero che tu l'abbia rubato, questo cavallo ! -
    Si guardò intorno, e vide espressioni poco convinte, a cominciare da quella di Zaquinisson
    - Ebbene sì, avevo fatto un po' di scena, ma il cavallo l'ho regolarmente pagato -
    - Magari quelli non lo sanno e basterà spiegarglielo... qui ci vorrebbe Lupettsson, ma dov'è quel benedetto, sempre in giro ? -
    - E Giancosson almeno lui c'è ? -
    - Ci sono, ci sono - sbuffò l'interpellato sollevando il capo da certe carte che stava consultando - che vi credete voi ? Voi ve ne andate in gita, ma io anche qui lavoro. Se mi azzardassi a non farlo, il mio datore di lavoro mi taglierebbe le ... -
    In quel momento si udì un bip che coprì il suono della parola che stava pronunciando il buon variago foggiano, che imperterrito continuò
    - Il fatto è che stiamo partecipando ad un appalto concorso il cui termine di consegna è tra pochi giorni.
    Quindi siamo in piena attività come se fosse un momento qualsiasi. Anche sul Lovat'.
    Finito questo dobbiamo attaccare un progetto per cui la consegna... -
    E mentre l'attivo Vichingo ingegnere dava sfogo ai suoi vissuti, alle frenetiche condizioni della sua partecipazione alla gita, alle sue ansie per il futuro, ci fu chi si ricordò di un altro particolare
    - Vuoi vedere che ce l'hanno con noi per la razzia dei cavalli di Archiesson e compagni ? -
    - Ma cosa dici, Ameliadottir ? - negò l'interessato, stizzosamente - Noi quei cavalli, in realtà, li abbiamo comprati. C'eravamo vantati di aver fatto una razzia per darci arie da Vichinghi, ma in realtà è stata solo una transazione commerciale -
    - Come la maggior parte delle attività variaghe in queste zone - precisò e completò Clemente Ugvalsson, che sulla questione era documentato ed esperto
    Ma non c'era più tempo, il gruppo di contadini era ormai a due passi, armi in pugno, lo scontro incombeva...

  9. #59
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    shelburn 01-08-2003 21:48
    -------------------------------------------------------------

    Mentre tutti erano tesi e preoccupati, Alariksson si sfregò le mani, e sul suo viso apparve un'espressione gongolante
    - Finalmente una bella battaglia. Questa me la voglio gustare tutta - e si sedette in attento silenzio, come davanti ad uno spettacolo teatrale.
    Oldonesson fremeva e la sua mano correva all'impugnatura della spada, Ferdiesson aveva afferrato un bastone e provava a rotearlo come fanno i giocolieri
    - Ahi, ma che fai disgraziato ? - protestò Indiksson con una certa veemenza, toccandosi la spalla dolorante dove aveva preso una nodosa e robusta bastonata
    - Dai, scusa, non l'ho fatto apposta ! -
    - Son quelli che devi colpire, non noi - e gli indicò il gruppo di contadini che ormai era quasi a contatto con i Variaghi di Ladheimer .
    - Va bene, va bene noioso... per una carezza un po' robusta, tante storie ! -
    Le donne di Lad si davano da fare per assistere i (futuri) combattenti, portando chi acqua, chi qualche arma di riserva, chi qualche parola di conforto.
    Wehalidottir aveva scelto una postazione di osservazione molto in alto, pronta a lanciare eventuali allarmi.
    Dodidottir, Rossanadottir e Robertadottir preparavano panni per i bendaggi, Cynthiatortir e Ameliadottir praparavano da mangiare e Lauradottir teneva pronta una preziosa bottiglia di vino da usare eventualmente come disinfettante, Nicholasson teneva pronto un martello per le anestesie...
    Camilladottir si rivolse ai lettori raccomandando di allontanare i bambini nel caso di scene troppo cruente...
    Intanto i due gruppi si fronteggiavano ormai da vicino.
    Si fermarono entrambi e si guardarono. La comprensione reciproca era resa difficile dalla scarsa conoscenza delle rispettive lingue.
    - Ma dov'è Shelburnsson ... - si informò Netvikingsson , rivolgendosi a Nichi1981sson - proprio adesso che ci serviva un interprete... è sparito -
    - Perché dovrei saperlo io ? -
    - Non siete forse della stessa città, Napolistad ? -
    - Si, ma lui quando esce non mi dice mai niente -
    - Che farabutto ! -
    - Calma, calma, lo so io dov'è andato. A cercare Realcombatsson -
    - Beh, Shangdisson , speriamo allora che lo trovi presto, perché qui l'aria è pesante. -
    Intanto, tra i contadini, Yurisson parlottava con Igorsson . Come attento cronista dovrei riportare le loro esatte parole, ma quel particolare tipo di dialetto russo, tipico di quella zona, potrebbe essere ostico per qualcuno di voi, e così riporterò solo la traduzione
    - Questi Variaghi mi sembrano un po' tesi, non ti pare ? -
    - Devi capirli, e la prima volta che vengono da queste parti, ma Mishasson mi ha assicurato che sono bravissime persone, molto pacifiche -
    - E' ben per questo che siamo venuti qui a far compravendita con loro -
    - Diceva che avremmo potuto vendere queste armi molto facilmente, e, a parte qualche bene alimentare, non avevamo altro da offrire loro in cambio delle loro merci. -
    - E a noi queste armi non servono. Stavano lì dai tempi di una battaglia tra Russi e Belorussi... che altro ce ne potevamo fare ? -
    - Senti un po', questi mi sembrano un tantinello imbranati, rispetto alle altre spedizioni di Variaghi che passano da queste parti, e coi quali commerciamo senza nessun problema -
    - Hai ragione. Sai che ti dico ? Io provo a fare un gesto di saluto - e agitò con foga le braccia
    Sull'altro fronte Maldestrosson di allarmò
    - Ehi, questi impuniti osano minacciarci ! -
    - Presto, sfoderiamo le armi - incalzò luContesson, mentre la Contessadottir, che lo osservava da lontano, commentò
    - Guardate, guardate, com'è focoso il mio augusto consorte ! -

  10. #60
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Nov 2003
    Località
    Napoli e Ravello
    Messaggi
    1,568
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    shatzyshell 01-08-2003 222
    ------------------------------------------------------------

    ehi scusa...

    pronto? ehi...??
    coff coff
    coff coff
    passavo da ste parti...
    leggevo...
    :rol:
    F.

 

 
Pagina 6 di 17 PrimaPrima ... 56716 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. NOI PADANI BIONDI COME VICHINGHI
    Di venetoimpenitente nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 123
    Ultimo Messaggio: 30-09-13, 20:01
  2. La saga dei vichinghi di Jomsborg.
    Di Virio Nicomaco Flaviano nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-10-09, 12:10
  3. Russi, Vichinghi e i nuovi Khazari
    Di Lombardoveneto nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 08-10-08, 01:14
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-04-08, 19:13
  5. vichinghi
    Di massena (POL) nel forum Storia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 06-12-03, 18:55

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226