User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Makeru ga, katta
    Data Registrazione
    07 Sep 2002
    Località
    Before you all die ghastly, horrible deaths, let me take the hour to describe my latest plan for world domination! Uhauhauha!
    Messaggi
    35,439
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post Quel 25 Aprile di 30 anni fa...



    Il 25 Aprile del 1974 accadde in Europa un evento i cui effetti superarono i ristretti confini del paese in cui si svolgevano, il Portogallo, per invadere le idee e i sogni dei tanti movimenti antagonisti presenti in quegli anni nel nostro continente ma anche nel resto del mondo e in particolare in Africa.
    30 anni fa un movimento rivoluzionario il M.F.A. (Movimento das Forças Armadas) formato da numerosi ufficiali e truppe al loro comando dei vari rami delle forze armate, occuparono militarmente Lisbona e le altre principali citta' del Portogallo, mettendo fine a una delle piu' antiche dittature del vecchio continente. Fu un evento storico e particolare, particolare come il Portogallo e i suoi abitanti, che per come si svolse e visto con gli occhi di questo fine millennio puo' apparire come una favola moderna su come i sogni e le aspettative di un popolo possano trovare un soluzione a favore del popolo e della sua liberta'. Fu una favola non solo per il lieto fine ossia la liberazione di un popolo dalla schiavitu' di una dittatura sanguinaria e oppressiva e per la fine di una assurda guerra coloniale fonte di morte e barbarie per chi la subiva e per chi era costretto con la forza a combatterla, ma fu una favola per il verificarsi di eventi che sarebbe stato difficile inserire nella trama di un film anche per un pur bravo e fantasioso sceneggiatore.
    Cominciamo dai principali protagonisti, ossia i militari che sotto l'azione del Movimento dei Capitani molti dei quali di estrazione marxista, e di una opposizione forte al proseguimento della guerra coloniale in Africa e Asia, avevano dato vita ad un movimento militare di opposizione al regime che portera' al rovesciamento dello stesso. Militari quindi, per di piu' in molti casi di sinistra, che si alleano per abbattere la dittatura che aveva fino a quel momento utilizzato le forze armate per opprimere il proprio popolo e quelli dei paesi occupati.
    Anche l'evolversi degli avvenimenti sembrava uscito da un film. A cominciare dal segnale che a livello nazionale dava il via alle azioni militari di liberazione. Fu scelta la principale radio nazionale (la cattolica Radio Renascença) che ai primi minuti del giorno 25 trasmetteva una canzone fino ad allora vietata dalla censura del regime ossia Grandola Vila Morena del famossisimo autore e poeta Jose' "Zeca" Afonso.
    Fu poi, nonostante il forte impiego di mezzi militari e l'occupazione di tutti i punti nevralgici del paese, un' azione militare incruenta, senza spargimenti di sangue a parte il vigliacco omicidio di civili da parte della terribile polizia segreta prima della sua resa.
    Fu il risveglio di un popolo oppresso che mano a mano che le ore passavano, sentendo la radio che trasmetteva cose fino ad allora proibite e comunicati che invitavano a rimanere nelle case e ad non accettare provocazioni, fece il primo gesto spontaneo di un popolo finalmente libero ossia disubbidi' al potere e scese in strada per festeggiare la sua liberta' e la sua gioia. In Aprile a Lisbona le giornate sono gia' calde e i mercati sono pieni di fiori, garofani in particolare, e cosi' a simbolo della liberta' ritrovata e della voglia di smetterla con la guerra e repressioni, i cittadini di Lisbona cominciarono a donare garofani rossi ai propri militari molti dei quali ponevano i fiori nelle canne dei loro fucili.
    Quello divenne un altro simbolo della favola rivoluzionaria, la rivoluzione dei garofani, un simbolo che fece il giro del mondo invitando tutti a deporre le armi e a liberare i popoli oppressi.
    Fu anche il risveglio e la liberta' di tanti popoli africani e asiatici (Angola, Mozambico, Guinea Bissau, Isole di Capo Verde, Isole di Principe e Sao Tome', Timor), perche' quel giorno sanci' la fine di una decennale e assurda guerra che per decenni aveva insaguinato e distrutto quei paesi.
    Ritornarono cosi' in Portogallo migliaia di giovani soldati, pedine mandate al macello da un regime fascista e corrotto e che aveva perso il senso pratico e militare di una guerra che per i vari equilibri mondiali di quei tempi si trascinava senza soluzione di continuita' e senza ne' vinti ne' vincitori.
    Tornarono i soldati e tornarono tutti gli esiliati politici, che nel corso degli anni avevano mantenuto i partiti politici in clandestinita'. Tornarono tra gli altri Mario Soares, capo del Partito Socialista, rifugiato a Parigi e accolto da migliaia di persone alla stazione principale di Lisbona (S.ta Apollonia) e Alvaro Cunhal mitico capo del Partito Comunista esule a Mosca dopo essere fuggito dal carcere di Peniche con l'aiuto di un sommergibile russo.

    Si torno' dopo 40 anni a festeggiare il 1 Maggio con milioni di persone in piazza. Tornarono anche i tanti giovani scappati sopratutto in Francia per sfuggire al servizio militare obbligatorio e quindi alla sicura guerra in Africa.
    Tornarono in liberta' i tanti oppositori al regime in carcere nei tanti penitenziari portoghesi ma anche quelli segregati nel terribile carcere di Tarrafal nelle isole di Capo Verde una specie di carcere alla Papillon.
    Fu anche la fine del simbolo popolare della paura e della dittatura attraverso la cattura dei membri della famigerata polizia segreta la PIDE e la chiusura della sua sede al centro di Lisbona divenuta ora museo della resistenza.

    Centinaia furono i morti e i torturati sopratutto membri del partito comunista e socialista ma anche tanti semplici cittadini rei di non sottostare a quel clima di terrore e delazione sul quale la dittatura aveva basato la sua forza.
    Fu infine il trionfo di quella che adesso tutti definiscono democrazia. Le forze armate finite le operazioni militari e garantito l'ordine attraverso i primi governi di salvezza nazionale, si ritirarono ben presto dalla scena ritornando alle loro funzioni lasciando posto alla sarrabanda dei primi governi di unita' nazionale.
    Anche in questo particolare pero' la rivoluzione dei garofani lascio' un segno attraverso la proclamazione del primo capo di governo comunista dell'Europa occidentale, Vasco Goncalves. Nei sei mesi di governo, Gonçalves riusci' a restituire le terre ai contadini espropiandole ai ricchi latifondisti primi finanziatori del regime, e a nazionalizzare tutti i servizi e risorse fondamentali del paese sottraendole in molti casi a capitalisti internazionali. La parabola fu breve, anche a seguito delle pressioni internazionali (Usa), della chiesa e dell'insorgere di azioni terroristiche di gruppi controrivoluzionari.

    A piu' di un anno da quel 25 Aprile furono poi indette le prime elezioni e formato il primo Parlamento libero.

    Il Portogallo era libero.

    _______________________
    Gli zeri, per valere qualcosa,
    devono stare a destra.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bah, il regime di Salazar non era così cattivo come lo dipingono. Sono stato in Portogallo e ne conosco assai bene la storia, e posso dire con certezza che il salazarismo ha fatto moltissimo per il bene del paese...

    saluti

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da Felix
    bah, il regime di Salazar non era così cattivo come lo dipingono. Sono stato in Portogallo e ne conosco assai bene la storia, e posso dire con certezza che il salazarismo ha fatto moltissimo per il bene del paese...

    saluti

    Saggezza di Salazar .

    E' BENE CHE I POVERI SIANO CONSCI DI ESSERE POVERI !

    Un saluto

  4. #4
    Makeru ga, katta
    Data Registrazione
    07 Sep 2002
    Località
    Before you all die ghastly, horrible deaths, let me take the hour to describe my latest plan for world domination! Uhauhauha!
    Messaggi
    35,439
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da Felix
    bah, il regime di Salazar non era così cattivo come lo dipingono. Sono stato in Portogallo e ne conosco assai bene la storia, e posso dire con certezza che il salazarismo ha fatto moltissimo per il bene del paese...

    saluti

    Nondimeno, si è sciolto come neve al sole.
    _______________________
    Gli zeri, per valere qualcosa,
    devono stare a destra.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da marcejap
    Nondimeno, si è sciolto come neve al sole.
    Non ha lasciato un cattivo ricordo comunque.Tra l'altro aveva
    sempre impedito che il Portogallo si indebitasse pericolosamente
    e non subisse influenze pericolose ( leggi FMI ).

    Alla fine gli scatenarono contro secondo i soliti piani una ribellione coloniale " pilotata " per mettere in ginocchio il Portogalli cose che riusci' con i suoi successori.

    Un saluto

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11-04-09, 11:58
  2. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 21-04-08, 22:31
  3. Quel 25 Aprile....
    Di Danny nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 25-04-04, 16:43
  4. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 25-04-03, 12:15
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 25-04-03, 12:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226