User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Nel Manifesto del Partito Comunista, Karl Marx descrive i reazionari del suo tempo (1848) come "socialisti feudali" ed ha parole di disprezzo per loro:



    Il socialismo feudale


    Data la sua posizione storica, l'aristocrazia francese e inglese era chiamata a scrivere libelli contro la moderna società borghese. Nella rivoluzione francese del luglio 1830, nel movimento inglese per la riforma elettorale, l'aristocrazia era soggiaciuta ancora una volta all'aborrito nuovo venuto. Non c'era più da pensare a una seria lotta politica. Le rimaneva soltanto la lotta letteraria. Ma anche nel campo della letteratura la vecchia fraseologia dell'età della restaurazione era ormai impossibile. Per destare qualche simpatia, l'aristocrazia era costretta a distogliere gli occhi, in apparenza, dai propri interessi e a formulare il suo atto d'accusa contro la borghesia solo nell'interesse della classe operaia sfruttata. Così essa preparava la soddisfazione di poter intonare invettive contro il nuovo signore, e di potergli mormorare nell'orecchio profezie più o meno gravide di sciagura.

    A questo modo sorse il socialismo feudalistico, metà lamentazione, metà libello; metà riecheggiamento del passato, metà minaccia del futuro. A volte colpisce al cuore la borghesia con un giudizio amaro e spiritosamente sarcastico, ma ha sempre effetto comico per la sua totale incapacità di comprendere il corso della storia moderna.

    Questi aristocratici hanno impugnato la proletaria bisaccia da mendicante, agitandola come bandiera per raggruppare dietro a sé il popolo. Ma tutte le volte che li ha seguiti, il popolo ha visto sulle loro parti posteriori i vecchi blasoni feudali e s'è sbandato con forti e irriverenti risate.

    Una parte dei legittimisti francesi e la Giovine Inghilterra hanno offerto questo spettacolo.

    Quando i feudali dimostrano che il loro sistema di sfruttamento era diverso dallo sfruttamento borghese, dimenticano soltanto che essi esercitavano lo sfruttamento in circostanze e condizioni totalmente differenti e che ora han fatto il loro tempo. Quando dimostrano che il proletariato moderno non è esistito al tempo del loro dominio, dimenticano soltanto che la borghesia moderna fu appunto un necessario rampollo del loro ordine sociale.

    Del resto, essi celano tanto poco il carattere reazionario della loro critica, che la loro principale accusa contro la borghesia è proprio che sotto il suo regime si sviluppa una classe che farà saltare in aria tutto quanto il vecchio ordine sociale.

    Rimproverano alla borghesia più il fatto che essa genera un proletariato rivoluzionario che non il fatto ch'essa produce un proletariato in genere.

    Nella pratica della vita politica, prendono parte perciò a tutte le misure di forza contro la classe operaia, e nella vita ordinaria, ad onta di tutti i loro gonfi frasari, si adattano a raccogliere le mele d'oro, e a barattare fedeltà, amore, onore col traffico della lana di pecora, della barbabietola e dell'acquavite.

    Come il prete si è sempre accompagnato al signore feudale, così il socialismo pretesco si accompagna a quello feudalistico.

    Non c'è cosa più facile che dare una tinta socialistica all'ascetismo cristiano. Il cristianesimo non se l'è presa forse anch'esso con la proprietà privata, con il matrimonio, con lo Stato? Non ha predicato, in loro sostituzione, la beneficenza, la mendicità, il celibato e la mortificazione della carne, la vita claustrale e la Chiesa? Il socialismo sacro è soltanto l'acquasanta con la quale il prete benedice la rabbia degli aristocratici.

    Il Manifesto del Partito Comunista (1848)
    SADNESS IS REBELLION

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio

    A questo modo sorse il socialismo feudalistico, metà lamentazione, metà libello; metà riecheggiamento del passato, metà minaccia del futuro. A volte colpisce al cuore la borghesia con un giudizio amaro e spiritosamente sarcastico, ma ha sempre effetto comico per la sua totale incapacità di comprendere il corso della storia moderna.
    Quanto ti sei sbagliato caro Marx! I tuoi vituperati reazionari ci avevano visto talmente giusto nelle loro "profezie di sventura" riguardo la "moderna società borghese" che persino i marxisti di oggi si abbeverano ai loro testi ascetici e passatisti... mentre il tuo comunismo materialistico è miseramente fallito e si è tramutato in mercatismo!
    Ultima modifica di Florian; 21-10-09 alle 18:14
    SADNESS IS REBELLION

  3. #3
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Assolutamente no, e i commmmmunisti che si abbeverano all'ascetismo reazionario non sono più comunisti, al massimo verdastri filodecrescita da estirpare

    Il punto è che il marxismo non è la dottrina economica del freakkettonismno ambientalista pacifico.

    Il marxismo è una dottrina fondata su:

    1- centralità della lotta di classe
    2- MASSIMO SVILUPPO DELLE FORZE PRODUTTIVE
    3- Take-over della classe operaia per bloccare lo sfruttamento e razionalizzare l'economia.

    Al di là di tutti i risultati dell'economia sovietica e simili, un comunista o in generale un marxista dovrebbe disprezzare con tutto sè stesso l'ascetismo come scelta di vita: al massimo si può accogliere il "tirare la cinghia oggi per ottenere risultati domani" come in teoria (prima di gulag e co.) si pensava di fare in Russia.

    Un marxista non dovrebbe scandalizzarsi nè della crescita economica sostenuta nè, per dire, della globalizzazione: sono processi che rendono l'economia più solida, e la classe operaia più ricca e pronta a prendere il potere.

    Certo, poi ci sono i paradossi che derivano da questo, ovverosia:

    1- La classe operaia non vuole rischiare di prendere il potere a cannonate quando può starsene tranquilla a prendere salario

    2- a cercare di prendere il potere con fini legali, si rischia di arrivare all'eterogenesi dei fini

    3- preso il potere, se si pensa che si possa prescindere dalle leggi economiche, sia in termini di "Costruiamo domani il Paese di Bengodi", sia in termini di "Checifregadeiprezzi, noi accumuliamo e costruiamo perchè così vogliamo", si sarà redistribuita solo la miseria.

    Ma il "socialismo reazionario"non produce nè ricchezza nè progresso economico.

  4. #4
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Quando dimostrano che il proletariato moderno non è esistito al tempo del loro dominio, dimenticano soltanto che la borghesia moderna fu appunto un necessario rampollo del loro ordine sociale.

    Del resto, essi celano tanto poco il carattere reazionario della loro critica, che la loro principale accusa contro la borghesia è proprio che sotto il suo regime si sviluppa una classe che farà saltare in aria tutto quanto il vecchio ordine sociale.

    Rimproverano alla borghesia più il fatto che essa genera un proletariato rivoluzionario che non il fatto ch'essa produce un proletariato in genere.
    Sbagliato, caro Marx.

    Nel Regno delle Due Sicilie degli orribili e assai reazionari Borboni la tua amata borghesia non si sviluppò affatto, nè diede esito a sviluppi rivoluzionari, e la dimostrazione di ciò è che a Napoli l'assenza di una forte classe borghese è palpabile addirittura ancor oggi. Al tempo di Re Ferdinando c'era la nobiltà e c'era il popolo. Un popolo che amava il suo re e si erse a sua difesa quando il nemico straniero, quello sì borghese e rivoluzionario, si adoperò per sconfiggerlo.
    Ultima modifica di Florian; 21-10-09 alle 18:15
    SADNESS IS REBELLION

  5. #5
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Assolutamente no, e i commmmmunisti che si abbeverano all'ascetismo reazionario non sono più comunisti, al massimo verdastri filodecrescita da estirpare

    Il punto è che il marxismo non è la dottrina economica del freakkettonismno ambientalista pacifico.

    Il marxismo è una dottrina fondata su:

    1- centralità della lotta di classe
    2- MASSIMO SVILUPPO DELLE FORZE PRODUTTIVE
    3- Take-over della classe operaia per bloccare lo sfruttamento e razionalizzare l'economia.

    Al di là di tutti i risultati dell'economia sovietica e simili, un comunista o in generale un marxista dovrebbe disprezzare con tutto sè stesso l'ascetismo come scelta di vita: al massimo si può accogliere il "tirare la cinghia oggi per ottenere risultati domani" come in teoria (prima di gulag e co.) si pensava di fare in Russia.

    Un marxista non dovrebbe scandalizzarsi nè della crescita economica sostenuta nè, per dire, della globalizzazione: sono processi che rendono l'economia più solida, e la classe operaia più ricca e pronta a prendere il potere.

    Certo, poi ci sono i paradossi che derivano da questo, ovverosia:

    1- La classe operaia non vuole rischiare di prendere il potere a cannonate quando può starsene tranquilla a prendere salario

    2- a cercare di prendere il potere con fini legali, si rischia di arrivare all'eterogenesi dei fini

    3- preso il potere, se si pensa che si possa prescindere dalle leggi economiche, sia in termini di "Costruiamo domani il Paese di Bengodi", sia in termini di "Checifregadeiprezzi, noi accumuliamo e costruiamo perchè così vogliamo", si sarà redistribuita solo la miseria.

    Ma il "socialismo reazionario"non produce nè ricchezza nè progresso economico.
    Meglio un'eventuale miseria economica che la miseria sociale, intellettuale e religiosa prodotta dai comunisti. Ma queste cose per il marxista sono l'"oppio dei popoli".

    Alla fine il comunista ortodosso si dimostra un borghese liberale e godereccio che rifiuta l'etica austera del protestantesimo capitalista descritta da Weber. Della serie: vogliamo i diritti, ma non ci interessano i doveri. Eccola, la sinistra.
    Ultima modifica di Florian; 21-10-09 alle 18:16
    SADNESS IS REBELLION

  6. #6
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Sbagliato, caro Marx.

    Nel Regno delle Due Sicilie degli orribili e assai reazionari Borboni la tua amata borghesia non si sviluppò affatto, nè diede esito a sviluppi rivoluzionari, e la dimostrazione di ciò è che Napoli l'assenza di una forte classe borghese è palpabile addirittura ancor oggi. Al tempo di Re Ferdinando c'era la nobiltà e c'era il popolo. Un popolo che amava il suo re e si erse a sua difesa quando il nemico straniero, quello sì borghese e rivoluzionario, si adoperò per sconfiggerlo.
    Marx infatti ritiene imprescindibile la presenza di una borghesia nazionale, perchè si costituisca un proletariato prima nazionale poi mondiale.

    E il fatto che al Sud siano mancate entrambe le cose spiega, ad esempio, la lunga egemonia democristiana!

  7. #7
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Meglio un'eventuale miseria economica che la miseria sociale, intellettuale e religiosa prodotta dai comunisti. Ma queste cose per il marxista sono l'"oppio dei popoli".

    Alla fine il comunista ortodosso si dimostra un borghese liberale che rifiuta l'etica ascetica del protestantesimo capitalista descritta da Weber. Della serie: vogliamo i diritti, ma non ci interessano i doveri. Eccola, la sinistra.
    Nein, il comunista ortodosso è un sindacalista che non si fa distaccare in ufficio I doveri in una società comunista/ socialista ci sarebbero eccome: solo che non sarebbero al servizio di una falsa austerità, ma sarebbero il "cosa devi fare, se vuoi godere del benessere sociale".

  8. #8
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Marx infatti ritiene imprescindibile la presenza di una borghesia nazionale, perchè si costituisca un proletariato prima nazionale poi mondiale.

    E il fatto che al Sud siano mancate entrambe le cose spiega, ad esempio, la lunga egemonia democristiana!
    Per questo Napoli, la meravigliosa Napule, nella sua proverbiale arretratezza mantiene inalterata la speranza...
    Ultima modifica di Florian; 21-10-09 alle 17:39
    SADNESS IS REBELLION

  9. #9
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Per questo Napoli, la meravigliosa Napule, nella sua proverbiale arretratezza mantiene inalterata la speranza...
    Napoli è meravigliosa, ma l'assenza di una borghesia locale che si opponesse alla penetrazione (leggasi colonizzazione economica) del Nord, e più tardi di un proletariato che potesse combattere le tendenze puramente "prendi i soldi e scappa", a mio parere è un patrimonio negato di valore MOLTO superiore dell'intatto culto di San Gennaro !

  10. #10
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Quel "socialismo feudale" che Marx tanto disprezzava...

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Nein, il comunista ortodosso è un sindacalista che non si fa distaccare in ufficio I doveri in una società comunista/ socialista ci sarebbero eccome: solo che non sarebbero al servizio di una falsa austerità, ma sarebbero il "cosa devi fare, se vuoi godere del benessere sociale".
    Il comunista, da buon liberale, se ne fotte del benessere sociale. Si accontenta del proprio, ohibò...
    SADNESS IS REBELLION

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. "Pensare con Marx, ripensare Marx" - 25/26 gennaio - Roma
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-01-07, 16:04
  2. Quel "terzo Regno" Del Socialismo Nazionale Europeo
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-01-05, 10:27
  3. Quel "Terzo Regno" del socialismo nazionale europeo
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-10-04, 19:13
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-12-02, 00:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226