Conferenza del candidato alla presidenza della Provincia



FABRIZIO CARCANO
--------------------------------------------------------------------------------
Applicare subito la legge Bossi-Fini. Alessandro Cè, presidente dei Deputati della Lega Nord, è tornato a chiedere al Governo, durante il question time alla Camera, un'accelerazione per i decreti applicativi della legge sull'immigrazione.
«Il governo è responsabile di questi ritardi» ha sottolineato il parlamentare leghista, rivolgendosi al ministrarlo Giovanardi, il quale si è giustificato facendo notare che i ritardi dei decreti attuativi della legge derivano dalla serie di pareri necessari, per il Consiglio dei ministri, per dare la via libera agli stessi provvedimenti. «Ci siamo presentati agli elettori perché volevamo porre rimedio rapidamente e con forza ad una situazione di criminalità diffusa, di costi sociali enormi, che è sotto gli occhi di tutti. Oggi non lo stiamo facendo. È inutile invocare il ritardo del Consiglio di Stato, della conferenza stato-regioni. Il governo sotto questo profilo ha delle grosse responsabilità», ha chiosato il capogruppo leghista.
Sempre su questo spinoso tema dell'immigrazione, oggi, lo stesso Cè sarà impegnato a Brescia, nel corso di una conferenza stampa fissata alle 14 nella sede della segreteria provinciale, in cui verrà ribadito il no del Carroccio alla proposta di dare il voto agli extracomunitari. Sarà un'occasione, per il candidato leghista alla Provincia di Brescia, per lanciare un nuovo guanto di sfida ai suoi avversari in questa competizione elettorale, Bino e Cavalli, per sapere cosa ne pensano i candidati del centrosinistra e centrodestra in proposito.
Del resto l'oggetto della conferenza stampa, a cui parteciperanno anche il segretario cittadino Fabio Rolfi e quello provinciale Alberto Gemini, è eloquente: «Un voto agli immigrati, appello a tutti i candidati».


[Data pubblicazione: 29/04/2004]