7 MAGGIO 2004 ORE 0:00

RAITRE

E' andata in onda un interessantissimo documentario sui petrolieri U$A: impressionante notare la loro pochezza culturale e la loro protervia nel difendere i propri interessiandidamente dichiaravano ai microfoni che il petrolio è un sommo bene di somma utilità mentre subito dopo veniva mostrata una cittadina U$A dove gli abitanti muoiono di tumore in seguito alle esalazioni delle immense raffinerie.Ovviamente erano favorevoli alle guerre in irak e Afganistan."Se qualcuno ci dà un calcio nel culo noi americani reagiamo":testuali parole del petroliere.
Il reportage si chiude con le immagini del KazaKistan , che loro stanno cercando di colonizzare.Emblematica la scena finale, dove gli affaristi yankee incaricati dei contatti col governo KazaKo entrano dentro un neo Night club costruito dopo il loro arrivo(sì avete letto bene) e spariscono alle telecamere.

Vengono mostrate interviste alla gente del luogo(i kazaki sono mongoloidi musulmani e in parte ortodossi, 14 mil. di ab.):non ne possono +.

Il filmato,essendo sulla rossa Raitre, non è stato mostrato in una prospettiva etnica e sono state omesse parecchie cosettine di quelle che affrontiamo in questo forum (le implicazioni eurasiatiche)ma mi è parso un buon principio su cui iniziare a riflettere, notevole di questi tempi.