" Ricordatevi che siamo dei combattenti, non dei criminali.
Se qualcuno di voi sarà sorpreso a violentare donne,
a maltrattare un vecchio o a torturare un prigioniero;
lo faccio legare nudo ad un palo nel deserto, fino a che muoia di sete,
e che lo divorino gli insetti e le formiche e che gli iniettino
il loro veleno i serpenti a sonagli! "

Emiliano Zapata
Discorso ai miliziani rivoluzionari - 1910 -