User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    PaleoLibertario Cattolico
    Data Registrazione
    13 Aug 2002
    Località
    Portici (Napoli)
    Messaggi
    726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Il trionfo dei nuovi moralisti, profeti della "religione" della dieta

    Il trionfo dei nuovi moralisti, profeti della "religione" della dieta
    di Vittorio Messori

    Il professor Carlo Cannella non è, nel suo campo, l'ultimo venuto. In effetti, è titolare della cattedra di Scienza dell'Alimentazione presso la maggiore università italiana, La Sapienza di Roma. E' stato, tra l'altro, Segretario Generale della Società Italiana di Nutrizione Umana. Gli si può, dunque, dare ampio credito di serietà anche in un suo libro divulgativo (I miti dell'alimentazione, Edizione Tea) che mi viene tra mano. Rivela, dunque, il professor Cannella che "la cioccolata non fa venire i brufoli", così come non è responsabile di nessuno degli altri guai di cui la si accusa: semplicemente, ha molte calorie e, se mangiata in quantità eccessiva, contribuisce a fare ingrassare. Spiega poi, l'esperto, perchè avessero ragione i vecchi, col loro detto secondo il quale "il vino fa buon sangue": in effetti, ora sappiamo che nel nettare di Bacco è presente una sostanza che abbassa il livello di colesterolo nel sangue e fluidifica la circolazione. E a tal punto che, proprio grazie ai bicchieri di rosso, la Francia, che pure ha una alimentazione ricca di grassi al pari di quella americana, ha una delle mortalità cardiache più basse del mondo, mentre gli attacchi coronarici mietono strage negli Usa, che consumano pochissimo vino. E che, anzi, nel secolo scorsero giunsero addirittura alla follia puritana di vietarlo. Anche qui, ovviamente, l'avvertenza è il non superare una certa quantità di vino e, in genere, di alcool che, tra altri effetti benefici, se bevuto a pasto, ha anche quello di accelerare e aiutare la digestione. Sembra invece che non ci siano problemi neanche di quantità con il demonizzato caffè: "Bere caffè non fa male a nessuno" scrive il nostro professore, pur di non superare le otto tazze al giorno. Un numero, dunque, che mette al riparo praticamente chiunque dallo sfondamento del limite. La nera bevanda non danneggia affatto il cuore, come per tanto tempo ci hanno minacciato: "Il caffè non fa aumentare il livello del colesterolo nel sanguee non comporta alcun rischio per alcuna patologia cardiovascolare" Anzi, pare che abbia un effetto protettore per alcuni tumori. Ai tanti, poi, che predicano la superiorità del pane nero ("integrale" in lingua politically correct) Cannella oppone addirittura quanto segue: "E' paradossale che a mangiare integrale siano soprattutto i salutisti, perchè togliere ai chicchi di grano il rivestimento esterno consente di allontanare tutto ciò che di dannoso vi si è depositato: inquinanti atmosferici portati dalle piogge, pesticidi o magari radioattività". Insomma, ne conclude il professore: "Non aveva torto il contadino che per tanti secoli ha guardato con invidia la tavola del padrone, con il suo bel pane bianco". Ancora, tra gli altri miti sfatati da Cannella: "Mangiare in bianco non facilita la digestione, anzi l'ostacola"; "non è affatto provato che la dieta vegetariana sia più salutare"; "i cibi light non aiutano a dimagrire"; "i buoni salumi non sono più grassi di altri alimenti".
    Si potrebbe continuare. Ma tanto basti a giustificare il sospetto del docente romano: "Tante austere e compunte prediche sulla dannosità di ciò che può rendere la vita più piacevole nascono da pregiudizi, il cui solo scopo è creare sensi di colpa a chi fa uso di quegli alimenti gradevoli". Insomma, c'è sempre qualche moralista che deve fare il suo mestiere, altrimenti resterebbe senza ruolo e senza status sociale. Col declino della religione, ecco spuntare l'austerità laica, ancor più inflessibile e lugubre; ecco i profeti delle diete; ecco i predicatori del biologico, dell'integrale, del vegetariano; ecco quei nuovi, severissimi sacerdoti del salutismo che hanno sostituito la tonaca nera con il camice bianco del medico e il calice della Messa con l'ampolla del prelievo di sangue, per test dai parametri sempre più restrittivi. Alla base della nuova religione secolare sta un dogma antico ma più che mai intoccabile: "Tutto ciò che piace, tutto ciò che è gradevole è peccato, perchè danneggia il bene supremo della forma fisica perfetta almeno sino ai novant'anni". In realtà non è così; almeno, non è sempre così, come ogni tanto ha il coraggio di rivelare qualche loro collega, medico egli pure ma, grazie a Dio, "scorretto" rispetto ai nuovi comandamenti. Comandamenti che, a ben guardare, cercano di sostituire in forme di presunta razionalità la penitenza e le mortificazioni insegnate dalla spiritualità religiosa. Come ammonisce la storia non si tenta di distruggere una Chiesa se non per sostituirla con un'altra. E il contrario della religione non è la ragione ma la superstizione: anche se ha l'aspetto di "rigore scientifico". In ogni caso, qui, ancora una volta, si ha conferma della straordinaria liberazione portata dal Vangelo: il solo messaggio religioso, a ben guardare, che abolisca ogni interdetto alimentare. E il cui Maestro non solo insegna che non è quello che entra nel corpo che contamina l'uomo, ma è addirittura mandato a morte anche perchè accusato dai moralisti del tempo di avere fama di "mangione e bevitore". Che anche per questo sia ringraziato!
    Anarcho-capitalist

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Araldo
    Data Registrazione
    09 Mar 2004
    Località
    circondato da itagliani
    Messaggi
    678
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Deve essere la famosa "Legge del Lella": "mangiare, bere, e far andar la cann...."!

    Cosa ha detto, "il Cannélla", sulla Padania?

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Siamo OT, ma personalmente adoro pasta, pane e biscotti integrali, preferisco i formaggi light, le carni bianche, quelle equine e la frutta biologica; detesto i cibi grassi, la coca cola, le patatine fritte, prediligo il gelato alla soia, bevo il caffè senza zucchero, non consumo salumi, e solo rarissime volte alcoolici. Dott. : sono grave?????

  4. #4
    PaleoLibertario Cattolico
    Data Registrazione
    13 Aug 2002
    Località
    Portici (Napoli)
    Messaggi
    726
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da ZENA
    Siamo OT, ma personalmente adoro pasta, pane e biscotti integrali, preferisco i formaggi light, le carni bianche, quelle equine e la frutta biologica; detesto i cibi grassi, la coca cola, le patatine fritte, prediligo il gelato alla soia, bevo il caffè senza zucchero, non consumo salumi, e solo rarissime volte alcoolici. Dott. : sono grave?????

    se ti piace mangiali, non è solo una questione medica, ma di libertà individuale....di poter mangiare e bere quello che ci pare senza proibizioni governative di nessun genere.
    Anarcho-capitalist

  5. #5
    Araldo
    Data Registrazione
    09 Mar 2004
    Località
    circondato da itagliani
    Messaggi
    678
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusa, Zena, ma:
    un gattafino, mai?
    Che vita sprecata!

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da ZENA
    Dott. : sono grave?????
    Direi di si, soprattutto per il caffè senza zucchero tipica bevanda terrona
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  7. #7
    Erwann
    Ospite

    Predefinito

    poi coi grassi bisogna sempre esagerare, senza burro non c'è gusto!

  8. #8
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io non mi faccio problemi a mangiare grassi visto che ho eliminato i carboidrati. La pasta la lascio agli itagliani.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da asburgico
    Io non mi faccio problemi a mangiare grassi visto che ho eliminato i carboidrati. La pasta la lascio agli itagliani.
    La mitica dieta dei grassi. Un toccasana.

    Dott. , scusi la domanda ma... Che cosa è un gattafino???

    Quanto al caffè senza zucchero.... E' un metodo bruciagrassi, almeno dicono... Sulle prime è difficile abituarsi, poi diventa piacevole sentire il gusto pieno del caffè... Comunque il salutismo finisce qui, perchè di caffè ne consumo abbondantemente, per non parlare di tabacco... Ma almeno il fegato lo voglio sano...

    Ammetto poi, purtroppo, d'avere debolezza per la pizza... Lo so, è un brutto segno...

  10. #10
    AUTODIFESA ETNICA TOTALE!
    Data Registrazione
    20 Oct 2003
    Località
    "Noi vogliamo solo essere liberi e continuare a vivere come sempre, conservando ciò ch'è nostro senza dover obbedire a signori stranieri" Il Signore degli Anelli, pg. 530
    Messaggi
    1,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da asburgico
    Io non mi faccio problemi a mangiare grassi visto che ho eliminato i carboidrati. La pasta la lascio agli itagliani.
    Non sono d'accordo con la tua svalutazione della pasta. Ci sono fior di piatti tipici padani a base di pasta. Pensiamo solo alle trenette al pesto liguri o ai pizzoccheri della valtellina. E poi ci sono anche tante varietà di pasta corta che non evocano certo i soliti "shpaghetti con la pummarola" dei nappuletani...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226