User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Eccolo il nostro Irak quotidiano, altro che storie!

    dall'Arena di Verona:

    Lavavetri ai semafori: ormai è invasione
    Gli automobilisti: «Insistenti e prepotenti, non se ne può più». Corso Milano la strada più battuta

    I NODI DI VERONA. Ogni giorno, agli incroci, si accendono discussioni con i questuanti. Che si rivolgono soprattutto alle donne. E il fenomeno si è accentuato

    La maggior parte degli automobilisti non ne può più. La battaglia, specie per i pendolari del traffico, è costante: il «campo» in cui viene combattuta è, anzi, sono i semafori. La lotta è contro i lavavetri che a tutti i costi vogliono pulirti l’auto in cambio di un’offerta. Magari anche quando i vetri sono già puliti o comunque non ti interessa che lo siano. I lavavetri nelle ultime settimane hanno rioccupato gli incroci strategici, primo fra tutti quello di corso Milano. Spesso sono donne, magari con un bebè in braccio che fa più tenerezza. Implacabili, soprattutto se al volante c'è una donna: in questo caso l'insistenza diventa vera e propria prepotenza. Il/la lavavetri non si limita a chiederti tre-quattro volte di pulire, ma alza direttamente i tergicristallo, senza dar retta alle proteste e al rifiuto di pagare per un servizio non voluto per poi tendere imperterriti la mano. E se non paghi si arrabbia.
    È la testimonianza-tipo raccolta tra gli automobilisti in coda ai semafori degli incroci divenuti i punti caldi del problema: a Verona si potrebbe ormai tracciare un mappa delle zone in cui la presenza dei lavavetri è immancabile. Partendo dagli incroci di Borgo Milano e di Porta Palio. Qui il presidio è fisso. Così come è costante ai semafori di corso porta Nuova e circonvallazione Oriani, di Basso Acquar e di ponte Catena. E gli automobilisti, già frastornati dal traffico e dalle code, stanno perdendo la pazienza. «Passo di qui varie volte al giorno, abito in via Galliano e quindi è chiaro che per andare in centro o in qualunque altro posto, devo - da un lato o dall'altro - attraversare questo incrocio. Ma non ne posso davvero più. Questi signori che stazionano davanti ai semafori sono un flagello, mi chiedono di lavare il vetro almeno dieci volte ogni volta che passo, e siccome di qui passo cinque, sei volte al giorno in certi momenti mi pare di impazzire», spiega tutto d'un fiato, dimostrando quanto è veramente stufo della cosa, Gianfranco Bonamente, in coda al semaforo che da porta San Zeno immette in corso Milano, dove anche ieri mattina c'era un extracomunitario munito di spazzola e secchio che cercava di lavare il maggior numero di vetri possibile. Suscitando per altro le ire di moltissimi automobilisti: non è raro, a questo semaforo, vedere scene da Far West, con autisti che addirittura scendono dall'auto e rincorrono il lavavetri. Bonamente, da «esperto» della situazione, aggiunge: «Per me è diventata un’ossessione. Nonostante ogni volta io risponda male a queste persone, spiegando che mi lascino in pace, loro insistono: sembrano quasi sordi, non lo so, non c'è verso di farsi ascoltare». «Sì, devo ammettere che mi danno parecchio fastidio, sono una scocciatura soprattutto perché sono molto insistenti», conferma Patrizia Guadagnini. «E nella maggior parte dei casi, nonostante io dica che non ho bisogno di lavare i vetri, questi immigrati diventano prepotenti e me li lavano lo stesso. E allora cosa fai? Forse non si dovrebbe, ma io in genere mi sento quasi costretta a pagarli comunque: anche perché si prova un senso di paura, soprattutto quando in giro non c'è molta gente». «Io una volta o l'altra scendo e picchio qualcuno. Ma come è possibile? Gli dico sempre di no, e invece loro mi lavano i vetro ogni volta: a questo incrocio poi è diventata una cosa cronica!», sbotta arrabbiatissima Alessandra Differini, dimostrando che le donne saranno anche le più bersagliate dall'insistenza e dalla prepotenza dei lavavetri, ma che talvolta sono anche pronte a reagire. Questa ragazza, a differenza di molte altre esponenti del gentil sesso che, in tal caso, al volante risultano ingiustamente «minacciate» (molte confermano che se non paghi i lavavetri cominciano a lanciare terribili improperi), non ha alcuna paura. Anzi, se potesse scenderebbe per fare a pugni. Non potendo, per lo meno si rifiuta categoricamente di pagare. «Sono stufo, davvero stufo: e siamo stufi tutti, questa è la verità. Perché ormai sono troppi, non ne può più nessuno: e sono anche così insistenti», le fa eco Giancarlo Tonini, dimostrando che almeno il fastidio non fa distinzione di sesso.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    un altro articolo che testimonia al di là di ogni dubbio come la preoccupazione degli amministratori cattocomunisti di Verona non sia assolutamente la sicurezza dei cittadini veronesi: no, a loro interessa solo ed esclusivamente il benessere di delinquenti nomadi ed immigrati!!!

    stesso argomento, medesima fonte:


    Pernigo: «Non tolleriamo che li si sfruttino Stiamo già intervenendo»

    Niente sfruttamento di bambini ai semafori. L’assessore comunale alla Sicurezza e alla Polizia municipale, Elio Pernigo, non transige: «L’amministrazione ha già dato indicazioni ai vigili urbani di intervenire ai semafori per fare in modo che non ci siano i lavavetri, soprattutto quanto sono bambini. Non tolleriamo infatti che ci siano dei minori che vengono sfruttati per questi lavori o, peggio, per l’accattonaggio. Stiamo facendo il possibile con i mezzi e le possibilità che le leggi ci mettono a disposizione, cercando soprattutto di fare leva sulla dissuasione». Il problema però resta quello di come come intervenire. «Se ci sono minori, ai semafori», prosegue Pernigo, «interveniamo portandoli al Cerris, anche se poi la cosa si esaurisce lì perché dopo un po’ di tempo, a volte il giorno dopo, vengono le loro mamme a riprenderseli e noi non possiamo certo trattenerli. Si tratta di nomadi rom, a volte di cittadini extracomunitari. Il problema comunque c’è, è delicato e bisognerà trovare una soluzione per i bambini, perché poi alla fine seguono i loro genitori, salvo casi particolari di maltrattamenti, il che rende le istituzioni titolate a intervenire».
    Ma quale soluzione? «Ne serve una organica, sia per i nomadi che per gli extracomunitari, per esempio pensare che possano ricavare un reddito facendo qualche lavoro, che non li costringa a mandare le donne e i bambini ai semafori o a chiedere l’elemosina. Ma mi rendo conto che non è facile. È un fenomeno difficilmente controllabile, perché a volte si tratta di persone che vengono da altre città».

  3. #3
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    infine, i miserabili pennivendoli prezzolati scribacchini dell'Arena da parte loro che fanno? Ci deliziano con un altro articoletto nel più eminente stile buonista e politically-correct che mette in evidenza i pericoli per la salute che corrono quelle così brave e cortesi persone che ci allietano graziosamente ai semafori!!!
    Ma poverini, non ci sentiamo un po' in colpa?





    Che cosa respirano i piccoli in braccio alle loro mamme

    Idrocarburi e polveri a pieni polmoni per i bambini

    La concentrazione delle sostanze inquinanti accanto alle auto ferme in coda è molto più alta

    Tanti idrocarburi, tra cui benzene e toluene, biossido d’azoto, polveri sottili prodotte dallo sfregamento dei pneumatici e dall’usura dell’asfalto, ossido di carbonio e nelle giornate estive tanto ozono. Volendo, la lista delle sostanze tossiche che i bambini sono costretti a inalare lungo le strade più trafficate delle città, al seguito delle mamme lavavetri, potrebbe essere molto più lunga. In corrispondenza degli incroci delle grandi direttrici di traffico, la loro concentrazione è molto più acuta per effetto del lungo stazionamento di decine di veicoli in poco spazio e delle continue accelerazioni da fermo cui sono sottoposti i motori, fatto che moltiplica le emissioni per unità di tempo e in spazi ridotti. l BENZENE. È un idrocarburo cangerogeno conclamato, specie per i bambini, verso i quali, in caso di esposizioni acute produce alterazioni tali da indurre la leucemia. Gli organi bersaglio sono il sistema nervoso centrale (con cefalea, nausea, vertigine) ed il cuore. La sua presenza è massima proprio negli incroci.
    l BIOSSIDO D’AZOTO. Esposizioni di breve durata (cioè meno di tre ore) a concentrazioni di questo gas quali quelle di un’area industriale o di incrocio molto trafficato possono portare a difficoltà respiratorie e a fastidi alle vie aeree (gola, trachea), a bronchi e ai polmoni, specie in individui con problemi respiratori ed ad un aumento delle difficoltà respiratorie per i bambini fino a 10 anni. Esposizioni a lungo termine portano ad infezioni respiratorie e possono causare alterazioni polmonari, anche neoplastiche.
    l POLVERI. Queste particelle (in particolare le Pm10) possono accumularsi nei tratti del sistema respiratorio e sono associate a numerosi effetti. L’esposizione alle particelle più grandi provoca un aggravamento delle condizioni respiratorie, come per esempio per l’asma. Le particelle fini sono più strettamente correlate con l’aumento dei ricoveri e delle emergenze da pronto soccorso per affezioni dei polmoni e del cuore.
    l OZONO. È presente quasi esclusivamente in estate. È un riconosciuto broncoirritante ed è in grado di alterare la funzionalità polmonare, nonché di causare disturbi agli occhi e alle mucose.

  4. #4
    AUTODIFESA ETNICA TOTALE!
    Data Registrazione
    20 Oct 2003
    Località
    "Noi vogliamo solo essere liberi e continuare a vivere come sempre, conservando ciò ch'è nostro senza dover obbedire a signori stranieri" Il Signore degli Anelli, pg. 530
    Messaggi
    1,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Eccolo il nostro Irak quotidiano, altro che storie!

    Originally posted by halexandra
    . «Io una volta o l'altra scendo e picchio qualcuno. Ma come è possibile? Gli dico sempre di no, e invece loro mi lavano i vetro ogni volta: a questo incrocio poi è diventata una cosa cronica!», sbotta arrabbiatissima Alessandra Differini, dimostrando che le donne saranno anche le più bersagliate dall'insistenza e dalla prepotenza dei lavavetri, ma che talvolta sono anche pronte a reagire. Questa ragazza, a differenza di molte altre esponenti del gentil sesso che, in tal caso, al volante risultano ingiustamente «minacciate» (molte confermano che se non paghi i lavavetri cominciano a lanciare terribili improperi), non ha alcuna paura. Anzi, se potesse scenderebbe per fare a pugni. Non potendo, per lo meno si rifiuta categoricamente di pagare.
    Una fanciulla molto combattiva, questa "Alessandra"...

    Per il resto, che dire, è tutto già visto e rivisto, l'unica soluzione è l'espulsione totale e definitiva.

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Eccolo il nostro Irak quotidiano, altro che storie!

    Originally posted by Eomer
    l'unica soluzione è l'espulsione totale e definitiva.

    ....e lo sbarramento delle frontiere.





    W LE PADANE COMBATTENTI

  6. #6
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Halexandra ha ragione da vendere; ma al governo, in Italia, chi c'è?
    L'Ulivo o Berlusconi?
    Quella dell'immigrazione clandestina è un problema irrisolvibile, oggi come oggi.
    Certe soluzioni "drastiche" potrebbero essere prese solo in presenza di "emergenze" politiche (cambiamenti profondi, rivoluzionari etc); altrimenti mettiamoci l'animo in pace. Non sarà certo la guerra contro l'Iraq a risolvere il problema dei maroccos.
    Anzi, a lume di naso, dovrebbe peggiorarlo.
    Non passa giorno che i nostri alleati, Pisanu, Casini, Follini, Finistein, non parlino di dialogo con l'Islam moderato.
    Paradossalmente i nostri migliori alleati sono i fondamentalisti..

  7. #7
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' vero che certe soluzioni "finali" che a me piacerebbero moltissimo (e credo non solo a me?) e che sarebbero le uniche realmente risolutive non sono attuabili allo stato delle cose, ma è altrettanto vero che ci sono cose invece ottenibili, come un maggiore rispetto della legge Bossi-Bossi, e sarebbe già qualcosa, per quanto possa essere solo un paliativo di fronte a una situazione ormai fuori controllo: ma per ottenere questo bisogna dare più forza alla Lega Nord, dando un chiaro messaggio a certa gentaglia che costituisce i nostri "alleati" che costoro non possono prendere in giro una larghissima parte di elettorato anche dei loro stessi partiti che è stufa della situazione intollerabile.
    In tutto questo purtroppo il focalizzarsi eccessivo sull'Irak, ponendo la questione in termini oltretutto idealistici di rispetto di principi ecc. ha l'effetto di sviare la già labilissima attenzione della massa di pecoroni lobotomizzati su un problema esterno, per quanto questo possa essere importante e direttamente connesso con le stesse cause ultime del buonismo immigrazionista.
    Siamo d'accordo ovviamente sul fatto che la guerra irakena non risolverà minimamente la catastrofe dell'immigrazione, anzi la peggiorerà. Uno dei problemi qui è però che, nella citata massa di lobotomizzati, ho sentito spesso ripetere questo concetto: "bisogna dare una lezione a questi musulmani in irak, così imparano a rispettarci anche qui": che si può fare, di fronte a una stupidità così radicale e diffusa?

  8. #8
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by halexandra
    E' vero che certe soluzioni "finali" che a me piacerebbero moltissimo (e credo non solo a me?) e che sarebbero le uniche realmente risolutive non sono attuabili allo stato delle cose, ma è altrettanto vero che ci sono cose invece ottenibili, come un maggiore rispetto della legge Bossi-Bossi, e sarebbe già qualcosa, per quanto possa essere solo un paliativo di fronte a una situazione ormai fuori controllo: ma per ottenere questo bisogna dare più forza alla Lega Nord, dando un chiaro messaggio a certa gentaglia che costituisce i nostri "alleati" che costoro non possono prendere in giro una larghissima parte di elettorato anche dei loro stessi partiti che è stufa della situazione intollerabile.
    In tutto questo purtroppo il focalizzarsi eccessivo sull'Irak, ponendo la questione in termini oltretutto idealistici di rispetto di principi ecc. ha l'effetto di sviare la già labilissima attenzione della massa di pecoroni lobotomizzati su un problema esterno, per quanto questo possa essere importante e direttamente connesso con le stesse cause ultime del buonismo immigrazionista.
    Siamo d'accordo ovviamente sul fatto che la guerra irakena non risolverà minimamente la catastrofe dell'immigrazione, anzi la peggiorerà. Uno dei problemi qui è però che, nella citata massa di lobotomizzati, ho sentito spesso ripetere questo concetto: "bisogna dare una lezione a questi musulmani in irak, così imparano a rispettarci anche qui": che si può fare, di fronte a una stupidità così radicale e diffusa?
    cara Halexandra ha pienamente ragione. E alla tua domanda non so rispondere...
    Una cosa sola mi preoccupa: non mi pare che i padani siano tanto appassionati alla Lega.
    Questo è il punto fondamentale.
    Oggi, sono riuscito a convincere il mio medico a votare per la Lega
    (votava AN); ma sono gocce in un mare...
    Cmq, nonostante Calderoli, io insisto.

  9. #9
    membro
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    Como Muggiò
    Messaggi
    6,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Totila
    Halexandra ha ragione da vendere; ma al governo, in Italia, chi c'è?
    L'Ulivo o Berlusconi?
    Quella dell'immigrazione clandestina è un problema irrisolvibile, oggi come oggi.
    Certe soluzioni "drastiche" potrebbero essere prese solo in presenza di "emergenze" politiche (cambiamenti profondi, rivoluzionari etc); altrimenti mettiamoci l'animo in pace. Non sarà certo la guerra contro l'Iraq a risolvere il problema dei maroccos.
    Anzi, a lume di naso, dovrebbe peggiorarlo.
    Non passa giorno che i nostri alleati, Pisanu, Casini, Follini, Finistein, non parlino di dialogo con l'Islam moderato.
    Paradossalmente i nostri migliori alleati sono i fondamentalisti..



    La bossi\fini è un'ottima legge. Il massimo che di questi tempi, con i poteri forti e il paludamento europeo si possa fare. Il problema a questo punto diventa "sensibilizzare" la polizia etc. dato che scarsamente i "lavavetri" (alla stegua della bossi fini da espellere) vengono fermati.
    La guerra in Irak è un'occasione per un inasprimento dello scontro con l'islam anche a casa nostra, unica possibilità per preferire immigrati europei e per limitare la proliferazione di moschee centri culturali e roba varia...

  10. #10
    AUTODIFESA ETNICA TOTALE!
    Data Registrazione
    20 Oct 2003
    Località
    "Noi vogliamo solo essere liberi e continuare a vivere come sempre, conservando ciò ch'è nostro senza dover obbedire a signori stranieri" Il Signore degli Anelli, pg. 530
    Messaggi
    1,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Aggiungo una mia intuizione: a breve, con l'ingresso di molti paesi slavi nella UE, la loro popolazione otterrà la cittadinanza europea e potrà liberamente circolare anche qui. Questo dovrebbe togliere argomenti per giustificare la necessità di manodopera e quindi l'immigrazione extra-continentale. Noi dovremmo fare forza, a livello propagandistico, su questo concetto. Fra l'altro si tratta di forza lavoro indubbiamente più qualificata dei bingo bingo, in quanto pur con regimi comunisti molti erano diplomati e laureati.
    Quindi se qualche turboliberista lombardo o veneto continuerà a chiedere allogeni sarà lampante che vuole manodopera da sottopagare.

 

 

Discussioni Simili

  1. Ed eccolo:un altro...
    Di DUKE nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 28-01-13, 18:44
  2. Il nostro pane, al quotidiano
    Di Abbott (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-05-08, 09:28
  3. Il nostro pane, al quotidiano
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-05-08, 09:23
  4. …e dacci oggi il nostro... 270 bis quotidiano!
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-11-07, 22:37
  5. Storie di orrore quotidiano sotto il coprifuoco
    Di Roderigo nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-04-02, 15:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226