User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: voi come la pensate?

  1. #1
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito voi come la pensate?

    riporto una parte di un'interessante discussione dal forum etno.

    Originally posted by Vassilij
    Continuo a non capire perchè mai non si potrebbe essere con gli americani in una determinata contingenza di politica estera e al contempo non a favore dell'american way... boh...
    Faccio come la valida Halexandra...invoco un pò di sano pragmatismo.
    considerazione interessante, si può essere con gli stati uniti per tutelare i nostri interessi ed il nostro benessere, ma al contempo rifiutare la società multietnica e l'immigrazione selvaggia senza regole a casa nostra.
    molti qui dicono che la società multietnica da noi è voluta dagli usa e dalle lobby ebraiche...potrebbe anche esserci un fondo di verità, anche se io imputo la stragrande maggioranza di colpe alla debolezza e al buonismo degli europei!!
    se appoggiassimo gli usa e chiudessimo le frontiere come fanno in AUSTRALIA (paese alleato degli americani e presente in irak) cosa pensate che ci farebbero gli usa??ci bombarderebbero scatenando un casino internazionale? e per cosa?per fare un altro esempio ricordo che nel 96 quando l'idea della Padania fece il giro del mondo ed iniziarono a parlarne anche i giornali stranieri, più volte lessi che gli ambienti politici americani erano favorevoli..e scusate se è poco.
    abbiamo nemici INTERNI (comunisti, chiesa, magistrati, giornalisti ecc...) talmente forti e determinati a creare una società multietnica che andare contro gli americani invece che tenerseli buoni sarebbe la nostra fine definitiva.
    gli immigrati li vogliono i padioti con le fabbrichette, i sindacalisti, i pretazzi del vatikane, tutti padani doc, i nostri sono mali interni e la colpa di questo non è ne degli americani ne di nessun altro è unicamente colpa nostra.
    quando sento dobbiamo uscire dalla nato...mi viene da ridere, facciamo fatica a realizzare un federalismo all'acqua di rose in casa nostra, a far approvare le nostre poposte anche le più semplici, e secondo voi la lega dovrebbe focalizzare le proprie lotte contro la nato? è una guerra per il petrolio? bè le nostra auto a cosa vanno a mangime?? con cosa vi spostate voi?....guardate io continuo a non mettere becco in questioni estere, ma sia ben chiaro non farò mai la politica di bertinotti e non andrò mai a fraternizzare con quella gentaglia (gli islamici), so che la scelta ideale sarebbe soli contro tutti, ma ci vogliono numeri enormi e potenza enorme per fare ciò, a volte per ottenere qualcosa una scelta la devi fare, senza farsi inglobare, ma tenendo sempre d'occhio e in mente che il primo interesse deve essere il BENESSERE dei Padani, andare contro gli americani già una volta ha fatto crollare la lega e siccome la lega è l'unico movimento che cura i miei ed i vostri interessi, io la lega la voglio in salute e forte, una polemica anti-americani a meno di un mese dal voto sarebbe la nostra tomba.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: voi come la pensate?

    Aggiungo che secondo me quando ci raggiungerà la Russia l'uscita dalla NATO sarà automatica.

    E poi si sta già parlando di creare un esercito europeo.
    Lo si è già fatto ad una riunione di Helsinki.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non mi sembra che ci sia un nesso tra l' appartenenza alla NATO e la questione del Federalismo, Teodolinda, ecc.....

    Concordo che il pragmatismo, forse meglio chiamerlo "eclettismo", e' una cosa positiva, oltre a tutto ci sta influenzando che lo vogliamo o no.

    Politica "estera": se certe cose non le vogliamo riconoscere, allora la politica estera comincia al Metauro (o Tronto). Dato che un governo qualsiasi della repubblica italiana non ci dara' mai quello che vogliamo e che la Lega, anche se fara' i salti mortali, non puo' arrivare oltre al 6-7%, la soluzione e' da ricercare solo a Bruxelles, con il concetto di Euroregioni, che non ha bisogno di cambiamenti di Costituzione, ma puo' essere avviato subito (e dalle nostre parti, come in Tirolo, si sta avviando in modo concreto).
    Per raggiungere un' Europa dei Popoli, basata sulle Euroregioni, occorre fondare un Partito (o una confederazione di partiti) transnazionale, almeno un gruppo parlamentare stabile in Europa. Almeno aggregarsi NON AI PARTITI ROMANI, ma guardare a quello che sta sorgendo in altri Stati Europei, che non e' poco. Non per nulla aggiorno quasi quotidianamente il World Wide Forum! Non me ne puo' fregare di meno delle false etichette della repubblica italiana, quelle che contano sono le Europee.

    In quanto alla NATO: per me l' attuale governo degli stati uniti e' un governo criminale, che persegue l' obbiettivo dell' egemonia mondiale, senza guardare ai diritti delle persone umane, conducendo una guerra d' aggressione con motivazioni simili a quelle che scatenarono la seconde guerra mondiale (nazisti travestiti da polacchi a Danzig) e con Lager e campi di tortura e di sterminio per i prigionieri di guerra.
    Allearsi con gente del genere e' chiudere gli occhi, come a Monaco tanta gente aveva chiuso gli occhi, pensando di poter fermare Hitler.
    Non e' possibile fermare solo a parole un governo imperialista, ancora l' Europa e' in tempo di dire di no, di staccarsi, di espellere gli sgherri di Bush dalle basi militari, di convogliare l' opinione pubblica sulla denuncia dei loro misfatti, di compattarsi in un' Unione democratica e pacifista.

    Se Bush vince le prossime elezioni, quelle saranno le ultime in America. Se l' Europa rimane nella NATO, saranno le ultime anche in Europa. Metteranno qui un Petain qualsiasi, come hanno fatto in Irak e Afghanistan, trasformeranno la Risiera, Auschwitz, Buchenwald, poi anche Vorkuta, in immense Guantanamo.

    Non saremo piu' liberi di scrivere qui nulla. E nemmeno altrove, fino allo scoppio della terza guerra mondiale.

    Saluti

    Einstein non sapeva con che armi si sarebbe combattuta la terza guerra mondiale, ma sapeva benissimo quali sarebbero state le armi della quarta: SASSI E BASTONI

  4. #4
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Mitteleuropeo
    Non mi sembra che ci sia un nesso tra l' appartenenza alla NATO e la questione del Federalismo, Teodolinda, ecc.....

    Concordo che il pragmatismo, forse meglio chiamerlo "eclettismo", e' una cosa positiva, oltre a tutto ci sta influenzando che lo vogliamo o no.

    Politica "estera": se certe cose non le vogliamo riconoscere, allora la politica estera comincia al Metauro (o Tronto). Dato che un governo qualsiasi della repubblica italiana non ci dara' mai quello che vogliamo e che la Lega, anche se fara' i salti mortali, non puo' arrivare oltre al 6-7%, la soluzione e' da ricercare solo a Bruxelles, con il concetto di Euroregioni, che non ha bisogno di cambiamenti di Costituzione, ma puo' essere avviato subito (e dalle nostre parti, come in Tirolo, si sta avviando in modo concreto).
    Per raggiungere un' Europa dei Popoli, basata sulle Euroregioni, occorre fondare un Partito (o una confederazione di partiti) transnazionale, almeno un gruppo parlamentare stabile in Europa. Almeno aggregarsi NON AI PARTITI ROMANI, ma guardare a quello che sta sorgendo in altri Stati Europei, che non e' poco. Non per nulla aggiorno quasi quotidianamente il World Wide Forum! Non me ne puo' fregare di meno delle false etichette della repubblica italiana, quelle che contano sono le Europee.

    In quanto alla NATO: per me l' attuale governo degli stati uniti e' un governo criminale, che persegue l' obbiettivo dell' egemonia mondiale, senza guardare ai diritti delle persone umane, conducendo una guerra d' aggressione con motivazioni simili a quelle che scatenarono la seconde guerra mondiale (nazisti travestiti da polacchi a Danzig) e con Lager e campi di tortura e di sterminio per i prigionieri di guerra.
    Allearsi con gente del genere e' chiudere gli occhi, come a Monaco tanta gente aveva chiuso gli occhi, pensando di poter fermare Hitler.
    Non e' possibile fermare solo a parole un governo imperialista, ancora l' Europa e' in tempo di dire di no, di staccarsi, di espellere gli sgherri di Bush dalle basi militari, di convogliare l' opinione pubblica sulla denuncia dei loro misfatti, di compattarsi in un' Unione democratica e pacifista.

    Se Bush vince le prossime elezioni, quelle saranno le ultime in America. Se l' Europa rimane nella NATO, saranno le ultime anche in Europa. Metteranno qui un Petain qualsiasi, come hanno fatto in Irak e Afghanistan, trasformeranno la Risiera, Auschwitz, Buchenwald, poi anche Vorkuta, in immense Guantanamo.

    Non saremo piu' liberi di scrivere qui nulla. E nemmeno altrove, fino allo scoppio della terza guerra mondiale.

    Saluti

    Einstein non sapeva con che armi si sarebbe combattuta la terza guerra mondiale, ma sapeva benissimo quali sarebbero state le armi della quarta: SASSI E BASTONI
    mah...potresti avere ragione anche te, io esprimo solo i miei dubbi, anche se certe visioni così catastrofiche mi fanno un po sorridere.
    europa delle regioni? perfetto sono completamente daccordo, ma secondo te con governi come francia e germania e da poco ci metto pure la spagna, immigrazionisti, centralisti, falsi ed ipocriti pacifisti pensi si possa ottenere qualcosa?
    la francia è l'avamposto dell'islam in europa, in germania vivono vagonate di turchi, sono tanto meglio degli usa paese multietnico ma dal mescolazionismo bassissimo?
    non saremo liberi di scrivere e dire piu nulla? bè...il processo è gia iniziato con i patrioti fiamminghi, ad opera di chi? degli americani? no...degli europei sinistroidi che governano a bruxelles.
    negli states esistono movimenti di estrema destra liberissimi di criticare bush e le oligarchie ebraiche, con i loro siti e le loro pubblicazioni, possiamo dire noi in itaglia di essere cosi avanti nella libertà di parola?i giornali americani indagano sulle torture ignobili,ne parlano le tv, a cannes ha vinto un film chiramente anti bush ecc...quel che voglio dire è che attualmente mi fanno più paura i vari governi europei, con questo ritorno prepotente della socialdemocrazia, degli americani.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Celtic, io continuo a preferire un' Europa indipendente. In Francia e Germania, mettici pure anche Austria e Spagna, esiste ancora una coscienza sociale, non ti lasciano morire in mezzo a una strada. E' ancora la qualita' del lavoro che conta, la societa' non ha (ancora) scordato il sistema umanistico, il valore dell' uomo come essere pensante e con tradizioni e sentimenti.
    Francia: se e' piena di Islamici, questo dipende dal fatto che quella gente proviene dalle loro ex-colonie. In parole povere, li avevano invasi e hanno il dovere morale di riparare ai danni fatti.
    La Germania aveva chiamato lei stessa le"vagonate" di turchi, altrimenti non sarebbe potuta partire la ripresa economica. Poi la situazione e' sfuggita di mano, dato che ufficialmente non esiste(va) il concetto di "immigrazione legale con quote". In pratica tutto era basato sulla richiesta di "asilo", motivata con una cosa qualsiasi, che portava a tempi biblici tra un' istanza e l' altra. Adesso certi sbagli sono stati corretti, la legge e' simile alla Bossi-Fini e ci sono pochissimi nuovi ingressi. La giustizia, come qui, non riesce ancora ad applicare la legge in modo efficace e gli islamici sono molto piu' prolifici dei tedeschi. Per questo soprattutto i turchi stanno crescendo in quel modo. Non e' colpa del governo che, non sara' certamente perfetto, ma ha ricevuto un' eredita' pesantissima.
    Tutto sommato, nessun Paese Europeo mai si sognerebbe di fare guerre di aggressione, gli Stati Uniti la stanno facendo.
    Per quanto riguarda il tuo sorriso sul mio scenario catastrofico, nel 1935 tutto il mondo avrebbe sorriso, se qualcuno avesse menzionato Hiroshima, Auschwitz, Stalingrado e roba del genere

    Saluti Padani

  6. #6
    il merovingio
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Nel cuore profondo della Padania
    Messaggi
    8,652
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    [QUOTE]In origine postato da Mitteleuropeo
    Celtic, io continuo a preferire un' Europa indipendente. In Francia e Germania, mettici pure anche Austria e Spagna, esiste ancora una coscienza sociale, non ti lasciano morire in mezzo a una strada. E' ancora la qualita' del lavoro che conta, la societa' non ha (ancora) scordato il sistema umanistico, il valore dell' uomo come essere pensante e con tradizioni e sentimenti.
    Francia: se e' piena di Islamici, questo dipende dal fatto che quella gente proviene dalle loro ex-colonie. In parole povere, li avevano invasi e hanno il dovere morale di riparare ai danni fatti.
    "Dovere morale"? Gli effetti di questo dovere si fanno sentire non solo su di loro ma su tutta l'europa: mescolazionismo, immigrazionismo ecc... E quindi secondo te i francesi di oggi dovrebbero lasciarsi invadere per espiare la "colpa" di avere "invaso" le colonie duecento anni fa? Poveri noi!!!

    La Germania aveva chiamato lei stessa le"vagonate" di turchi, altrimenti non sarebbe potuta partire la ripresa economica. Poi la situazione e' sfuggita di mano, dato che ufficialmente non esiste(va) il concetto di "immigrazione legale con quote". In pratica tutto era basato sulla richiesta di "asilo", motivata con una cosa qualsiasi, che portava a tempi biblici tra un' istanza e l' altra. Adesso certi sbagli sono stati corretti, la legge e' simile alla Bossi-Fini e ci sono pochissimi nuovi ingressi. La giustizia, come qui, non riesce ancora ad applicare la legge in modo efficace e gli islamici sono molto piu' prolifici dei tedeschi. Per questo soprattutto i turchi stanno crescendo in quel modo. Non e' colpa del governo che, non sara' certamente perfetto, ma ha ricevuto un' eredita' pesantissima.
    Tutto sommato, nessun Paese Europeo mai si sognerebbe di fare guerre di aggressione, gli Stati Uniti la stanno facendo.
    Per quanto riguarda il tuo sorriso sul mio scenario catastrofico, nel 1935 tutto il mondo avrebbe sorriso, se qualcuno avesse menzionato Hiroshima, Auschwitz, Stalingrado e roba del genere

    La "terza guerra mondiale" che tu hai citato è già scoppiata l'11/9. Un conflitto simile a quello del '39/'45 oggi non si potrebbe verificare.

    Saluti Padani

  7. #7
    il merovingio
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Nel cuore profondo della Padania
    Messaggi
    8,652
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Frà Dolcino
    mi dispiace ma e proprio quello che si sta verificando...
    anche se alla lontana l'invasione di Afganistan e Iraq e contemporaneamente il rafforzamento militare ebreo in palestina e simile all' invasione Nazista di Austria e Polonia ed al rafforzamento militare giapponese in Corea e cina del 38 e la risposta timida (all'inizio ) dell' ONU e uguale a quella a suo tempo del consiglio delle nazioni.
    E' vero, ma è lo scenario che è diverso: non si tratta più di eserciti che si fronteggiano l'un l'altro faccia a faccia.
    Quelli che 60 anni fa erano i bombardamenti sulle città europee, oggi sono gli attentati come quello di Madrid...

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Francia: la stragrande maggioranza degli islamici sono arrivati in Francia negli anni '60, appena dopo la guerra d' Algeria.

    Guerra mondiale: ci sono 2 combattenti: quelli segreti ed impalpabili (Al-Qaida) e quelli che bombardano, uccidono, torturano in divisa.
    Come i metodi della seconda erano diversi da quelli della prima, e' logico che anche quelli della terza siano diversi. Ma la sostanza non cambia: la gente muore.

 

 

Discussioni Simili

  1. Pensate schiavi ...pensate ...pensate!!!
    Di Dogma nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-05-12, 13:58
  2. pensate che.....
    Di evasion00 nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 26-01-08, 15:34
  3. Che ne pensate?
    Di Herr Mann nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19-10-05, 15:29
  4. Che ne pensate??
    Di Daniele (POL) nel forum Fondoscala
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-06-03, 00:39
  5. Ke ne pensate dei gay?
    Di Oli nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 78
    Ultimo Messaggio: 05-04-03, 11:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226