User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La Chiesa fece cadere il Comunismo?

    Facendo un'analisi della caduta del Comunismo secondo voi si può dire che l'impulso fu dato dalla Chiesa con l'elezione (forse telecomandata dalla CIA) di Papa Giovanni Paolo II, Papa polacco?

    E se fosse telecomandata dalla CIA pure la sparizione di Paolo I?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    I amar prestar aen
    Data Registrazione
    09 Sep 2002
    Località
    Brescia
    Messaggi
    8,891
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Paolo I, immagino vorresti dire Giovanni Paolo I.

    Secondo me le concause sono 3:
    1 la malattia interna del sistema sovietico, che non era economicamente in grado di reggere la nuova corsa agli armamenti scatenata da Reagan.
    2 la corsa agli armamenti degli Usa e la nuova volontà di contrastarli nelle periferie.
    3 l'avvento di questo straordinario Papa che ha messo a nudo la povertà morale del regime comunista. gli avvenimenti della polonia sono stati una spia della difficoltà dei sovietici a reagire ad un moto popolare senza ricorrere alle armi.

    Cordiali Saluti
    E voi tutti, o Celesti, ah! concedete,
    Che di me degno un dì questo mio figlio
    Sia spendor della patria, e de Troiani
    Forte e possente regnator. Deh! fate
    Che il veggendo tornar dalla battaglia
    Dell'armi onusto de' nemici uccisi,
    Dica talun: NON FU SI' FORTE IL PADRE:
    E il cor materno nell'udirlo esulti.

  3. #3
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si certo giovanni paolo I

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Nov 2003
    Messaggi
    4,895
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Credo proprio di si Lech Walesa dice che il suo movimento Solidarnosh in Polonia dopo la visita di Giovanni Paolo II sia salito da 10 unita a 100000 unita!!!!!!!!!!!!!!!!



    L'elettricista Lech Walesa fondò il Movimento di Solidarietà dei polacchi (Solidarnosh) e in seguito servì il suo Paese come presidente liberamente eletto:

    Il comunismo sarebbe crollato comunque, ma molto più tardi e con spargimento di sangue, perché non si abbandona il potere così come niente.

    Il Papa accelerò significativamente la fine del comunismo e, allo stesso tempo, evitò lo spargimento di sangue. Il Santo Padre fece sì che i nostri membri arrivassero a 10 milioni. Rese la gente consapevole di certe verità, li rese consapevoli del proprio potere. Durante quegli incontri col Santo Padre, comprendemmo la forza nei nostri numeri, acquistammo fiducia in noi stessi e questo produsse i risultati che abbiamo visto.

    Anche altri giocarono un ruolo importante: i giornalisti, soprattutto quelli occidentali, con la solidarietà che ci esprimevano. Non dovevo dire nulla loro. Sapevano già che cosa dire e come dirla. Senza di loro non ci sarei stato io e non ci sarebbe stata la vittoria. Nessuno li ha mai ringraziati. Ma se loro non avessero reso nota la nostra battaglia in tutto il mondo, non avremmo avuto alcuna possibilità.

    [L'ex Presidente degli Stati Uniti] Reagan ci capì così come ci capirono i giornalisti. Capì che la fine del comunismo era imminente. Parlava dell'impero del male, della sua fine. Egli giocò un grande ruolo come leader della maggiore potenza. Capì che cos'era nel suo interesse e collaborò con noi. Fu una meravigliosa coincidenza il fatto che ci capimmo reciprocamente.





    Il regista teatrale dissidente Vaclav Havel guidò la "Rivoluzione di velluto" della Cecoslovacchia. Oggi è Presidente della Repubblica Ceca:

    Una scena che mi è rimasta particolarmente impressa viene dal gennaio 1989. Andai in piazza Wenceslas perché sapevo che i miei amici del gruppo dissidente "Charter 77" sarebbero andati a portare dei fiori in ricordo della morte di Jan Palach [uno studente che si suicidò per protesta contro l'invasione sovietica della Cecoslovacchia nel 1968]. Era il ventesimo anniversario della sua morte. La polizia arrivò e cominciò ad arrestare i miei amici che volevano deporre i fiori. Alcuni passanti si erano fermati dicendo alla polizia: "Lasciateli stare". Dopo un po' piazza Wenceslas si riempì di persone. Poi arrivarono i cannoni ad acqua, e sembrò una rivolta. Ma nessuno l'aveva organizzata; non era una dimostrazione programmata. Era solo che i passanti esprimevano i propri sentimenti.

    Per me, questo era una conferma di ciò che avevo cercato in vano di spiegare ai giornalisti stranieri che mi fecero visita negli anni settanta e negli anni ottanta: che quando incontrano una società totalitaria, non devono lasciarsi ingannare dalle apparenze. Sembra che ognuno sia fedele e che il regime durerà secoli, che non cambierà mai nulla, ed è facile crederlo. Ricordo come diversi visitatori stranieri dicessero che eravamo solamente un gruppo di pazzi, gente che sta picchiando la testa contro il muro, e che non abbiamo seguito tra il pubblico. E io gli dicevo che una società totalitaria funziona diversamente, che la parola scritta di un singolo individuo, come Solzhenitsyn in Russia, può cambiare il corso della storia.

    Tutto ciò trovò conferma quando vidi come il disagio sociale si stava accumulando nella gente e quanto poco ci volesse perché la facciata crollasse improvvisamente e quel disagio generale esplodesse. Senza che nessuno organizzasse una dimostrazione, i passanti si sono trasformati in dimostranti che hanno riempito la principale piazza di Praga.





    Adam Michnik, principale intellettuale dissidente polacco durante l'era comunista, oggi è l'editore della "Gazeta Wyborcza", il maggiore quotidiano del Paese:

    Per me, la prima breccia nel muro arrivò nell'agosto del 1980 quando una grossa ondata di scioperi scoppiò in tutta la Polonia, il più importante dei quali fu a Gdansk. Questo fu il primo passo fondamentale nel delegittimare il comunismo. Questo stimolò la società ad organizzarsi in opposizione alle autorità comuniste.

    Il muro cadde davvero in Polonia il 4 giugno 1989. In quel giorno, i polacchi rifiutarono il comunismo in elezioni democratiche, e divenne chiaro che questo sistema era finito. Tutto ciò che avvenne dopo fu una conseguenza di ciò che avvenne in Polonia. So che questa è una visione "Polonio-centrica", ma senza un po' di "Polonio-centrismo", è impossibile capire la storia degli ultimi 50 anni di questa parte del mondo. La Polonia era il maggiore stato del blocco sovietico, che oppose la più forte resistenza alla dittatura. È chiaro che la Polonia fu responsabile per quello che è successo. Dal momento che sono generalmente critico nei confronti dei miei compatrioti, credo di avere il diritto di dirlo.

    http://media.supereva.it/forzagmi.fr...uropaest.htm?p

  5. #5
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ottime queste testimonianze

  6. #6
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No è stato Ronald Regan

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito KGB

    A porre termnine al regime comunsta fu il KGB che,essendo l'unico veramente informato sulla reale situazione ( in ogni senso)
    dell'Unione Sovietica prese la decisione di far crollare il sistema prima che fosse troppo tardi.Vedi organizzazione del crollo della DDR , Ceausescu,etc.etc

    Non per niente oggi a capo della Russia c'e' un suo esponente.

    Tutto il resto e' contorno.


    Buona domenica

  8. #8
    God, Gold & Guns
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. (Benjamin Franlink)
    Messaggi
    14,798
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il merito principale spetta a Ronald Reagan

    Il papa dette un contributo non decisivo. Se proprio vogliamo essere sinceri, il contributo dato dai musulmani (ad esempio in Afghanistan) per la caduta dell'Impero del Male fu molto piu' importante di quello dato dei papalini.

  9. #9
    Re del Fondoscala
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    61,858
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da Il Condor
    Il merito principale spetta a Ronald Reagan

    Il papa dette un contributo non decisivo. Se proprio vogliamo essere sinceri, il contributo dato dai musulmani (ad esempio in Afghanistan) per la caduta dell'Impero del Male fu molto piu' importante di quello dato dei papalini.
    ma che fece di tanto speciale Ronald Reagan? secondo me è troppo sopravvalutata la sua posizione...penso sinceramente che se dobbiamo stilare una classifica Gorbaciov ha più meriti di Reagan, insomma una rivoluzione deve avere una forte spinta interna per poter emergere, non bastano gli aiutini esterni....Clinton ci poteva stare a vita a far trattati in medio oriente, la situazione non cambia

  10. #10
    God, Gold & Guns
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. (Benjamin Franlink)
    Messaggi
    14,798
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine postato da O'Rei
    ma che fece di tanto speciale Ronald Reagan? secondo me è troppo sopravvalutata la sua posizione...
    Investi' MIGLIAIA DI MILIARDI DI DOLLARI nella corsa agli armamenti. Impresse un ritmo di riarmo che porto' al dissanguamento l'Urss, nel vano tentativo di tenere il passo.

    In Origine postato da O'Rei

    penso sinceramente che se dobbiamo stilare una classifica Gorbaciov ha più meriti di Reagan,
    Gorbaciov fu un semplice notaio costretto a ratificare una situazione che lui NON voleva.

    In Origine postato da O'Rei

    insomma una rivoluzione deve avere una forte spinta interna per poter emergere, non bastano gli aiutini esterni....
    Non fu una rivoluziona. Fu una dissoluzione

    In Origine postato da O'Rei

    Clinton ci poteva stare a vita a far trattati in medio oriente, la situazione non cambia
    La situazione non cambia perche' gli USA vogliono restare amici degli islamici.

    Se cominciassero a definire musulmania come l'Impero del Male e ad agire di conseguenza, vedresti come cambierebbe la situazione

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La Chiesa cilena benedisse il comunismo
    Di Affus nel forum Cattolici in Politica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-09-11, 08:51
  2. Mario Chiesa fece saltare il coperchio della pentola...
    Di grefojet nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 05-05-10, 12:08
  3. Perchè la Chiesa condanna il comunismo
    Di Popolare nel forum Cattolici in Politica
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 16-06-09, 01:55
  4. La chiesa dei martiri del comunismo
    Di Rubeus Hagrid nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-10-07, 03:06
  5. Il Comunismo Secondo La Chiesa
    Di GEORGE (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 09-05-05, 14:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226