User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15
  1. #11
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,730
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La Lega torni a Miglio (e chieda scusa) - di Gilberto Oneto

    Citazione Originariamente Scritto da Jack's Return Home Visualizza Messaggio
    Che dire ... arriverà il giorno che con certa 'gente' pareggeremo i conti.

    sperèm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Lombard [--+--] Mod
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Soul Padania
    Messaggi
    1,402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La Lega torni a Miglio (e chieda scusa) - di Gilberto Oneto

    Loro preferirebbero la soluzione 'tarallucci & vino' complice, inevitabilmente, la mentalità levantina nel frattempo acquisita, ma io propendo ineluttabilmente per le fucilate o, più realisticamente, per una bella padana pesciada in del cuu!
    STOP IMMIGRATION - START REPATRIATION
    - Standing Up For Great Lombardy -

  3. #13
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,730
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La Lega torni a Miglio (e chieda scusa) - di Gilberto Oneto

    qualcuno riesce a postare l'articolo apparso ieri sulla pravdania a commento di quello di Oneto?

    era per fare due risate in compagnia

    grazie

  4. #14
    a mia insaputa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Casa mia
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La Lega torni a Miglio (e chieda scusa) - di Gilberto Oneto

    Miglio il dimenticato conteso tra Lega e An Il Secolo d'Italia: ''Oggi non sarebbe col Carroccio'' La «resurrezione» del teorico del federalismo

    In effetti e' strano che a rilanciare la figura di Gianfranco MIGLIO e redarguire il Carroccio di averlo dimenticato sia proprio il Secolo d'Italia. Ieri in prima pagina il giornale dell'ex An, oggi del Pdl, aveva questo titolo: «La Padania riscopre MIGLIO e la Lega Nord?». Addirittura Alessandro Campi, docente di storia del pensiero politico e maitre a' penser vicino a Fini, sostiene che in occasione dei 25 anni dalla nascita della Lega (12 aprile 1984) bisognerebbe tornare a studiarlo. Ma «probabilmente - afferma Campi - lo stesso MIGLIO non si riconoscerebbe nel Carroccio di oggi», perche' Bossi avrebbe ridotto il federalismo «alla logica del rivendicazionismo territoriale». Eppure due giorni fa la stessa Padania ha pubblicato un inserto sull'attualita' del pensiero di MIGLIO e venerdi' a Venezia il presidente leghista del Consiglio regionale, Marino Finozzi, ha organizzato un convegno che dovrebbe essere concluso da Bossi. Sono in pochi a credere che il Senatur sara' presente per ricordare il Prufesur con il quale aveva rotto in malo modo e defini' «una scoreggia nello spazio». Ma che ora siano gli intellettuali della destra a riscoprire MIGLIO e' veramente «sorprendente e il segno dei tempi»: lo fa notare l'eurodeputato fumantino del Carroccio Mario Borghezio, che nega la tesi dell'oblio sostenuta da Campi: «Non e' assolutamente vero. Lo dimostra la massima attenzione che gli dedica da sempre la rivista ''Idee'' della Fondazione Federalista per l'Europa dei popoli». Questa fondazione discutera' l'opera prima di MIGLIO, ''La controversia sui limiti del commercio neutrale'', al Circolo della stampa di Milano il 27 aprile. Ci sara' il ministro Maroni. «Questa grandissima figura - dice Borghezio - e' e restera' sempre nel cuore di tutti noi indipendentisti che non rinunceremo al sogno di una Padania libera». Figura controversa ed eccentrica, quella di MIGLIO, che nella Lega politicamente non ha mai contato un granche'. E che ruppe con il Carroccio quando nel '94 Bossi spedi' Francesco Speroni al ministero delle Riforme e non lui. «Era MIGLIO - ricorda Roberto Calderoli - il nostro ministro delle Riforme in pectore, ma una parte della coalizione mise il veto per alcune dichiarazioni razziste. La verita' e' che MIGLIO ci ha insegnato a studiare, a essere piu' bravi degli altri nella conoscenza della Costituzione e dei regolamenti. Bossi era il condottiero politico, il profeta dalle intuizioni federaliste, mentre MIGLIO ha dato una veste culturale e teorica all'azione leghista». Il primo incontro tra Bossi e MIGLIO avviene nel monolocale del capo leghista a Varese. Ce lo porto' nel 1990 Giuseppe Leoni, il primo senatore eletto dal Carroccio nell'87 insieme a Bossi. «Quando lo riportai a Como - racconta Leoni con malizia - il professore era entusiasta dell'incontro: capi' che poteva salire sul carro della Lega e diventare senatore... Noi eravamo considerati degli zoticoni, dei matti e MIGLIO ci diede una credibilita' intellettuale. Cosa rimane oggi di MIGLIO? Fa parte del nostro bagaglio del passato, e' un mattone della piramide federalista che stiamo continuando a costruire con fatica». Gia', cosa e' rimasto del teorico delle tre macroregioni in cui doveva essere divisa l'Italia? La nuova generazione leghista ricorda il Prufesur che ha rotto l'establishment universitario. «E' stato la certificazione che le nostre idee erano giuste - dice Davide Caparini, presidente della commissione per le Regioni - e che bisognava far crescere nelle amministrazioni una classe dirigente preparata e in grado di far maturare il federalismo a partire dal basso». Matteo Salvini, classe 1973, spiega che oggi molti ragazzi del Carroccio vanno su Google a rileggersi «quei libri chiari e illuminanti di MIGLIO». Per il deputato milanese Salvini «il pensiero di MIGLIO e' attualissimo: prima o poi si arrivera' alle tre macroregioni, ad una confederazione come quella elvetica perche' l'Italia ha le sue peculiarita' economiche e culturali che non si possono cancellare». A frenare un po' e' Roberto Cota. E' vero che MIGLIO ha dato contenuto giuridico al federalismo, ma il capogruppo della Lega ricorda che la «geniale intuizione politica va intestata esclusivamente a Bossi». «Maroni mi ha fatto vedere delle interviste di Umberto dell'84 in cui gia' parlava della crisi della globalizzazione e proponeva la trasformazione federalista dello Stato centralista. Roba profetica».
    di LA MATTINA AMEDEO (16-04-09)
    (fonte: La Stampa)

    :408::408::408::408::408:

    :1034:
    Se vedòm!

  5. #15
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    51,493
    Mentioned
    59 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La Lega torni a Miglio (e chieda scusa) - di Gilberto Oneto

    Luridi anali, giù le mani da Miglio.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226