User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Orazio Coclite
    Ospite

    Red face La voce del padrone (grazie USA di averci liberato, grazie, grazie)

    Da: www.noreporter.org



    La voce del padrone
    L'idiozia e l'infamità hanno anche un altro volto oltre a quello degli utili idioti che hanno assaltato Casa Pound per protestare contro Bush (?): quello di chi ha deciso in questi giorni di ricordare "gli eroici ragazzi americani che ci hanno liberato". Parole in libertà dal "partito americano".



    EMMA BONINO
    Eurodeputato della Lista Bonino

    "La ricorrenza del 60° anniversario della liberazione di Roma, da parte
    delle truppe alleate, dovrebbe rappresentare un'ottima occasione, per un
    paese dotato di una classe politica composta e consapevole, di riconoscere
    di dover le proprie libertà al sacrificio di centinaia di migliaia di
    americani. Da questa consapevolezza occorre trarre forza, tutti insieme,
    per realizzare finalmente l'organizzazione mondiale delle democrazie e gli
    Stati Uniti d'Europa e d'America, e per impegnarsi fino in fondo a
    sostenere il difficile e necessario processo di democratizzazione in Iraq e
    in Mediooriente. Un segnale incoraggiante in tal senso, buono per questi
    giorni, sarebbe quello d'imparare a sottrarsi agli ordini
    politico-mediatici di Al Qaeda"

    * * * * * *

    DANIELE CAPEZZONE
    Segretario dei radicali italiani

    "Aderisco alla manifestazione de L'opinione di ringraziamento agli
    americani per il 4 giugno perché se Casarini può oggi bruciare le bandiere
    americane lo deve ai 400 mila soldati che 60 anni fa vennero a morire in
    Italia anche per la sua libertà".

    * * * * * *

    MARGHERITA BONIVER
    Sottosegretario agli Esteri

    "I valori della libertà sono assolutamente indistinguibili da quelli della
    democrazia. Per questo credo che la data del 4 giugno dovrebbe diventare
    una festa nazionale da onorare ciascun anno e non invece una ricorrenza da
    ricordare simbolicamente solo ogni tanto. Le opposizioni di sinistra che
    oggi protestano in piazza contro la visita del presidente Bush si ricordino
    che possono manifestare il loro dissenso proprio grazie al sacrificio di
    tanti americani che sessant'anni fa ci liberarono dal giogo nazifascista.
    Così come non si devono dimenticare che se in questi decenni avesse vinto
    la loro parte politica, anche l'Italia sarebbe stata consegnata a quel
    regime comunista che fino a poco tempo fa ha marchiato con le stimmate
    della tragedia la vita dei popoli dell'Est europeo".
    Comunque sia, ritengo che la manifestazione organizzata dall'opinione per
    il 4 di giugno sia una iniziativa importante e coraggiosa, una cosciente
    assunzione di responsabilità, un momento di riflessione dovuta e mi auguro
    possa rappresentare l'inizio di un cambio di atteggiamento, in un Paese
    come il nostro, che troppo spesso sembra avere una memoria confusa".

    * * * * * *

    ANDREA JARACH
    Presidente federazione delle Associazioni di amicizia Italia-Israele

    "Per almeno tre volte l'intervento degli Stati Uniti di America ha salvato
    l'Europa da un triste destino. Per quanto riguarda l'intervento contro il
    nazismo, grazie al quale io sono nato e i miei figli vivono in una Europa
    libera e ricca, non posso che pensare ai ragazzi americani che per me e per
    i miei figli hanno perso la vita sui campi di battaglia. Penso ai tanti
    giovanissimi americani spinti, forse ingenuamente, dai loro principi tra
    cui il primo è il diritto alla Libertà. Penso a quella bandiera che oggi
    viene bruciata nelle piazze da folle esagitate di alleati di chi ancora una
    volta ci vuole morti, e a quanto quella bandiera a stelle e strisce abbia
    significato negli occhi dei miei genitori che la videro arrivare insieme ai
    liberatori di tutti noi italiani e ai salvatori di noi ebrei. Nel giorno
    della Libertà voglio ringraziare i ragazzi degli Stati Uniti di America che
    in tutto il mondo si battono per la Democrazia. Si sa, la Democrazia
    applicata non è priva di difetti, ma è di gran lunga il regime più libero
    possibile e i nostri antenati insegnano che nulla ci deve essere più caro
    della Libertà".

    * * * * * *

    LEONE PASERMAN
    Presidente della comunità ebraica di Roma

    "Il senso della mia adesione alla manifestazione del 4 giugno promossa da
    L'opinione è quello di ricordare con gratitudine gli americani che
    liberando Roma il 4 giugno 1943 e ci diedero la possibilità, quattro giorni
    dopo, l'8 giugno, di celebrare la prima cerimonia nel nostro Tempio, che
    quest'anno celebra il proprio centenario. Fu il giorno in cui gli ebrei
    ritornarono a vivere e ancora ricordo il cappellano militare americano
    Kerzer che celebrò quella funzione".

    * * * * * *

    ALFREDO BIONDI
    Vice presidente della Camera

    "Oggi veramente il diavolo ci ha messo la coda nel senso che al decollo
    dell'aeromobile che da Genova avrebbe dovuto portarmi a Roma, un gabbiano è
    stato risucchiato nel motore (combinazione di destra) facendo rientrare a
    Genova senza poter prevedere i tempi per un possibile nuovo decollo.
    Questo m'impedisce assolutamente di arrivare a Roma, perché il volo
    successivo non mi consentirebbe di arrivare a tempo a Piazza Navona e nello
    stesso tempo di ripartire subito dopo per Novara per un impegno da qualche
    tempo programmato.
    Mi dispiace moltissimo non essere presente alla Tua iniziativa e de
    "L'opinione" che vuole onorare l'Italia, l'America e Roma a sessanta anni
    dalla liberazione del 4 giugno del 1944.
    Ti prego di far presente al Presidente Cossiga ed agli altri amici che sono
    idealmente vicino e se è possibile Ti sarei grato se vorrai dare atto di
    questo disgraziato incidente comunicando che solo questo mi ha impedito di
    stare con Voi.
    Un abbraccio e un augurio di successo alla manifestazione giusta e
    coraggiosa."

    * * * * * *


    GIANNI DE MICHELIS
    Segretario del Nuovo Psi

    "L'adesione dei socialisti del Nuovo Psi alla manifestazione de L'opinione
    è doppiamente motivata: da un lato, intendiamo ricordare il ruolo
    determinante degli Stati Uniti nella lotta di liberazione dell'Europa e
    dell'Italia dal nazifascismo; dall'altro vogliamo esprimere la nostra
    vicinanza agli Usa nella lotta contro il nuovo totalitarismo rappresentato
    dal fondamentalismo islamico, nella convinzione che richieda la medesima
    fermezza che consentì allora di affermare libertà e democrazia là dove vi
    erano solo dittatura e repressione".

    * * * * * *

    GUSTAVO SELVA
    Presidente della commissione esteri della Camera

    "Violante, Rizzo e compagni si esercitano in mille contorcimenti
    linguistici per prendere le distanze da chi ha gridato slogan infami
    all'indirizzo dei caduti di Nassiriyah, fornendo le parole di odio che
    incitano i terroristi internazionali a uccidere carabinieri e militari
    mandati dal Governo in Iraq". "Capitava così in Italia anche negli anni 70
    e '80 con le Brigate rosse. Nelle piazze i brigatisti gridavano:
    carabiniere, basco nero, il tuo posto è al cimitero. L'ordine veniva
    eseguito da quelli che poi erano definiti compagni che sbagliano".
    "Soltanto dopo anni si ammise che l'album comunista di famiglia conteneva
    già il Dna dei terroristi nostrani, che sceglievano i nemici del popolo da
    mandare al cimitero. Come accade ora con chi inneggia a 10,100,1000
    Nassiriyah"

    * * * * * *

    GIORGIO LA MALFA
    Leader del partito repubblicano

    Se accadranno scontri di piazza sarà veramente molto grave, credo però che
    i più grandi imbarazzi oggi li avranno i dirigenti dell'Ulivo che si sono
    andati a schiacciare sulla posizione dei gruppi violenti: oramai non vi è
    più nessuna distinzione di posizione politica, tra l'estrema sinistra e la
    parte moderata". Lo ha detto a Montecitorio il leader repubblicano, Giorgio
    La Malfa, commentando i momenti di tensione che si sono registrati questa
    mattina a Roma da parte dei primi concentramenti di manifestanti che stanno
    sfilando per le vie della città. Secondo La Malfa, "qualcuno che ha buon
    senso come l'ex ministro Letta si è posto il problema se una coalizione può
    rimanere in vita quando dentro questa coalizione si arriva fino a Casarini,
    Agnoletto... questo - conclude - è un problema molto serio per l'Ulivo"

    * * * * * *

    SERGIO D'ELIA
    Segretario di Nessuno Tocchi Caino

    "Aderisco senz'altro a questa iniziativa, che trovo assolutamente doverosa.
    Non si deve infatti dimenticare che la liberazione del nostro Paese è
    avvenuta grazie all'intervento generoso di un Paese Libero come gli Stati
    Uniti d'America e non invece -come vorrebbe il falso della retorica
    nazionale - al cosiddetto movimento resistenziale".

    * * * * * *

    JOHN SUAREZ
    Direttorio cubano

    "Sono partito da Miami, dove risiedo, alla volta dell'Italia, di Roma,
    perché so che festeggiate la libertà. Quindi condivido l'iniziativa de
    L'opinione e colgo l'occasione per chiedere dalle vostre pagine un
    intervento Occidentale per liberare la mia patria da Fidel Castro. Vorrei
    tanto poter festeggiare anch'io, insieme ai miei fratelli cubani, la
    liberazione della mia isola. Purtroppo la situazione politica sta
    peggiorando nell'isola caraibica. Basta considerare che in questi giorni
    sono stati arrestati i 14 mila firmatari del referendum indetto da Varala
    per richiedere libere elezioni. Infatti la legge elettorale cubana del 1992
    recita che bastano 10 mila firme per richiedere l'avvio d'un dibattito
    parlamentare sulle libere elezioni. Ma Castro non ha aspettato nemmeno che
    s'avviasse il dibattito, ed ha arrestato i sottoscrittori del referendum.
    Saluto l'iniziativa de L'opinione anche a nome di Osvaldo Payà
    (intellettuale cubano che ha recentemente ricevuto a Strasburgo il premio
    Sacarov). Payà mi dice che se gli Usa ci liberassero da Castro noi non
    ricadremmo mai più in alcuna forma di tirannia, saremmo una democrazia
    imitata da tutta l'america centro-meridionale. Caro quotidiano L'opinione,
    sono certo che il messaggio che ti affido raggiungerà chi può aiutarci a
    liberare i detenuti politici dalle carceri cubane. Mi auguro presto di
    poter festeggiare la libertà di Cuba".

    * * * * * *

    RICCARDO PACIFICI
    Portavoce della comunità ebraica di Roma

    "La mia adesione è quella di un ebreo che se non ci fossero stati gli
    americani a liberarci (insieme agli inglesi e nel nord alla brigata
    ebraica) non sarebbe stato vivo insieme con i propri figli. Inoltre oggi
    neppure ci sarebbe l'Europa senza l'aiuto della democrazia americana che
    poi nel dopoguerra ci salvò anche dal comunismo. Oggi abbiamo il dovere di
    commemorare le centinaia di migliaia di morti anglo americani che ci
    diedero anche quella libertà che qualcuno usa per contestare Bush. Il 4
    giugno 1944 è per noi ebrei anche il giorno del ritorno della libertà di
    culto dopo il periodo delle leggi razziali. Come si vede ce ne sono a josa
    di motivi per aderire a una manifestazione che celebra il sacrifìcio degli
    eroici soldati anglo americani".

    * * * * * *

    YASHA REIBMAN
    Portavoce della comunità ebraica di Milano

    "Aderisco senza dubbio a questa iniziativa necessaria. Senza l'intervento
    degli Stati Uniti 60 anni fa oggi molti di noi oggi non ci sarebbero.
    Migliaia di ragazzi attraversarono l'Atlantico e nel nostro Paese persero
    la vita per riconquistare la libertà dell'Europa. Sia benedetta la loro
    memoria. Non sia dimenticato il loro esempio"

    * * * * * *

    EYAL MIZRAHI, DAVIDE ROMANO
    Presidente e Segretario Generale Associazione amici di Israele

    "Aderiamo con entusiasmo alla celebrazione del 4 giugno. Perché se non
    dobbiamo mai dimenticare la Shoah, non vogliamo neppure dimenticare chi ha
    liberato l'Europa continentale dalla barbarie nazista. Onore quindi alle
    decine di migliaia di Alleati caduti per sconfiggere il nazifascismo. Ma il
    ringraziamento non termina qui. Va infatti esteso anche alle truppe di
    occupazione Alleate che si fermarono dopo la Liberazione e ci aiutarono a
    far nascere la democrazia. Va esteso ai governi Usa che ci aiutarono
    economicamente aiutandoci a rimettere in moto l'economia e ricostituire una
    società civile, che ci permisero di tenere libere elezioni in pochi anni.
    Ed un grazie va anche a tutti i govèrni Usa che da allora ad oggi hanno
    dovuto spendere ingenti risorse eco-nomiche in spese militari per difendere
    la nostra democrazia e la nostra libertà dalle minacce esterne".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    FIAT VOLUNTAS TUA
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Località
    Sacro Romano Impero
    Messaggi
    3,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Opperbacco!!!!!!!!!!!
    Ma Fini non ha dichiarato nulla????????????????????
    "

 

 

Discussioni Simili

  1. [RADIO]: Grazie per averci scelto
    Di Danny nel forum Cinema, Radio e TV
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-04-09, 16:39
  2. Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 02-12-08, 23:30
  3. Grazie cinesi e imprenditori per Averci Rovinato
    Di Washington89 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 83
    Ultimo Messaggio: 28-05-08, 20:11
  4. Berlusconi: grazie agli USA per averci liberato
    Di Testimonianza nel forum Destra Radicale
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 25-04-07, 14:19
  5. 25 Aprile: Berlusconi, grazie agli Usa per averci liberato
    Di ITALIANO (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 25-04-07, 12:30

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226